Entusiasmo da record per ripartire - il mese parma magazine

ilmese.it

Entusiasmo da record per ripartire - il mese parma magazine

Pensavamo di darvi appuntamento a settembre

sfruttando l’onda azzurra della Nazionale. Invece la

festa con il Lussemburgo che il ct Prandelli e la FIGC

avevano intenzione di regalare a Parma prima degli Europei

è stata annullata. Giustamente. Per rispetto e per sicurezza.

Il terremoto che ha colpito l’Emilia facendo morti, seminando

ancora distruzione e disperazione, ci ha troppo sconvolto

e spaventato. Non era immaginabile giocare con il cuore

devastato dal pensiero delle vittime. Non era possibile

ignorare la paura che ci ha preso lo stomaco nel sentire la

terra tremare, nel vedere alla tv reportage impressionanti.

Foto di paesi vicini, troppo vicini. Immagini di macerie

a un tiro di schioppo dalle nostre certezze. Convinzioni

centenarie solide come fortezze e tuttavia crollate di colpo

insieme ai casolari familiari di Sant’Agostino, alle torri antiche

di Finale Emilia, alle chiese secolari di Mirandola e ai

moderni capannoni di Carpi. Lacrime e dolore di gente che

potremmo essere noi. Per storie, dignità e orgoglio. L’Italia

al Tardini prima o poi tornerà, ma l’auspicio vero ora è che

presto il nostro stadio possa ospitare anche un’amichevole

per gli emiliani colpiti dal terremoto. Perchè non possiamo

limitarci a mandare un sms. E anche il Parma, che è sempre

stato in prima linea per le cause benefiche, questa volta lo

sarà ancora di più. La sofferenza di chi ci vive accanto è

più ridondante di ogni record di vittorie ma anche di ogni

schifezza che una parte del calcio ci regala con romanzi

3

Editoriale

criminali al limite tra la Banda della Magliana e quella di

Amici Miei. Detto ciò, quest’estate il Parma lavorerà per

un altro campionato da ricordare. Ripetere quello scorso

sarà difficile, ma i punti da cui ripartire ci sono. Lo staff di

mister Donadoni e quello di Pietro Leonardi. Quindi la squadra.

Un gruppo in cui potranno cambiare i nomi ma non i

presupposti. Si giocherà con convinzione, cercando il risultato

sempre attraverso una prestazione che sia espressione

prima del gruppo e poi del singolo. Fuori dal campo invece

la partita più importante sarà ancora dettata dal fairplay

finanziario e della capacità di individuare giovani talenti da

valorizzare. Sullo sfondo la consapevolezza del presidente

Ghirardi che dice:“Ho imparato a innamorarmi dei risultati

più che dei giocatori”. Per quel che ci riguarda studieremo

una nuova annata di ParmaStadio per farvi entrare ancor di

più nelle emozioni crociate. Grazie agli amici di Edicta (su

tutti, Simone Simonazzi, Davide Pescini e Matteo Sartini) e

alla passione di Simone Mazzanti del nostro ufficio stampa,

quello gialloblù è diventato un magazine da Champions.

Rimanete con noi. Abbonatevi subito alla nuova stagione

del Parma. Ripartiremo insieme. Con rinnovato entusiasmo

e tanta voglia di stupire.

Maria Luisa Rancati

Responsabile Comunicazione Parma Fc

More magazines by this user
Similar magazines