EDITORIALE NEWS EUROPA MEDIASALLES ... - MEDIA-Italia.eu

mediadesk.it

EDITORIALE NEWS EUROPA MEDIASALLES ... - MEDIA-Italia.eu

Società dell’informazione

e media

Newsletter del programma MEDIA N.2 anno 2005

EDITORIALE

L’Agenzia esecutiva Istruzione,

Audiovisivo e Cultura: come e perché

NEWS

La dichiarazione

dei ministri europei

Karlovy Vary: premiato

Alla luce del sole

I film MEDIA: dieci anni di successi

DVD: il rapporto del 2004

EUROPA

i2010: il rilancio dell’economia

digitale

MEDIASALLES

Premio al miglior

produttore europeo

SPECIALE 2004

Il cinema al microscopio

BANDI

I risultati: Distribuzione selettiva,

Trasmissione TV

EDIZIONE ITALIANA A CURA DI

MEDIA DESK ITALIA c/o ANICA

Viale Regina Margherita 286 - 00198 Roma

Tel. (39) 06.44.25.96.70

(39) 06.440.46.33

Fax (39) 06.440.28.65

www.mediadesk.it

Formazione@mediadesk.it

distribuzione@mediadesk.it

mercati@mediadesk.it

Ministero per i Beni e le Attività

Culturali

Direzione Generale per il Cinema

via della Ferratella in Laterano 51

00184 Roma

tel. (39) 06.77.321

www.spettacolo.beniculturali.it


L’Agenzia esecutiva Istruzione,

Audiovisivo e Cultura: come e perché

EDITORIALE

Come noto, il 14 gennaio di quest’anno la Commissione ha adottato la Decisione 2005/56/EC che ha istituito l’Agenzia esecutiva Istruzione, Audiovisivo

e Cultura. Tale Agenzia sarà responsabile della gestione di alcune parti dei Programmi dell’Unione Europea nei settori della istruzione, cultura ed

audiovisivo. Essa diventerà operativa nel corso del 2005 (ma pienamente operativa solo dal 1 gennaio 2006).

Nei settori Istruzione, Audiovisivo e Cultura la Commissione ha una lunga tradizione nell’affidare in outsourcing certe attività agli Uffici di Assistenza

Tecnica (TAO). Dal 2000, sono state adottate misure per trasferire gradualmente i TAO dal settore privato e creare entità giuridiche pubbliche

specializzate nella gestione di programma al loro posto. In particolare, il 19 dicembre 2002 il Consiglio ha adottato il Regolamento (EC) N. 58/2003 che

dà pieni poteri alla Commissione di istituire agenzie esecutive affidando certi compiti nella gestione dei Programmi comunitari. Programmi affidati ad

un ben strutturato e specializzato organismo che possa condurre e gestire nel migliore dei modi i servizi, migliorati, per i beneficiari.

Comparata con l’attuale situazione manageriale, in cui la Commissione è assistita da tre TAO, la nuova agenzia ha una maggiore stabilità a livello di staff

(contratti di più lungo termine). Inoltre, all’interno dell’agenzia sarà possibile creare e sfruttare sinergie tra i programmi.

I compiti di gestione ed il programma amministrativo saranno in grado di concentrarsi all’interno dell’Agenzia, lasciando la Commissione libera di rifocalizzare

le proprio attività sulla propria policy e sui compiti istituzionali.

Un’analisi costi-benefici ha mostrato che utilizzare un’agenzia esecutiva per gestire parte dei programmi dell’Unione Europea nei settori Istruzione,

Audiovisivo e Cultura è la più vantaggiosa delle opzioni disponibili, sia in termini finanziari che non.

L’Agenzia è stata istituita per un periodo di 4 anni: dal 2005 al 2008. Una valutazione intermediaria dell’attività dell’Agenzia, compresa un’analisi costibenefici,

verrà portata avanti nel 2006.

Ciò permetterà un esame della gestione, attraverso l’agenzia, dei nuovi programmi nei settori Istruzione, Audiovisivo e Cultura.

L’Agenzia sarà incaricata della gestione di alcune parti dei seguenti Programmi comunitari: MEDIA-Plus e MEDIA-Formazione, Socrates (Istruzione),

Leonardo da Vinci (Formazione professionale), Youth (Giovani), Culture 2000, Erasmus Mundus, e-learning, ed i programmi di attività comunitari per

promuovere organismi attivi a livello europeo nei settori Giovani, Cultura, Istruzione e Formazione (inclusi Jean Monnet Action e active European

Citizenship, incluso Town Twinning). Essa sarà anche incaricata di progetti nel settore della più alta istruzione finanziati da risorse per la cooperazione

economica con i Paesi in via di sviluppo in Asia (the Erasmus Mundus Asian Windows).

Ma come verranno ripartiti i compiti tra l’Agenzia e la Commissione? Sulla base del quadro di riferimento stabilito dalla Commissione, l’Agenzia sarà

responsabile dell’attuazione dei seguenti compiti: redazione dei bandi per proposte, selezione dei progetti (in alcuni casi la Commissione adotta la

decisione di selezione), firma dei contratti sui progetti, gestione finanziaria/financial management (budget operativo dei programmi e budget

operativo), monitoraggio dei progetti (rapporti intermediari e rapporti finali a consuntivo), comunicazioni ed informazioni ai beneficiari, controlli e

sopralluoghi, programma annuale di lavoro e rapporto di attività. La Commissione, invece, sarà responsabile dei seguenti compiti: gestione di alcuni

elementi dei programmi, programma annuale di lavoro nei settori Istruzione, Audiovisivo e Cultura, definizione delle priorità politiche e budgetarie,

programma di valutazione ed informazione, monitoraggio dell’Agenzia, presiedere i Comitati dei programmi (il ruolo dei Comitati resta invariato) e, in

certi casi, adozione della selezione di progetti e pubblicazione di bandi per proposte. L’Agenzia ha già iniziato i propri lavori preparatori, mentre, come

detto, sarà pienamente operativa dal 1 gennaio 2006. Di conseguenza, i contratti con gli Uffici di Assistenza Tecnica (TAO) andranno avanti sino alla fine

del 2005: la D&S Media Services, per quanto riguarda il Programma MEDIA Plus e MEDIA Formazione. Una volta che l’Agenzia sarà pienamente

operativa, essa avrà la struttura qui appresso schematizzata.:

Per quanto attiene il management dell’Agenzia stessa, il direttore verrà nominato dalla Commissione per un periodo di quattro anni e sarà responsabile

della gestione quotidiana dell’Agenzia così come della sua immagine esterna. Il Comitato Direttivo, di 5 persone, nominato dalla Commissione il 15

febbraio 2005, resta in carica, invece, per un periodo di due anni.

Quanto alle Direzioni Generali di riferimento, esse sono due: la DG Istruzione e Cultura (EAC): responsabile della maggior parte dei Programmi

affidati all’Agenzia e la DG Società dell’Informazione e Media (INFSO): responsabile dei Programmi MEDIA Plus e MEDIA Formazione. I compiti delle

due DG di riferimento sono di monitorare e controllare l’Agenzia. L’Agenzia dovrà periodicamente riferire ad entrambe le due DG di riferimento.

Quattro su cinque membri del Comitato Direttivo appartengono ad una delle DG di riferimento.

Riguardo, poi, all’assetto organizzativo, l’Agenzia avrà una struttura organizzativa uniforme formata da 8

unità operative responsabili della gestione dei programmi e 2 unità orizzontali.Ci sarà uno staff totale di 296

persone, 63 delle quali funzionari pubblici, 12 agenti temporanei selezionati direttamente dall’Agenzia e 221

agenti a contratto.

L’Agenzia è situata a Bruxelles, Rue Colonel Bourg 135-139 (Evere).

(Fonte: Sito Directorate-General for Education and Culture)

News L e t t e r

02


03 N e w s Letter

CANNES

La Giornata dell’Europa

al Festival del Film di Cannes del 17 maggio

Riportiamo integralmente la dichiarazione ufficiale dei Ministri Europei dell’Audiovisivo e di Viviane Reding, Membro della

Commissione responsabile della Società dell'Informazione e dei Media presenti alla giornata.

Riuniti su invito di Viviane Reding, Membro della Commissione responsabile della Società dell'Informazione e dei Media, e di Gilles Jacob, Presidente

del Festival del Film di Cannes, in presenza di leaders dell'industria audiovisiva, sotto il patrocinio di Renaud Donnedieu de Vabres, ministro francese

della Cultura e della Comunicazione, e in presenza di Jean-Louis Schiltz, Presidente in carica del Consiglio “Audiovisivo”, i Ministri in carica dell’

Audiovisivo dell'Unione Europea presenti a Cannes e il Commissario Europeo dichiarano:

1.L'avvento del film on-line offre immense possibilità all'industria cinematografica, sia per l'accesso a nuove audiences che per una maggiore

circolazione di film europei, anche sui mercati internazionali. Inoltre internet e la televisione on-line offrono immense possibilità per i mercati di nicchia.

Essi offrono anche la possibilità, ai creatori di film, di trovare nuovo pubblico. Attualmente, il pubblico spesso non può accedere ad alcuni film, sia per

ragioni geografiche e sia perché i film più artistici o sperimentali hanno difficoltà a trovare un numero sufficiente di schermi.

2.Il film on-line dovrebbe essere visto come un mercato supplementare, che completerà le altre parti della catena di valore. L'esperienza collettiva della

proiezione di un film in sala rimarrà un mezzo privilegiato. L'esperienza dimostra che l'avvento della televisione e del video non ha portato alla

sparizione del film nelle sale cinematografiche. Al contrario i video, e i DVD in particolare, hanno "rafforzato" il gusto del pubblico per i film. Partendo

da qui, il film on-line è un nuovo sbocco che fornirà proventi supplementari all'industria cinematografica.

3.Il film on-line offre ugualmente immense possibilità ai fornitori d'accesso. Un contenuto di alta qualità è un motore per l'industria della banda larga.

Inoltre ,il caricamento (upload) e lo scaricamento (download) illegali occupano quantità enormi di bande passanti, le quali esercitano una forte pressione

sulla rete di internet. Promuovere servizi leciti assicurerà ai fornitori dei servizi su internet proventi complementari ai loro servizi d'accesso. Di

conseguenza, gli accordi tra i detentori dei diritti e i fornitori d'accesso saranno a loro volta vantaggiosi sia per l'industria cinematografica che per i

fornitori d'accesso.

4.I sistemi di gestione dei diritti digitali (DRMs) offrono un livello accettabile di sicurezza per lo sviluppo di servizi leciti. In questo contesto, le chances

offerte dall'utilizzo di DRMs sono viste come essenziali: mentre i DRMs sono fondamentalmente tecnologie per la gestione e il pagamento dei diritti, essi

possono aiutare ad impedire l'utilizzo non autorizzato e permettere la realizzazione di nuovi modelli commerciali. In generale, le nuove tecnologie

permettono una gestione più efficace dei diritti, la quale facilita la lotta contro la pirateria.

5.C'è urgenza di un dialogo di fondo tra l'industria cinematografica e i fornitori di servizi on-line al fine di assicurare che la distribuzione on-line si

effettui in un quadro legale. Esiste, in effetti, il rischio di una perdita disastrosa di entrate se il mercato viene inondato di archivi condivisi di film non

autorizzati, come ciò fu osservato con la musica. A questo riguardo i Ministri ed il Commissario vedono favorevolmente che questo pomeriggio si sia

tenuta la prima"Riunione di alto livello europeo riguardo i film on-line".

6.I Ministri e il Commissario Europeo continuano a sostenere lo scambio di esperienze utili nella lotta contro la pirateria e, a tal riguardo, la "risposta

graduata" alla pirateria di archivi non autorizzati o allo scaricamento (download) di film, che è oggi raccomandata in un certo numero di Stati Membri,

è un passo avanti importante.

7.I Ministri e il Commissario Europeo esprimono il loro sostegno per i programmi educativi sull'importanza dei diritti di proprietà intellettuale per la

disponibilità dei contenuti. Spiegare perché qualcosa è sbagliato è spesso più efficace che dire alla gente di non fare qualcosa. In particolare dovrebbe

essere messo l'accento sul fatto che le reti illecite di scambio di archivi riguardano non solo lo scaricamento (download), ma anche il caricamento

(upload) di opere piratate. Questa nuova divulgazione attiva e illegale di contenuti priva gli autori dei proventi del loro lavoro.

In conclusione ,i Ministri e il Commissario Europeo ritengono necessario:

. Incoraggiare gli accordi tra detentori di diritti e fornitori d'accesso;

. Facilitare lo sviluppo di un'industria cinematografica on-line europea come risposta nel loro ambito di competenza alle sfide poste(liberazione dei diritti,finestre di gestione);

. Condividere le esperienze positive e,se possibile, adottare misure comuni;

.Sensibilizzare maggiormente il pubblico sui vantaggi dell'acquisto lecito in contrapposizione con lo scaricamento (download) illegale;

. Mirare a meccanismi finanziari (nel MEDIA 2007) per il lancio di servizi di distribuzione on-line europei e per la digitalizzazione delle opere;

. Esaminare come i servizi on-line possono contribuire alla promozione della produzione di contenuti audiovisivi originali;

. Stimolare l'accesso al patrimonio cinematografico.


News L e t t e r

04

NEWS

Alla Luce del sole premiato al Festival di Karlovy Vary

Anno 2005 e lo spettatore perduto

L'allarme è stato lanciato durante le Giornate Professionali: il mercato

italiano del cinema soffre; calano gli spettatori insieme agli incassi.

Questo,in sintesi, il quadro della situazione. Un quadro che appare ancora

più nitido dai dati Cinetel: il primo semestre 2005 si è concluso sotto il

segno negativo: - 17.4 per cento degli incassi e –18 per cento di spettatori

in sala. Tra le innumerevoli cause, un ruolo di primo piano insieme

all'irrefrenabile pirateria lo gioca la crisi che non ha risparmiato

nemmeno i mercati più ricchi di Francia, Germania e Spagna, tanto per

rimanere in Europa. E non è che le cose vadano meglio sull'altra sponda

dell'oceano, dove persino attesissimi blockbuster hanno fatto "flop" al

botteghino. Basta guardare il mercato transalpino per rendersi conto della

gravità della crisi. A giugno il numero di spettatori nelle sale francesi è

crollato clamorosamente, facendo registrare un –32.5 per cento, secondo

quanto rilevato dal CNC. Si tratta di un' ulteriore battuta di arresto, ma

sono i numeri a parlare chiaro: 12.68 milioni di Euro è il magro raccolto di

un mese, ma poteva andare anche peggio, se tre giorni di Festa del

Cinema non avessero attirato davanti allo schermo 3.2 milioni di

spettatori. Nel complesso, i dati del primo semestre corrispondono ad

una diminuzione del 13.5 per cento rispetto ai primi sei mesi del 2004.

Tutto questo avviene mentre due pellicole francesi scalano

quell'inespugnabile roccaforte che è il botteghino statunitense. L'unico

elemento positivo è il cinema di casa, quello prodotto in Francia, che

mantiene elevata la sua quota di mercato, intorno al 43.5 per cento contro

il 39.4 dello stesso periodo del 2004. Unico mercato con il segno più in

Europa è il Regno Unito,ma è un caso isolato.

MEDIA: aumentano

le domande dei “nuovi” Stati

"L'industria del cinema in Europa centrale ha conosciuto importanti

cambiamenti questi ultimi anni e il numero di presenze è raddoppiato dal

1996". Il programma MEDIA contribuisce a questa evoluzione positiva

offrendo a questi paesi dei contributi mirati" ha dichiarato Viviane Reding,

Commissario Europeo per la società dell'informazione e dei media.

La produzione cinematografica nei nuovi stati membri è sensibilmente

cresciuta nel 2004. Per quest' anno i dati sulla Repubblica Ceca segnalano

21 film prodotti, sette in più rispetto al 2003. In Ungheria e Polonia, la

produzione è invece stabile.

Per quanto riguarda, invece, il mercato delle sale i numeri parlano di 1 005

milioni di biglietti staccati nei 25 paesi dell'Ue nel 2004, una crescita di 55

milioni rispetto al 2003 (950 milioni quest'anno). Si tratta di un aumento

del 6% di spettatori nell'Ue. Ma la crescita più elevata si è verificata in

E’ il Don Puglisi di Luca Zingaretti il vincitore italiano del Festival di

Karlovy Vary 2005.

Il premio come migliore attore, “per il suo ritratto senza sentimentalismi di Don

Puglisi” sottolinea il comunicato della Giuria, è andato a Luca Zingaretti in ex aequo

con Uri Gavriel. L’importante riconoscimento segue il premio come miglior film

andato nelle recenti edizioni del Festival a Certi Bambini e La finestra di fronte. La

conferma dell’interesse per il cinema italiano è particolarmente significativa perché

Karlovy Vary , insieme al Festival di Mosca, è il valico d’entrata per i mercati dell’Est

Europa. Particolarmente importante la presenza istituzionale e imprenditoriale

italiana, organizzata dall’ANICA.

Manuale d’amore:tra i pochi successi italiani della stagione ha

incassato più di 14 milioni di Euro

Polonia, con percentuali superiori al 40 per cento sull'anno precedente. Il

dato complessivo sulle presenze in sala nei 10 nuovi paesi Ue

indica,infine, un aumento del 16%.

Europa Cinemas

Si riunirà il 7 Settembre il prossimo il Comitato di Esperti di Europa

Cinemas, che esaminerà le candidature. I moduli per partecipare sono

disponibili sul sito internet www.europa-cinemas.org anche in lingua

italiana, e devono essere inviati entro il 2 Settembre comprensivi di una

scheda di presentazione della sala insieme agli ultimi sei mesi di

programmazione e ad altre specifiche tecniche.

Info Europa Cinema 54, rue Beaubourg - 75003 Paris Tel : +33 1 42 71 12 43

Fax : +33 1 42 71 47 55


La Commissione lancia i2010:

5 anni per rilanciare l'economia digitale

“Per molti anni gli esperti ci hanno parlato di

convergenza digitale tra le reti di

telecomunicazioni, i contenuti e gli strumenti

tecnologici. Oggi , questa convergenza è in

costante evoluzione: telefonia via internet,

musica on-line, filmati sui telefoni cellulari,

web TV sono già realtà.” A parlare è Viviane

Reding, Commissario Europeo per la Società

dell’Informazione e Media, l’occasione è la

presentazione dell’iniziativa “i 2010:European

Information Society 2010”, un piano strategico

per il rilancio e lo sviluppo dell’economia

digitale.

“ Per far crescere gli investimenti in questo

settore “- ha spiegato la Reding-“dobbiamo

dare all’economia digitale europea un assetto

normativo lungimirante e coerente. Inoltre

bisogna orientare le nostre risorse destinate

alla ricerca sulle tecnologie della

comunicazioni, come la nanoelettronica”.

Al centro dell’iniziativa i2010 ci sono le tre

politiche prioritarie che la Commissione ha

individuato: in primis creare un mercato unico

europeo della “information society”, aperto e

competitivo. Poi, per sostenere la politica di

convergenza è necessaria un’ efficiente

gestione del sistema delle frequenze,un’

ammodernamento delle regole sui media

audiovisivi e un aggiornamento del quadro

normativo sulle comunicazioni elettroniche.

Infine, per porre ordine al dilagante e dannoso

fenomeno della pirateria, serve un approccio

specifico in termini di gestione dei diritti

digitali.

Altro cardine dell’iniziativa europea è far

crescere dell’80 per cento gli investimenti sulla

ricerca nel campo dell’ICT. L’Europa, infatti,

spende solo 80 euro pro capite per la ricerca,

contro i 350 del Giappone e i 400 degli Usa.

L’obiettivo è di coinvolgere un numero sempre

crescente di medie e piccole imprese nei

progetti europei di ricerca.

Perciò -si legge nel rapporto della

Commissione- occorre promuovere una

società dell’informazione europea attraverso

un piano di azione sull’E-government per i

servizi al cittadino,altri piani per rendere

accessibile a tutti la cultura europea in forma

multimediale, e ridurre in questo modo il

“digital divide” tra le varie fasce della

popolazione.

Del resto le tecnologie dell’informazione e

della comunicazione sono poderosi motori di

crescita produttiva ed occupazionale. I2010 è

dunque, un ulteriore passo verso

l’integrazione tra la società dell’informazione

e le politiche audiovisive europee. Perché tiene

conto dei nuovi modelli di bussiness, della

nuove reti di telecomunicazioni, delle

rinnovate figure professionali e della crescita

05 N e w s Letter

EUROPA

del mercato dei contenuti. Quest’ultimo,

secondo le stime della UE, sarà di tre volte

superiore alle percentuali attuali entro il 2008,

mentre i consumatori saranno decuplicati. Il

problema allo stato attuale sono le

infrastrutture. Servono connessioni a banda

larga sempre più veloci per portare nelle case

dei cittadini contenuti sempre interessanti,

appetibili e fruibili attraverso una buona

definizione video. Ma al contempo il mercato

dovrà sviluppare questi contenuti per creare

un modello economico legale che incoraggi gli

investitori. Altro punto è l’ interoperabilità

delle diverse piattaforme per far sì che gli

strumenti dialoghino tra loro, scongiurando

così il pericolo di una tecnologia fine a se

stessa. Completa il discorso la sicurezza, per

cui le reti internet dovranno essere bonificate

dai rischi dei “bug” tecnologici che tengono

lontani investitori e consumatori. La

convergenza digitale condurrà

inevitabilmente anche ad una semplificazione

delle norme che regolano il sistema, dalle

politiche audiovisive al commercio on-line,

alla proprietà intellettuale, passando per la

televisione digitale. Entro la fine del 2005 è

attesa una revisione della direttiva

“ Televisione senza frontiere”.


News L e t t e r

06

NEWS

Dieci anni di Palma d'Oro, dieci anni di MEDIA

2005 L’ENFANT di Jean-Pierre e Luc DARDENNE

2004 FAHRENHEIT 9/11 di Michael MOORE

2003 ELEPHANT di Gus VAN SANT

2002 IL PIANISTA di Roman POLANSKI

2001 LA STANZA DEL FIGLIO di Nanni MORETTI

2000 DANCER IN THE DARK di Lars VON TRIER

1999 ROSETTA di Jean-Pierre e Luc DARDENNE

1998 L’eternità è un giorno di Theo ANGELOPOULOS

1997 UNAGI di IMAMURA Shohei

e

TA'M E GUILASS di Abbas KIAROSTAMI

1996 SEGRETI E BUGIE di Mike LEIGH

1995 UNDERGROUND di Emir KUSTURICA

Se esiste una quinta colonna del cinema europeo, questa non può che

essere il programma MEDIA. Grazie ai finanziamenti,alla sua politica di

assistenza mirata, molti, moltissimi giovani talenti hanno potuto

realizzare film,vederli distribuiti e pubblicizzati in altri Paesi dove

probabilmente non sarebbero mai arrivati, hanno sfruttato la formazione

di scuole e centri specializzati, mentre festival e manifestazioni

continuano attraverso tali fondi a promuovere e sostenere la

cinematografia in tutto il mondo. Non solo giovani però. La regola dice

che i finanziamenti di norma si trasformano in importanti

riconoscimenti: un ulteriore conferma dei criteri scientifici e lungimiranti

che regolano i meccanismi di assegnazione dei fondi. Prendiamo il

Festival di Cannes come esempio: nell’ultima edizione hanno trionfato i

fratelli Dardenne con “l’Enfant”, che era nella rosa di pellicole sostenute

economicamente da Bruxelles insieme a “Cache’” di Haneke ( miglior

regia). Ancora una volta, dunque, i premi più prestigiosi sono stati

assegnati dalla giuria a film europei. Basta scorrere nell’album dei ricordi

della Croisette per rendersi conto delle forza e dei successi del

programma comunitario. Negli ultimi dieci anni dal 1995 ad oggi, i film

che hanno beneficiato delle diverse forme di appoggio finanziario hanno

ottenuto la bellezza di otto Palme d’oro. I Dardenne hanno addirittura

centrato il Bis, dopo “Rosetta” che nel 1999 si era guadagnato il massimo

alloro. Non è un caso, e nemmeno può esserlo. L’ultimo grande successo

del cinema italiano risale al 2001 quando Nanni Moretti vinse la Palma

con il fortissimo “La Stanza del Figlio”. Anche la sua opera entrò negli

archivi di Buxelles, alla voce “approvati”, e la fortuna non c’entra nulla.

Ma per ripercorrere tutto il cammino a ritroso bisogna tornare al 1995 e

a quel capolavoro di “Underground” firmato Emir Kusturica, che

nell’ultima edizione, a Cannes, presiedeva la giuria. L’anno dopo la

Palma D’oro fu assegnata a “ Secret and Lies” di Mike Leigh, un altro

film “MEDIA” per un’ impresa che lo stesso Leigh ripeterà con il Leone

d’oro a Venezia con “Il Segreto di Vera Drake”. Saltiamo un anno, il 1997,

quello della Palma in “comproprietà” tra Kiarostami e Imamura Shohei,

per arrivare al 1998, quando Theo Angelopoulos sale sul gradino più alto

del podio (si fa per dire) grazie “L’eternità e un giorno”. Stessa sorte

toccherà ai fratelli del Belgio, a Moretti (2001), ma soprattutto all’onirico

“Dancer in The Dark” di Lars Von Trier, vincitore della prima edizione

del nuovo millennio. A Bruxelles ringraziano, sia pur molto composti,

mentre la critica acclama il “nuovo cinema Europeo”. L’ascesa infatti

dura fino al 2002 quando a Cannes è “Il Pianista” di Roman Polanski a

sbancare la giuria, e imporsi come miglior film straniero nella notte degli

Oscar. Il resto parla di due successi americani, “Elephant” di Gus Van

Sant e dell’esplosivo “Farenheit 9/11” di Micheal Moore, ma questa è

un’altra storia…

Tra gli altri film “MEDIA” premiati nell’ultima edizione del festival di

Cannes, ci sono il riconoscimento per la miglior regia a “Caché” di

Micheal Haneke, quello per le migliori interpretazioni a Hanna Laslo

per “Freezone” di Amos Gitai ed a Tommy Lee Jones per “The Three

Burials of Melquiades Estrada”, un film votato dalla giuria pure per la

miglior sceneggiatura.


DVD 2004: in Italia l'anno dei record

Anche nel corso del 2004 il DVD in Italia si

conferma il motore dei consumi

cinematografici. L'anno si è chiuso sfiorando la

cifra di 1 miliardo di Euro, soglia che sarà

sorpassata nel 2005. Entrando nel dettaglio delle

performance, complessivamente il mercato ha

prodotto un giro d'affari di 945,20 milioni di

Euro. La vendita di DVD, escludendo il canale

edicola, raggiunge un fatturato di oltre 400

milioni di Euro con un incremento superiore al

30% sull'anno precedente e raddoppiando in

solo tre anni il suo valore. La vendita nel canale

edicola matura 130 milioni di Euro, con una

crescita che sfiora il 90% sul 2003 e supera il

300% negli ultimi tre anni. I noleggi di DVD

generano un valore per oltre 260 milioni di

Euro, crescendo più del 50% rispetto al 2003, e

di circa l'80% medio annuo negli ultimi tre anni.

I consumi di VHS durante il 2004 vedono invece

una spesa di quasi 70 milioni di Euro derivanti

dalla sola vendita, canale edicola escluso, con

una flessione del 40% sull'anno precedente e di

poco meno negli ultimi tre anni (-37%). Nel

canale edicola, il formato analogico realizza

quasi 30 milioni di Euro, con una flessione che

sfiora il 60% sul 2003 e supera il 50% negli ultimi

tre anni. I noleggi del VHS sono a quota 50

milioni di Euro, con una flessione pari al 50%

circa sul 2003 e superiore al 40% rispetto al 2002.

"Siamo molto soddisfatti dei risultati brillanti

che abbiamo conseguito durante lo scorso

anno", dichiara il presidente dell'Univideo

Davide Rossi. "Dal 2001 in poi, siamo stati

proiettati in un contesto dove l'economia

europea è apparsa sempre più statica, in cui dati

reali, paure e sfiducia generalizzata rischiano

oggi di influenzarsi reciprocamente a discapito

della competitività dei comparti produttivi e

distributivi nazionali. Sul fronte specificamente

italiano, poi – afferma ancora il Presidente Rossi

- lo scenario appare certamente complesso:

televisione a pagamento via satellite, digitale

terrestre e telecomunicazioni si muovono, chi

più chi meno, con sempre maggiore

determinazione commerciale nell'offrire

contenuti multimediali al pubblico. In acque

così agitate, tuttavia, l'Editoria Audiovisiva

Italiana ha saputo navigare con impegno e

responsabilità, tenendo la barra a dritta e

utilizzando al meglio tutte le risorse creative e

tecnologiche, registrando negli ultimi tre anni

una crescita media annua del 14% e un

incremento del mercato in valore di oltre il 50%

dal 2000 ad oggi". Si evidenzia un allargamento

del numero dei consumatori di DVD, grazie

all'accresciuta penetrazione dei lettori ottici

nelle case italiane, che alla fine del 2004

raggiunge quota 36%, con 4,3 milioni di unità

vendute e 8,4 milioni di unità

complessivamente installate dal 1999, anno di

introduzione della tecnologia sul mercato

italiano (i rilevamenti includono anche i sistemi

Home Theatre e i DVD Recorder, ma non le

console di gioco e i Personal Computer). I dati

Gfk mostrano prezzi medi dei DVD Player in

ribasso del 25% durante il 2004, con chiusura

ben al di sotto della soglia dei 90 Euro a fine

dicembre, mentre i Recorder digitali scendono

da 600 a 400 Euro. Sotto il profilo della spesa

delle famiglie italiane, mediamente dal 2001,

ovvero dall'anno in cui il DVD ha mostrato una

presenza significativa in tutti i canali di vendita,

si nota una crescita media del 20% nel noleggio

e del 15% nella vendita. Guardando al solo 2004,

le dinamiche di acquisto appaiono invece

influenzate da due fattori di segno opposto: da

un lato, un apprezzamento della spesa nella

vendita (canale edicola incluso), generato dagli

effetti della sostituzione del consumo di VHS

con quello dei DVD, il cui prezzo medio si

attesta grosso modo su di un rapporto di 1 a 2

rispetto al formato analogico (rapporto che si

affievolisce nel noleggio, ma sempre con un

premium price per il supporto ottico). Dall'altro

lato, una diminuzione complessiva dei prezzi di

vendita dei supporti: dal 1999 al 2004, infatti, il

prezzo medio del VHS cala al ritmo annuo

medio del 10% in tutti i canali, mentre il prezzo

medio del DVD cala dell'8% nei canali esclusa

l'edicola, ambito dove invece registra una

riduzione del 7%, considerando il periodo più

breve di presenza nel canale (2001-2004) Dal

punto di vista dei singoli canali distributivi, nel

2004 le videoteche mantengono un ruolo

determinante nel noleggio, ma il peso delle

catene specializzate, Blockbuster su tutte,

07 N e w s Letter

NEWS

continua ad aumentare. Per quanto riguarda la

vendita, escludendo l'edicola troviamo la

conferma della leadership della Grande

Distribuzione, che pure concede terreno

all'Elettronica di Consumo che rappresenta il

21% del fatturato vendita DVD. Internet rimane

al 3% mentre le videoteche servite in diretta al

20%. Per quanto riguarda il canale edicola,

cresce vertiginosamente il DVD con vendite che

raddoppiano tra il 2003 e il 2004, superando i 12

milioni di unità, con forte incidenza sul

fatturato delle operazioni di brand extention

operate da alcune testate giornalistiche con

l'offerta al pubblico di titoli cinematografici di

catalogo ad un prezzo medio di 10,50 Euro. Le

previsioni per il 2005 indicano anzitutto il

superamento del Miliardo di Euro speso dagli

italiani nel settore, con una crescita di circa l'11%

sul 2004. Il business risente positivamente

dell'ulteriore allargamento del parco installato

di lettori DVD, con una penetrazione nelle

famiglie italiane che dovrebbe raggiungere già

la soglia del 50% dalla metà dell'anno, per

attestarsi al 55%-60% con il Natale.

Relativamente ai volumi di vendita di prodotti

digitali hardware, si registra una media di 390

mila pezzi venduti il mese nella prima parte

dell'anno in corso (nel 2004 la media era di 330

mila), con una domanda che si compone di 3-4

milioni di nuovi utilizzatori, che vivacizzano

tutte le aree di affari: dal noleggio, dove il DVD

rappresenterà oltre 90 milioni dei 100 milioni di

transazioni previste, alla vendita nei canali

tradizionali e nella GD, che dovrebbe crescere in

volume del 20%, infine all'edicola,

particolarmente appetibile per quei

consumatori che avendo acquistato un DVD

Player a basso costo, optano per un canale meno

oneroso in vista della creazione di una propria

videoteca digitale. Sempre il 2005 è l'anno in cui

l'Editoria Audiovisiva si trova ad affrontare due

nuove sfide: l'Alta Definizione e la portabilità. I

DVD ad Alta Definizione eleveranno

ulteriormente la qualità di visione e ascolto,

offrendo un'esperienza ancora più vicina a

quella cinematografica, mentre il nuovo

standard Universal Media Disc (UMD), creato

per la console PlayStation Portable (PSP) di

Sony Computer Entertainment - in arrivo sul

mercato italiano subito dopo l'estate -, apre

nuove frontiere dalle potenzialità straordinarie

grazie alla sua capacità di ospitare anche film

oltre a musica, immagini e videogame. Entro la

fine dell'anno è infatti previsto il

raggiungimento di un fatturato di circa 1

milione di Euro derivante dalla vendita di film

in formato UMD, nell'ambito di un'offerta che

coinvolge i maggiori Editori Audiovisivi

Italiani.


MEDIASALLES

A Elda Ferri il Premio di MEDIA Salles

“European Producer of the Year”

Bruno Ganz in "La Caduta. Gli ultimi giorni di hitler"

Il Premio a Elda Ferri, produttrice di alcuni tra i film di maggiore rilievo nel panorama

cinematografico italiano, è stato al centro di Italian Cinema Worldwide, la nuova iniziativa di

MEDIA Salles nata proprio sul modello di Focus on Europe, per mettere l’accento su un

particolare aspetto della ricchezza cinematografica europea, il cinema italiano. Realizzato grazie

al sostegno del Governo Italiano, questo progetto porterà in primo piano la più recente

produzione italiana anche in mercati finora riservati quasi esclusivamente ai film statunitensi,

attraverso i principali incontri internazionali degli esercenti cinematografici, quali Kino Expo in

Russia e CineAsia in Cina.

Elda Ferri, produttrice di film del calibro di La Vita è Bella di Roberto Benigni, Le Chiavi di

Casa di Gianni Amelio, Jona che Visse nella Balena e Sostiene Pereira di Roberto Faenza, ha

ricordato come il successo dei suoi film sia tutt’uno con “la forte intesa, il sodalizio umano e

culturale nato con artisti cui il cinema italiano, e non solo, deve molto: Nicoletta Braschi, Roberto

Faenza e Roberto Benigni”.

Molto applauditi i trailers dei successi passati offerti

ai professionisti di tutta Europa presenti in sala, e

un’anticipazione dell’ultimo film di Benigni, La Tigre

e La Neve, che sarà nelle sale italiane il 14 ottobre

prossimo.

A questo proposito, Elisabetta Brunella, Segretario Generale di MEDIA Salles, ha commentato: “da più

parti, tra gli esercenti di tutti i Paesi, emerge la richiesta di una maggior varietà di film, che possano

portare in sala anche quegli spettatori che non si riconoscono pienamente nella proposta di Hollywood.

Mentre anche negli Stati Uniti recenti indagini mostrano che una parte significativa del pubblico ritiene

ci sia un calo di qualità dei film made in USA, si aprono interessanti prospettive per il cinema italiano

ed europeo”.

"Le chiavdi casa: un film prodotto da Elda Ferri

Il Focus on Europe di MEDIA Salles si è concluso con un altro evento di grande rilievo: il Premio

“International Star Award” a Bruno Ganz durante la “Final Luncheon and Awards Ceremony”. Di origini italo-svizzere, con una significativa

carriera teatrale e molti successi cinematografici, tra cui l’interpretazione in Pane e Tulipani di Silvio Soldini, Ganz ha di recente prestato il suo volto

ad Adolf Hitler ne La Caduta (Downfall). Film che ha riaperto ferite e acceso dibattiti, è stata una delle poche pellicole tedesche degli ultimi anni a

varcare significativamente le frontiere, uscendo in ben 31 paesi e totalizzando, nel 2004, più di 5 milioni di spettatori di spettatori sui territori

dell’Unione Europea e ricevendo una Academy Award nomination come Miglior Film in Lingua Straniera.

Queste le parole con cui Mette Schramm, Presidente dell’associazione degli esercenti danesi e membro del Comitato Esecutivo di MEDIA Salles,

ha consegnato il Premio a Bruno Ganz: “con questo Premio, MEDIA Salles e Cinema Expo desiderano ringraziarla e riconoscere davanti agli

esercenti di tutta Europa la sua grande interpretazione nel film La Caduta, che nel mio paese, la Danimarca, come in molti altri paesi europei, ha

avuto un inaspettato, grandissimo successo: la pellicola è stata, infatti, in vetta alle classifiche degli incassi per ben 16 settimane, ed è ancora al

settimo posto. Congratulazioni!”.

Joyeux Noël (Merry Christmas) Film Europeo dell'Anno

È stato proiettato sul grande schermo, alla presenza di esercenti di ogni parte d'Europa, Merry Christmas, di Christian Carion, scelto da MEDIA Salles

come Film Europeo dell'Anno, per il tema trattato e per il grande potenziale di distribuzione. L'uscita di questo lungometraggio, infatti, coprodotto da

Francia, Germania, Regno Unito e Romania e presentato fuori competizione a Cannes, è già prevista nelle sale di ben 16 paesi europei. Tra questi, sarà a

ottobre in Francia, a novembre in Germania e Grecia, in dicembre nei Paesi Bassi, in Spagna e Belgio. Di grande intensità e poesia, ma capace anche di

far sorridere, Merry Christmas è ispirato a una storia vera, ambientata nella notte di Natale del 1914 e, come ha detto, presentandolo, Mike Vickers,

Tesoriere di MEDIA Salles "è il racconto di come, nel buio di una guerra che avanza, il nemico possa perdere i suoi contorni minacciosi per diventare un

altro essere umano, cui augurare Buon Natale".

La proiezione del film è stata introdotta da alcuni trailers scelti tra i film europei che, a giudizio di MEDIA Salles, uniscono a un buon potenziale di

distribuzione internazionale un alto livello qualitativo: Simon, commedia brillante del regista olandese Eddy Terstall, che ha avuto un buon successo alla

sua uscita nei Paesi Bassi; Frozen Land, di Aku Louhimies , che ha ottenuto in Finlandia, suo paese d'origine, più di 170.000 presenze; One Day in Europe,

di Hannes Stöhr, coproduzione ispano-tedesca già approdata sugli schermi ungheresi e tra pochi mesi prevista anche in diversi altri mercati europei, tra

cui Polonia, Grecia e Portogallo; Crossing The Bridge, documentario sul mondo musicale di Istanbul, del regista turco-tedesco Fatih Akin, vincitore

dell'Orso d'Oro a Berlino nel 2004 con La Sposa Turca; Sophie Scholl: The Last Days di Marc Rothemund, Orso d'Oro a Berlino 2005 come migliore attrice

per Julia Jentsch e come miglior regia, dedicato agli ultimi giorni di vita di Sophie, la giovane studentessa di Monaco che, insieme al fratello e ad altri

ragazzi di poco più grandi di lei, fondò il gruppo di resistenza al nazismo "Rosa Bianca" e pagò con la vita la fedeltà ai propri ideali. Già uscito in Austria,

Svizzera e Lussemburgo, in programmazione verso la fine dell'anno in Belgio e Spagna. Particolare attenzione, poi, per i trailers di Don't Come Knocking,

ultimo lavoro del maestro Wim Wenders, che in agosto sarà nelle sale di Germania e Paesi Bassi, in ottobre in Francia e Belgio, ed è già stato acquistato

anche in Italia, Islanda, Cipro, Svezia e Turchia, e Kirikou and The Wild Beasts, di Michel Ocelot e Bénédicte Galup, film che, a distanza di 6 anni dal

fortunato Kirikou et La Sorciére. si preannuncia come il grande successo per il cinema d'animazione della stagione 2005-2006. Anch'esso presentato a

Cannes, uscirà in Francia e Italia a dicembre ed è previsto poi sugli schermi di altri tredici paesi europei, tra cui Paesi Bassi, Svezia, Russia e Germania.

News L e t t e r

08


STATI UNITI

Nel 2004 gli Stati Uniti hanno fatto registrare un incremento nel numero

di film prodotti, che sono passati dai 459 del 2003 ai 475 dello scorso anno.

Un aumento leggero, in linea con l’andamento del mercato mondiale,

Recettes brutes Etats-Unis et Canada, en USD. | Gross box office United States and Canada, in USD.

Titre original Pays d’origine Distributeur Recettes brutes

Original title Country of origin Distributor Gross box office

1 Shrek 2 US Dreamworks 436 722 000

2 Spider-Man 2 US Sony 373 378 000

3 The Passion of Christ US Newmarket - Equinox/Icon 370 275 000

4 The Incredibles (1) US Buena Vista/Pixar 251 657 000

5 Harry Potter and the Prisoner of Azkaban US/GB Warner Bros. 249 367 000

6 The Day After Tomorrow US Fox 186 741 000

7 The Bourne Supremacy US/DE Universal 176 088 000

8 Meet the Fockers (1) US Universal/Dreamworks 162 461 000

9 Shark Tale (1) US Dreamworks 160 762 000

10 The Polar Express (1) US Warner Bros. 155 112 000

11 National Treasure (1) US Buena Vista 154 522 000

12 I, Robot US Fox 144 801 000

13 Troy US/GB/MT Warner Bros. 133 259 000

14 50 First Dates US Sony 120 777 000

15 Van Helsing US/CZ Universal 120 073 000

16 Fahrenheit 9/11 US Lions Gate/IFC/Alliance 119 115 000

17 DodgeBall: A True Underdog Story US/DE Fox 114 327 000

18 The Village US Buena Vista 114 198 000

19 The Grudge US/DE/JP Sony/Columbia 110 176 000

20 Ocean's Twelve (1) US/AU Warner Bros./Village Roadshow 107 006 000

(1) Toujours en distribution en 2005. | Still on release in 2005. Source: Variety

determinato soprattutto dalla crescente vitalità delle case di produzione

indipendenti che hanno distribuito il 58% dei films.

La crescente offerta ha contribuito ad aumentare il numero di biglietti

venduti: 9,6 miliardi contro gli 8,6 miliardi del 2003. Un incremento

imputabile esclusivamente al mercato internazionale, cresciuto del 13%,

mentre negli Stati Uniti il totale dei ticket venduti è sceso da 1,57 a 1,53

miliardi. Colpa di alcuni blockbuster che hanno sbancato i botteghini di

mezzo mondo, ma non hanno entusiasmato il pubblico americano: da

L’Ultimo Samurai al seguito di Bridget Jones, da Troy a King Arthur.

Nonostante il calo nel numero di biglietti, gli incassi al box office hanno

fatto registrare anche negli Stati Uniti una lieve crescita (+0,5%), causata

dall’aumento del prezzo medio del ticket, passato da 6,03 a 6,21 dollari.

In lieve diminuzione il costo medio di un film prodotto dalle major di

Hollywood, che attualmente si aggira intorno ai 98 milioni di dollari.

Rispetto al 2003, infatti, sono rimasti stabili i costi di produzione, mentre

sono leggermente diminuite le spese per la distribuzione.

Pressoché inalterato, invece, il numero degli schermi che, dopo il boom

degli anni novanta, si attesta ormai stabilmente intorno alle 36 mila unità.

Anche quest’anno l’aumento delle sale indoor è stato compensato, in

parte, dalla chiusura dei drive-in, modalità di fruizione cinematografica

che sembra destinata ad un costante calo.

EUROPA

I 25 Stati membri dell’Unione Europea nel 2004 hanno prodotto 764 films,

14 in più rispetto al 2003. Un incremento del 2% attribuibile alla

Germania, ma soprattutto alla Spagna che ha aumentato nettamente la

produzione interna passando dai 68 films del 2003 ai 92 dell’anno scorso.

Complessa la situazione della Francia che ha fatto registrare un saldo

positivo in termini di film prodotti (+25), ma ha accusato una forte

diminuzione nelle co-produzioni internazionali (-41). In calo, invece, la

Gran Bretagna (-12), mentre si mantiene stabile l’Italia che ha compensato

un leggero calo nella produzione, passata dai 98 film del 2003 ai 96 del

2004, con un lieve aumento delle co-produzioni (da 12 a 15).

Sul fronte degli incassi per i paesi dell’Unione Europea il 2004 è stato un

anno da ricordare, infatti, per la seconda volta dal 1995 è stato superato il

tetto del miliardo di biglietti venduti, con un significativo incremento del

6% rispetto alla stagione precedente. A dare un contributo decisivo sono

stati paesi come la Francia con i suoi 195 milioni di tickets (+12,3%) e

l’Italia passata dai 105 ai 115 milioni di biglietti (+9,5). Impressionante la

SPECIALE 2004

Il 2004 al cinema: Europa,Usa e Asia al microscopio

Top 20 del box-office Usa nel 2004

crescita della Polonia (+40%), mentre è in netto calo l’Olanda (-7,3%).

Tra i film premiati al box office saldamente in vetta Shrek 2 (43.107.277

spettatori), seguito a breve distanza dall’ultimo episodio di Harry Potter

(40.232.461). Nettamente staccato sul terzo gradino del podio si posiziona

Troy (26.938.980).

Per quanto riguarda il numero degli schermi da segnalare la costante

crescita dei multiplex, in aumento in tutta Europa. In Italia la percentuale

di sale con almeno 8 schermi è salita dal 12% del 2001 al 18,7% del 2003.

Un incremento non sufficiente a compensare il divario con i quattro paesi

europei che ci precedono per numero di biglietti venduti. I multiplex,

infatti, rappresentano il 29,3% dell’offerta cinematografica in Francia, il

60% in Gran Bretagna, il 26% in Germania e il 50,5% in Spagna.

ASIA

09 N e w s Letter

Nell’ultimo anno il mercato asiatico ha fatto registrare una considerevole

crescita, grazie soprattutto agli ottimi risultati della Cina, del Giappone e

della Corea del Sud.

La Cina dopo il crollo al box office del 2001, quando incassò soltanto 77,3

milioni di dollari, sta velocemente tornando ai livelli degli anni Novanta.

L’anno scorso l’incremento al botteghino è stato del 50%, si è passati,

infatti, dai 120 milioni del 2003 ai 180 milioni del 2004. Sulla forte crescita

ha inciso molto la creazione di nuovi e moderni multiplex che hanno

riportato gli spettatori nelle sale cinematografiche.

Notevole anche lo sviluppo della Corea del Sud che ha raggiunto i 132

milioni di biglietti venduti con un incremento del 10,5% rispetto al 2003.

Un saldo positivo da attribuire in gran parte allo straordinario successo di

due pellicole locali, Tae Guk Gi e Silmido, che con oltre 11 milioni di

spettatori hanno quasi raddoppiato gli incassi dell’ultimo capitolo del

Signore degli Anelli, classificatosi sul gradino più basso del podio. Crolla,

invece, il numero di film importati (dai 404 del 2000 ai 201 del 2004),

mentre aumenta considerevolmente il numero di film esportati, ben 192

Film prodotti in Europa nel 2004

Union européenne | European Union

Nombre de films de long métrage produits dans

l'Union européenne (EUR 15) | 1999-2004

Number of feature films produced in the European Union

(EUR 15) | 1999-2004

En unités. | In units.

Pays

Country

Autriche

Austria

Belgique

Belgium

Allemagne

Germany

Danemark

Denmark

Espagne

Spain

Finlande

Finland

France

France

Royaume-

Uni

United

Kingdom

Grèce

Greece

Irlande

Ireland

Italie

AT

BE

DE

DK

ES

FI

FR

GB

GR

IE

Total

Total 100% nat. + maj.

100 % nat. (1)

Coproductions

100 % nat. (1)

Copr. maj.

100 % nat.

Copr. maj.

Total

100 % nat.

Copr. maj.

100 % nat.

Copr. maj.

Production US

100 % nat.

Copr. maj.

Total

100 % nat.

Total

Total 100% nat. + maj.

100 % national (1)

Co-productions

100 % national (1)

maj. co-prod.

100 % national

maj. co-prod.

Total

100% national

maj. co-prod.

100 % national

maj. co-prod.

US production

100 % national

maj. co-prod.

Total

100 % national

1999 2000 2001 2002 2003 2004

23 17 12 26 20 24

17 22 12 14 17 18

44 47 57 39 54 60

30 28 26 45 26 27

8 10 7 11 12 14

8 7 12 8 12 5

44 64 67 80 68 92

16 13 19 22 16 17

13 10 12 11 13 18

115 111 126 106 105 130

35 34 46 57 78 37

71 51 52 41 40 28

9 13 12 19 18 19

6 11 3 6 5 10

13 14 15 15 21 15

3 2 3 3 3 3

12 10 8 2 10 11

92 86 68 96 98 96

8


Union européenne | European Union

Lettonie

Latvia LV

Asie Malte | Asia

Malta MT

Pologne

Poland PL

Habitants 2003 (millions) Inhabitants 2003 (millions)

Chine

China

1 304,2

Corée du Sud Hong Kong

South Korea Hong Kong

47,7 7,1

Inde

India

1 065

PIB 2003 (milliards USD) GDP (USD billion) 2003

Entrées 2003 (millions) Admissions 2003 (millions)

1 412

117,0

605

132,0

157 595

(1) 100 % national 100 % nat.

maj. co-prod.

Copr. maj.

21

2

19 27 27

0 1 0

18 17

1 0

Slovénie 100 % national 100 % nat.

Slovenia SI Co-productions Coproductions

Entrées/habitant 2003 Admissions/Inhabitant 2003

4

0

0,1

5

0

2,8

8

1

9

17,5

1

2,5

2 4

3 420

5 1

3,2

République

slovaque (1) 2004 100 % national 100 % nat.

Slovak SK

Republic

Co-productions Coproductions

Habitants 2003 (millions) Inhabitants 2003 (millions)

Malaisie 0

Malaysia

3

24,4

Philippines 0

Philippines

3

80,0

2 Singapour 0

Singapore

2 5

4,3

Thaïlande 1 1

Thailand

7 1

62,8

PIB 2003 (milliards USD) GDP (USD billion) 2003 103 79 91 143

Entrées 2003 (millions) Admissions 2003 (millions) 11,6 80,0 14,6 32,0

Entrées/habitant Films 2003produits Admissions/Inhabitant est. Films produced 2003 est. 0,5 69 671,0 90 3,4 88 72 0,5 74

Films produits est. Films produced est. 669 661

Nombre de salles de cinéma en Asie | 1998-2004

718 723 750 764

I film Cinema prodotti screens nei in nuovi Asia | 1998-2004 stati menbri in Europa

Les données en italique sont estimées | Data in italics are estimated

prov.

1998 1999

Chine nel (1) 2004, distribuiti China (1) 65 in 000 62 paesi. 65 000

2000

65 500

2001

65 500

2002

65 500

2003

42 000

2004 Source: OBS

42 400

22

Corée du Sud South Korea 528 507 720 818 977 1 130 1 400

Hong In Kong costante Hong crescita Kong anche 185 il 189mercato 178 cinematografico 175 184 188 giapponese, ~ che

Inde negli ultimi India tre anni 13 000 è passato 12 900 da 13 400 197 11 a 962 211 11 milioni 000 11 di 000 tickets, ~ con un

Indonésie Indonesia 2 100 2 100 2 050 2 000 850 ~ ~

Iran incremento Iranal box office 285 intorno 285 ai 10 280 milioni 280 di dollari.

311 310 ~

Japon Japan 1 993 2 221 2 524 2 585 2 635 2 681 2 825

Un capitolo a parte merita l’India, dove nel 2003 sono stati venduti 3,42

Malaisie Malaysia 310 310 310 300 295 305 ~

Philippines miliardi di Philippines biglietti. Un 950mercato 950 tanto 950grande 940 quanto 900 particolare: 870 ~ il prezzo

Singapour Singapore 133 144 144 131 158 156 ~

Taiwan medio del Taiwan biglietto non 672 supera 673 i venti 680 centesimi 690 669 di Euro 684 e la produzione

~

Thaïlande Thailand 360 375 390 395 465 495 ~

interna è fortissima . Nel 2004, infatti, tra i 20 film che hanno incassato di

(1) Y compris les unités de projection ruraux. | Includes rural projection venues.

più al box office, ben 19 sono stati prodotti Sources: Screen Digest in India, / EIREN / SARFT unica / Varietyeccezione

Spiderman 2 che si è posizionato al diciassettesimo posto.

Les 20 films asiatiques ayant réalisé les meilleures entrées en Europe | 1996-2004

Top 20 Asian films by admissions in Europe | 1996-2004

46

Nombre de films de long métrage produits dans les nouveaux

Etats membres de l'Union européenne (EUR 10) | 1999-2004

Number of feature films produced in new Member States

of the European Union (EUR 10) | 1999-2004

En unités. | In units.

Pays

Country prov.

Chypre

Cyprus

République

tchèque

Czech

Republic

Estonie

Estonia

Hongrie

Hungary

Lituanie

Lithuania

CY

CZ

EE

HU

LT

EUR 10

EUR 25

100 % national

maj. co-prod.

100 % national

maj. co-prod.

100 % national

maj. co-prod.

100 % national

maj. co-prod.

100% national

maj. co-prod.

100% national

Co-productions

min. co-prod.

100 % nat.

Copr. maj.

100 % nat.

Copr. maj.

100 % nat.

Copr. maj.

100 % nat.

Copr. maj.

100%nat.

Copr. maj.

100%nat.

Coproductions

Copr. min.

Cina: la sala infinita

1999 2000 2001 2002 2003 2004

0 0 0 0 0 0

1 1 4 2 2 1

13 11 12 18 10 15

3 4 5 1 4 6

0 0 2 1 1 2

0 0 1 1 1 1

15 17 20 19 19 17

2 4 2 5 1 4

0 0 0 1 1 2

0 1 0 0 0 0

1 2 2 0 7 2

2 0 1 1 0 1

0 0 0 0 1 1

Titre original Titre alternatif Nationalité

Original title Alternative title Nationality

1 Pokémon the First Movie: Mewtwo Strikes Back JP / US

2 Wo hu cang long Crouching Tiger, Hidden Dragon TW / CN / HK / US

3 Pokémon: The Movie 2000 JP / US

4 Fainaru fantaji Final Fantasy JP / US

5 Ying xiong Hero CN / HK/ AU

6 Sen to Chihiro no kamikakushi Spirited Away JP / US

7 Pocket Monster: Kesshôtô no teiô Pokémon 3 JP / US

8 Fa yeung nin wa In the Mood for Love HK / FR

9 Ong-bak TH

10 Digimon: The Movie JP / US

11 Shi mian mai fu The House of Flying Daggers CN / HK

12 Jing cha gu shi iv: jian dan ren wu First Strike HK / US

13 Jian gui The Eye HK / SG / TH / GB

14 Tenkû no shiro Rapyuta Castle in the Sky JP

15 Siu lam juk kau Shaolin Soccer HK / US

16 Hong Faan Kui Rumble in the Bronx HK / CA

17 Mononoke-hime Princess Mononoke JP

18 2046 HK / FR / DE

19 Yatgo ho yan Mr. Nice Guy HK

20 Bom yeoreum gaeul gyeoul geurigo bom Spring, Summer, Autumn… KR / DE

Come tutta l’industria, anche il cinema ha cavalcato l’ondata di

modernità che trasformato la Cina in un gigante economico nel giro di

pochi anni. Anche in questo caso i numeri sono davvero impressionati,

soprattutto considerando le potenzialità di crescita. Il SART, l’organo

dello Stato che amministra Cinema, Radio e Televisione calcola in 2,396

il numero degli schermi raggruppati in quasi 1,200 sale. E parliamo

SPECIALE 2004

News L e t t e r

solamente di quelle strutture “moderne”così come le definisce l’agenzia

statale. Accanto a queste esiste una vera e propria galassia di sale

Nombre de films de long métrage produits

“artigianali”e “rurali”– sarebbero almeno 40 mila- destinate a mutare

en Europe, aux Etats-Unis et au Japon | 1994-2004

rapidamente. Nella Cina del boom economico i complessi multiplex

Number of feature films produced

sono spuntati come funghi, per lo più nelle grandi aree urbane. A fare

in Europe, the United States and Japan | 1994-2004

da volano alla crescita è intervenuta pure una legge che permette alle

imprese staniere di investire sotto forma di joint- venure Source: nella OBS

costruzione di nuove sale. Un’occasione che le major del settore non si

764

sono lasciate 800 sfuggire: è il caso della Warner che di qui 750 a breve

718 723

realizzerà insieme ai partner cinesi 669 50 nuove 661 multisale. 678 Infine 689 c’è EURil 25 est.

628 635

digitale -una tecnologia 610 in 621 rapida 608

EUR 15 est.

espansione 600 594 in tutta l’Asia -e che in

600

US

557 561

Cina il governo sostiene in prima linea

JP

400

Australia: 289 Box 278 278 Office 270 da 282 record

281 293 287

200

Novecentosette milioni di dollari australiani. E’ la cifra più alta mai

registrata nella 0 storia del cinema oceanico. Eppure è solo un 5 per cento

in più rispetto 9 4al 9 2003. 5 9 6Il mistero 9 7 9 8 sta 9 9tutto 0 0 nell’aumento 0 1 0 2 0 3 del 0 4 (prov.) prezzo del

biglietto, perché in temimi numerici gli spettatori non sono cresciuti più

del 2 per cento.

A dominare il mercato del 2004 – ma non è una novità- ci hanno pensato

i film USA con una quota di mercato dell’ 86%, mentre il cinema

domestico ha registrato un magrissimo 1,3%, la percentuale più bassa di

tutti i tempi, imputabile per certi versi al calo della produzione passata

Coût moyen de production des films | 1994-2004

dai 23 Average lungometraggi cost of del production 2003 ai 16 of dello feature scorso films anno. | 1994-2004

70

60

50

Costo Nombre medio di de produzione-periodo films de long métrage 1994-2004 produits

en Europe, aux Etats-Unis et au Japon | 1994-2004

Number of feature films produced

in Europe, the United States and Japan | 1994-2004

800

600

400

200

70

0

10

60

50

491

446

410

251

491

446

410

251

516

441

370

Millions USD. | USD million.

40 36,4

34,3

39,8

516

441

370

610

566

420

621

461

289 278 278

608

557 561

490

249

669

600 594

442

270

458 462 449 459

282 281 293 287

Monde | World

Source: OBS

9 4 9 5 9 6 9 7 9 8 9 9 0 0 0 1 0 2 0 3 0 4 (prov.)

Film prodotti in Europa, Usa e Giappone dal 1994 al 2004

Coût moyen de production des films | 1994-2004

Average cost of production of feature films | 1994-2004

Millions USD. | USD million.

39,8

566

420

461

490

249

53,4 52,7 51,5

53,4 52,7 51,5

442

54,8

54,8

458 462 449 459

661

47,7

718

628

58,8

723

635

750

678

63,8 63,6

475

310

764

689

475

310

Monde | World

Source: OBS

30

US (Majors only)

20

10

0

8,3

4,7

8,1

5,6

8,9

4,8

1,8

5,4

1,7

6,8

4,8

2,2

7,0

4,2

2,0

7,0

4,3

1,7

6,2

3,9

1,9

9,0

4,2

2,0

17,0

5,2

2,9

13,3

6,6

2,6

United Kingdom

France

Italy

9 4 9 5 9 6 9 7 9 8 9 9 0 0 0 1 0 2 0 3 0 4 (prov.)

47,7

58,8

63,8 63,6

Source: OBS

EUR 25 est.

EUR 15 est.

US

JP

7


Paese

DA

EE

UK

BE

UK

BE

ES

FR

GR

HU

IT

NL

PL

PT

SK

SU

UK

AT

BE

DE

EE

HU

PL

SI

UK

AT

BE

CZ

DA

ES

GR

HU

IT

NL

PT

SI

SU

UK

BE

FR

IS

IT

NL

PT

UK

UK

Distributore

GRAND TEATRET AS (Camera Film AS)

AS TALLINNFILM

CELLULOID DREAMS

SODA PICTURES LIMITED

PYRAMIDE SA

CINELIBRE ASBL

SODA PICTURES LIMITED

TRUST FILM SALES2 APS

CINEARTSA

GOLEM DISTRIBUCION SL

LES FILMS DU LOSANGE SARL

ROSEBUD SA MOTION PICTURES ENTERPRISES

BUDAPEST FILM KULTURALIS SZOLGALTATO KFT

BIM DISTRIBUZIONE SRL

A-FILM DISTRIBUTION BV

MONOLITH FILMS SP. Z O.O.

ATALANTA FILMES - SOCIEDADE DE DISTRIBUICAO

INTERSONIC SPOL. SRO

TRIANGELFILM AB

THE ARTIFICIAL EYE FILM COMPANY LIMITED

LES FILMS DU LOSANGE SARL

FILMCASINO & POLYFILM BETRIEBS GMBH

SPRL "IMAGINE FILM DISTRIBUTION"

JOACHIM KÜHN (REAL PICTURES FILMVERLEIH)

OÜ BDG FILM

SPI INTERNATIONAL MAGYARORSZAG...

GUTEK-FILM SP. Z O.O.

OTOK, zavod za razvijanje filmske kulture Ljubljana

SODA PICTURES LIMITED

TASKOVSKI FILMS LTD

FILMCASINO & POLYFILM BETRIEBS GMBH

CINEART SA

35 MM SRO

GRAND TEATRET AS (Camera Film AS)

VERTIGO FILMS SL

ROSEBUD SA MOTION PICTURES ENTERPRISES

MOZGOKEPFORGALMAZASI RESZVENYTARSASAG...

BIM DISTRIBUZIONE SRL

A-FILM DISTRIBUTION BV

ATALANTA FILMES - SOCIEDADE DE...

CINEMANIA GROUP, druzba za filmsko...

NONSTOP ENTERTAINMENT AB

THE ARTIFICIAL EYE FILM COMPANY LIMITED

CELLULOID DREAMS

AMSTERDAM BRUSSEL CINEMIEN DISTRIBUTION

QUINTA COMMUNICATIONS SA

MYNDFORM EHF

MEDUSA FILM SPA

STICHTING CINEMIEN

LUSOMUNDO AUDIOVISUAIS SA

LUMINA FILMS

SWIPE PRODUCTIONS LIMITED

PYRAMIDE SA

METRODOME DISTRIBUTION LTD

TRUST FILM SALES2 APS

11 N e w s Letter

RISULTATI

a

Bando 01/2005 Distribuzione Selettiva (1 scadenza 15/03/05)

5 X 2 (FR)

5 X 2 (FR)

BRODEUSES (FR)

BRØDRE (DA)

BRØDRE (DA)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CACHE (AT)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

CESKY SEN (CZ)

Titolo film

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

DE BATTRE MON COEUR S'EST ARRETE (FR)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EL SUENO DE UNA NOCHE DE SAN JUAN (ES)

EXILS (FR)

FORBRYDELSER (DA)

Contributo

MEDIA

7.000

2.400

9.400

13.000

13.000

13.000

35.000

48.000

26.000

60.000

150.000

12.000

8.000

120.000

20.000

35.000

9.000

30.000

18.000

45.000

533.000

4.000

10.000

15.000

4.000

3.000

11.000

7.000

25.000

79.000

9.000

2.000

8.000

8.000

130.000

13.000

20.000

105.000

12.000

9.000

6.000

20.000

50.000

392.000

40.000

100.000

23.000

90.000

30.000

35.000

318.000

15.000

15.000

20.000

20.000


DA

FI

GR

HU

NL

SU

DA

FI

FR

GR

HU

NL

NO

PT

SU

AT

BE

CZ

DE

IT

LT

NL

PL

PT

SK

SU

BG

AT

BE

DE

FR

GR

HU

IT

NL

PL

PT

SK

BG

UK

AT

BE

DA

DE

ES

FI

FR

GR

HU

IT

SU

NO

BG

SCANBOX ENTERTAINMENT AS

SCANBOX ENTERTAINMENT FINLAND OY

ROSEBUD SA MOTION PICTURES ENTERPRISES

BUDAPEST FILM KULTURALIS SZOLGALTATO KFT

A-FILM DISTRIBUTION BV

SCANBOX ENTERTAINMENT SWEDEN AB

TRUST FILM SALES2 APS

CCV AS

OY FUTURE FILM AB

EQUATION

ODEON SA (Public Performance Ent. for the production...

SPI INTERNATIONAL MAGYARORSZAG KULTURALIS...

A-FILM DISTRIBUTION BV

CCV AS

LUSOMUNDO AUDIOVISUAIS SA

TRIANGELFILM AB

HANWAY FILMS LIMITED

TOBIS FILM GMBH & CO. KG, ...

CINEARTSA

SPI INTERNATIONAL CZECH REPUBLIC, SRO

TOBIS FILM GMBH & CO. KG

BIM DISTRIBUZIONE SRL

UAB "ACME"

A-FILM DISTRIBUTION BV

SPI INTERNATIONAL POLSKA SP. Z O.O.

ATALANTA FILMES - SOCIEDADE DE DISTRIBUICAO...

SPI INTERNATIONAL CZECH REP. & SLOVAKIA S.R.O.

NOBLE DISTRIBUTION SWEDEN AB

STUDIOCANAL

VADI-VAN KRIS LIMITED

SOGEPAQ SA

FILMCASINO & POLYFILM BETRIEBS GMBH

CINEART SA

PROKINO FILMVERLEIH GMBH

TFM DISTRIBUTION

FILMTRADE - VASS. SOURAPAS & CO. E.E

BUDAPEST FILM KULTURALIS SZOLGALTATO KFT

FANDANGO SRL

A-FILM DISTRIBUTION BV

"BEST FILM CO" SP. Z O.O

PRISVIDEO EDICOES VIDEOGRAFICAS SA

INTERSONIC SPOL. SRO

THE WORKS TSC LTD

VADI-VAN KRIS LIMITED

METRODOME DISTRIBUTION LTD

NORDISK FILM AS (NORDISK FILM...

CONSTANTIN FILM-HOLDING GMBH

CINEART SA

GRAND TEATRET AS (Camera Film AS)

CONSTANTIN FILM VERLEIH GMBH

GOLEM DISTRIBUCION SL

OY KAMRAS FILM GROUP AB

HAUT ET COURT DISTRIBUTION SARL

PROOPTIKI SA

BUDAPEST FILM KULTURALIS SZOLGALTATO KFT

LUCKY RED SRL

NONSTOP ENTERTAINMENT AB

CELLULOID DREAMS

ACTIONFILM AS

CAPITOL FILMS LIMITED

VADI-VAN KRIS LIMITED

NORDISK FILM AS (NORDISK FILM...

HAWAII, OSLO (NO)

HAWAII, OSLO (NO)

HAWAII, OSLO (NO)

HAWAII, OSLO (NO)

HAWAII, OSLO (NO)

HAWAII, OSLO (NO)

News L e t t e r

RISULTATI

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

IT'S ALL GONE PETE TONG (UK)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

LES POUPEES RUSSES (FR)

MAR ADENTRO (ES)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

MY SUMMER OF LOVE (UK)

ONDSKAN (SU)

ONDSKAN (SU)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

PARADISE NOW (NL)

POLITIKI KOUZINA (GR)

RECONSTRUCTION (DA)

122

10.000

8.000

10.000

8.000

11.000

15.000

62.000

25.000

15.000

55.000

22.000

16.000

33.000

25.000

4.000

25.000

220.000

18.000

50.000

23.000

130.000

150.000

2.500

8.000

80.000

13.000

8.000

18.000

500.500

9.000

9.000

9.000

15.000

90.000

130.000

12.000

8.000

120.000

11.000

40.000

8.000

27.000

470.000

8.000

22.000

30.000

4.000

22.000

7.000

150.000

65.000

4.000

120.000

13.000

8.000

140.000

15.000

548.000

12.000

12.000

7.000

7.000


BE

FR

GR

HU

PT

SK

SU

DE

BG

BE

ES

FR

NL

NO

SI

UK

BE

EE

FI

HU

IT

NL

PL

PT

SI

SU

BE

BG

DE

FR

IT

NL

PT

UK

BG

BG

BG

BE

DE

IS

LT

NO

BELGA FILMS SA

TFM DISTRIBUTION

ODEON SA (Public Performance Ent.

INTERSONIC SPOL. SRO

LNK - AUDIOVISUAIS SA

INTERSONIC SPOL. SRO

ONIRIA PRODUCTION SA

STARLET MEDIA AB

MDC INT. GmbH (MDC COMPANY FOR INTERNATIONAL...

ARSENAL FILMVERLEIH GMBH

RENAISSANCE INTERNATIONAL LIMITED

VADI-VAN KRIS LIMITED

NONSTOP SALES AB

AMSTERDAM BRUSSEL CINEMIEN DISTRIBUTION

CIVITE FILMS SL

EQUATION

STICHTING CINEMIEN (CINEMIEN FILM & VIDEO...

FILMOPTIMISTENE AS

CINEMANIA GROUP, druzba za filmsko tehnologijo, d.o.o.

PECCADILLO PICTURES LIMITED

BAVARIA MEDIA GMBH

13 N e w s Letter

RISULTATI

AMSTERDAM BRUSSEL CINEMIEN DISTRIBUTION SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

ESTINFILM OÜ

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

OY FUTURE FILM AB

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

BEST HOLLYWOOD KERESKEDELMI ES SZOLGALTATO KFT SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

ISTITUTO LUCE SPA

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

STICHTING CINEMIEN (CINEMIEN FILM & VIDEO DIST.) SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

KINO SWIAT SP. Z O.O

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

PRISVIDEO EDICOES VIDEOGRAFICAS SA

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

CINEMANIA GROUP, druzba za filmsko tehnologijo, d.o.o. SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

ATLANTIC FILM AB

BAVARIA MEDIA GMBH

SOPHIE SCHOLL - DIE LETZTEN TAGE (DE)

CINELIBRE ASBL

VADI-VAN KRIS LIMITED

PICTORION PICTURES GMBH

HAUT ET COURT DISTRIBUTION SARL

PASSWORLD SRL UNIPERSONALE

A-FILM DISTRIBUTION BV

LNK - AUDIOVISUAIS SA

SWIPE PRODUCTIONS LIMITED

TRUST FILM SALES2 APS

VADI-VAN KRIS LIMITED

SOGEPAQ SA

VADI-VAN KRIS LIMITED

SOCIEDAD GENERAL DE DERECHOS AUDIOVISUALES

VADI-VAN KRIS LIMITED

SOGEPAQ SA

VLAAMS CENTRUM voor KINDER- en JEUGDFILM VZW

MFA+ FILMDISTRIBUTION e.K.

MYNDFORM EHF

UAB "LIETUVOS KINAS"

EUROMAX FILM PRODUCTION AS

SOLA MEDIA GMBH

TOTAL

RENART, LE RENARD (LU)

RENART, LE RENARD (LU)

RENART, LE RENARD (LU)

RENART, LE RENARD (LU)

RENART, LE RENARD (LU)

RENART, LE RENARD (LU)

SCHULTZE GETS THE BLUES (DE)

SERES QUERIDOS (ES)

SHOUF SHOUF HABIBI! (NL)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

SOMMERSTURM (DE)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

STRINGS (DA)

TE DOY MIS OJOS (ES)

THE MACHINIST (ES)

TORREMOLINOS 73 (ES)

VILLA HENRIETTE (AT)

VILLA HENRIETTE (AT)

VILLA HENRIETTE (AT)

VILLA HENRIETTE (AT)

VILLA HENRIETTE (AT)

28.000

150.000

40.000

35.000

28.000

40.000

321.000

7.000

7.000

40.000

40.000

7.000

7.000

15.000

30.000

20.000

10.000

13.000

6.000

10.000

104.000

22.000

5.000

10.000

13.000

85.000

22.000

35.000

10.000

6.000

18.000

226.000

12.000

9.000

95.000

150.000

85.000

9.000

7.000

28.000

395.000

7.000

7.000

9.000

9.000

7.000

7.000

4.000

20.000

6.000

2.000

7.000

39.000

4.447.900


Bando 87/2004 TV Broadcasting

Paese

CZ

DA

DA

DE

DE

DE

ES

FI

FI

FR

FR

FR

FR

FR

IE

NL

NL

SU

UK

UK

Beneficiario

ARMADA FILMS

HASLUND FILM

LOKE FILM

NEF FILM-PRODUKTION

BAVARIA FILM

L.E. VISION

ICON ANIMATION

ILLUME

EPIDEM ZOT

METHOD FILMS

DUNE

IDEALE AUDIENCE

JBA PRODUCTION

ROCHE PRODUCTIONS

MALIN FILM

COBOS FILMS

MOVIETRON

YELLOW BIRD FILMS

TIGERLILY FILMS

BROOK LAPPING

Progetto

Prossime Scadenze

Bando 06/2005

Promozione ed accesso al mercato:Festival audiovisivi

Scadenze: 1 Settembre 2005 e 1 Dicembre 2005

Obiettivi: Il sostegno di MEDIA Plus ai festival audiovisivi mira agli eventi

innovativi che si svolgono nei Paesi partecipanti al Programma MEDIA Plus.

Tali festival promuovono e diffondono una proporzione importante di opere

audiovisive europee presso i professionisti europei del settore audiovisivo così

come tra il grande pubblico. Tali festival lavorano in partenariato con altri festival

audiovisivi europei.

Bando 01/2005

Distribuzione Selettiva

Scadenza 1 Dicembre 2005

Obiettivi: Il rafforzamento del settore della distribuzione europea in campo

cinematografico incoraggiando i distributori a investire nella produzione,

acquisizione, marketing promozione di film cinematografici europei non

nazionali.

Il rafforzamento della distribuzione transnazionale di film europei non nazionali

attraverso la creazione di incentivi a favore della loro distribuzione e della loro

programmazione nelle sale, incoraggiando in particolare strategie di marketing

coordinate

WICHTERLE

THE PRIZE OF THE POLE

FARM ANIMALS

THE NAZI AND THE MAIDEN

STÖRTEBEKER

TALES OF ENCHANTMENT

LOLA & VIRGINIA

JARUZELSKI - THE GENERAL'S PURGATORY

RED CAPS

SKYLAND

DU ROUGE SUR LA CROIX

ROLL BACK MALARIA AFRICA LIVE

ATTERCLIFFE ROAD

LES FEMMES DU 8 MAI 1945

HISTORY OF THE DEVIL

HEAVEN EN EARTH

SMALL CHANGE

WALLANDER

47 USES FOR A DEAD SHEEP

CATHERINE THE GREAT

TOTALE

14 N e w s Letter

RISULTATI

Genere

Documentario

Documentario

Documentario

Documentario

Fiction

Documentario

Animazione

Documentario

Animazione

A

Fiction

Documentario

Documentario

Documentario

Documentario

Documentario

Documentario

Fiction

Documentario

Documentario

4.0131.000

Contributo

MEDIA

50.000

110.000

108.000

22.000

500.000

63.000

500.000

30.000

500.000

500.000

500.000

50.000

140.000

110.000

50.000

70.000

30.000

500.000

60.000

138.000

Bando 03/2005

i2i Audiovisual

Scadenza 16 Gennaio 06

Obiettivi: facilitare l'accesso delle società di produzione cinematografica e

audiovisiva ai finanziamenti messi a disposizione dagli istituti bancari e le

finanziarie, sovvenzionando parte dei costi delle garanzie richieste da tali istituti

bancari e le finanziarie e/o parte dei costi creditori (interessi passivi) del

finanziamento bancario.

Bando 05/2005

Promozione: Accesso al mercato e networks di festival audiovisivi Europei

Scadenza 8 Settembre 2005, 9 Dicembre 2005, 10 Maggio 2006

Obiettivi: incentivare ed incoraggiare la promozione e la circolazione delle

opere audiovisive e cinematografiche europee nell'ambito di manifestazioni

commerciali, di mercati professionali così come di festival audiovisivi in Europa

e nel mondo, nella misura in cui tali manifestazioni possano svolgere un ruolo

importante per la promozione delle opere europee e la realizzazione di

networks tra professionisti.

Incoraggiare la messa in rete (networking) di operatori europei sostenendone

le azioni intraprese in comune sul mercato europeo e internazionale attraverso

organismi nazionali di promozione pubblici o privati.


BELGIË/BELGIQUE/BELGIEN (BE)

Vlaamse Gemeenschap:

MEDIA Desk België

Vlaamse Gemeenschap

Bijlokekaai 7 F

B-9000 Gent

Tel. (32-9) 235 22 65

Fax (32-9) 235 22 66

Info@mediadesk-vlaanderen.be

http://www.mediadeskvlaanderen.be

Nathalie Goethals

Communauté française:

MEDIA Desk Belgique

Communauté française de

Belgique

44, bd Léopold II

B-1080 Bruxelles

Tel.(32-2) 413 22 45

Fax (32-2) 413 20 68

mediadesk.belgique@cfwb.be

http://www.cfwb.be/mediadesk

Thierry Leclercq

BALGARIJA (BG)

MEDIA Desk Bulgaria

2 - A Kniaz Dondukov Blvd.

1000 SOFIA

B u l g a r i a

Tel.: + 359 2 988 32 24 or 987

03 25

Fax: + 359 2 987 53 69

info@mediadesk.bg

http://www.mediadesk.bg

Kamen Balkanski

KYPROS / KIBRIS (CY)

MEDIA Desk Cyprus

Othellou 9

CY-1016 Nicosia

Cyprus

Tel: +357 22 305 367

Fax: +357 22 305 368

E-mail: mediadesk@pio.moi.gov.cy

Ioanna Americanou

CESKA REPUBLIKA (CZ)

MEDIA Desk CZ

Ceska filmova komora o.p.s.

Narodni 28

110 00 Prague 1

The Czech Republic

Tel. : +420 221 105 209 or

+420 221 105 210

Fax. : +420 221 105 303

Info@mediadesk.cz

www.mediadesk.cz

Daniela Kucmasova

DANMARK (DK)

MEDIA Desk Danmark

Vognmagergade, 10

DK-1120 København

Tel.(45-33) 74 34 42

Fax (45-33) 74 34 65

media@centrum.dk

http://www.mediadesk.dk

Søren Stevns

DEUTSCHLAND (D)

MEDIA desk Deutschland

14-16 Friedensallee

D-22765 Hamburg

Tel. (49-40) 390 65 85

Fax (49-40) 390 86 32

info@mediadesk.de

http://www.mediadesk.de

Cornelia Hammelmann

MEDIA Antenne München

Herzog Wilhelm Str. 16

D-80331 München

Tel.(49-89) 54 46 03 30

Fax(49-89) 54 46 03 40

info@mediaantennemuenchen.de

http://www.mediadesk.de

Ingeborg Degener

MEDIA Antenne Düsseldorf

14, Kaistrasse

D-40221 Düsseldorf

Tel.(49-211) 930 50 14

Fax (49-211) 93 05 05

media@filmstiftung.de

http://www.mediadesk.de

Heike Meyer Döring

MEDIA Antenne Berlin-

Brandenburg

August-Bebel-Strasse, 26-53

D-14482 Potsdam

Tel.(49-331) 743 87 50

Fax (49-331) 743 87 59

E-mail:

mediaantenne@medienboard.de

Internet:http://www.mediadesk.de

Susanne Schmitt

ESPAÑA (E)

MEDIA Desk España

Ciudad de la Imágen

C/ Luis Buñuel, 2-2°A

E-28223 Pozuelo de Alarcon

Madrid

Tel.: (34-91) 512 01 78

Fax: (34-91) 512 02 29

E-mail:info@mediadeskspain.com

Internet:http://www.mediadeskspain

.com

Jesús Hernández Moyano

MEDIA Antenne Barcelona

Mestre Nicolau 23

E-08021 Barcelona

Tel. (34-9) 3 552 49 40

Fax (34-9) 3 552 49 53

E-mail:

media_antena.cultura@gencat.net

Internet:http://www.media-cat.com

Alex Navarro

MEDIA Antenne San Sebastián

Ramon Maria Lili 7, 1°B

E-20002 San Sebastián

Tel.(34-94) 332 68 37

Fax(34-94) 327 54 15

E-mail:info@mediaeusk.org

Internet:http://www.mediaeusk.org

Verónica Sánchez

MEDIA Antenne Sevilla

Casa Museo Murillo

Santa Teresa, 8

E-41004 Sevilla

Tel.(34-95) 503 72 58

Fax(34-95) 503 72 65

media.epgpc@juntadeandalucia.es

www.antenamediaandalucia.com

Catalina González

EESTI (EE)

MEDIA Desk Estonia

Estonian Film Foundation

Department of International

Relations

Vana – Viru 3

101 11 TALLINN

E s t o n i a

Tel.: +372 6 27 60 65

Fax: +372 6 27 60 61

marge.liiske@efsa.ee

http://www.mediadesk.efsa.ee

Marge Liiske

HELLAS/GREECE (EL)

MEDIA Desk Hellas

44, Vassileos Konstantinou Street

GR-11635 Athinai

Tel.: (30-210) 725 40 56

Fax: (30-210) 725 40 58

media-he@otenet.gr

http://www.mediadesk.gr

Christina Panagopoulou

FRANCE (F)

MEDIA Desk France 24, rue

Hamelin

F-75116 Paris

Tel.(33-1) 47 27 12 77

Fax (33-1) 47 27 04 15

mediadesk@wanadoo.fr

http://www.mediadesk.com.fr

MEDIA DESK & A N T E N N E

Françoise Maupin

MEDIA Antenne Strasbourg

1, parc de l’Etoile

F-67076 Strasbourg

Tel.(33-3) 88 60 95 89

Fax(33-3) 88 60 98 57

media@cus-strasbourg.net

http://www.strasbourg-film.com

Olivier Trusson

IRELAND (IRL)

MEDIA Desk Ireland

6, Eustace Street

Dublin 2

Ireland

Tel.(353-1) 679 18 56

Fax(353-1) 670 96 08

info@mediadesk.ie

www.iftn.ie/mediadesk/index.htm

Siobhan O’Donoghue

MEDIA Antenna Galway

Cluain Mhuire Monivea Road

Galway

Ireland

Tel.(353-91) 77 07 28

Fax(353-91) 77 07 46

mediaant@iol.ie

http://www.media-antenna.com

Eibhlín Ní Mhunghaile

ISLAND/ICELAND (ISL)

MEDIA Desk Island

14, Tungata

IS-101 Reykjavík

Tel.(354) 562 63 66

Fax (354) 562 71 71

mediadesk@centrum.is

mediadesk@iff.is

http://www.centrum.is/mediadesk

Sigridur Vigfusdottir

ITALIA (I) MEDIA Desk Italia

c/o ANICA Viale Regina

Margherita, 286 I-00198 Roma

Tel.(39-06) 440 46 33

Fax (39-06) 440 28 65

E-mail:

produzione@mediadesk.it

formazione@mediadesk.it

distribuzione@mediadesk.it

mercati@mediadesk.it

http://www.mediadesk.it

Giuseppe Massaro

Andrea Marcotulli

MEDIA Antenna Torino

Piazza San Carlo 161

I-10123 Torino

Tel.(39-01) 153 98 53

Fax (39-01) 153 14 90

media@antennamedia.to.it

http://www.antennamedia.to.it

Alessandro Signetto

Silvia Sandrone

LATVIJA (LV)

MEDIA Desk Latvia

National Film Centre

Elizabetes 49

1010 RIGA

L a t v i a

Tel.: +371 7505079

Fax: +371 75 050 77

lelda.ozola@nfc.gov.lv

www.mediadesk.lv

Lelda Ozola

LIETUVA (LT) Europos “MEDIA

programu biuras

J. Basanaviciaus 5 LT-2600 Vilnius

Lithuania

Tel./fax: +370 5 2127187

info@mediadesk.lt

www.mediadesk.lt

Ieva Skarzinskaite

LUXEMBOURG (L)

MEDIA Desk Luxembourg

Maison de Cassal

5, rue Large

15 N e w s Letter

L-1917 Luxembourg

Tel.(352) 478 21 70

Fax (352) 46 74 95

mail@mediadesk.etat.lu

http://www.mediadesk.lu

Karin Schockweiler

MAGYARORSZÁG (HU) MEDIA

Desk Hungary

Varosligeti fasor 38

H-1068 Budapest

Tel +361 413 12 69

Fax +361 413 17 10

e-mail: info@mediadesk.hu

Internet: www.mediadesk.hu

Enikõ Kiss

MALTA (MT)

Nessun Media desk è stato ancora

costituito, pertanto si prega contattare:

Acting head of Media desk

Maria Carbonaro

EU affairs, Policy Development

Ministry for Tourism and Culture

Auberge d’Italie

Merchants Street

Valletta CMR 02

Tel.: +356 22 98 13 11

Fax: +356 22 98 13 09

info@media.org.mt

www.mtac.gov.mt

NEDERLAND (NL)

MEDIA Desk Nederland

Jan Luykenstraat 2

NL-1071 CM Amsterdam

Nederland

Tel.(31-20) 305 30 40

Fax (31-20) 675 28 78

E-mail:info@mediadesk.nl

http://www.mediadesk.nl

Dominique van Ratingen

NORGE (N0)

MEDIA Desk Norge

Norsk Filmfond

PO Box 752 Sentrum

N-0106 Oslo

Tel.(47-22) 47 80 40

Fax (47-22) 47 80 41

mail@mediadesk.no

http://www.mediadesk.no

Sidsel Hellebø-Hansson

POLSKA (PL)

si prega contattare:

Jean-Charles FREYER in the TAO

He speaks polish.

+32 2 743 22 37

jeancharles.freyer@d-and-s.com

PORTUGAL (P)

MEDIA Desk Portugal

Rua São Pedro Alcântara 45.s/l

P-1269-138 Lisboa

Tel.(351-21) 347 86 44

Fax(351-21) 347 86 43

mediadesk@icam.pt

http://www.mediadesk.icam.pt

Amélia Tavares

SLOVENIA (SI)MEDIA desk Slovenia

c/o Slovenian Film Fund

Miklosiceva 38 SI-1000 Ljublijana

Tel. +386 1 23 43 216

Fax +386 1 23 43 219

mediadesk.slo@film-sklad.si

www.mediadesk.si

Tanika Sajatovic

SLOVENSKO (SK)

MEDIA Desk Slovakia

Grösslingova 32

SK-811 09 Bratislava

Slovak Republic

Tel. +421 2 526 36 935

Fax +421 2 526 36 936

Info@mediadesk.sk

http://www.mediadesk.sk

Vladimir Stric

SUOMI/FINLAND (FIN)

MEDIA Desk Finland

Finnish Film Foundation

K 13, Kanavakatu, 12

FIN-00160 Helsinki

Tel.(358-9) 62 20 30 13

Fax (358-9) 62 20 30 70

kerstin.degerman@ses.fi

http://www.ses.fi/mediadesk

Kerstin Degerman

SVERIGE (S)

MEDIA Desk Sverige

Svenska Filminstitutet

5, Borgvagen

S-10252 Stockholm

Tel.(46-8) 665 12 05

Fax (46-8) 666 37 55

mediadesk@sfi.se

www.mediadesk.se

Lisa Taube/Ulrika Nisell

UNITED KINGDOM (UK)

MEDIA Desk UK c/o UK Film

Council

10 Little Portland Street UK-

London W1W 7JG

Tel.(44-20) 7861 7511

Fax: (44-20) 7861 7950

england@mediadesk.co.uk

http://www.mediadesk.co.uk

Agnieszka Moody

MEDIA desk UK

Media Service Northern Ireland

c/o Northern Ireland Film & TV

Commission

Third floor, Alfred House 21, Alfred

Street

Belfast BT2 8ED United Kingdom

Tel. +44-28 9023 2444

Fax +44-28 9023 9918

media@niftc.co.uk

www.mediadesk.co.uk

Cian Smyth

MEDIA Antenna Glasgow

249, West George Street Glasgow

G2 4QE

United Kingdom

Tel.(44-141) 302 17 76

Fax (44-141) 302 17 78

media.scotland@scottishscreen.com

http://www.mediadesk.co.uk

Emma Valentine

MEDIA Antenna Cardiff

C/o SGRÎN

The Bank

Mount Stuart Square, 10

Cardiff CF10 5EE

United Kingdom

Tel.(44-2920) 33 33 04

Fax(44-2920) 33 33 20

antenna@sgrin.co.uk

http://www.mediadesk.co.uk

Gwion Owain

ÖSTERREICH (A)

MEDIA Desk Austria

Österreichisches Filminstitut

Stiftgasse 6

A-1070 Wien

Tel.(43-1) 526 97 30-406

Fax (43-1) 526 97 30-460

media@filminstitut.at

www.mediadesk.at

Gerlinde Seitner

SWITZERLAND (CH)

Nessun Media desk è stato ancora

costituito, pertanto si prega contattare:

Euroinfo

SCHWEIZ/SWITZERLAND

Neugasse 6 8005 Zürich

Tel. +41 43 960 39 29

anita.wasser@euroinfo.ch

www.euroinfo.ch

Aggiornato al: 24.06.2005


Affari Affari

Giuridici e Politici: Aviva SILVER

+32 2 295 22 90

Aviva.Silver@cec.eu.int

Sviluppo:

Domenico RANERI

+32 2 296 21 20

Domenico.Raneri@cec.eu.int

Corinne MIMRAN

+ 32 2 295 33 71

Corinne.Mimram@cec.eu.int

Formazione

Judith JOHANNES - +32 2 299 92 76

Judith.Johannes@cec.eu.int

Distribuzione

Cinema e Agenti di Vendita Vendita

Hughes BECQUART - +32 2 295 92 04

Hughes.Bequart@cec.eu.int

Televisione elevisione e Video/DVD

Catharina NES - +32 2 295 99 25Catharina.Nes@cec.eu.int

Monitoraggio Distribuzione

Gabor GREINER - +32 2 295 37 75

Gabor.Greiner@cec.eu.int

Promozione

Elena BRAUN - +32 2 296 03 96

Elena.Braun@cec.eu.int

Promozione Cinedays

Peggy NACHON - +32 2 299 66 75

Peggy.Nachon@cec.eu.int

Europa Cinema e nuovi meccanismi di promozione

Arnaud PASQUALI - +32 2 298 75 13

Allargamento UE, Valutazione e aspetti orizzontali Maria-Silvia GATTA - +32 2 295

41 15

Amministrazione Finanziaria

Fernando CENTURIONE - +32 2 295 84 29

Assistente:

Liliane MUSSCHE - +32 2 295 40 89

Coordinatore MEDIA Desk,

Informazioni, website:

Nils KOCH +32 2 295 98 97

Nils.Koch@cec.eu.int

UFFICI DI ASSISTENZA TECNICA

L'ufficio di Assistenza Tecnica D & S MEDIA SERVICE assiste la Commissione nella selezione dei

progetti, la preparazione delle iniziative da attuare, il monitoraggio del mercato e l'informazione dei

professionisti.

SEDE PRINCIPALE (anche Formazione) Rue Colonel Bourg, 135 - B-1140 Brussels

(Belgium) Tel: 32/2 743 22 32 or 43 Fax: 32/2 743 22 46

Capo dell'Unità dell'Unità MEDIA

www.d-and-s.com

Responsabile del Programma: Costas DASKALAKIS

Web Site with contacts : www.d-and-s.com/texts/info.htm

+32 2 296 35 96

www.d-and-s.com/texts/info.php

(Amm. Finanziaria e Progetti pilota)

Constantin.Kaskalakis@cec.eu.int

Responsabile

Segretaria: Christiane DÖTTGER - +32 2 299 03 27

John DICK + 32 2 743 22 30

Jd@d-and-s.com

Programma dell'Unione Europea

Direzione Generale per L'Istruzione e la Cultura

Ufficio: (B 100- 4/22)

Rue Belliard - 100 B - 1049 - Bruxelles

Tel: +32/2/299.91.47 - Fax: +32/2/299.92.14

www.europa.eu.int/comm/avpolicy/media/index_en.htlm

Progetto grafico e impaginazione

Punto&Pixel www.puntoepixel.com

ORGANIGRAMMA

Procedure e Controllo Finanziario

Bruno NGUYEN + 32 2 743 20 80

Questioni Giuridiche

Françoise VANHAKENDOVER + 32 2 743 27 20

PROMOZIONE

Senior Technical Expert

Nathalie DUCHER + 32 2 743 22 41

Technical echnical Expert Preselezione Festival

Claire GAUNT + 32 2 743 27 21

Technical echnical Expert Contratti e Monitoraggio

Estelle ROGER + 32 2 743 22 44

I2I AUDIOVISUAL

Technical Expert

Eleni CHANDRINOU + 32 2 743 20 81

DISTRIBUZIONE CINEMA

Senior Expert Contratti e Monitoraggio (anche TV e I2I)

Raymond Goverde + 32 2 743 22 35

Senior Experts Preselezione

Pierre Gavet + 32 2 743 22 39

SVILUPPO

Responsabile contratti, Monitoraggio e Slate Funding

Virve INDREN + 32 2 743 27 22

Senior Experts Preselezione

Sophie SCHOUKENS + 32 2 743 2088

Soon Mi PETEN + 32 2 743 2087

FORMAZIONE

Senior Expert Preselezione e Monitoraggio

Eliane STUTTERHEIM +32 2 743 30 12

CIRCUITI DI SALE

I circuiti di sale favoriscono la circolazione

dei film europei nelle sale cinematografiche

offrendo loro delle forme di sostegno alla

programmazione ed alla promozione.

EUROPA EUROP CINEMAS

Claude-Eric POIROUX

54, Rue Beaubourg F - 75003 PARIS

TEL.: +33 1 42 71 53 70 FAX: +33 1 42 71 47 55

europacinema@magic.fr www.europa cinemas.org

TELEVISIONE

Preselezione e Monitoraggio

(Nuovo indirizzo dal 1 gennaio 2005)

Oberanger 30

D-80331 München - Germany

Tel:+49 89 210 25-: +49 89 210 25 304

info@dsmedia.de

Copyright e consulenza contratti

Robert STRASSER +49 89 210 25 210

Senior Technical Technical

Expert TV

Brigitte LINK +49 89 210 25 301

Editore responsabile Costas DASKALAKIS

Commissione Europea INFSO(società dell’informazione e media)

ECA-CEE-CEEA Bruxelles- Luxembourg, 1997-2005

Similar magazines