DI STEFAno – FILoSoFI E GIuRISTI SoCIALI - Sindacato Libero ...

slsi.it

DI STEFAno – FILoSoFI E GIuRISTI SoCIALI - Sindacato Libero ...

CAPITOLO V

MAX WEBER

«Benché non si addica a questo grande uomo il considerarlo

inclinato a una vocazione specifica o a una scienza

particolare, a molti di noi Max Weber (1864-1920) è apparso

un filosofo». Questo giudizio di Karl Jaspers, discepolo

del grande filosofo e sociologo tedesco, risulta tanto più

fondato quanto più si rifletta sulla considerazione secondo

la quale, nonostante tutto, Max Weber ha edificato una concezione

del mondo anche se non sorretta da quei valori assoluti

che, notoriamente, costituiscono il substrato della genuina

filosofia.

Educato a solidi studi giuridico-economici e orientato

per l’originale e spiccata curiosità intellettuale a tutti i rami

dello scibile umano, segnatamente la scienza sociale conservante,

a detta di Karl Jaspers, «ancora un carattere filosofico»,

il pensatore e sociologo di Erfut intende fondare

una nuova scienza ‘comprendente’, com’egli la chiama,

mediante l’analisi del ‘sociale’ e mercé il processo di razionalizzazione

proprio della civiltà occidentale capace di

mantenere «un significato particolare, specificamente atteggiato,

quand’anche di solito indeterminato».

La nuova scienza preposta a tali funzioni è, appunto, la

sociologia concepita quale studio di multiformi fattori che

More magazines by this user
Similar magazines