Testo - Consiglio Regionale della Basilicata

consiglio.basilicata.it

Testo - Consiglio Regionale della Basilicata

125-126 | Basilicata Regione Notizie

QUARANT’AN

| 176 |

n. 125-126 (6).indd 176 3-12-2010 12:28:43


Speciale _ I 40 anni della Regione

cronologia di alcuni fra gli avvenimenti più importanti

degli ultimi 40 anni in Basilicata e in Italia, accompagnata

dalle immagini, per ricordare alcune date ed alcuni protago-

NNIUna

nisti della nostra storia recente

n. 125-126 (6).indd 177 3-12-2010 12:29:12

| 177 |


125-126 | Basilicata Regione Notizie

Sopra:

Emilio Colombo

In alto, a destra:

in Prefettura si raccolgono i dati delle prime

elezioni regionali

A fianco:

6 dicembre 1970, seduta solenne del Consiglio

regionale per l’approvazione dello Statuto

(foto archivio Consiglio regionale)

| 178 178 |

n. 125-126 (6).indd 178 3-12-2010 12:29:20


Speciale _ I 40 anni della Regione

7 giugno 1970

Si svolgono le prime elezioni dei Consigli delle Regioni a statuto ordinario. Quando

nella primavera del 1970 si apre la campagna elettorale sono state approvate

solo la legge elettorale e quella sui primi “Provvedimenti finanziari per l’attuazione

delle Regioni a statuto ordinario”. In tale situazione le Regioni nascono

“nel vuoto”: senza risorse finanziarie, senza poteri operativi, senza definizione

dei rapporti con le amministrazioni centrali. Anni prima (1967-68) sulla legge

elettorale si era scatenata una veemente battaglia politica e parlamentare.

13 luglio 1970

La realizzazione dell’autonomia regionale viene funestata da gravi disordini provocati

dalla mancata designazione di Reggio Calabria a capoluogo di regione. Il

13 luglio, sei degli undici consiglieri regionali eletti a Reggio si rifiutano di presenziare

alla prima riunione dell’Assemblea regionale, che si svolge a Catanzaro.

Le conseguenze per l’ordine pubblico saranno inimmaginabili. Per otto mesi, le

strade di Reggio saranno teatro di una vera guerriglia e quando la situazione

sarà degenerata dovrà intervenire l’esercito a presidiare linee ferroviarie che

comunque rimarranno paralizzate.

6 agosto 1970

Emilio Colombo è presidente del Consiglio dei ministri. Principale esponente politico

della Basilicata, Colombo aveva fatto parte dell’Assemblea Costituente e

con i suoi 26 anni era stato il più giovane dei padri costituenti. Tra i protagonisti

della Riforma agraria, aveva ricoperto numerosi incarichi di governo. Colombo

dovrà affrontare una situazione sociale attraversata da gravi tensioni, anche

in Basilicata dove un abitante su tre emigra al nord; a Melfi, in un solo anno,

emigrano mille persone.

1 dicembre 1970

Con la netta opposizione della Democrazia Cristiana, il Parlamento approva la

legge proposta dal socialista Loris Fortuna e dal liberale Antonio Baslini che

istituisce il divorzio in Italia. Nel maggio precedente, erano state varate le norme

per i referendum popolari previsti dalla Costituzione. Un mese dopo l’approvazione

della legge sul divorzio, davanti alla Corte di Cassazione il “Comitato

nazionale per il referendum sul divorzio” guidato da Gabrio Lombardi, deposita

le firme necessarie per chiedere l’abrogazione della legge, che sarà invece confermata

dal referendum del 1974.

6 dicembre 1970

Al Teatro “2 Torri” di Potenza, seduta solenne del Consiglio regionale per l’approvazione

dello Statuto. Per le dichiarazioni di voto prendono la parola il consigliere

Angelo Sanza della Dc, per il Pci Giacomo Antonio Schettini, per il Psi

Pasquale Pagano, per il Psdi Giuseppe Covelli, per il Msi Pio Nardiello, per il Pli

Odo Spadazzi, per il Psiup Filippo Antonio Micele. Ultimo a prendere la parola

il presidente della Giunta, Vincenzo Verrastro. Si vota per appello nominale. Lo

Statuto è approvato all’unanimità; il preambolo con il solo voto contrario del

consigliere Nardiello.

| 179 |

n. 125-126 (6).indd 179 3-12-2010 12:29:22


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 180 |

n. 125-126 (6).indd 180 3-12-2010 12:29:31


Foto di Leonardo Nella

Speciale _ I 40 anni della Regione

18 febbraio 1971

Con decreto ministeriale, l’Aglianico del Vulture ottiene il riconoscimento della

denominazione di origine controllata. Prodotto con il vitigno Aglianico della zona

del Vulture, l’omonimo vino si imporrà anche sui mercati esteri e diventerà un

elemento di prestigio dell’economia regionale. Ha origini molto antiche, ha un

caratteristico colore rosso rubino e si presta molto bene all’invecchiamento. Ha

una gradazione minima di 11,5° e un invecchiamento obbligatorio di un anno. La

Basilicata nei suoi terreni collinari e vulcanici trova condizioni molto favorevoli

per una viticoltura di qualità.

22 maggio 1971

Con la legge 22 maggio 1971, n. 350 viene approvato lo Statuto della Regione

Basilicata. Lo Statuto regionale, in armonia con la Costituzione, determina la

forma di governo e i principi fondamentali di organizzazione e funzionamento

della Regione, regola l’esercizio del diritto di iniziativa legislativa e del referendum

su leggi e provvedimenti amministrativi della Regione, stabilisce le norme

per la pubblicazione delle leggi e dei regolamenti regionali.

23 luglio 1971

La Cassa per il Mezzogiorno approva il progetto della diga di Monte Cotugno, per

un importo di 26 miliardi di lire. Posta in agro di Senise, con i suoi 530 milioni

di metri cubi di capacità rappresenta il punto nodale dello schema idrico jonico

- Sinni. Inaugurata nel 1983, è da allora la più grande diga in terra battuta d’Europa.

Viene utilizzata per le esigenze idriche, anche potabili, di Puglia e Basilicata

e per l’approvvigionamento degli impianti siderurgici di Taranto.

21 ottobre 1971

Il Parlamento approva la legge 865/71 sulla casa, che introduce il principio di

una programmazione unitaria di tutti gli interventi e la riorganizzazione degli

organi e degli enti preposti a tale scopo. Gli Iacp diventano gli unici incaricati

dell’esecuzione degli interventi di edilizia residenziale pubblica. La legge istituisce

inoltre un nuovo organo centrale, il Cer (Comitato per l’Edilizia Residenziale)

per la distribuzione dei fondi previsti in esecuzione dei programmi delle singole

Regioni. Disciplina inoltre in maniera nuova l’esproprio di aree a vantaggio dell’edilizia

pubblica.

24 dicembre 1971

Giovanni Leone viene eletto nuovo capo dello Stato. La lunga maratona per la

sua elezione, iniziata il 9 dicembre, si conclude dopo 15 giorni e dopo 23 votazioni.

Insigne giurista, Leone era stato presidente della Camera dei deputati e presidente

del Consiglio dei ministri. Leone sarà oggetto, alla fine del suo mandato,

di una clamorosa campagna diffamatoria che risentiva in realtà di un clima di

forte tensione sociale. Molti anni dopo, saranno gli stessi autori della campagna,

i radicali Marco Pannella ed Emma Bonino, a riconoscere pubblicamente l’infondatezza

delle accuse.

| 181 |

n. 125-126 (6).indd 181 3-12-2010 12:29:35


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 182 |

n. 125-126 (6).indd 182 3-12-2010 12:29:49


In alto:

La prima Giunta di centro sinistra.

Da sinistra: Guarino, Pizzuti, Schettini, Verrastro,

Laureano, Pagano

Sopra:

Vincenzo Verrastro con Giacomo Schettini

(nella foto di sinistra) e con Emilio Colombo

A sinistra:

30 agosto 1972, i funerali di monsignor Augusto

Bertazzoni

Speciale _ I 40 anni della Regione

15 gennaio 1972

Il Consiglio comunale di Potenza delibera l’appalto dei lavori del nuovo Palazzo

di Giustizia, che sorgerà al rione Francioso. La Cassa Depositi e Prestiti. concede

al Comune un mutuo di 3 miliardi e 800 milioni. I lavori dureranno a lungo, anche

per le difficoltà incontrate e dovute a cause non preventivate riconducibili

alla conformazione del terreno che presenta infiltrazioni di acqua. La struttura

sarà inaugurata nel giugno del 1990 alla presenza del ministro della Giustizia,

Giuliano Vassalli.

15 marzo 1972

A Segrate, alla periferia milanese viene rinvenuto cadavere Gian Giacomo Feltrinelli.

Come editore aveva pubblicato “Il dottor Zivago”, opera clandestina dello

scrittore russo Pasternak che per questo aveva ottenuto il Nobel per la letteratura.

Feltrinelli è stato dilaniato dalla dinamite che egli stesso ha collocato sotto

un traliccio dell’alta tensione. Un’ipotesi è che l’obiettivo del sabotaggio sarebbe

stato quello di far mancare l’energia elettrica a Milano dove in quei giorni si celebra

il congresso del Partito Comunista Italiano, ma la verità non si saprà mai.

30 agosto 1972

Potenza e l’intera regione si fermano per dare l’addio a monsignor Augusto Bertazzoni,

vescovo del capoluogo per tanti anni. Nato a Polesine, piccolo centro

della provincia di Mantova, era a Potenza dal 1930; aveva retto la diocesi fino al

’66. Animato da profonda spiritualità, si distingueva per l’attenzione ai problemi

sociali. Era sempre attento agli umili, specialmente ai lavoratori in difficoltà e

agli anziani bisognosi di assistenza. Si spegne all’età di 96 anni; nella sua lunga

vita e in circostanze storiche molto dure è stato per tutti un valido punto di

riferimento.

5 settembre 1972

Terroristi palestinesi compiono una strage alle Olimpiadi di Monaco di Baviera.

Lo sgomento è forte in tutto il mondo per la morte degli atleti israeliani e per

la strage che vede anche la morte di alcuni dei terroristi arabi di “Settembre

Nero” dopo l’incursione delle forze di polizia tedesche. La XX Olimpiade, tenuta

nel paese maggiormente esposto alle tensioni della “guerra fredda”, doveva contribuire

a inaugurare un clima di distensione; era questo il significato del motto

ufficiale “The Happy Games”. Purtroppo sul successo dei Giochi peserà la realtà

di questo massacro.

21 ottobre 1972

Il presidente della Regione Verrastro annuncia la conclusione dell’iter per la formazione

di un Governo regionale di coalizione, non più transitorio, ma politicamente

e organicamente autosufficiente frutto dell’intesa tra forze politiche

omogenee ed associate nel perseguire gli obiettivi di sviluppo civile, economico

e sociale della Basilicata. La nuova Giunta scaturisce dall’accordo tra Dc, Psi

e Psdi, partiti che pur nella diversità delle tradizioni storiche ed ideologiche,

convergono sul metodo di governo e sulle linee fondamentali dell’azione programmatica.

| 183 |

n. 125-126 (6).indd 183 3-12-2010 12:29:52


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 184 184 |

n. 125-126 (6).indd 184 3-12-2010 12:29:55


Speciale _ I 40 anni della Regione

4 maggio 1973

In attuazione della legge n.1102 del 1971 la Regione istituisce le Comunità montane.

D’Aragona (Dc) parla di rimedio all’insufficiente dimensione dei piccoli Comuni

e della nascita di una nuova struttura nella vita economica della montagna

che occupa l’87% dell’intera superficie regionale; per Cascino (Psi) si tratta del

primo tassello di un processo evolutivo per uno sviluppo intersettoriale delle

aree montane. Altamura (Pci) dice che gli emendamenti comunisti tendono a

migliorare una norma che rappresenta lo sbarramento ad interessi corporativi

contrari al rinnovamento economico e sociale.

4 maggio 1973

Il Consiglio regionale approva all’unanimità la legge che istituisce il centesimo

Comune della Provincia di Potenza: è il Comune di Paterno, ex frazione di

Marsiconuovo. È la prima volta che la Regione istituisce un nuovo Comune. “Il

Presidente della Giunta Regionale - si legge nel provvedimento - provvederà

con proprio decreto al regolamento dei rapporti patrimoniali e finanziari tra

i Comuni di Marsiconuovo e di Paterno, nonché alla ripartizione fra gli stessi,

previo parere delle rispettive Amministrazioni, del personale in servizio presso il

Comune di Marsiconuovo”.

22 giugno 1973

La Regione Basilicata ha un suo stemma e un suo gonfalone. Il Consiglio Regionale

approva la Legge regionale n. 12, con la quale si stabilisce che lo stemma

della Basilicata è costituito da una fascia di quattro onde d’azzurro in campo argento.

Le onde simboleggiano i quattro fiumi della regione: il Basento, il Sinni, il

Bradano e l’Agri. Il gonfalone è di colore azzurro mare, reca al centro lo stemma

e in alto riporta l’iscrizione centrata in oro: “Regione Basilicata”.

2 dicembre 1973

In Italia arriva l’austerity. A causa della crisi petrolifera internazionale il governo

decide il divieto di circolazione delle auto di domenica e una serie di misure per

evitare sprechi di energia. Viene varata una campagna per la sensibilizzazione

dei cittadini italiani, che porta in breve tempo all’impiego di isolanti per coibentare

le abitazioni, oppure all’uso di apparecchiature automatiche per il controllo

della temperatura degli impianti di riscaldamento. Anche i lucani, come gli altri

cittadini italiani, riscoprono la bicicletta quale efficace mezzo per spostarsi.

15 dicembre 1973

Quello che viene definito il rapimento del secolo, vale a dire quello di Paul Getty

jr., si conclude all’alba del 15 dicembre 1973 sotto la pensilina di una stazione

di servizio a 400 metri dallo svincolo di Lauria, sull’autostrada Salerno - Reggio

Calabria. Paul Getty, nipote del magnate del petrolio inglese, era stato rapito a

Roma. Per la sua liberazione la famiglia ha dovuto versare 1 miliardo e 700 milioni

di lire. Per ottenere il riscatto, i banditi avevano mandato ai genitori, in una

busta, il lobo di un orecchio del ragazzo crudelmente mozzato.

Le Dolomiti lucane (foto di Leonardo Nella)

| 185 |

n. 125-126 (6).indd 185 3-12-2010 12:29:57


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 186 |

n. 125-126 (6).indd 186 3-12-2010 12:30:11


Stabilimenti industriali della Val Basento

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

12 maggio 1974

Gli italiani sono chiamati alle urne per decidere se abrogare o meno la legge

Fortuna - Baslini del 1970 con la quale era stato introdotto in Italia il divorzio.

L’esito del referendum farà discutere: 19.138.300 elettori (pari al 59,30% dei votanti)

confermano il mantenimento dell’istituto, mentre solo 13.157.558 (pari al

40,70 dei votanti) si esprimono per l’abrogazione. La vittoria del No viene interpretata

dagli osservatori politici come una dura sconfitta per Amintore Fanfani,

considerato l’attore principale del fronte del Sì.

28 maggio 1974

Una bomba nascosta in un cestino porta rifiuti in Piazza della Loggia a Brescia

viene fatta esplodere mentre è in corso una manifestazione contro il terrorismo

neofascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista, con la presenza

del sindacalista della Cisl Franco Castrezzati, dell’on. del Pci Adelio Terraroli e del

segretario della Camera del lavoro di Brescia Gianni Panella. L’attentato provoca

la morte di otto persone e il ferimento di altre centodue.

4 agosto 1974

Strage sul treno “Italicus” : 12 i morti, 48 i feriti. I vagoni vengono squarciati dall’esplosione

di un ordigno ad alto potenziale all’uscita di una galleria nei pressi

di San Benedetto Val di Sambro. La strage avrebbe avuto conseguenze più gravi

se l’ordigno fosse esploso all’interno della galleria, come effettivamente avverrà

dieci anni dopo nella strage del rapido 904. Aldo Moro si sarebbe dovuto trovare

a bordo del treno, quella sera, ma lo perse poiché venne raggiunto da alcuni

funzionari del Ministero e fatto scendere all’ultimo momento per firmare delle

carte importanti.

6 settembre 1974

Esce Allonsanfan, film girato in Basilicata dai fratelli Paolo e Vittorio Taviani.

Protagonisti Marcello Mastroianni, Laura Betti e Lea Massari, musiche originali

di Ennio Morricone. È la storia di un aristocratico lombardo che parte per una

spedizione rivoluzionaria nel Mezzogiorno. Il film è la celebrazione dell’utopia di

un’uguaglianza sociale vagheggiata da un drappello di idealisti che, nel delirio di

una vittoria immaginaria, sarà massacrato dai soldati e dai contadini.

29 novembre 1974

Il Consiglio Regionale, sulla base del documento “Politica e territorio e nuove

localizzazioni industriali in Basilicata” predisposto dall’Assessorato all’industria,

dove determinanti appaiono le giustificazioni tecniche dei pareri espressi dall’Italconsult,

individua tre località dove localizzare gli impianti della Liquichimica:

il principale a Macchia di Pisticci insieme al porto e alla centrale termoelettrica;

gli altri due lungo la Valle del Basento. Nella stessa riunione del Consiglio

si decide anche l’insediamento a Melfi delle grandi officine di riparazione delle

Ferrovie dello Stato.

| 187 |

n. 125-126 (6).indd 187 3-12-2010 12:30:16


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 188 |

n. 125-126 (6).indd 188 3-12-2010 12:30:37


Carlo Levi a Matera nei primi anni ‘70

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

4 gennaio 1975

Muore Carlo Levi, il famoso intellettuale, pittore, scrittore e medico che ha legato

il suo nome alla Basilicata. Per la sua militanza antifascista nel 1935 era stato

inviato al confino a Grassano e Aliano, dove conobbe la società contadina che

descrisse nel romanzo “Cristo si è fermato a Eboli”. Ai suoi funerali sono presenti

i Gonfaloni di numerosi Comuni lucani. Le sue spoglie vengono tumulate nel cimitero

di Aliano, dove volle essere sepolto per mantenere la promessa di tornare

fatta agli abitanti lasciando il paese.

22 marzo 1975

Gli operai dello Zuccherificio di Policoro sono da quattro mesi senza stipendio e

da due mesi sono in assemblea permanente. L’azienda è in crisi. Per manifestare

la loro protesta, i lavoratori si recano in massa presso un locale istituto di credito

e chiedono 500mila lire ciascuno di prestito “ad personam” per far fronte

alle necessità delle famiglie. Per lo stabilimento che aveva iniziato la sua attività

nel 1955 si apre un lungo periodo di crisi che porterà nel 1990 alla definitiva

chiusura.

23 ottobre 1975

L’Accademia svedese delle lettere assegna il premio Nobel per la letteratura al

poeta italiano Eugenio Montale. Pochi giorni prima, il 16 ottobre, l’ accademia

Karolinska aveva assegnato il premio Nobel per la fisiologia e la medicina all’italiano

Renato Dulbecco e agli statunitensi David Baltimore e Howard Martin

Temin per le loro scoperte sulle interazioni tra i virus dei tumori e il materiale

genetico della cellula.

2 novembre 1975

Pier Paolo Pasolini viene ucciso a colpi di bastone e travolto con la sua auto sulla

spiaggia dell’idroscalo di Ostia. Pasolini è considerato uno dei maggiori artisti

e intellettuali italiani del XX secolo. Si era distinto in numerosi campi, lasciando

contributi come poeta, romanziere, linguista, giornalista e cineasta. Attento

osservatore della trasformazione della società, suscitò spesso forti polemiche

e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle

abitudini borghesi e della nascente società dei consumi italiana, ma anche nei

confronti del Sessantotto.

8 dicembre 1975

Leonardo Sinisgalli riceve il Premio Basilicata per l’opera “Un disegno di Scipione

e altri racconti” edito da Mondatori, che raccoglie prose e racconti autobiografici.

Il “poeta - ingegnere”, protagonista degli anni del miracolo economico con

la sua attività di comunicatore al servizio delle più grandi aziende italiane, ha

contribuito a rafforzare l’immagine italiana nel mondo, senza però perdere mai

il gusto per la letteratura.

| 189 |

n. 125-126 (6).indd 189 3-12-2010 12:30:47


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 190 |

n. 125-126 (6).indd 190 3-12-2010 12:31:03


Sopra:

il lago di San Giuliano

(foto archivio Apt Basilicata)

Speciale _ I 40 anni della Regione

4 marzo 1976

Viene promulgata la legge regionale n. 13 sull’istituzione delle Unità locali dei

servizi sanitari e sociali. Sul problema della riorganizzazione dei servizi sanitari,

che la Regione Basilicata intendeva realizzare attraverso la costituzione delle

Unità locali, si era registrato un duro braccio di ferro tra il Governo e la Regione

Basilicata. La legge regionale istitutiva delle Usl, varata nella precedente legislatura,

aveva trovato la netta opposizione del Governo. Di qui la nuova legge, che

conserva lo spirito e le finalità dell’azione riformatrice intrapresa dalla Regione.

21 marzo 1976

L’istruttoria relativa allo “scandalo Lockheed” viene depositata presso la Commissione

Parlamentare convocata per discutere la posizione di tre parlamentari

indagati: Mariano Rumor, Luigi Gui e Mario Tanassi. Lo scandalo riguarda la

fornitura degli aerei da trasporto C-130 all’Aeronautica militare, per le quali si

ipotizza un giro di mazzette. La Commissione decide il proscioglimento di Rumor

e il rinvio a giudizio di Gui e Tanassi. Quest’ultimo, ex ministro e deputato

in carica, verrà poi condannato a scontare in carcere 2 anni e quattro mesi per

corruzione aggravata. Luigi Gui verrà assolto.

6 maggio 1976

Alle 21,02 un terremoto di intensità pari al decimo grado della scala Mercalli

sconvolge il Friuli. La scossa, avvertita in tutto il Nord Italia, provoca 989 morti,

1.780 feriti, 13mila case crollate e oltre 95mila senza tetto. Interi paesi come

Gemona, Maiano, Artegna, Buia, Osoppo e molti altri ancora sono rasi al suolo.

Uno spettacolo sconvolgente che solo la luce del giorno mostrerà in tutta la sua

cruda realtà di morte e distruzione. Lo slancio di solidarietà, non solo da tutta

l’Italia, ma da tutto il mondo, è enorme.

10 luglio 1976

L’area di Seveso e di alcuni Comuni vicini è contaminata da una nube tossica

contenente elevate quantità di diossina sprigionatasi in seguito ad un incidente

avvenuto nel vicino Comune di Meda ma in prossimità dell’abitato di Seveso,

presso gli impianti chimici della società elvetica Icmesa, appartenente al gruppo

Givaudan - La Roche. Le avvisaglie del disastro erano state avvertite dalla popolazione

locali negli anni precedenti. Per questo incidente il nome di Seveso è

legato alla direttiva europea 96/82/Ce, che impone il censimento di tutti i siti

industriali ad alto rischio.

6 settembre 1976

La Regione Basilicata, con DPRG 1137, istituisce l’Oasi di protezione della fauna

di San Giuliano. Con oltre 2.500 ettari di superficie, l’oasi si estende in agro di

Matera, Miglionico e Grottole e comprende il lago di San Giuliano, invaso artificiale

creato nel 1957 dallo sbarramento del fiume Bradano. L’Oasi è popolata, tra

l’altro, da circa 200 specie di uccelli, alcune delle quali di straordinario fascino e

di eccezionale rarità: cicogne, gru, spatole, aironi rossi, aironi bianchi maggiori,

morette tabaccate, avocette, cavalieri d’Italia.

| 191 |

n. 125-126 (6).indd 191 3-12-2010 12:31:10


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 192 |

n. 125-126 (6).indd 192 3-12-2010 12:31:14


Speciale _ I 40 anni della Regione

25 maggio 1977

Muore a Roma il critico letterario Carlo Salinari, nato a Montescaglioso nel 1919.

Nel 1941 si era laureato in Lettere all’Università di Roma. Con il nome di battaglia

Spartaco, aveva fatto parte della resistenza romana, ed era stato a capo

dei Gap che organizzarono l’attacco di via Rasella. Docente nelle Università di

Palermo, Cagliari, Milano e Roma, dove fu anche preside della Facoltà di Lettere,

dedicò numerosi studi a D’Annunzio, Pascoli, Fogazzaro e Pirandello. Responsabile

della Sezione culturale del Partito comunista, nel 1954 aveva fondato con

Trombadori la rivista “Il Contemporaneo”.

25 luglio 1977

Promulgata la legge regionale n. 26 che istituisce l’Ente di sviluppo agricolo in

Basilicata. Il nuovo Ente svolgerà “attività dirette a realizzare una più razionale

utilizzazione della superficie agraria, l’elevazione delle condizioni di vita e dei

redditi di lavoro delle popolazioni agricole, l’ammodernamento delle strutture

aziendali”, e favorirà “lo sviluppo dell’impresa coltivatrice e delle sue forme associative,

della cooperazione, agevolando la produzione di derrate agricole a

basso costo e di qualità, mediante opportuni interventi sulle strutture fondiarie,

agrarie e di mercato”.

28 novembre 1977

Venti famiglie di Giarrossa, popolosa contrada rurale di Potenza, devono lasciare

le loro abitazioni a causa di un imponente movimento franoso che interessa una

vasta area del territorio. È esecutiva l’ordinanza emessa dal sindaco di Potenza

Mecca. Le famiglie, per le quali il Comune si impegna a costruire nuove abitazioni

con i fondi per l’edilizia popolare, sono trasferite presso un istituto per sordomuti

al parco S. Antonio La Macchia, messo a disposizione dell’Amministrazione

provinciale.

10 dicembre 1977

Giovanni Battista Bronzini vince il Premio Letterario Basilicata - sezione saggistica

- assegnato dal Circolo Culturale Silvio Spaventa Filippi di Potenza, con il

libro “Mito e realtà della civiltà contadina lucana”, edito da Montemurro di Matera.

Professore ordinario alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari,

studioso di letteratura e in particolare di Carlo Levi e Rocco Scotellaro, Bronzini

è attento al mondo contadino della Lucania e alle espressioni del folklore.

30 dicembre 1977

Inaugurato, alla presenza del presidente del Parlamento Europeo Emilio Colombo,

il tratto Barile - Rionero della strada Potenza - Melfi. Si completa così il primo

lotto che va ad aggiungersi al terzo e al quarto. Per l’ultimazione della strada,

manca soltanto il secondo lotto. L’opera è costata 8 miliardi e 143 miliardi di

lire. Per realizzarla sono state necessarie 110mila giornate lavorative. Sono stati

costruiti nove viadotti.

Campagna nella zona di Montescaglioso (foto di Maria Luisa Lapacciana)

| 193 |

n. 125-126 (6).indd 193 3-12-2010 12:31:15


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 194 |

n. 125-126 (6).indd 194 3-12-2010 12:31:34


Foto di Leonardo Nella

Speciale _ I 40 anni della Regione

4 gennaio 1978

I Nap uccidono Carmine De Rosa, dirigente Fiat. Il terrorismo scuote l’Italia. Cinque

molotov sono lanciate contro la redazione romana del Corriere della Sera,

ustionando gravemente il custode. A Roma sono uccisi Francesco Biganzetti,

Stefano Recchioni e Francesco Ciavatta, militanti Msi. Il giorno 12, ignoti incendiano

la sede della Dc a Potenza; il 18, a Genova, i brigatisti catturano, processano

e gambizzano il prof. Filippo Peschiera del comitato provinciale Dc. Episodi

di violenza si susseguono; l’8 febbraio ancora guerriglia a Roma e Milano.

16 marzo 1978

Un commando delle Br rapisce Aldo Moro e uccide gli uomini della scorta. Il

Paese si ferma: 14 quotidiani escono in edizione straordinaria, chiudono negozi

e uffici. All’interno di una busta fatta recapitare alla sede del Messaggero compare

la foto di Moro in camicia bianca dinanzi al simbolo delle brigate rosse. Il

corpo senza vita dello statista verrà ritrovato il 9 maggio in una Renault rossa in

Via Caetani, a poche centinaia di metri dalle sedi della Dc e del Pci. Una scelta

evidentemente non casuale.

8 luglio 1978

Al sedicesimo scrutinio viene eletto nuovo Capo dello Stato Sandro Pertini. È il

settimo presidente della Repubblica italiana. Personalità di primo piano della

Resistenza, aveva contribuito alla ricostruzione del Psi nel dopoguerra. Fu deputato

all’Assemblea costituente e poi senatore e presidente della Camera dei

deputati dal 1968 al 1976. Andando spesso oltre il semplice ruolo istituzionale,

il suo mandato presidenziale fu caratterizzato da una forte impronta personale

che gli valse una notevole popolarità, tanto da essere spesso ricordato come il

“presidente più amato dagli italiani”.

28 luglio 1978

Viene promulgata la legge che istituisce l’Azienda regionale per lo sviluppo

dell’artigianato (Arsa), approvata dal Consiglio regionale con voto unanime al

termine di un vivace confronto su potenzialità e rischi della nuova struttura

operativa. L’Arsa, nelle intenzioni dei legislatori è uno strumento destinato ad

imprimere un notevole impulso al settore, fornendo assistenza tecnica agli operatori,

promuovendo la cooperazione, organizzando servizi e assumendo iniziative

per valorizzare in Italia e all’estero i prodotti artigianali lucani.

16 ottobre 1978

Karol Wojtyla, polacco, ex arcivescovo di Cracovia, è il nuovo Papa. Assume il

nome di Giovanni Paolo II. Con i suoi viaggi apostolici in tutto il mondo, che

videro la partecipazione di enormi folle, Giovanni Paolo II coprì una distanza

molto maggiore di quella coperta da tutti gli altri papi messi assieme. Questa

grande attività di contatto fu da molti interpretata come la volontà di costruire

un ponte di relazioni tra nazioni e religioni diverse, nel segno dell’ecumenismo,

che era stato uno dei punti fermi del suo papato.

| 195 |

n. 125-126 (6).indd 195 3-12-2010 12:31:39


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 196 |

n. 125-126 (6).indd 196 3-12-2010 12:31:50


Il centro di riabilitazione “Don Michele Gala”

di Acerenza

(foto di Marcello Mantegazza)

Speciale _ I 40 anni della Regione

10 giugno 1979

Per la prima volta si svolgono le elezioni per l’elezione del Parlamento europeo.

In Italia 29 seggi vanno alla Dc, 24 al Pci, 9 al Psi, 4 al Msi, 3 al Pri, 3 al Pli, 1

al Pdup ed 1 alla Svp. Il Partito Socialista Europeo si afferma, seppur di misura,

come primo partito dell’Europarlamento davanti ai democristiani del Ppe e ai Democratici

Europei. I comunisti diventano la quarta forza del Parlamento scavalcando

i liberali. Primo presidente dell’Europarlamento è la francese Simone Veil

(Liberaldemocratici), a cui seguirà nel 1982 il laburista olandese Piet Dankert.

20 giugno 1979

Il Consiglio regionale approva la legge regionale n. 20 sull’istituzione del Centro

di riabilitazione psico - motoria di Acerenza. La necessità di sopperire alla

grave crisi di strutture pubbliche nel settore della riabilitazione, porta la Giunta

regionale ad attivare iniziative per la valorizzazione di quei servizi che, in mancanza

dell’intervento pubblico, hanno tentato di affrontare i gravi problemi della

riabilitazione. Nasce di qui la legge che istituisce il Centro di riabilitazione di

Acerenza, utilizzando la già esistente struttura volontaristica già funzionante

nel centro acheruntino.

17 ottobre 1979

Il Consiglio di amministrazione della Cassa per il Mezzogiorno avvia le procedure

di appalto per la realizzazione di cinque dighe localizzate in quattro regioni meridionali.

Si tratta della diga sul Tammaro a Campolattaro in Campania, della diga

sul Cixerri in Sardegna, della diga sul Sarmento a Serra Brancato in Basilicata,

della diga sul Metrano a Castagnara e della diga sull’ Alaco e Mainone entrambe

in Calabria. L’impegno globale di spesa per queste opere è di 112 miliardi di lire.

23 novembre 1979

Alcune automobili finiscono in un burrone e tre persone rimangono ferite per

il crollo di una campata di un ponte sulla strada a scorrimento veloce Matera

- Ferrandina, a pochi chilometri dall’ innesto sulla statale 407 Basentana. Il rilancio

economico dell’area subisce un grave contraccolpo.

15 dicembre 1979

Alle ore 19 viene trasmesso per la prima volta il TG3, istituito dopo la nascita

della Terza Rete Rai. Il direttore è Biagio Agnes con Sandro Curzi condirettore.

Da loro dipendono anche le redazioni giornalistiche di tutte le Sedi regionali Rai.

Vi sono due edizioni, alle 19 e alle 22 circa, di 10 minuti dedicati all’informazione

nazionale, seguiti da 20 minuti di informazione regionale. Primo conduttore

nazionale è Giorgio Chicchi, al quale si alternano inizialmente Marisa Bernabei e

Carlo Brienza. In seguito Danila Bonito e Franco Poggianti entreranno a far parte

della rosa dei conduttori.

| 197 |

n. 125-126 (6).indd 197 3-12-2010 12:31:54


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 198 |

n. 125-126 (6).indd 198 3-12-2010 12:32:20


I giorni successivi al sisma del 23 novembre 1980

che sconvolse la Basilicata e la Campania

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

26 gennaio 1980

In Basilicata si svolge la Prima Conferenza di programmazione scolastica. Alla

presenza del ministro Valitutti, i lavori vengono organizzati su tre filoni di approfondimento:

edilizia scolastica e territorio, istruzione ed occupazione, il ruolo

dei Distretti scolastici e degli Organi collegiali. Nel corso dei lavori viene sottolineato

lo stretto rapporto tra scuola e società e, quindi, l’importante ruolo della

scuola per una prospettiva di sviluppo del territorio.

27 giugno 1980

Un Dc9 dell’Itavia, una compagnia aerea privata, esplode mentre si sta dirigendo

verso Palermo. I resti dell’aereo vengono ritrovati nel mar Tirreno a nord dell’isola

di Ustica. Dopo quasi trent’anni di inchieste, molti aspetti di questo disastro

appaiono ancora poco chiari.

2 agosto 1980

Alle 10,25, nella sala d’aspetto di 2a classe della Stazione di Bologna affollata

di turisti, un ordigno a tempo, contenuto in una valigia abbandonata, esplode

uccidendo ottantacinque persone e ferendone oltre duecento. Per questa strage

vengono condannati i terroristi neofascisti Valerio Fioravanti e Francesca Mambro,

che si sono sempre dichiarati innocenti, mentre l’ex capo della P2 Licio Gelli,

l’ex agente del Sismi Francesco Pazienza e gli ufficiali del servizio segreto militare

Pietro Musumeci e Giuseppe Belmonte vengono condannati per il depistaggio

delle indagini.

26 settembre 1980

A seguito della della grave crisi industriale e dello sciopero generale indetto

dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, il presidente Verrastro presenta in

Consiglio regionale una informativa sulle aziende in crisi: Liquichimica, Oreb,

Santangelo, Cellulosa Lucana Euroimpex, Cometa e sugli incontri presso il ministero

delle Partecipazioni statali con Eni, Anic, Iri, Efim, Fime. Gepi ed altre. Viene

approvato a maggioranza un ordine del giorno.

23 novembre 1980

Alle 19,34 un terremoto di magnitudo 6,9 (Richter) sconvolge la Campania e

la Basilicata. Il sisma provoca circa 3mila morti e 8mila feriti. La difficoltà di

accesso dei mezzi di soccorso e la mancanza di una organizzazione come la

Protezione Civile determinano ritardi e inadempienze nei soccorsi, che vengono

denunciati dal presidente della Repubblica Sandro Pertini in un discorso in tv

rivolto agli italiani. Le dure parole del presidente della Repubblica causano l’immediata

rimozione del prefetto di Avellino.

| 199 |

n. 125-126 (6).indd 199 3-12-2010 12:32:40


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 200 200 |

n. 125-126 (6).indd 200 3-12-2010 12:32:48


Speciale _ I 40 anni della Regione

31 gennaio 1981

Muore il poeta Leonardo Sinisgalli. Ingegnere e pubblicitario, fu collaboratore di

Olivetti, Pirelli, Finmeccanica, Eni, Alfa Romeo e Alitalia, dividendosi tra Milano e

Roma. Dopo la laurea in ingegneria fu chiamato da Enrico Fermi che lo voleva tra

i suoi allievi, ma preferì la poesia all’atomica (fu scoperto da Ungaretti, al quale

si legò in una lunga amicizia). Nel 1953 fondò e diresse la rivista culturale della

Finmeccanica “Civiltà delle Macchine”, pubblicata fino al 1979. Sinisgalli riposa

nel cimitero di Montemurro, nella cappella di famiglia da lui stesso progettata.

13 marzo 1981

Una nuova sede per il Consiglio regionale. L’assemblea regionale delibera all’unanimità

la costruzione, in tempi brevi, della sede del Consiglio regionale della Basilicata.

L’Ufficio di Presidenza viene delegato a mettere in atto tutte le iniziative

perché la finalità venga raggiunta, nell’ambito della normativa che disciplina la

materia, indicando le forme più opportune, eventualmente la trattativa privata e

la concessione, per la progettazione e la costruzione dell’opera.

27 aprile 1981

Le Brigate Rosse rapiscono a Torre del Greco Ciro Cirillo, assessore all’urbanistica

Dc della Regione Campania. Nell’agguato perdono la vita il poliziotto Luigi Carbone

e l’autista Mario Cancelli, e resta ferito Ciro Fiorillo, segretario dell’assessore

rapito. Il sequestro si trasforma in un clamoroso caso politico e giudiziario, un

intreccio oscuro i cui protagonisti sono i servizi segreti, gli uomini delle Brigate

Rosse, i camorristi e i vertici della Dc. Secondo il presidente Napolitano si tratta

di “una delle pagine più nere dell’esercizio del potere nell’Italia democratica”.

13 maggio 1981

Pochi minuti dopo essere entrato in piazza San Pietro per un’udienza generale,

mentre si trova a bordo della sua Papamobile scoperta, Karol Wojtyła viene ferito

gravemente all’addome e all’indice della mano destra, da due proiettili sparati

da Ali Agca. Soccorso immediatamente, viene sottoposto ad un intervento di 5

ore e 30 minuti, riuscendo a sopravvivere.

4 agosto 1981

Un documento sugli investimenti nell’area del Senisese viene approvato all’unanimità

dal Consiglio regionale. Viene ribadita la necessità che il Governo dia riscontro

con azioni concrete alle responsabilità primarie di intervento, orientando

nell’area del Senisese investimenti che compensino la sottrazione di risorse

idriche, fatte salve le esigenze locali civili e produttive, a beneficio della Puglia.

La Giunta viene anche impegnata ad avviare i lavori progettati, programmati ed

appaltati nel settore agricolo - forestale, della difesa del suolo e della sistemazione

idraulica.

A sinistra: Leonardo Sinisgalli a Milano nel 1934

In alto: copertina della rivista Pirelli (n.1, anno IV) diretta da Sinisgalli dal 1948 al 1952

Sotto: Sinisgalli con Ungarelli al Cairo nel 1959

(foto tratte da “Meccanima” di Gianni Lacorazza)

| 201 |

n. 125-126 (6).indd 201 3-12-2010 12:32:55


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 202 |

n. 125-126 (6).indd 202 3-12-2010 12:32:58


Policoro, la colonia greca di Herakleia

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

1 gennaio 1982

Inizia la diffusione del notiziario regionale dell’Agenzia Ansa. Per la Basilicata è

una possibilità concreta di “parlare” al mondo dell’informazione – non soltanto

italiano – vincendo una delle “debolezze” storiche della regione. Le occasioni non

mancano: l’attacco alle fragole del Metapontino, il deposito nucleare a Scanzano,

le proteste degli operai a Melfi, alcune importanti inchieste giudiziarie. Tutto

con decine di notizie al giorno, in una continuità, di stile e di contenuti, tipica

dell’Ansa, che costituisce una garanzia per gli utenti del suo notiziario e per la

Basilicata.

30 luglio 1982

Cosimo Damiano Fonseca viene eletto primo rettore dell’Università degli Studi

della Basilicata. Nato nel 1932 a Massafra, veniva ordinato sacerdote a soli 22

anni. Laureato in Teologia ed in Filosofia, prima di giungere in Basilicata, ha

insegnato Storia medievale all’Università Cattolica di Milano, a Bari e a Lecce,

dove è stato Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia per nove anni. A Potenza

sarà rettore fino al 1994. Autorevolissimo ricercatore, ha promosso tra l’altro

l’attivazione dell’Area di Ricerca di Potenza del Cnr e dell’Istituto Internazionale

di Studi Federiciani.

5 agosto 1982

Una nuova diga sarà realizzata dalla Cassa per il Mezzogiorno a Marsico Nuovo

sul fiume Agri. Lo ha annunciato il consiglio di amministrazione dell’ istituto, approvando

il relativo progetto esecutivo per una spesa di oltre 37 miliardi di lire.

La diga, costruita in terra con un manto impermeabile bituminoso ad una quota

di 791 metri sul livello del mare, sarà alta circa 65 metri, lunga circa 470 metri e

avrà una capienza di oltre 2 milioni di metri cubi.

3 settembre 1982

Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, prefetto di Palermo, è ucciso in un agguato

di mafia insieme con la moglie Emanuela Setti Carraro. Nello stesso attentato

viene ucciso anche l’agente di scorta Domenico Russo, che viaggia su un’altra

auto. Per questi omicidi vengono condannati all’ergastolo come mandanti i vertici

Cosa Nostra. Quattro mesi prima, il 30 aprile, a Palermo erano stati uccisi

in un altro agguato mafioso il segretario regionale del Pci Pio La Torre e il suo

collaboratore Rosario Di Salvo.

17 dicembre 1982

Un tratto delle mura di fortificazione di Herakleia, colonia lucana della “Magna

Grecia”, viene scoperto durante lavori di scavo per la costruzione di un nuovo

ufficio postale a Policoro. I resti sono databili intorno al quarto secolo avanti

Cristo. La scoperta è stata compiuta da tecnici della Soprintendenza archeologica

e si riferisce al lato meridionale della fortificazione della parte bassa di

Eraclea. Le mura si presentano realizzate con la tecnica dei “blocchi isodimi in

arenaria” (parallelepipedi di pietra), sistemati alternativamente nel senso della

lunghezza e della larghezza.

| 203 |

n. 125-126 (6).indd 203 3-12-2010 12:32:59


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 204 |

n. 125-126 (6).indd 204 3-12-2010 12:33:15


Il Presidente della Repubblica, Sandro Pertini,

in visita in Basilicata

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

1 gennaio 1983

Capodanno di lotta per i lavoratori della Valle di Vitalba. Per sollecitare il governo

e la giunta regionale a snellire le procedure per l’industrializzazione delle

aree colpite dal terremoto del 23 novembre 1980, tra i comuni di Atella e Filiano

si svolge una manifestazione promossa da Cgil, Cisl e Uil. Alcune centinaia di

lavoratori raggiungono in corteo la zona dove dovranno sorgere i nuovi insediamenti

produttivi, secondo quanto stabilito dalla legge 219 per la ricostruzione e

lo sviluppo delle zone colpite dal sisma.

30 gennaio 1983

Il ministro dell’Industria Pandolfi, in visita in Basilicata, in un incontro con la

Giunta regionale parla dell’eventuale localizzazione di una centrale elettronucleare

in Basilicata. Pandolfi afferma che il problema è ancora aperto e che per

quanto riguarda la centrale non si deve parlare “né di contropartita né di sacrificio”.

Aggiunge inoltre che “il riequilibrio territoriale attuato con la realizzazione

di altre iniziative produttive è previsto dal piano energetico nazionale; sono

misure di accompagnamento che tendono a creare nuove attività produttive e

sviluppo”.

28 febbraio 1983

Una frana di notevoli dimensioni investe la frazione Pergola di Marsico Nuovo.

I danni ammontano ad 8 miliardi e quaranta famiglie vengono sgomberate. Una

strada comunale di collegamento tra la frazione e la vicina statale per Potenza,

è chiusa e viene transennato un viadotto sul torrente “Scavolino”. Per Pasquale

Casaletto, geologo e sindaco di Marsiconuovo, si tratta di una “paleofrana”, ossia

di una vecchia frana in terreno argilloso fino ad ieri in fase di “equilibrio precario”,

sulla quale hanno influito certamente le scosse di terremoto degli ultimi

due anni.

6 maggio 1983

Il presidente del Senato della Repubblica Tommaso Morlino muore a Roma. Era

nato a Irsina il 26 agosto 1925. Era stato tra i fondatori della Democrazia Cristiana

e, a metà degli anni Sessanta, vice segretario nazionale. Dopo aver contribuito

in maniera determinante all’attuazione dell’ordinamento delle regioni

a statuto ordinario, aveva ricoperto per molti anni la carica di Ministro delle

Regioni. Tra gli altri incarichi governativi, quelli di Ministro della Giustizia e di

Ministro del Bilancio.

23 novembre 1983

La visita del presidente della Repubblica, Sandro Pertini, in Basilicata per l’inaugurazione

dell’Anno Accademico. All’inaugurazione dell’Anno accademico intervengono

l’intero Consiglio regionale, esponenti del Governo nazionale, parlamentari,

uomini di cultura, i rettori di molte Università italiane. La presenza di Pertini

rende intensa e sentita la partecipazione popolare: il presidente, infrangendo il

protocollo, come spesso gli accade, va incontro alle persone intrecciando molti

discorsi brevi, ma carichi di passione civile e democratica.

| 205 |

n. 125-126 (6).indd 205 3-12-2010 12:33:21


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 206 |

n. 125-126 (6).indd 206 3-12-2010 12:33:27


Eduardo De Filippo

Speciale _ I 40 anni della Regione

20 maggio 1984

Il presidente del Consiglio Craxi, partecipa, a Potenza, a un convegno nazionale

sulla ricerca scientifica. Craxi afferma che “la nuova sfida di modernizzazione

per il Mezzogiorno deve fare perno su obiettivi di qualificazione, oltre che di

espansione, della struttura produttiva”. La Cgil diserta la chiusura dei lavori del

convegno “per sottolineare la protesta dei lavoratori lucani contro la politica

del governo che penalizza gravemente i lavoratori dipendenti e in particolare il

Mezzogiorno”.

11 giugno 1984

Muore il segretario del Pci, Enrico Berlinguer, che il 7 giugno aveva avuto un

ictus mentre teneva un comizio a Padova, entrando in coma subito dopo. La sua

scomparsa destò grande emozione nel Paese. Il presidente Pertini, che si trovava

a Padova per motivi di Stato, vegliò Berlinguer e accompagnò la salma a Roma,

dove il 13 giugno un milione di persone parteciparono ai funerali. Fiero oppositore

del terrorismo, Berlinguer fu l’uomo del “compromesso storico” e della

“questione morale”, e, dopo la fine della solidarietà nazionale, dall’opposizione

propose una alternativa di governo alla Dc.

8 ottobre 1984

A San Nicola di Melfi viene inaugurata l’officina “Grandi Riparazioni” delle Ferrovie

dello Stato, destinata alla riparazione delle locomotive diesel da manovra e

di automotori e, in avvenire, a quella dei motori diesel per automotrici termiche.

A pieno regime lo stabilimento darà lavoro a circa mille persone: 740 operai, 118

manovali, 65 agenti dalle qualifiche di concetto ed esecutive e 76 capitenici.

31 ottobre 1984

Muore a Roma, Eduardo De Filippo. Fra i massimi esponenti della cultura italiana

del ‘900, era stato attore, regista e commediografo. Le sue opere sono conosciute

in tutto il mondo. Tre anni prima era stato nominato senatore a vita dal

presidente Pertini.

23 dicembre 1984

Una bomba esplode sul treno rapido 904 che sta percorrendo il tunnel nei pressi

di San Benedetto Val di Sambro. Al contrario del caso dell’Italicus, questa volta

gli attentatori attesero che il veicolo penetrasse nel tunnel, per massimizzare

l’effetto della detonazione. L’esplosione causò 15 morti e 267 feriti. In seguito, i

morti sarebbero saliti a 17 per le conseguenze dei traumi. Per le modalità organizzative

ed esecutive, e per i personaggi coinvolti, viene indicato dalla Commissione

Stragi come l’inizio dell’epoca della guerra di mafia dei primi anni novanta

del XX secolo.

| 207 |

n. 125-126 (6).indd 207 3-12-2010 12:33:28


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 208 |

n. 125-126 (6).indd 208 3-12-2010 12:33:49


Visita al Consiglio regionale del Presidente

della Repubblica Francesco Cossiga

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

24 gennaio 1985

Circa 300 tonnellate di acido solforico esausto fuoriescono da un serbatoio della

ex Liquichimica di Tito. Causa probabile dell’incidente è la manomissione di

una valvola del serbatoio. La sostanza chimica si riversa in parte nelle acque

del torrente Tora, affluente del fiume Basento. La fuoriuscita di acido solforico

viene scoperta casualmente: una pattuglia della polizia stradale che nota della

schiuma nelle acque del torrente, informa i vigili urbani di Potenza, i quali, nel

tentativo di ricercare l’origine dell’inquinamento, arrivano allo stabilimento chimico

di Tito.

1 marzo 1985

Il presidente della Regione Basilicata Carmelo Azzarà e Marcello Fumanti del

Cori (gruppo Eni) siglano a Potenza l’atto costitutivo della società Metapontum

Agrobios, che ha sede a Pantanello di Bernalda e gestirà un centro di ricerca

e sperimentazione agrobiologica per valorizzare le potenzialità dell’agricoltura

lucana e meridionale attraverso l’introduzione di metodologie e prodotti innovativi.

L’Agrobios punterà al miglioramento della qualità dei prodotti agricoli destinati

al consumo e alla trasformazione industriale, grazie anche all’applicazione

dell’informatica e delle biotecnologie.

24 giugno 1985

Francesco Cossiga, già ministro degli Interni durante la prigionia di Aldo Moro,

viene eletto presidente della Repubblica. Sarà il più giovane presidente della

Repubblica italiana. Lo eleggono al primo scrutinio tutti i partiti dell’arco costituzionale.

Non era mai accaduto prima che nella elezione di un presidente si

ottenesse così rapidamente un consenso tanto ampio, sebbene poi la presidenza

di Cossiga sarà caratterizzata da momenti di forte tensione istituzionale ed egli

stesso sarà ricordato come il presidente - picconatore.

9 luglio 1985

In un incontro a Roma con il ministro Darida e il presidente dell’Enichimica Necci

gli amministratori locali e le forze sindacali della Basilicata respingono il “lodo”

presentato dal ministro per la riconversione degli stabilimenti chimici della valle

del Basento. Il provvedimento interessa 1.200 lavoratori e prevede la chiusura

degli stabilimenti dell’acrilico, del fiocco poliestero e dell’impianto metilacrilico,

e la riassunzione di 600 lavoratori con iniziative manifatturiere e con alcune

privatizzazioni considerate dalle forze sindacali “di insufficente qualità e quantità”.

12 luglio 1985

Durante i lavori per la posa del metanodotto, in via Roma, a Venosa, emerge un

tratto della cinta muraria dell’antica colonia romana di “Venusia”, databile intorno

al 290 d. C. Risulta visibile una doppia fila di blocchi in calcare, di 90 centimetri

di lunghezza e 120 di larghezza, con orientamento nord-ovest sud-est, disposta

in opera quadrata. La scoperta viene considerata dalla Soprintendenza alle

antichità “di eccezionale importanza per la ricostruzione del primitivo circuito

urbano, che si estendeva certamente oltre l’attuale centro storico di Venosa”.

| 209 |

n. 125-126 (6).indd 209 3-12-2010 12:33:57


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 210 |

n. 125-126 (6).indd 210 3-12-2010 12:34:00


Speciale _ I 40 anni della Regione

25 febbraio 1986

Muore Pasquale Festa Campanile, scrittore e regista cinematografico originario

di Melfi. Nelle sue opere si mostra particolarmente attento alla vita quotidiana e

al suo lato ironico e trae ispirazione dalla sua terra d’origine. Ha firmato la regia

di decine di film e rilevante è stata la sua attività di sceneggiatore: per Luchino

Visconti “Rocco e i suoi fratelli” e “Il Gattopardo”, per Nanni Loy “Le quattro

giornate di Napoli”, per Dino Risi la trilogia di “Poveri ma belli”. Tra le sue opere

di narrativa, “Per amore, solo per amore” col quale nel 1984 aveva vinto il premio

Campiello.

1 marzo 1986

Per l’ esecuzione dei lavori di elettrificazione previsti dal piano integrativo delle

Ferrovie dello Stato, la linea Metaponto - Potenza - Battipaglia viene chiusa

tra le stazioni di Potenza inferiore e Sicignano. Per i servizi sostitutivi vengono

utilizzate una trentina di autocorriere, che per molti anni percorreranno circa

seimila chilometri al giorno. La linea ferroviaria sarà riaperta il 1 marzo 1994.

18 marzo 1986

Michele Sindona viene condannato all’ergastolo per l’uccisione dell’avvocato

Ambrosoli, assassinato da un sicario l’11 luglio 1979 mentre stava indagando

sulle attività del discusso banchiere sicilano. Il 20 marzo Sindona morirà in carcere

dopo aver bevuto un caffè al cianuro.

26 luglio 1986

A Senise una frana spazza via un intero quartiere residenziale alle 4,15 del mattino,

provocando 8 morti e 3 feriti. Sono 300 le famiglie senza tetto. La frana

ha fatto sprofondare la collina Timpone di 30 metri. I fatti di Senise segnano in

maniera indelebile la coscienza civile e impongono la necessità di una scrupolosa

difesa del suolo. Rimarranno l’esempio di come le modificazioni antropiche possano

in alcuni casi provocare disastri di proporzioni inaspettate.

28 ottobre 1986

Il Senato approva in via definitiva la legge n. 771/1986 che riguarda la “Conservazione

e recupero dei Rioni Sassi di Matera”. Vengono dichiarati di preminente

interesse nazionale la conservazione e il recupero architettonico, urbanistico,

ambientale ed economico degli antichi rioni e la salvaguardia del prospiciente

altipiano della Murgia materana. Lo scopo è quello di salvare dal degrado i Sassi

di Matera, abbandonati alla fine degli anni ‘50 da parte della popolazione, sistematasi

nel frattempo nei nuovi rioni della città.

I Sassi di Matera (foto di Paolo Grana - II edizione Premio internazionale di fotografia “Viaggio in Basilicata, 2006)

n. 125-126 (6).indd 211 3-12-2010 12:34:02

| 211 |


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 212 |

n. 125-126 (6).indd 212 3-12-2010 12:34:17


Sopra:

il Cristo Redentore di Maratea

(foto archivio Apt Basilicata)

Speciale _ I 40 anni della Regione

12 gennaio 1987

Una violenta mareggiata, con onde che hanno superato i 15 metri, si abbatte

lungo la costa di Maratea. Ammontano a diversi miliardi i danni causati alle

strutture portuali e turistiche della cittadina tirrenica. Affondati quattro pescherecci

ed una ventina di piccole imbarcazioni e denneggiato il molo del porto,

la banchina di riva, i locali della capitaneria di porto, dell’ufficio postale e

dell’azienda di soggiorno e turismo. Gravemente danneggiati anche alberghi in

località Acquafredda” e “Fiumicello”.

29 / 31 Gennaio 1987

Si tiene a Potenza la prima Conferenza regionale sull’Agricoltura. Presenti il

ministro Pandolfi, amministratori, imprenditori agricoli ed esperti del settore.

L’agricoltura regionale sta attraversando uno dei momenti più difficili. Nell’aprile

precedente, in seguito a un incidente nella centrale nucleare di Chernobyl, si

era sprigionata una nube radioattiva che aveva attraversato l’Europa. Il timore

di una contaminazione dei vegetali provoca danni incalcolabili all’agricoltura;

pesanti le conseguenze anche per i produttori lucani, particolarmente per i coltivatori

di fragole del Metapontino.

6 settembre 1987

Lo scrittore di origini lucane Raffaele Nigro vince la venticinquesima edizione

del premio “Campiello” con il romanzo “I fuochi del Basento”, editore Camunia.

Si impone sugli altri quattro finalisti con 109 voti espressi dai 280 votanti della

giuria popolare composta da 300 lettori.

30 settembre 1987

I dirigenti aziendali presentano le caratteristiche del nuovo stabilimento Ferrero

di Balvano, che ha richiesto un investimento di 85 miliardi, 48 dei quali assegnati

dallo Stato con la legge sulla ricostruzione e lo sviluppo delle aree colpite dal

terremoto del 23 novembre 1980. Lo stabilimento - nel quale il ciclo produttivo

avviene in “ambiente sterile” - è impostato per la lavorazione di prodotti da forno

(circa 93 mila quintali all’anno).

30 dicembre 1987

Viene firmato a Palazzo Chigi, tra governo, Eni e Regione Basilicata, l’accordo di

programma per il finanziamento di 640 miliardi del Parco tecnologico della Val

Basento. L’intesa si inserisce nel piano di attuazione del programma di sviluppo

del Mezzogiorno previsto dalla legge n.64 e servirà ad avviare concrete iniziative

per il processo di reindustrializzazione dell’area e ad assicurare il mantenimento

e lo sviluppo dell’occupazione.

| 213 |

n. 125-126 (6).indd 213 3-12-2010 12:34:21


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 214 214 | |

n. 125-126 (6).indd 214 3-12-2010 12:34:24


Speciale _ I 40 anni della Regione

8 gennaio 1988

Una scossa sismica del sesto grado della scala Mercalli colpisce il Lagonegrese

e la zona Sud del potentino. Il terremoto rimette in moto frane e smottamenti

oltre a causare ingenti danni al patrimonio abitativo.

18 maggio 1988

Il celebre giornalista e presentatore Enzo Tortora muore per un tumore polmonare

nella sua casa di Milano. Riconosciuto innocente due anni prima dalle accuse

dei “pentiti” della camorra che ne avevano causato l’arresto, aveva citato in

giudizio i magistrati e chiesto un risarcimento per ingiusta detenzione.

14 luglio 1988

La Petrex, società consociata dell’Agip che opera per conto di un consorzio di

compagnie petrolifere, annuncia di aver trovato petrolio “di buona qualità” nell’Appennino

meridionale. La scoperta, definita “importante” avviene in provincia

di Potenza con il pozzo “Monte Alpi 1” che ha raggiunto la profondità di 3.606

metri interessando una mineralizzazione costituita da rocce carbonatiche. Le

prove di produzione eseguite hanno dato a regime una portata di circa 1.700

barili al giorno.

27 agosto 1988

Un impianto di sollevamento idrico delle portata di 2,5 metri cubi al secondo,

costruito in meno di 20 giorni nel quadro degli interventi decisi per fronteggiare

l’emergenza idrica nel Mezzogiorno, entra in funzione in località “San Teodoro”

di Pisticci. L’impianto, realizzato con un investimento di circa 18 miliardi di lire,

consente di superare un dislivello geodetico di circa 43 metri e di portare l’acqua

dal bacino del fiume Basento a quello del fiume Agri per l’ irrigazione di un vasto

comprensorio agricolo del Metapontino minacciato da una persistente siccità.

25 ottobre 1988

Il presidente dell’Esab, l’ex senatore democristiano Decio Scardaccione, viene

ferito alla gamba destra e alla mano in un agguato. Un commando blocca la vettura

su cui viaggia sulla statale Basentana, nei pressi di Campomaggiore. In una

sentenza del 19 settembre 1996 la Corte d’Assise d’Appello di Potenza afferma

che l’agguato fu deciso per contrastare il “nuovo indirizzo di politica gestionale

che Scardaccione aveva inteso imprimere all’ente” con un “più penetrante

controllo” delle società miste pubblico - private dove aveva rilevato deficit di

bilancio per circa 19 miliardi di lire.

Pozzo petrolifero in Val d’Agri (foto archivio Consiglio regionale)

| 215 |

n. 125-126 (6).indd 215 3-12-2010 12:34:27


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 216 |

n. 125-126 (6).indd 216 3-12-2010 12:34:37


Il monte Sirino

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

6 gennaio 1989

La “centrale dei rischi” rende noti i dati delle sofferenze bancarie aggiornati al

dicembre 1987: Calabria, Basilicata e Sicilia sono le regioni dove è più difficile

recuperare i crediti. La punta si tocca in Calabria con sofferenze pari al 21,5 per

cento, una percentuale tripla rispetto alla media nazionale che è del 7,4 per cento.

Al secondo posto nella graduatoria c’è la Basilicata con sofferenze per il 14,8

per cento mentre la Sicilia si colloca al terzo posto con il 13,7 per cento.

2 aprile 1989

Sul versante nord orientale del monte Sirino, in territorio di Lauria, viene inaugurata

una sciovia realizzata con fondi dell’amministrazione provinciale di Potenza

per consentire la risalita di una nuova pista da sci lunga circa 750 metri, larga

venti e con una pendenza media del venti per cento. Il nuovo impianto di risalita

- il secondo realizzato sul Sirino - è costituito da un primo tronco a fune bassa,

con portata di 600 persone all’ ora, che parte da quota 1410 metri, e da un

secondo tronco a fune alta, con portata di 500 persone all’ ora, che raggiunge

1560 metri di altitudine.

3 novembre 1989

La Commissione parlamentare di inchiesta sulla ricostruzione in Campania e

Basilicata ascolta il presidente della Regione Basilicata, Gaetano Michetti. Le

risorse giunte per la ricostruzione di immobili ammontano a 3.023 miliardi (duemila

per l’edilizia privata; 530 per opere comunali; 493 per la ricostruzione di

beni di enti vari, Usl, Comunità montane, Iacp, patrimonio regionale). A questa

cifra vanno aggiunti i 675 miliardi già stanziati dalla finanziaria del 1988. Il

fabbisogno complessivo quantificato è di 10.350 miliardi. Servono quindi altri

6.652 miliardi.

9 novembre 1989

Dopo diverse settimane di disordini pubblici, il Governo della Germania Est annuncia

che le visite a Berlino Ovest verranno permesse; in un’atmosfera festosa

una moltitudine di cittadini si arrampica sul muro e lo supera per raggiungere gli

abitanti della Germania Ovest. La caduta del muro di Berlino apre la strada della

riunificazione tedesca, formalmente conclusa il 3 ottobre 1990.

20 novembre 1989

Muore a Palermo Leonardo Sciascia, uno dei nomi più illustri della letteratura

italiana contemporanea. Era nato a Racalmuto, in provincia di Agrigento (allora

Girgenti), l’8 gennaio del 1921.

| 217 |

n. 125-126 (6).indd 217 3-12-2010 12:34:40


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 218 |

n. 125-126 (6).indd 218 3-12-2010 12:34:48


Matera, sciopero degli agricoltori

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

16 giugno 1990

Il ministro della Giustizia, Giuliano Vassalli, partecipa alla cerimonia di inaugurazione

della nuova sede del Tribunale di Potenza. La struttura ha una superficie di

oltre 35.000 metri quadrati, su nove piani, e per la sua realizzazione sono stati

spesi 37 miliardi.

19 luglio 1990

Il comitato di gestione dell’Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno approva

programmi di finanziamento per 275 miliardi di lire a favore dell’Ente Irrigazione

di Puglia e Lucania, per la costruzione a Trivigno della traversa sul fiume Basento

e dell’adduttore di collegamento dalla traversa alla diga di Acerenza. Sei miliardi

di lire vengono inoltre stanziati per l’ampliamento dei vasconi dell’acquedotto

del Pertusillo.

5 agosto 1990

Il Senato approva la legge sull’emittenza radiotelevisiva. Si chiude così una vicenda

nata 14 anni prima con la sentenza della Corte costituzionale che ammetteva

le trasmissioni televisive in ambito locale. Da lì comincia lo sviluppo

di reti ed emittenti, culminato nella costruzione di veri e propri imperi, come

quello realizzato da Berlusconi con le tre reti della Fininvest. La legge, preparata

due anni prima dal ministro Oscar Mammì, era stata oggetto di disaccordi nella

maggioranza che ne avevano rallentato il cammino.

29 ottobre 1990

Circa duemila agricoltori bloccano per alcuni giorni le strade di accesso alla città

di Matera per rivendicare interventi urgenti del Governo in favore delle aziende

danneggiate dalla prolungata siccità. A luglio il ministero dell’Agricoltura aveva

dichiarato, con un decreto, lo stato di eccezionale calamità naturale in alcune

zone della Basilicata.

8 novembre 1990

Il presidente del Consiglio, Giulio Andreotti, interviene in Senato rivendicando la

legittimità di “Gladio”. Nello stesso giorno il giudice Casson chiede la disponibilità

del presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, a testimoniare in relazione

al procedimento penale in corso riguardante la strage di Peteano ed “altri fatti

eversivi dell’ordine costituzionale”. Il 30 ottobre erano cominciati a circolare i

primi nomi degli appartenenti alla “rete clandestina” della Gladio. Il 3 novembre

era esplosa la polemica delle sinistre contro il Quirinale.

| 219 |

n. 125-126 (6).indd 219 3-12-2010 12:34:51


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 220 |

n. 125-126 (6).indd 220 3-12-2010 12:35:14


La visita pastorale di Giovanni Paolo II

in Basilicata

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

10 aprile 1991

Il traghetto Moby Prince, della compagnia di navigazione privata Navarma, diretto

in Sardegna con a bordo 74 passeggeri, 68 membri dell’ equipaggio e 31

auto, entra in collisione a tre miglia dal porto di Livorno con la motonave Agip

Abruzzo, 98mila tonnellate di stazza lorda ed un equipaggio composto da 28

uomini. Nel rogo successivo allo scontro muoiono tutte le persone a bordo del

Moby Prince, equipaggio e passeggeri, tranne il giovane mozzo napoletano Alessio

Bertrand. Il 28 maggio 1998, la nave affonda nelle acque del porto di Livorno

mentre è ormeggiata alla banchina.

27 aprile 1991

Comincia a Matera la visita pastorale di Giovanni Paolo II in Basilicata, la prima

in regione di un pontefice dopo 854 anni. Il papa incontra a Pisticci il mondo del

lavoro e, il giorno successivo, a Potenza, politici, amministratori locali e presso

l’Università i rappresentanti del mondo della cultura. Una grande folla segue

la Santa Messa celebrata nella piana di Tito Scalo. Numerosi i giovani, circa

20.000, che si recano presso il campo sportivo Viviani di Potenza per ascoltare le

parole del Santo Padre che, durante la visita, inaugura, anche, la sede del nuovo

Seminario regionale.

14 maggio 1991

Il presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, partecipa a Potenza alla cerimonia

per i dieci anni dall’istituzione dell’ateneo lucano. Successivamente, in un

lungo discorso tenuto nell’ aula del Consiglio regionale, parla di riforme istituzionali,

lancia critiche all’ordinamento giudiziario invecchiato, sollecita i giovani

ad avere “il coraggio” di rimanere nel Mezzogiorno che deve divenire realmente

un impegno per il Paese. Il Sud ha dimostrato di sapersi rimboccare le maniche

ed ha, dunque, bisogno di essere sostenuto per un avanzamento sociale, civile,

culturale ed economico.

16 maggio 1991

Il Ministro per l’Immigrazione, Margherita Boniver visita alcuni dei campeggi

della Basilicata che, a Metaponto di Bernalda, Policoro e Nova Siri ospitano

2.664 profughi albanesi, annunciando che “il Ministero farà ogni sforzo per dare

inizio all’attuazione del Piano di distribuzione dei profughi albanesi in Italia entro

la fine di maggio”.

3 novembre 1991

Vengono inaugurati, a Venosa, il museo archeologico nazionale e il parco archeologico

della città. Il museo - realizzato nel castello “Pirro del Balzo” - raccoglie

reperti in prevalenza di epoca romana, tardo-antica e alto-medievale rinvenuti

durante numerose campagne di scavo fatte nell’ area. Nel parco sono visibili i

resti di un anfiteatro, di un impianto termale e di un luogo di culto.

| 221 |

n. 125-126 (6).indd 221 3-12-2010 12:35:26


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 222 |

n. 125-126 (6).indd 222 3-12-2010 12:35:36


Foto di Gerardo Fornataro e Leonardo Nella

Speciale _ I 40 anni della Regione

23 maggio 1992

Sull’autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci, una bomba fa saltare in

aria le auto in cui viaggiano Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo,

e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Quasi

due mesi dopo, il 19 luglio, in Via D’Amelio a Palermo un’autobomba uccide il

giudice Borsellino e gli agenti della scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi,

Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

25 maggio 1992

Due giorni dopo l’attentato di Capaci Oscar Luigi Scalfaro, magistrato, esponente

politico della Dc e presidente della Camera, viene eletto presidente della Repubblica

con 672 voti dei democristiani, dei socialisti, dei socialdemocratici, dei liberali,

del Pds, dei Verdi, dei Radicali e della Rete. I 75 voti della Lega Nord vanno

al suo candidato Gianfranco Miglio. Dal Movimento Sociale 63 voti a Cossiga,

mentre i 50 voti di Rifondazione Comunista vanno allo scrittore Volponi.

2 giugno 1992

La società “Lucana Latte”, il cui capitale sociale è controllato per il 50,1 per cento

dalla “Parmalat” e per il restante 49,9 per cento, con quote paritetiche, dalla

“Natura Lucana srl”, società di allevatori promossa dalla Confagricoltura e dalla

Cooperativa per la Riforma Fondiaria del Metapontino, rileva dalla “Rugiada

Latte” la gestione delle centrali del latte di Scanzano Ionico e Matera. “Rugiada

Latte” è stata posta in liquidazione dall’Esab, che deteneva una partecipazione

azionaria nella società.

10 agosto 1992

È operativa la Banca Mediterranea, l’istituto di credito nato dalla fusione fra

la Banca Popolare di Pescopagano e Brindisi e la Banca di Lucania che ha sede

sociale a Pescopagano ed e’ la più importante banca privata del Mezzogiorno e

la 60/ma banca italiana per livello di raccolta dalla clientela. La Banca Mediterranea

- che opera con 73 sportelli in Basilicata, Puglia e Campania - dispone di

una massa amministrata di 4.300 miliardi di lire, di un patrimonio di 330 miliardi

di lire (138 dei quali di capitale sociale) e di oltre mille dipendenti.

11 dicembre 1992

L’Agip rende noto di aver effettuato un ritrovamento petrolifero nel comune di

Calvello. Si tratta della terza consistente scoperta petrolifera in Basilicata effettuata

negli ultimi mesi. L’Ansa scrive che la Basilicata “potrebbe essere l’Arabia

Saudita italiana”.

| 223 |

n. 125-126 (6).indd 223 3-12-2010 12:35:41


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 224 |

n. 125-126 (6).indd 224 3-12-2010 12:35:55


Speciale _ I 40 anni della Regione

28 febbraio 1993

Nella prima finale tutta italiana della storia della Coppa Europea di pallavolo

femminile, le campionesse d’ Italia del Latte Rugiada di Matera vincono la Coppa

del campioni battendo la Messaggero Teodora Ravenna, vincitrice nello scorso

novembre del mondiale per club. Il Matera, che ha portato in Basilicata il primo

titolo europeo a squadre della storia dello sport lucano, ha i suoi punti di forza

in una straordinaria Keba Phibbs (premiata come migliore giocatrice della “Final

Four” di Coppa) e in Gabriela Perez Del Solar.

14 maggio 1993

Un’autobomba esplode in via Fauro a Roma, nel quartiere Parioli, a due passi

dall’omonimo teatro. L’esplosione avviene al passaggio di un’auto con a bordo

Maurizio Costanzo e sua moglie, Maria De Filippi. Il 27 maggio a Firenze, in

via dei Georgofili, sotto la Torre dei Pulci, nei pressi della Galleria degli Uffizi,

un’altra autobomba causa cinque morti. Nella notte tra il 27 e il 28 luglio un’autobomba

piazzata in via Palestro, a Milano provoca altri cinque morti. La mafia

vuole portare sangue e terrore nel Paese colpendo luoghi di interesse storico ed

artistico.

12 settembre 1993

Scompare a Potenza Elisa Claps, una studentessa di 16 anni uscita di casa per

recarsi a messa nella chiesa della Santissima Trinità. Proprio nel sottotetto della

chiesa il suo cadavere sarà ritrovato 17 anni dopo, il 17 marzo 2010.

5 dicembre 1993

Il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro a Potenza visita una mostra

sul centro storico che era stato gravemente danneggiato dal terremoto del 23

novembre 1980. Scalfaro è stato presidente della commissione parlamentare di

inchiesta sull’attuazione degli interventi per la ricostruzione e lo sviluppo dei

territori della Basilicata e della Campania colpiti dai terremoti del 1980 e 1981.

La commissione aveva approvato nel gennaio 1991, dopo 14 mesi di lavoro, tre

relazioni conclusive.

9 dicembre 1993

I Sassi di Matera entrano a far parte del patrimonio mondiale tutelato dall’Unesco,

l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura

che opera a Parigi dal 1946. Le caratteristiche dei Sassi vengono illustrate al

comitato per il patrimonio mondiale dell’Unesco in una cerimonia che si svolge

a Cartagena, in Colombia, da rappresentanti del consiglio internazionale dei siti

e dei monumenti, del centro internazionale per la conservazione e il restauro dei

beni culturali, e dei governi francese e tunisino.

Matera, veduta dei Sassi (foto di Michele Morelli)

| 225 |

n. 125-126 (6).indd 225 3-12-2010 12:36:00


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 226 |

n. 125-126 (6).indd 226 3-12-2010 12:36:17


Il Parco nazionale del Pollino

(foto archivio Apt Basilicata e archivio Consiglio

regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

4 gennaio 1994

Dallo stabilimento che la Fiat ha realizzato a San Nicola di Melfi in due anni e

mezzo e con investimenti che hanno finora superato i tremila miliardi di lire,

partono le prime automobili destinate al mercato. Si tratta di alcune decine di

“Fiat Punto” (del modello a tre porte) destinate alle reti commerciali in Italia,

Germania e Francia, la cui partenza ha confermato il rispetto, da parte della Fiat,

dei tempi previsti per l’entrata in produzione dello stabilimento lucano (programmata

per l’inizio del 1994).

11 febbraio 1994

Alla presenza del ministro dell’Ambiente Valdo Spini, si insediano a Latronico gli

organi di gestione dell’Ente Parco nazionale del Pollino. Nasce così ufficialmente

il più grande parco d’Europa per estensione (190 mila ettari di terreno compresi

tra 53 comuni, di cui 30 calabresi e 23 lucani). Per lo sviluppo delle attività del

Parco è prevista una dote di 17,5 miliardi di lire, mentre “altri 25 miliardi - afferma

Spini - saranno trasferiti quanto prima in base alle procedure del Piano

triennale per le aree protette”.

31 marzo 1994

La Banca di Roma entra nel capitale della Banca Mediterranea con una quota

di 24 miliardi, pari al 4,22 per cento del capitale della banca lucana. In base agli

accordi - una volta ottenute le autorizzazioni di legge - la Banca di Roma acquisirà

il controllo della Mediterranea mediante la sottoscrizione di un aumento di

capitale ad essa riservato, per effetto della quale la partecipazione nella Banca

Mediterranea salirà al 30 per cento e la stipula di un patto parasociale con un

gruppo di soci della banca stessa.

10 maggio 1994

Silvio Berlusconi forma il nuovo governo di centrodestra; ne fanno parte esponenti

di Forza Italia, Lega Nord, Unione di Centro, Alleanza Nazionale - Msi,

Federazione Liberal - democratica e Ccd. Il 27 marzo lo schieramento di centrodestra

aveva vinto le elezioni politiche, che si erano svolte con il nuovo sistema

elettorale misto maggioritario e proporzionale. Il 75% dei seggi (475 per la

Camera, 232 per il Senato) era stato assegnato tramite un sistema uninominale

maggioritario a turno unico; il restante 25% dei seggi (155 per la Camera, 83 per

il Senato) tramite un sistema proporzionale.

17 ottobre 1994

Carlo Azeglio Ciampi per l’economia, Pietro Cascella per la scultura, don Antonio

Mazzi per l’impegno sociale e Luciana Savignano per la danza ricevono a

Potenza il Premio Internazionale Universum, istituito dal Centro di solidarietà

internazionale Giovanni XXIII e assegnato ogni anno a “personalità che, con il

proprio ingegno, abbiano dato lustro alla nostra epoca”. Ciampi viene premiato

quale “studioso e profondo conoscitore della realtà economica del nostro Paese”

e per il “grande prestigio” che gode “in Italia e all’estero per la sua specifica

comprovata competenza in campo monetario”.

| 227 |

n. 125-126 (6).indd 227 3-12-2010 12:36:21


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 228 |

n. 125-126 (6).indd 228 3-12-2010 12:36:27


Foto “Archivio Albino Pierro”, depositato presso

il Dipartimento di Filologia dell’Università

della Calabria

Speciale _ I 40 anni della Regione

17 gennaio 1995

Lamberto Dini forma il suo governo tecnico. Due ministri designati (Marzano e

Rasi) rinunciano. Il programma si limita a riforma previdenziale, par condicio,

legge elettorale regionale e manovra economica. Il Polo annuncia la sua opposizione.

Il 25 gennaio la Camera concede la fiducia al governo Dini con 302 voti a

favore, 270 astenuti e 39 contrari.

23 marzo 1995

Muore il poeta lucano Albino Pierro, più volte candidato al Premio Nobel per la

letteratura. Consacrato fra i grandi lirici del novecento italiano da critici come

Gianfranco Contini e Granfranco Folena, Pierro era originario di Tursi, dove verrà

sepolto. Il 23 marzo 1996 ad un anno esatto dalla scomparsa, il Consiglio Comunale,

ha proclamato Tursi “Città di Pierro” e intitolato a lui l’Istituto Comprensivo

di scuola Materna, Elementare e Media. Al suo paese natale, Pierro ha donato la

propria casa e la biblioteca contenente migliaia di libri.

16 maggio 1995

Con la condanna di 57 imputati a pene fino a 19 anni di reclusione, si conclude

a Matera il processo di primo grado sulle attività illecite di una “cosca mafiosa”

che si era insediata a Montescaglioso sul finire degli anni ottanta e che aveva

commesso una serie di reati contro il patrimonio, omicidi e attentati dinamitardi,

controllando il traffico e lo spaccio di stupefacenti in provincia di Matera.

11 giugno 1995

Un impianto sotterraneo per la depurazione delle acque reflue (unico in Europa

se si eccettua una struttura analoga in funzione in Trentino Alto Adige) viene

inaugurato, a Maratea, una delle località balneari italiane che hanno ottenuto

la “bandiera blu” dell’Unione Europea per la qualità delle acque marine e delle

spiagge. L’impianto, costato circa 14 miliardi di lire, è situato in una caverna

artificiale lunga 270 metri, alta e larga undici, ed è dotato di tubi e apparecchi

tutti non visibili dall’esterno, per non deturpare il paesaggio della costa tirrenica

lucana.

12 ottobre 1995

Per la prima volta un presidente della Repubblica visita Matera. Oscar Luigi Scalfaro

viene accolto dalle autorità regionali, provinciali e cittadine, ma anche da

operai della Ferrosud e della Ferbona in lotta per vertenze aziendali. Successivamente,

viene illustrato al Capo dello Stato il piano di recupero dei Sassi, per il

quale è stato conferito alla città di Matera il “Premio Europeo di Pianificazione

Urbana e Regionale” 1994.

| 229 |

n. 125-126 (6).indd 229 3-12-2010 12:36:28


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 230 |

n. 125-126 (6).indd 230 3-12-2010 12:36:36


Foto archivio Consiglio regionale

Speciale _ I 40 anni della Regione

21 aprile 1996

Elezioni politiche: vince l’Ulivo di Prodi, che il 18 maggio forma un governo composto

da esponenti di Pds, Ppi, Rinnovamento Italiano, Federazione dei Verdi,

Unione Democratica, Socialisti Italiani, Alleanza Democratica, Comunisti unitari,

Partito repubblicano, Patto Segni e Sinistra Repubblicana. Il governo si avvale

inoltre dell’appoggio esterno di Rifondazione comunista, Südtiroler Volkspartei,

La Rete e Union Valdôtaine.

29 Aprile 1996

Il Cipe approva il contratto di programma delle Industrie Natuzzi: per il polo dei

salotti della Murgia, tra Basilicata e Puglia, sono previsti investimenti per 787

miliardi, 311 dei quali a carico dello Stato, un’occupazione aggiuntiva per il gruppo

Natuzzi di 5000 unità e un aumento della capacità produttiva fino a 20mila

“sedute” al giorno con un fatturato che, a regime, dovrebbe attestarsi intorno ai

duemila miliardi di lire.

7 agosto 1996

Viene promulgata la legge regionale n. 38/96 sulla “Riorganizzazione dell’attività

amministrativa in agricoltura - scioglimento dell’Ente di sviluppo agricolo in

Basilicata ed istituzione dell’Agenzia lucana di sviluppo ed innovazione in agricoltura”.

L’Alsia è lo strumento operativo della Regione Basilicata nel sistema

agroalimentare, con delega alla gestione dei Servizi di Sviluppo Agricolo e all’esaurimento

della Riforma Fondiaria.

29 novembre 1996

Un’autobotte che trasporta petrolio si incendia ai piedi di un viadotto del raccordo

autostradale Potenza – Sicignano degli Alburni. I danni alle strutture stradali

sono molto gravi: il raccordo viene chiuso fra gli svincoli di Balvano e Picerno e

verrà riaperto il 24 gennaio 1997.

23 dicembre 1996

Circa 400 cittadini di Tricarico, Stigliano, Pisticci e Chiaromonte protestano davanti

alla Regione Basilicata contro le previsioni di riorganizzazione della rete

ospedaliera previste nel Piano sanitario regionale. Negli anni successivi, così

come previsto dal Piano, nessun ospedale sarà chiuso: a Tricarico sorgerà un

centro di riabilitazione, a Stigliano un ospice, a Chiaromonte un centro per i

disturbi alimentari.

| 231 |

n. 125-126 (6).indd 231 3-12-2010 12:36:38


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 232 |

n. 125-126 (6).indd 232 3-12-2010 12:36:50


Immagini tratte da “Il polittico di Cima

da Conegliano a Miglionico” di Gabriele Scarcia

- Electa, Napoli, 2002.

Per gentile concessione dell’autore

Speciale _ I 40 anni della Regione

16 gennaio 1997

Cade l’ultimo diaframma della galleria di Miglionico della linea ferroviaria Ferrandina

- Matera, in costruzione dal 1986 per collegare la città alla rete ferroviaria

nazionale. Negli anni successivi, anche a causa di una serie di contenziosi

che impegnano le imprese esecutrici, i lavori verranno interrotti.

26 settembre 1997

Terremoto tra l’ottavo e il nono grado della scala Mercalli in Umbria e Marche:

11 morti e oltre 100 feriti. I senzatetto sono 32.000. Ingenti i danni al patrimonio

artistico: crolla una parte del tetto della basilica di San Francesco, ad Assisi. Le

scosse continuano per molto tempo.

5 ottobre 1997

Dopo dieci anni di restauri, torna nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Miglionico

il polittico di Cima da Conegliano, raffigurante la Madonna in trono

con Bambino circondato da 18 pannelli di legno di pioppo, con dipinti di Santi a

figure intere o a mezzo busto. L’opera, acquistata a Venezia nel 1598 dall’arciprete

Marcantonio Mazzoni, nel 1782 viene smembrata e ricomposta nell’attuale

cornice, fatta eseguire dai baroni del Pozzo di Miglionico che aggiungono, nel

pannello centrale, lo stemma di famiglia. Nel 1907 il polittico viene attribuito da

Martin Wackernagel a Cima da Conegliano.

26 ottobre 1997

Entra in vigore anche in Italia il trattato di Schengen che abolisce i controlli

alle frontiere tra i paesi firmatari: Italia, Belgio, Lussemburgo, Germania, Francia,

Spagna e Portogallo. Per chi vuole andare in Olanda, invece, il documento

d’espatrio servirà ancora, ma al massimo fino al 30 marzo quando inoltre, dopo

quelle aeroportuali, i paesi aderenti apriranno anche le frontiere marittime e

terrestri.

15 dicembre 1997

Riapre, dopo 17 anni, il Museo archeologico provinciale di via Cicciotti a Potenza.

La struttura era stata chiusa all’indomani del terremoto del 23 novembre 1980.

Inaugurato nell’attuale sede nel maggio del 1980 - dopo aver cambiato, dalla

sua fondazione nel 1901, più sedi, aver subito un incendio nel 1909 e i bombardamenti

alleati nel settembre del 1943 - il museo ha ospitato per alcuni anni,

dopo il sisma, gli uffici dell’amministrazione provinciale, la cui sede, a causa delle

scosse, era inagibile.

| 233 |

n. 125-126 (6).indd 233 3-12-2010 12:36:56


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 234 |

n. 125-126 (6).indd 234 3-12-2010 12:37:04


Viggiano, centro oli

(foto archivio Consiglio regionale)

Speciale _ I 40 anni della Regione

4 maggio 1998

Il presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi, inaugura la nuova sede

del Palazzo dell’Annunziata della Biblioteca provinciale di Matera, al termine

dei lavori di restauro e ristrutturazione iniziati nel 1985. La Biblioteca “Tommaso

Stigliani” venne istituita nel 1933 ed ha un patrimonio librario di oltre 250

mila volumi: il fondo moderno di 130 mila volumi, 900 testate di periodici per

un totale di 70 mila volumi, 30 mila libri rari e di pregio, 950 cinquecentine, 95

incunaboli, cento manoscritti e 40 pergamene.

23 giugno 1998

Esce in edicola il primo quotidiano regionale. È “La Nuova Basilicata”, un tabloid

di 40 pagine edito dalla società Alice Idea Multimediale. La direzione è affidata

al giornalista Beppe Lopez, che ha lavorato alla “Repubblica” e al “Quotidiano

di Lecce”. Successivamente subentreranno nell’incarico Ugo Tassinari, Roberto

Marino con Ennio Simeone direttore editoriale, Mario Isoldi e Mimmo Parrella.

9 settembre 1998

Una forte scossa di terremoto è avvertita nel Lagonegrese. Gravi i danni. Il responsabile

della Protezione civile Barberi visita le aree colpite dal sisma, localizzato

nella zona del massiccio del Pollino. Le località più direttamente interessate

dall’evento sono Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Mormanno, Lauria,

Galdo, Lagonegro, Rivello e Nemoli. A Maratea un uomo muore colpito da un

masso staccatosi da una parete rocciosa. Notevoli i danni strutturali verificati

soprattutto a Castelluccio Superiore ed a Castelluccio Inferiore.

7 ottobre 1998

Governo e Regione Basilicata firmano un protocollo d’intesa per lo sfruttamento

del giacimento petrolifero della Val d’Agri, il più grande d’Europa, attualmente

valutato in 622 milioni di barili di riserve pari a circa 14.500 miliardi di lire.

L’intesa - sottoscritta a Palazzo Chigi dal presidente del Consiglio Romano Prodi

e da quello della Regione Angelo Raffaele Dinardo - impegna l’esecutivo a

sostenere un piano di interventi infrastrutturali, considerati determinanti per

accelerare lo sviluppo socio-economico delle aree interessate.

18 novembre 1998

Il presidente della Regione Basilicata Angelo Raffaele Dinardo e l’amministratore

delegato dell’Eni Franco Bernabé firmano a Roma un “protocollo di intenti” sullo

sviluppo delle attività petrolifere in Val d’Agri, dove a regime verranno estratti

circa 104 mila barili di greggio al giorno. Il documento prevede alcune “misure

di compensazione” alla Regione da parte dell’Eni in materia di monitoraggio ambientale,

promozione dello sviluppo economico e occupazionale e l’insediamento

in Basilicata di una sede della Fondazione Mattei.

| 235 |

n. 125-126 (6).indd 235 3-12-2010 12:37:10


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 236 |

n. 125-126 (6).indd 236 3-12-2010 12:37:14


Speciale _ I 40 anni della Regione

13 maggio 1999

Carlo Azeglio Ciampi viene eletto presidente della Repubblica alla prima votazione,

con 707 voti su 1010. Nato a Livorno nel 1920, economista, è stato governatore

della Banca d’Italia, presidente del Consiglio nel 1993 e ministro del tesoro

e del bilancio nel 1996. Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato

non parlamentare nella storia della Repubblica, Ciampi è anche il secondo presidente

eletto dopo essere stato governatore della Banca d’Italia preceduto da

Luigi Einaudi nel 1948. Dopo la militanza giovanile nel Partito d’Azione, Ciampi

non ha più aderito ad alcun partito.

20 maggio 1999

Le Brigate Rosse uccidono a Roma Massimo D’Antona, professore universitario

e giuslavorista, prezioso collaboratore del Governo. L’8 luglio 2005 la Corte

d’assise di Roma, presieduta da Marco D’Andria, emetterà il verdetto: ergastolo

per Nadia Desdemona Lioce, Roberto Morandi e Marco Mezzasalma; Federica

Saraceni assolta dall’accusa di concorso nell’omicidio, ma condannata a 4 anni e

8 mesi perché ritenuta responsabile di associazione sovversiva.

5 agosto 1999

Il primo accordo in nome del “federalismo idrico” viene sottoscritto tra il ministero

dei Lavori pubblici e le Regioni Puglia e Basilicata. L’intesa mira ad una più

razionale gestione dell’acqua, evitando gli sprechi e dando risposta alla domanda

idrica delle popolazioni interessate. L’accordo riguarda la gestione condivisa di

circa 1.200 milioni di metri cubi di acqua disponibili nei bacini idrografici interconnessi.

30 agosto 1999

A Matera ha inizio l’attività lavorativa nel nuovo stabilimento che la Nicoletti,

una delle maggiori aziende del polo del salotto di Matera, ha costruito alla

periferia della città con un investimento di circa 50 miliardi di lire. La fabbrica

occupa una superficie di 100 mila metri quadrati, circa la metà dei quali coperti,

e permetterà di produrre diecimila “sedute” al giorno. La novità riguarda anche

un nuovo sistema di collegamenti con gli operatori delle sedi esterne, il quale

permetterà la consegna dei salotti in otto settimane dall’ordine in qualsiasi parte

del mondo, con costi più contenuti e maggiore competitività.

23 ottobre 1999

I giudici di primo grado assolvono Giulio Andreotti dall’accusa di associazione

per delinquere di tipo mafioso per insussistenza del fatto contestato. Il 2 maggio

2003 la Corte di Appello di Palermo confermerà l’assoluzione per il reato di

associazione per delinquere di stampo mafioso, mentre il reato di associazione

per delinquere, contestato per fatti avvenuti prima del 1982, viene dichiarato

prescritto. Il 15 ottobre 2004 la Cassazione confermerà, infine, la sentenza della

Corte di Appello di Palermo nei confronti di Giulio Andreotti.

Foto di Leonardo Nella

| 237 |

n. 125-126 (6).indd 237 3-12-2010 12:37:16


125-126 | Basilicata Regione Notizie

Alcune immagini di Tommaso Pedio, in alto a destra con la figlia Clara

| 238 238 |

n. 125-126 (6).indd 238 3-12-2010 12:37:21


Speciale _ I 40 anni della Regione

19 gennaio 2000

Ad Hammamet, in Tunisia, muore Bettino Craxi, uno degli uomini politici più

rilevanti della storia della prima Repubblica, ma anche uno dei più controversi.

Storico leader socialista, ricopre la carica di Presidente del Consiglio dei ministri

dal 4 agosto 1983 al 17 aprile 1987. Pronuncia il suo ultimo discorso da deputato

il 29 aprile del 1993. Poi ci saranno i processi, le condanne, il rifugio ad

Hammameth. Dopo numerosi anni dalle indagini di Mani Pulite, la figura di Craxi

comincia ad essere valutata da più parti con maggiore serenità, alla luce di un

più freddo giudizio storico.

30 gennaio 2000

Muore a Potenza, città dove era nato nel 1917, lo storico e saggista Tommaso

Pedio. Per circa 20 anni docente di storia moderna all’Università di Bari e autore

di numerosi libri, articoli e recensioni, Pedio aveva legato la sua notorietà agli

studi sul Mezzogiorno e sul brigantaggio post unitario. Nel 1972 ottenne il “Premio

Basilicata” per la saggistica, con l’opera “Storia della storiografia lucana”. La

sua produzione bibliografica ha rappresentato, per decenni, un ineludibile punto

di riferimento per studiosi e ricercatori.

30 marzo 2000

Entra in vigore l’obbligo del casco per tutti i maggiorenni che usano le due ruote.

Tolleranza zero contro i trasgressori per ridurre gli infortuni e il costo sociale. In

linea generale, gli incidenti stradali provocano ogni anno alla società un costo

pari a 42mila miliardi, 6.700 morti e 260mila feriti. “Le forze di polizia, tra cui

quella municipale - sostiene il Ministro dell’Interno, Enzo Bianco - non avranno

margini di discrezionalità nel far rispettare l’obbligo perché i trasgressori saranno

facilmente individuabili visto che la norma è estesa a tutti e su tutte le

cilindrate”.

26 luglio 2000

Francesco Lelj Garolla di Bard, professore di chimica generale inorganica, è il

nuovo rettore dell’Università degli studi della Basilicata. Eletto al termine della

terza votazione, alla quale hanno partecipato 236 dei 298 elettori, Garolla di

Bard ha ottenuto 125 voti. È il terzo rettore dell’ateneo lucano dopo Cosimo

Damiano Fonseca (1982-1994) e Gianfranco Boari (1994-2000). Il suo incarico

durerà sino al 2006, anno in cui passerà il timone al prof. Antonio Mario Tamburro.

23 novembre 2000

A 20 anni dal terremoto del 1980, manifestazioni e celebrazioni si svolgono in

tutta la Basilicata. La Regione, per ricordare quegli ottanta secondi che sconvolsero

l’Irpinia e la Lucania e provocarono 2.735 morti, 10.000 feriti e rasero

al suolo 77.000 costruzioni, compra le pagine dei quotidiani per ringraziare i

volontari che allora assistettero i lucani. Il Presidente della Repubblica Ciampi,

in un messaggio al sindaco della città di Potenza, Gaetano Fierro, riconosce che

“molta strada è stata fatta per la prevenzione delle catastrofi, ma è ancora lungo

il cammino da compiere”.

| 239 |

n. 125-126 (6).indd 239 3-12-2010 12:37:24


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 240 |

n. 125-126 (6).indd 240 3-12-2010 12:37:36


Foto di Giusy Labanca (III edizione

Premio internazionale di fotografia

“Viaggio in Basilicata”, 2008)

Speciale _ I 40 anni della Regione

9 gennaio 2001

Mons. Agostino Superbo è il nuovo arcivescovo metropolita di Potenza. Subentra

a Mons. Ennio Appignanesi, che lascia il suo incarico avendo raggiunto l’età di

75 anni. Mons. Superbo è il 75quesimo vescovo di Potenza (città alla quale, dal

1986, sono unite in un’unica arcidiocesi Muro Lucano e Marsiconuovo). Metropolita

da circa dieci anni, nel 1991 ha guidato la sede di Sessa Aurunca (Caserta)

e, circa tre anni dopo, la diocesi di Altamura – Gravina - Acquaviva delle Fonti.

Nel 1996 è stato nominato assistente generale dell’Azione Cattolica Italiana.

14 febbraio 2001

Il Parlamento approva la legge che istituisce il servizio civile volontario aperto

alle donne. I giovani che lo sceglieranno (tra i 18 e i 26 anni) concorreranno alla

difesa della Patria con mezzi e attività non militari. Obiettivo del provvedimento

è di favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale,

promuovere la cooperazione a livello nazionale e internazionale con particolare

riguardo alla tutela dei servizi sociali, ai servizi alla persona e all’educazione alla

pace tra i popoli.

20 luglio 2001

Manifestazione dei no-global a Genova contro il vertice G8. Negli incidenti, provocati

soprattutto dai cosiddetti “black block”, muore un giovane di 23 anni,

Carlo Giuliani, ucciso da un colpo di pistola sparato dal carabiniere Mario Placanica.

A circa nove anni da quel tragico evento, il tribunale di Strasburgo mette

un punto fermo in una vicenda giudiziaria non ancora conclusa e piena di zone

d’ombra, “Placanica agì per difendere se stesso e i suoi colleghi durante gli scontri

del G8 del 2001”. Condannato invece lo Stato italiano, “non fece abbastanza

per la sicurezza”.

19-20 settembre 2001

Visita in Basilicata del Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Il Capo

dello Stato affronta temi nazionali e internazionali: dalla pace nel mondo all’unità

dello Stato, al ruolo dell’Italia nel contesto europeo e mondiale, all’assetto

federale ed autonomistico che si sta realizzando nel nostro Paese. A Potenza

incontra gli studenti dell’Università degli Studi della Basilicata e a Matera riceve

una targa in ricordo della sua visita al nuovo ospedale della città. Il popolo lucano

riserva al Presidente e alla sua consorte una calorosa accoglienza.

22 ottobre 2001

In Val d’Agri cominciano le prove dell’oleodotto che collega il centro oli di Viggiano,

dove viene raccolto il petrolio del giacimento della zona, alla raffineria

dell’Eni di Taranto. Dal deposito minerario lucano, che ha riserve per 480 milioni

di barili e a regime produrrà oltre 100 mila barili al giorno per 20 anni, vengono

estratti quotidianamente 20 mila barili di greggio. L’oleodotto, lungo 136 chilometri

e con una capacità di trasporto di oltre 150 mila barili al giorno entrerà in

funzione in primavera.

| 241 |

n. 125-126 (6).indd 241 3-12-2010 12:37:37


125-126 | Basilicata Regione Notizie

La diga di Monte Cotugno (foto di Cristiano Priori - II edizione Premio internazionale di fotografia “Viaggio in Basilicata”, 2006)

| 242 |

n. 125-126 (6).indd 242 3-12-2010 12:37:40


Speciale _ I 40 anni della Regione

1 gennaio 2002

L’euro entra nelle tasche di circa 300 milioni di europei. Dalla Ceca alla Cee, dallo

Sme al Trattato di Maastricht, dalla nascita della Bce al conio della nuova valuta,

il lento percorso verso la moneta unica è stato infatti costellato di tappe che

hanno fatto la storia del Vecchio Continente. ‘‘Si tratta di un cambiamento radicale

nella storia europea - sottolinea il presidente della Commissione Europea,

Romano Prodi -. L’euro è un simbolo dell’unità europea, un sogno che è diventato

realtà”. Un euro vale 1936,27 lire. Per altri due mesi la Lira circolerà assieme

all’Euro. Poi sparirà.

12 marzo 2002

Esce in edicola il “Quotidiano della Basilicata”, edizione lucana del “Quotidiano

della Calabria”, che porta a tre i giornali con pagine lucane, aggiungendosi a

“La Gazzetta del Mezzogiorno” e a “La Nuova Basilicata”. Editore della nuova

testata Francesco Dodaro, direttore editoriale Ennio Simeone, condirettore Pino

Anzalone, a cui subentrano successivamente il direttore Paride Leporace e il

caporedattore Lucia Serino. Coinvolti nel progetto, inoltre, molti giornalisti e

intellettuali lucani.

13 marzo 2002

Muore a Ramallah, in Cisgiordania, Raffaele Ciriello, medico e fotoreporter di

origini lucane. Ucciso da una raffica di mitragliatrice esplosa da un carro armato

israeliano, viene inserito nella lista dei “martiri per la Palestina”. Lo decide con

un decreto ad hoc, il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Yasser Arafat.

Ciriello era un fotografo free lance specializzato nei reportage all’estero. Aveva

iniziato la sua carriera seguendo corse motociclistiche e rally africani, in particolare

la Parigi Dakar. Successivamente è diventato uno dei maggiori esperti

fotoreporter di guerra.

19 marzo 2002

Viene ucciso a Bologna, all’età di cinquant’anni, l’economista e consulente del

Ministero del Lavoro, Marco Biagi. Il professore è stato il protagonista del processo

di riforma del mercato del lavoro, prima con Tiziano Treu e poi con Roberto

Maroni. L’omicidio sarà rivendicato dalle Br - Pcc. La Cassazione confermerà

l’ergastolo per i brigatisti Morandi e per Mezzasalma, quindi la condanna a 21

anni di carcere per Boccaccini. Ad uccidere Biagi era stato Mario Galesi, morto

il 2 marzo 2003 in un conflitto a fuoco. Ergastolo anche per la sua compagna

Nadia Lioce, condannata in appello.

9 luglio 2002

Crisi idrica: la Regione Basilicata vara un piano di emergenza. Il progetto prevede

una serie di interventi strutturali per collegare gli invasi in modo tale da portare

al massimo livello le due dighe più grandi, Monte Cotugno e Pertusillo a cui sarà

assegnato il ruolo di “scorta strategica” della risorsa idrica. L’obiettivo è quello di

garantire l’erogazione dell’acqua in tutti i comuni per 24 ore al giorno e promuovere

pratiche per il risparmio idrico. Si stima che la siccità degli ultimi mesi abbia

causato danni all’agricoltura e alla zootecnia pari a 532 milioni di euro.

| 243 |

n. 125-126 (6).indd 243 3-12-2010 12:37:43


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 244 |

n. 125-126 (6).indd 244 3-12-2010 12:37:47


Speciale _ I 40 anni della Regione

14 gennaio 2003

Emilio Colombo viene nominato senatore a vita dal Presidente della Repubblica

Carlo Azeglio Ciampi. Nato a Potenza l’11 aprile del 1920, Colombo fu eletto

all’Assemblea Costituente a 26 anni, con poco meno di 21mila voti. Cominciò da

qui una carriera politica che ha portato il senatore a vita fino a Palazzo Chigi e

alla Presidenza del Parlamento Europeo. Una carriera esemplare al servizio dello

Stato democratico. Ha guidato processi importanti della vita del Paese, governando

con forte senso di responsabilità ed alta competenza.

24 gennaio 2003

Muore a Torino, il presidente d’onore della Fiat, Giovanni Agnelli. Capitano d’industria,

gentiluomo, play boy, ereditiere. Lo hanno definito in mille modi a seconda

dei ruoli svolti nella sua intensa esistenza. Per molti è stato il sovrano che ha

regnato sull’ultimo grande impero industriale privato italiano. Per tutti è stato

e sarà sempre l’Avvocato, il nipote del fondatore della Fiat: Giovanni, di nome,

come lui. E come lui, presidente e padrone della Fiat e senatore a vita.

29 marzo 2003

Muore l’ex senatore democristiano Decio Scardaccione, considerato uno dei padri

della riforma agraria. Nato a Sant’Arcangelo il 28 marzo 1917, il parlamentare

lucano fu insigne docente universitario e protagonista indiscusso del processo

di trasformazione e di modernizzazione dell’agricoltura nel Mezzogiorno d’Italia.

Negli anni in cui fu alla guida dell’Ente irrigazione, prima come direttore

generale, poi come presidente, Scardaccione fu l’artefice della bonifica e della

trasformazione metapontina. Concluse la sua esperienza pubblica all’Ente di sviluppo

agricolo.

15 aprile 2003

Il Parlamento approva la “missione umanitaria d’emergenza” per l’Iraq in seguito

alle operazioni belliche e al crollo del regime di Saddam Hussein. Inviati in Iraq

aiuti materiali (cibo, vestiario, medicinali, ospedali da campo di cui uno specialistico

della Croce Rossa montato su una nave militare), un nucleo qualificato

di operatori (socio-sanitari, sminatori, genieri, disinquinatori) e un contingente

militare di 3000 uomini con il compito specifico di protezione armata della missione

stessa da atti di violenza, saccheggi e sabotaggi.

13 novembre 2003

Il Governo approva un decreto, contrassegnato dal numero 314, che individua

Scanzano Jonico come sede del deposito unico nazionale delle scorie radioattive

di “alta e media durata” nella frazione costiera di “Terzo Cavone”. La sua realizzazione

viene affidata alla Sogin. La protesta si sviluppa subito, con blocchi

stradali e ferroviari, e dura 14 giorni. La Basilicata intera si mobilita. Una sollevazione

che diventa caso politico e costringe il governo a modificare il decreto

legge sullo stoccaggio delle scorie nucleari, cancellando dal provvedimento il

nome di Scanzano Jonico.

Scanzano, i giorni della rivolta (foto di Tony Vece)

| 245 |

n. 125-126 (6).indd 245 3-12-2010 12:37:48


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 246 |

n. 125-126 (6).indd 246 3-12-2010 12:37:54


Melfi, sciopero degli operai della Fiat - Sata

(foto di Tony Vece)

Speciale _ I 40 anni della Regione

3 marzo – 9 maggio 2004

Uno sciopero degli autotrasportatori provoca il blocco della produzione alla Fiat

di Melfi e in altre fabbriche del gruppo. La protesta si estende su tutto il territorio

nazionale. Nei giorni successivi lo stabilimento di Melfi diventa teatro delle

proteste degli operai dopo le decisioni della Fiat sull’organizzazione del lavoro

e dopo lo sciopero dei dipendenti dell’Arvil, addetti alla logistica nella fabbrica

automobilistica. Si apre una trattativa, che porta alla definizione di un sofferto

accordo: riconosciuto un aumento contrattuale di 105 euro e l’abolizione della

“doppia battuta”.

3 maggio 2004

Comincia l’attività del servizio di emergenza sanitaria regionale 118. In tutta la

regione si può chiamare il numero gratuito per avere soccorso sanitario, senza

doversi rivolgere agli ospedali o alle forze dell’ordine. La centrale gestisce

22 mezzi fra ambulanze e auto medicalizzate e due elicotteri, distribuiti su 22

punti territoriali (ospedali e strutture sanitarie). Il personale è composto da 134

infermieri, 148 autisti-soccorritori e 25 medici. Il servizio avrà un costo annuo di

gestione intorno ai 30 miliardi delle vecchie lire.

9 agosto 2004

Muore Vincenzo Verrastro, esponente della Democrazia Cristiana e primo Presidente

della Regione Basilicata. Nato ad Avigliano il 6 maggio 1919, Verrastro si

laurea in Lettere all’Università di Napoli e comincia la carriera di insegnante. Nel

1958 è segretario provinciale della Dc di Potenza e nel 1968 viene eletto senatore.

Due anni dopo è consigliere regionale e viene nominato primo presidente

della Regione Basilicata. Carica che ricopre ininterrottamente sino al 22 marzo

1982, quando si dimette per assumere l’incarico di presidente dell’Istituto di

mediocredito della Basilicata.

29 ottobre 2004

Firmata a Roma dai rappresentanti dei 25 Paesi dell’Unione la nuova Costituzione

europea. Nella sala del Campidoglio, dove nacque nel ‘57 la prima Europa a 6

(Cee), i 25 leader sottoscrivono la storica Carta che entrerà in vigore dal 2009.

Prima di apporre la firma al trattato costituzionale, il presidente designato della

Commissione europea, Jose’ Manuel Durao Barroso, cita Victor Hugo: “Un’entità

superiore per costituire una fraternità europea senza rinunciare alle loro qualità

peculiari e alle gloriose individualità”.

19 novembre 2004

Regione e Total firmano l’accordo per lo sfruttamento del giacimento di petrolio

della Valle del Sauro. Il deposito, contiguo a quello della Val d’Agri, ha riserve per

420 milioni di barili di greggio e a regime si prevede un’estrazione quotidiana di

50 mila barili. La concessione per lo sfruttamento di Tempa Rossa, denominata

“Gorgoglione”, è suddivisa tra Total (50% e rappresentante unica), Shell e Mobil

Oil Italiana, col 25% ciascuno. L’accordo prevede anche la cessione gratuita alla

Regione Basilicata di tutto il gas metano presente nel giacimento.

| 247 |

n. 125-126 (6).indd 247 3-12-2010 12:37:57


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 248 |

n. 125-126 (6).indd 248 3-12-2010 12:38:06


In alto:

la “Cripta del peccato originale”

(fototeca “Fondazione Zetema”)

A sinistra:

i Sassi di Matera visti dal belvedere di piazzetta

Pascoli

(foto di Giovanni Marino)

Speciale _ I 40 anni della Regione

10 gennaio 2005

Entrano in vigore, dopo diverse proroghe, le norme relative al divieto di fumo

nei locali pubblici previste dall’art. 51 della Legge 3/2003. I locali che vorranno

concedere la possibilità di fumare all’interno dovranno dotarsi di una “smoking

area”. I tanti amanti del tabacco insorgono. La nuova normativa viene definita

“talebana, maoista, illiberale, sbagliata” perché mette in lotta chi fuma e chi è

contrario. Intanto, diventa operativa la norma della Finanziaria che prevede un

aumento del 10 per cento delle sanzioni amministrative per infrazioni al divieto

di fumare.

31 marzo 2005

Governo e Regione firmano a Roma tre accordi per realizzare importanti opere

di viabilità in Basilicata: la sistemazione del nodo del Gallitello a Potenza con

28 milioni di euro, il terzo lotto del collegamento tra la Potenza - Melfi e la

Bradanica con 17,6 milioni di euro e il secondo lotto dell’interporto di Tito con

25 milioni di euro. Sottoscritti anche interventi per le aree urbane e per il potenziamento

delle reti dell’informazione. A Potenza saranno completate anche

la stazione delle autolinee e le scale mobili e a Matera un centro al servizio dei

turisti e un’area per i camper.

2 aprile 2005

Muore Papa Giovanni Paolo II. Primo papa non italiano dopo 455 anni, è stato il

primo pontefice polacco. In oltre ventisei anni di pontificato, Karol Wojtyla si è

recato in 129 paesi diversi visitando tutti i continenti. I suoi viaggi sono divenuti

un mezzo per incontrare i popoli, parlare con i vescovi, dialogare con i cristiani e

i non cristiani. Il 9 aprile 2005 viene eletto il nuovo successore di Pietro, il cardinale

tedesco Joseph Ratzinger, che sceglie il nome di Benedetto XVI.

7 luglio 2005

Regione e azienda ospedaliera San Carlo di Potenza avviano uno screening che

coinvolge il 100 per cento della popolazione a rischio per la diagnosi tempestiva

del tumore del colon-retto. Investiti 2,5 milioni di euro per abbattere del 50 per

cento la mortalità nella fase iniziale della malattia. Tutta la popolazione regionale

a rischio, uomini e donne tra i cinquanta e i settant’anni, per un totale di 142

mila persone (24 per cento dei residenti in Basilicata), sarà sottoposta a questo

importante intervento di prevenzione, primo in Italia.

23 settembre 2005

Viene riaperta a Matera la Cripta del peccato originale, nota come la ‘‘Cappella

Sistina’’ del mondo rupestre, dopo un restauro, promosso dalla Fondazione Zetema,

costato 700 mila euro e durato quattro anni, che si è distinto per la scientificità

e l’esemplarità degli interventi. La Cripta del Peccato originale, interamente

scavata nella roccia e nel tufo, risale al periodo Longobardo e in particolare

all’ottavo - nono secolo dopo Cristo. Sulle pareti interne è raffigurato un ciclo

di affreschi inerenti immagini sull’evento della Creazione, sul Cristo Redentore,

Santi e Madonne col Bambino.

| 249 |

n. 125-126 (6).indd 249 3-12-2010 12:38:10


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 250 |

n. 125-126 (6).indd 250 3-12-2010 12:38:15


Foto archivio Consiglio regionale

Speciale _ I 40 anni della Regione

19 gennaio 2006

La Basilicata è la prima regione italiana per l’uso del computer e della rete internet.

Dall’indagine Lifestyle Consodata emerge che il 62 per cento dei lucani naviga

nella rete e il 61 per cento possiede un computer. Un primato raggiunto anche

grazie al progetto “Un computer in ogni casa” che la Regione ha finanziato, per

un totale di circa 60 milioni di euro di investimento, per aumentare il livello di

informatizzazione del territorio, assegnando con due bandi nel 2001 e nel 2004

un contributo per l’acquisto del computer a circa 78 mila famiglie lucane.

13 febbraio 2006

Coca-Cola Hellenic Bottling Company (CCHBC) e The Coca-Cola Company

(TCCC) raggiungono l’accordo per l’acquisizione del 100 per cento del Gruppo

Traficante, produttore italiano che da 110 anni imbottiglia l’acqua minerale della

ricca sorgente del Vulture. “La scelta di Traficante - spiega Dario Rinero, presidente

e amministratore delegato di Coca-Cola Hbc Italia - è legata anche alla

particolarità delle acque della sua sorgente, fortemente caratterizzate dai luoghi

vulcanici da cui sgorgano, che le rende differenti dagli altri marchi nazionali

presenti sul mercato”.

10 maggio 2006

Giorgio Napolitano viene eletto dal Parlamento presidente della Repubblica con

543 voti. Undicesimo presidente della Repubblica italiana, succede a Carlo Azeglio

Ciampi. Nato a Napoli il 29 giugno 1925, si laurea in giurisprudenza nel

dicembre 1947. Eletto alla Camera dei deputati per la prima volta nel 1953, ne fa

parte - tranne che nella IV legislatura - fino al 1996. Ricopre importanti cariche

istituzionali: da Presidente della Camera dei deputati a Ministro dell’interno, a

Presidente della Commissione per gli Affari costituzionali del Parlamento europeo.

8 agosto 2006

A Potenza si festeggia il bicentenario dell’istituzione del capoluogo di regione.

L’8 agosto 1806 Giuseppe Bonaparte individuò Potenza come “capoluogo”

della Basilicata. La città allora contava ottomila abitanti, godeva di una posizione

geografica centrale e vicina a Napoli e vantava una storia millenaria.

Sede vescovile dal quinto secolo, era uno dei centri meridionali più progrediti

e sviluppati. Potenza deve a queste sue peculiarità l’assegnazione del ruolo di

guida della Basilicata che la portò a vivere una stagione di crescita culturale e

amministrativa.

1 dicembre 2006

A Nassiriya viene ammainata la bandiera italiana. La missione italiana in Iraq

“Antica Babilonia” si conclude dopo 3 anni e mezzo. In questo arco di tempo,

a Nassiriya sono morti 32 militari e due civili. L’attentato più spietato fu quello

del 12 novembre 2003 che colpì la Base Maestrale. Persero la vita 19 italiani

tra cui 12 carabinieri, 5 militari dell’Esercito, 2 civili e 9 iracheni. Il governatore

di Nassiriya, Aziz al Ogheli, durante la cerimonia di ammainabandiera, esprime

sentimenti di gratitudine all’Italia per l’importante operato svolto.

| 251 |

n. 125-126 (6).indd 251 3-12-2010 12:38:18


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 252 |

n. 125-126 (6).indd 252 3-12-2010 12:38:20


Elettrodotto (foto di Leonardo Nella)

Speciale _ I 40 anni della Regione

31 gennaio 2007

Entra in funzione l’elettrodotto Matera - Santa Sofia, lungo 218 chilometri, che

attraversa 42 comuni e sei province tra Puglia, Basilicata e Campania. Per costruire

l’opera sono stati necessari vent’anni: la progettazione, cominciata nel

1987, vide l’inizio dei lavori nel ‘93 ma nel ‘95 si bloccarono per l’opposizione di

alcuni comuni che ritenevano il tracciato troppo vicino alle case. La situazione si

sbloccò nel marzo del 2004, dopo giorni di proteste e blocchi stradali da parte

degli abitanti del Vulture Melfese, con un accordo fra Regione e Ministero dello

Sviluppo economico.

10 maggio 2007

Tornano a Savoia di Lucania i resti di Giovanni Passannante, l’anarchico che il 17

novembre 1878 tentò di uccidere il re di Italia, Umberto I. Dopo il ferimento del

Re, Passannante fu condannato a morte, ma poi la condanna fu commutata in

ergastolo subendo così una lunga e dura detenzione, conclusasi nel manicomio

criminale di Montelupo Fiorentino. A Savoia di Lucania - l’originaria Salvia, che

cambiò nome in segno di riparazione verso casa Savoia - viene celebrata una

Messa in suffragio dell’anarchico lucano.

25 giugno 2007

I rappresentanti dei Consigli regionali firmano la “Carta di Matera” al termine

delle due giornate del Convegno conclusivo di “Capire” (Controllo delle assemblee

sulle politiche e gli interventi regionali), un progetto nato nel 2002, che si

propone di dare maggiore efficacia alla funzione di controllo delle Assemblee

regionali mediante l’adozione di nuovi strumenti legislativi ed organizzativi. La

“Carta di Matera” indica appunto un percorso, in dieci punti, per consolidare o

inserire strumenti di valutazione nell’attività degli organi legislativi.

22 dicembre 2007

Il Consiglio regionale approva a maggioranza la legge finanziaria per il 2008, che

prevede anche la riduzione della bolletta del gas per le famiglie lucane. L’utilizzo

di circa 26 milioni di euro provenienti dalle royalties del petrolio consentono di

attivare questa misura, rivolta in particolare a favorire le fasce più deboli della

popolazione lucana.

8 dicembre 2007

Con un decreto del Presidente della Repubblica viene istituito il Parco nazionale

dell’Appennino Lucano - Val d’Agri - Lagonegrese. Nato in seguito ad un lungo

iter legislativo che parte nel 1991, è il Parco Nazionale più giovane d’Italia. Il

suo perimetro si staglia su una vasta parte dell’Appennino Lucano, lungo un

articolato confine che dalle vette del Volturino e del Pierfaone si estende fino

al massiccio del Sirino. La sua posizione geografica ne fa un perfetto corridoio

ambientale tra due grandi riserve naturali, il Parco nazionale del Pollino e il Parco

nazionale del Cilento.

| 253 |

n. 125-126 (6).indd 253 3-12-2010 12:38:21


125-126 | Basilicata Regione Notizie

| 254 |

n. 125-126 (6).indd 254 3-12-2010 12:38:29


Castelmezzano, il “Volo dell’Angelo”

(foto di Lorenzo Palazzo)

Speciale _ I 40 anni della Regione

22 aprile 2008

Il governo concede all’Alitalia un prestito ponte da 300 milioni per evitare la

chiusura della compagnia. La versione iniziale del provvedimento prevedeva risorse

per 100 milioni di euro ma il Governo decide di triplicare l’importo su

richiesta del futuro premier, Silvio Berlusconi. “Berlusconi - spiega il presidente

del Consiglio uscente, Romano Prodi - mi ha chiesto un prestito più sostanzioso

di quello che avevamo previsto per avere più tempo per risolvere la vicenda Alitalia.

Il nostro è stato un atto di responsabilità”.

13 giugno 2008

Nuovo record per i prezzi di benzina e gasolio che hanno raggiunto quota 1,545

euro al litro nei distributori della Shell. La compagnia aumenta di 0,008 euro al

litro entrambi i carburanti, portandosi sui nuovi massimi. Rincari, anche se non

sui record, riguardano anche molti altri marchi. Spinti dalle nuove fiammate dei

prezzi del petrolio che rimangono intorno ai 135 dollari al barile sui mercati

internazionali, i prezzi del gasolio, solo dall’inizio dell’anno, mettono a segno un

rincaro di circa 0,225 euro al litro.

14 giugno 2008

A Potenza viene presentata la stagione 2008 del “Volo dell’Angelo”, tra Castelmezzano

e Pietrapertosa, una delle maggiori attrattive turistiche della Basilicata

avviata nel 2007. Al di sopra delle Dolomiti lucane, nel cuore della regione, un

lungo cavo d’acciaio sospeso tra le vette dei due paesi permette di effettuare e

vivere emozioni uniche. Il visitatore, legato con tutta sicurezza da un’apposita

imbracatura, potrà provare per qualche minuto l’ebbrezza del volo. Una fantastica

avventura, unica in Italia ma anche nel mondo, per la bellezza del paesaggio

e l’altezza massima di sorvolo.

21 giugno 2008

La “Nicoletti”, storica azienda del mobile imbottito che opera a Matera, annuncia

la liquidazione della società per la quale lavorano 480 dipendenti. Il Ministero

per lo Sviluppo Economico e la Regione Basilicata attivano un percorso per la

concessione della cassa integrazione straordinaria, per due anni, per i dipendenti

dell’azienda e le procedure di un “accordo di programma” che consenta l’arrivo

di nuovi imprenditori motivati all’avvio di nuove attività produttive presso lo

stabilimento di borgo La Martella.

12 settembre 2008

A Potenza il presidente della Giunta regionale, Vito De Filippo, e l’amministratore

delegato della Fiat, Sergio Marchionne, firmano la convenzione per la nascita

a Melfi di un centro di eccellenza per la ricerca sui sistemi di produzione. L’investimento

di 18,5 milioni di euro prevede, in particolare, la realizzazione di un

“Campus per l’innovazione del Manifacturing”, le cui attività saranno progettate

e curate dal centro Ricerche della Fiat. Marchionne definisce quello di Melfi “il

secondo miglior stabilimento della Fiat per efficienza dopo quello in Polonia”.

| 255 |

n. 125-126 (6).indd 255 3-12-2010 12:38:32


125-126 | Basilicata Regione Notizie

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in visita in Basilicata (foto archivio Giunta regionale)

| 256 |

n. 125-126 (6).indd 256 3-12-2010 12:38:43


Speciale _ I 40 anni della Regione

9 febbraio 2009

Muore Eluana Englaro. La donna, in stato di coma vegetativo da 17 anni, cessa

di vivere per morte naturale sopraggiunta a seguito dell’interruzione della

nutrizione artificiale. La richiesta della famiglia di interrompere l’alimentazione

forzata, considerata un inutile accanimento terapeutico, viene accolta dalla magistratura

per mancanza di possibilità di recupero della coscienza e, in base alla

volontà della ragazza, ricostruita tramite testimonianze. Il caso Englaro riapre il

dibattito in Italia su una eventuale legge che prenda in considerazione forme di

testamento biologico.

6 aprile 2009

Un terremoto di magnitudo 5,8 Richter colpisce L’Aquila e l’Abruzzo. Danni gravissimi

anche a Onna e a Paganica. I morti sono 298 e oltre 1.500 i feriti. Decine

di migliaia i senzatetto. Per il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso è la

“peggiore tragedia dall’inizio del millennio”. Numerose le persone estratte vive

dalle macerie, anche dopo molte ore dalla scossa principale. Tra gli edifici più

importanti che sono crollati nel capoluogo abruzzese, la Prefettura, la cupola

della chiesa delle Anime Sante, una parte della Casa dello Studente, il Polo d’Ingegneria

dell’Università.

14 luglio 2009

Gianni Pittella viene eletto Vicepresidente vicario del Parlamento europeo. All’europarlamentare

lucano il compito di rappresentare la massima Assise europea

in diversi e importanti ambiti: Bilancio del Parlamento europeo, Conciliazione

legislativa, Assemblea Parlamentare Euro Mediterranea, America latina,

Politica immobiliare del Parlamento europeo, Implementazione dello statuto del

deputato e dell’assistente accreditato. Deputato europeo dal 1999, Pittella è anche

membro delle commissioni “Mercato interno e protezione dei consumatori”

e “Problemi economici e monetari”.

1 ottobre 2009

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, visita la Basilicata. Il Capo

dello Stato incontra rappresentanti delle istituzioni e della società civile. A Rionero

in Vulture, paese natale del padre del meridionalismo, Giustino Fortunato, il

capo dello Stato tiene un discorso sul Mezzogiorno e invita a riscoprire la questione

meridionale come questione nazionale. Ricorda che “il Sud è una grande

risorsa da valorizzare nell’interesse di tutto il Paese, perché senza lo sviluppo del

Mezzogiorno non ci sarà futuro per l’Italia”.

4 ottobre 2009

Ad Assisi, la Basilicata organizza manifestazioni in onore di San Francesco. La

festa del patrono d’Italia, nel settantesimo anniversario della sua proclamazione

da parte del Papa Pio XII, viene celebrata alla presenza di oltre settemila pellegrini

lucani. Al sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, il compito di accendere la

lampada sulla tomba del Santo con l’olio offerto dalla Basilicata, a nome di tutti

i sindaci d’Italia. La Regione Basilicata si impegna a partecipare al restauro del

tetto della Porziuncola che si trova nella Basilica di Santa Maria degli Angeli.

| 257 |

n. 125-126 (6).indd 257 3-12-2010 12:38:50


125-126 | Basilicata Regione Notizie

BASILICATA REGIONE NOTIZIE

Rivista del Consiglio regionale

della Basilicata

Reg. tribunale di Potenza n. 106/1983

Anno XXXV – n. 125/126

COMITATO DI DIREZIONE

Vincenzo Folino, Antonio Autilio,

Romeo Sarra, Franco Mattia, Luigi Scaglione

DIRETTORE RESPONSABILE

Maurizio Vinci

REDAZIONE

Nicoletta Altomonte

Rosaria Nella

Domenico Toriello

PO PUBBLICAZIONI

E INIZIATIVE EDITORIALI

Giuseppe Settembrino

SEGRETERIA DI REDAZIONE

Maria Verrastro

| 258 |

HANNO COLLABORATO

A QUESTO NUMERO

gli scrittori Andrea Di Consoli, Giuseppe

Lupo, Raffaele Nigro e Mario Trufelli e gli

ex consiglieri regionali Gianfranco Blasi,

Emilio Nicola Buccico, Michele Cascino,

Romualdo Coviello, Raffaello de Ruggieri,

Mario Di Nubila, Cosimo Latronico,

Mario Lettieri, Anna Maria Riviello,

Nicola Savino, Giacomo Schettini,

Pietro Simonetti, Antonio Visceglia;

ha collaborato, inoltre, Paolo Tritto,

dell’Ufficio di Segreteria del Consiglio

regionale - sede di Matera

DIREZIONE, REDAZIONE, SEGRETERIA

Ufficio Stampa del Consiglio regionale

Via Vincenzo Verrastro, 6 - 85100 Potenza

Tel. 0971/447079 - Fax 0971/447182

stampa.consiglio@regione.basilicata.it

PROGETTO GRAFICO ED IMPAGINAZIONE

Tutto Quadra di Maria Rosaria Libano

Via Mantova, 98/99 - 85100 Potenza

Tel. e fax 0971/274567

www.tuttoquadra.it

FOTO DI COPERTINA

Tony Vece, manifestazione

per il quarantennale della Regione

Potenza, 14 giugno 2010

STAMPA E ALLESTIMENTO

Rubbettino srl

Viale Rosario Rubbettino, 8

88049 Soveria Mannelli (Cz)

Tel. 0968/66641 - Fax 0968/662035

La rivista è consultabile sul sito internet

del Consiglio regionale

(www.consiglio.basilicata.it)

anche in formato audio

È vietata la riproduzione delle immagini

con qualsiasi mezzo

Chiuso in redazione

nel mese di novembre 2010

n. 125-126 (6).indd 258 3-12-2010 12:38:52

More magazines by this user
Similar magazines