DI STEFAno – FILoSoFI E GIuRISTI SoCIALI - Sindacato Libero ...

slsi.it

DI STEFAno – FILoSoFI E GIuRISTI SoCIALI - Sindacato Libero ...

14 LIno DI STEFAno FILoSoFI E GIuRISTI SoCIALI

la, la «filosofia positiva» non era altro che «soltanto lo studio

delle generalità delle diverse scienze concepite come

sottomesse ad un unico metodo e formanti le diverse parti

di un piano generale di ricerche».

nato a Montepellier, dopo gli studi liceali nella sua città,

Auguste Comte entrò nella scuola politecnica di Parigi per

poi tornare per un certo periodo nella città natale, dove frequentò

la facoltà di medicina famosa in tutt’Europa; vi aveva

a suo tempo, coltivato studi medici lo stesso Cartesio. Ma

la svolta della vita del padre della sociologia avvenne quando

conobbe Saint-Simon, del quale divenne segretario e autorevole

collaboratore, visto che il maestro si avvalse dell’apporto

del discepolo per redigere i volumi «L’Industria»,

«La Politica», e il «Sistema industriale». L’amicizia e la

cooperazione fra i due non durò comunque molto, esistendo

un dissenso sia caratteriale che teoretico, non senza, per la

verità, una certa dose di invidia reciproca. E infatti, come

entusiastica fu l’amicizia altrettanto traumatica fu la rottura,

dato che entrambi convenivano sulla necessità di un «novus

ordo» della società; nuovo ordine inteso come riorganizzazione

della comunità su basi scientifiche e tecniche.

Ma mentre per Saint-Simon i tempi erano già maturi per

l’instaurazione di un nuovo sistema sociale, per Comte, al

contrario, occorreva ancora attendere, vista la precarietà

delle condizioni, per l’avvento di una nuova struttura industriale.

La frattura fra i due fu, come s’è detto, violenta, e

forse Comte si dimostrò molto ingeneroso verso l’antico

maestro, allorquando lo apostrofò con tali parole: «un legame

funesto con uno scrittore molto ingegnoso ma troppo

superficiale, la cui propria natura non comportava altro mo-

More magazines by this user
Similar magazines