Nessun titolo diapositiva

laprimapietra.altervista.org

Nessun titolo diapositiva

GONORREA

= malattia a prevalente trasmissione sessuale, il cui unico serbatoio biologico

è l’uomo.

Particolarmente contagianti sono le forme acute, anche se la trasmissione è

possibile da soggetti portatori di forme sub-acute o croniche (soprattutto se

misconosciute)

CONTAGIO: sessuale (genito-genitale, ecc.)

materno-neonatale intra-partum

indiretto (biancheria, oggetti di toletta, specula vaginali)

LOCALIZZAZIONI: uretra; cervice; vulva e vagina (solo pre-puberi);

retto; faringe; congiuntiva

DIFFUSIONE: per continuità

per contiguità

per via linfatica

per via ematica (setticemie, artriti, endocarditi, meningiti, …..)

!


GONOCOCCO - Neisseria gonorrhoeae

= diplococco ‘a chicco di caffè’ Gram negativo

costituito da due elementi reniformi incapsulati

asporigeno

aciliato

a sede intraleucocitaria od extracellulare

alquanto labile nell’ambiente esterno

poco resistente agli insetticidi blandi

COLTURA:

- terreni di trasporto (es., t. di Stewart) entro 24 ore !!!

- terreni arricchiti (es., t. di Thayer-Martin) + [10% CO2]

dopo 24 ore

colonie bianco-grigiastre ‘a capocchia di spillo’

Identificazione del gonococco:

- es. microscopico (diplococco, G neg., ecc.)

- IF diretta

- prova dell’ossidasi (colonie in rosso dopo aggiunta di tetrametil PPD)

- fermentazione degli zuccheri (solo il destrosio)

!


Neisseria gonorrheae


GONOCOCCO - Neisseria gonorrhoeae

= diplococco ‘a chicco di caffè’ Gram negativo

costituito da due elementi reniformi incapsulati

asporigeno

aciliato

a sede intraleucocitaria od extracellulare

alquanto labile nell’ambiente esterno

poco resistente agli insetticidi blandi

COLTURA:

- terreni di trasporto (es., t. di Stewart) entro 24 ore !!!

- terreni arricchiti (es., t. di Thayer-Martin) + [10% CO2]

dopo 24 ore

colonie bianco-grigiastre ‘a capocchia di spillo’

Identificazione del gonococco:

- es. microscopico (diplococco, G neg., ecc.)

- IF diretta

- prova dell’ossidasi (colonie in rosso dopo aggiunta di tetrametil PPD)

- fermentazione degli zuccheri (solo il destrosio)

!


ITER DIAGNOSTICO

1) sospetto clinico-anamnestico

2) es. batterioscopico diretto

Prelievo di mat. patologico dall’uretra nell’uomo e dall’uretra e dalla cervice nella donna

Striscio su un vetrino e colorazione (blu di metilene o Gram)

Es. col microscopio ottico

3) insemenzamento in coltura con antibiogramma

4) esami sierologici

Poco utili perché la malattia, che comunque non lascia un’immunità permanente,

determina la comparsa di anticorpi che possono permanere a lungo anche dopo

la guarigione una sierologia positiva non necessariamente significa infezione

in atto (necessari più prelievi per documentare una sieroconversione oppure un

incremento dei titoli)

LA COLTURA E’ SEMPRE NECESSARIA PER CONFERMARE

DIAGNOSI CLINICA E BATTERIOSCOPICA DIRETTA

ANCHE PERCHE’ LA SIEROLOGIA E’ DI SCARSA UTILITA’.

INFATTI, NON PERMETTE DI DIFFERENZIARE LE INFEZIONI

IN ATTO DA QUELLE PREGRESSE

!

!


ITER DIAGNOSTICO

1) sospetto clinico-anamnestico

2) es. batterioscopico diretto

3) insemenzamento in coltura con antibiogramma

4) esami sierologici

5) esclusione di eventuali infezioni concomitanti

- nella donna, possibile associazione di una tricomoniasi

- una gonorrea può associarsi o essere seguita (più lungo periodo di incubazione)

da un’uretrite non gonococcica (Chlamydia trachomatis)

!


GONORREA NELL’UOMO

Breve periodo di incubazione (2-5 gioni)

Uretrite anteriore acuta

- abbondante secrezione purulenta giallo-verdastra (“scolo”)

- edema ed eritema del meato uretrale esterno

- bruciore alla minzione

in assenza di cure idone, dopo un paio di settimane,

la sintomatologia si attenua e subentra una

Uretrite posteriore Uretrite totale acuta

- secrezione purulenta

- pollachiuria, tenesmo vescicale, ematuria terminale

Uretrite totale cronica

- scarsa o nulla sintomatologia soggettiva

- scarsa e più fluida secrezione uretrale (“goccetta mattutina”)

!


PROVA DI THOMSON DEI DUE BICCHIERI

Uretrite anteriore acuta

Uretrite totale acuta

Uretrite totale cronica


COMPLICANZE DELLA GONORREA NELL’UOMO

Il gonococco predilige gli epiteli monostratificati

vescica mucosa balano-prepuziale

Infezione delle gh. parauretrali

Ascessi dei tessuti periuretrali

Stenosi uretrali

Epididimite

in genere unilaterale # molto dolorosa

Prostatite

aumento di volume # senso di peso in sede perineale

Orchite

rarissima

!


GONORREA NELLA DONNA

Breve periodo di incubazione (2-5 giorni)

Cervicite Localizzazione primaria nel 90% dei casi # spesso asintomatica

Collo uterino eritematoso, eroso e secernente pus

Uretrite Molto meno frequente come prima sede

Secrezione purulenta più o meno abbondante

Pollachiuria, tenesmo vescicale, ematuria terminale

Vulvo-vaginite solo nelle pre-puberi (immaturità dell’epitelio)

!

!

! !


COMPLICANZE DELLA GONORREA NELLA DONNA

Il gonococco predilige gli epiteli monostratificati

vulva vagina

Infezione delle gh. periuretrali di Skene

e delle gh. di Bartolini (nel grande labbro)

Endometrite

Salpingite

spesso monolaterale # dolorosa # se bilaterale sterilità

Salpingo-ovarite

!


GONORREA EXTRA-GENITALE

Oftalmoblenorrea

Prevalentemente da contagio intra-partum

Più rare le forme da autoinoculazione

Proctite

Faringo-tonsillite

Sindrome cutaneo-articolare

febbre

artralgie migranti (soprattutto piccole articolazioni)

lesioni papulo-necrotiche palmo-plantari

Setticemia meningite, endocardite, artriti, ecc.


DIAGNOSI DIFFERENZIALE

Cervicite gonococcica

vs. cervicite piogenica

in genere dopo parti o aborti # prev. da strp # > compromissione delle condizioni generali

vs. cervico-vaginite da T. vaginalis

associazione con vaginite # prurito vulvare # leucorrea abbondante, biancastra, schiumosa

vs. sifiloma I cervicale

vs. neoplasie

Uretriti

vs. uretriti non-gonococciche (Chlamydia trachomatis, Trichomonas vaginalis,

batteri, Micoplasmi, Candida albicans)

Tempo di incubazione più lungo: 1 settimana - 1 mese (vs. 2 - 5 gg)

Clinica: secrezione meno abbondante, a carattere mucoso o muco-purulento

Decorso: prevalentemente sub-acuto o cronico

!


TERAPIA DELLA GONORREA

NON PENICILLINA Potrebbe mascherare una sifilide concomitante

La sifilide richiede dosaggi più alti

Previa esecuzione dell’antibiogramma,

RIFAMPICINA 900 mg/die per os per 5 - 7 gg.

SPECTINOMICINA 2 - 4 gr/die per i.m. in dose singola

ERITROMICINA 2 gr/die per os per 5 - 7 gg.

TETRACICLINA 2 gr/die per os per 5 - 7 gg.

COTRIMOSSAZOLO

!


URETRITI NON GONOCOCCICHE

Possono seguire o accompagnare un’uretrite specifica gonococcica

Tempo di incubazione più lungo: 1 settimana - 1 mese (vs. 2 - 5 gg)

Clinica: secrezione meno abbondante, a carattere mucoso o muco-purulento

Decorso: prevalentemente sub-acuto o cronico

Sono le più frequenti MTS

Spesso difficili da gestire

Agenti eziologici:

Chlamydia trachomatis

Trichomonas vaginalis

Candida albicans

Batteri aerobi ed anaerobi

Micoplasmi e virus

Agenti chimici e fattori traumatici


URETRITI DA CHLAMYDIA TRACHOMATIS

Circa la metà delle UNG

Periodo di incubazione: 2 - 3 settimane

uretra cervice retto congiuntiva

Scarsa secrezione amicrobica a carattere mucoso o muco-purulento

Caratteri clinici meno eclatanti che nella gonorrea

DIAGNOSI:

esame citologico - a fresco (inclusioni citoplasmatiche spontaneamente fluorescenti)

- con blu di metilene, Giemsa, Lugol

immunofluorescenza diretta su striscio uretrale

colture cellulari

sierologia

NON SEMPRE UNA POSITIVITA’ DELLA SIEROLOGIA

E’ INDICE DI INFEZIONE IN ATTO

Necessari: - sieroconversione; - titoli 4 x; - IgM a titoli di almeno 1:8

TERAPIA: doxiciclina 200 mg/die per 1 settimana

azitromicina; ofloxacina; eritromicina

!


URETRITI DA VIRUS

Influenza

Herper virus progenitalis

URETRITI DA MICOPLASMI

M. hominis, Ureaplasma urealiticum abb. secrezione mucopurulenta amicrobica

URETRITI DA TRICHOMONAS VAGINALIS abb. secrezione biancastra schiumosa

Protozoo piriforme con quattro flagelli e membrana ondulante

Tempo di incubazione piuttosto lungo # Spesso asintomatiche

Anche cervico-vaginiti e balaniti

URETRITI DA BATTERI

Stafilococco aureo, Stafilococco saprofitico, Streptococco fecale, enterococchi

Bacteroides e Clostridi (anaerobi)

Myma polymorpha (Gram negativo, molto simile al gonococco)

URETRITI DA CANDIDA ALBICANS

Solo l’1% # >> vulvo-vaginiti e balano-postiti


ULCERA VENEREA (o ULCERA MOLLE)

Rara in Europa

Agente eziologico: Haemophylus ducrey (streptobacillo Gram negativo)

Tempo di incubazione: 2 - 5 gg

solco balano.prepuziale # grande labbro o commessura posteriore

lesioni papulo-pustolose multiple ad evoluzione ulcerativa

fondo necrotico, dolorose, a base molle

[1 - 2 sett.]

Linfadenopatia con periadenite fistolizzazione UNICA

DIAGNOSI:

-es. microscopico diretto: Gram, o Unna-Pappenheim (verde metile, pironina)

streptobacilli in rosso, ‘a linea ferroviaria’ quando extracellulari

-es. colturale: sangue defibrinato di coniglio

-(reaz. di Ito-Reenstierna)

TERAPIA: sulfamidici, kanamicina, streptomicina

!


LINFOGRANULOMA VENEREO (o LG INGUINALE)

Rarissimo in Europa

Agente eziologico: sierotipi L1, L2 ed L3 di C. trachomatis

Tempo di incubazione: 2 - 6 settimane

genitali esterni o vagina

lesione ulcerativa indolente e fugace (“ulcera adenogena”)

[1 - 4 sett]

Linfadenopatia con periadenite fistolizzazione MULTIPLA (“poroadenite”)

nelle localizzaz. vaginali adenite pelvica profonda proctite/periproctite

+ Febbre, malessere, artralgie ed epatosplenomegalia

DIAGNOSI:

esame citologico - a frescoo con coloraz. (blu di metilene, Giemsa, Lugol)

immunofluorescenza diretta su striscio uretrale

colture cellulari

sierologia

TERAPIA: doxiciclina, azitromicina; ofloxacina; eritromicina

!

More magazines by this user
Similar magazines