Gli indicatori del clima in Italia - SCIA

scia.sinanet.apat.it

Gli indicatori del clima in Italia - SCIA

La stagione primaverile del 2011 è stata particolarmente calda nell’Europa centro-orientale. In

Germania è stato registrato il secondo aprile più caldo dal 1881, dopo il 2009, con un’anomalia della

temperatura media di +4.4°C. In Gran Bretagna, valori di anomalia termica compresi tra +3°C e +5°C

hanno determinato la primavera più calda della serie storica disponibile. In Spagna il mese di maggio è

stato il terzo più caldo della serie disponibile. In Francia e nei Paesi Bassi, si è verificata la terza

primavera più secca delle rispettive serie storiche. Nei Paesi Bassi alla siccità hanno fatto seguito

piogge particolarmente intense che hanno reso l’estate 2011 la più piovosa della serie storica.

L’estate è stata molto calda in Cina, dove giugno, luglio e agosto sono stati rispettivamente il secondo,

il settimo e il quarto più caldo dal 1951. Anche negli Stati Uniti, un’intensa ondata di calore ha

contribuito al terzo luglio più caldo mai registrato e al secondo agosto più caldo. In Oklahoma e Texas

sono state registrate le temperature più elevate mai raggiunte negli Stati Uniti dal 1895. In Finlandia

l’estate è stata la quarta più calda dal 1900. In Gran Bretagna e Spagna, invece, il mese di luglio è

stato tra i più freschi degli ultimi 10-20 anni. Mentre in Gran Bretagna anche il mese di agosto è stato

relativamente fresco, in Spagna si è verificata un’inversione dell’anomalia e il mese di agosto è stato il

più caldo dal 1961.

Il Monsone indiano è stato di media intensità, ma sulla provincia di Sindh, nel Pakistan meridionale,

sono cadute le piogge monsoniche più abbondanti mai registrate, pari a circa tre volte e mezzo il

valore medio climatologico; gran parte della pioggia è caduta fra metà agosto e metà settembre.

Anche il monsone asiatico ha portato precipitazioni intense sulla Corea del Sud, dove si è verificata

l’estate più piovosa mai osservata. Il 27 luglio a Seul sono stati misurati 300 mm di pioggia in un

giorno, un valore che non si registrava dal 1907. Anche gran parte del Sud-Est Asiatico è stata

investita da piogge torrenziali, che hanno causato i peggiori allagamenti in Thailandia dal 1942.

L’autunno in Spagna è stato il più caldo dal 1990 e il quinto più caldo degli ultimi 50 anni. In Gran

Bretagna settembre e ottobre sono stati i più caldi dal 2006 e, rispettivamente, il sesto e l’ottavo più

caldi degli ultimi 100 anni. In Cina ottobre e novembre sono stati, rispettivamente, il sesto e il terzo

più caldo dal 1951. In Norvegia novembre è stato il più caldo dal 1900, con anomalia media di

+5.3°C. In Finlandia l’autunno è stato il più caldo dal 1938. In Austria a novembre l’anomalia mensile

nelle stazioni più elevate è stata di +2.6°C rendendo questo mese il secondo più caldo degli ultimi 161

anni dopo il 2006. In Gran Bretagna novembre 2011 è stato il secondo più caldo dopo il 1994, con

anomalie medie di +2.9°C, contribuendo così al secondo autunno più caldo in più di 100 anni. Nelle

regioni centrali dell’Inghilterra l’autunno 2011 è stato il secondo più caldo degli ultimi 350 anni.

In ottobre, una depressione tropicale proveniente dai Caraibi ha fatto cadere sull’America Centrale, tra

il 10 e il 20 del mese, circa 1520 mm di pioggia.

In dicembre, un vortice polare molto intenso con valori dell’indice di Oscillazione Artica positivi e

molto elevati, ha trattenuto l’aria fredda polare alle alte latitudini, determinando anomalie termiche

positive alle latitudini medio-alte. In Alaska il dicembre del 2011 è stato il terzo più caldo mai

registrato, nella Norvegia settentrionale il decimo più caldo degli ultimi 112 anni, in Gran Bretagna il

sesto più caldo.

17

Similar magazines