Pegaso spicca il volo - Gulliver

gulliver.mo.it

Pegaso spicca il volo - Gulliver

A GONFIE VELE

C’era una volta...

racconti da Casa Serena

vorrei un mondo con solo delle

biciclette perché mio fi glio è “Io

morto in un incidente d’auto e

le macchine mi fanno paura”. Questa

frase toccante mi ha spinto a creare

lo spunto del “Mondo Ideale” come argomento

di alcuni dialoghi di gruppo

(Rot) che conduco settimanalmente

qui a “Casa Serena”. Avevo già usato

questo fi lo conduttore per una rubrica

che curavo su una rivista cattolica ma

mi sono reso conto che era una linea

guida perfetta anche da usare con gli

anziani. Chi meglio di loro, dopo una

vita così lunga vissuta a cavallo tra una

quotidianità fatta di ritmi antichi e la

frenesia di oggi, può darci un’immagine

di un mondo ideale dove vivere?

Chi, se non gli ospiti con cui dialogo

tutti giorni, possono regalarmi immagini

signifi cative e, perché no, anche

dolcemente ingenue di un loro luogo

ideale dove comincerebbero nuovamente

a vivere, come se la loro vita

potesse procedere all’indietro fi no al

suo inizio? E così, giorno dopo giorno

per qualche settimana, ho parlato con

gli anziani della struttura e ho provato

a stimolarli in questa direzione, facendomi

raccontare le cose belle e brutte

della loro vita per poi guidarli ad

esprimermi un’immagine semplice di

come avrebbero voluto o vorrebbero

il mondo che li circonda, il mondo che

per loro è ancora una realtà di paese,

un mondo in cui tutti ancora si salutano

per strada e conoscono “morte

e miracoli” di ognuno. “Un luogo ideale

dove ci siano solo bambini perché loro

ridono sempre e non conoscono le cose

brutte della vita”. Ne sono uscite immagini

gioiose e toccanti come queste

ma anche tante altre. “Nella mia vita

ideale vorrei vivere in una bella fazenda

di campagna con il mio orto e i miei

animali, senza la confusione che si sente

in giro”. “In un mondo dove tutto va bene

vorrei che nessuno patisse la miseria che

ho vissuto io quando ero giovane”. Frasi

legate indissolubilmente a sensazioni

di pace e rifi uto della povertà, stati di

vita che molti degli anziani di “Casa

Serena”, ma non solo, hanno cercato

e vissuto lungo il corso della loro vita.

“Vorrei una nuova infanzia dove potere

mangiare tutta la cioccolata che

possono avere i bambini oggi. Quando

ero piccola io averne anche solo

un pezzo era un lusso”. Parole come

queste di una anziana di nome Rosa

del nostro Centro diurno sembrano

una battuta ma sono un confronto

Anche quest’anno,

la CooperativaGulliver

partecipa come

sponsor, all’attivita’

promossa dall’Associazione

AMICA onlus

che organizza le “FESTE

D’ESTATE 2009” all’interno

della Case Protette e

Centri Diurni per anziani

sul territorio delle Terre

D’Argine.

Fra le diverse occasioni di

incontro sono state realizzate

Domenica 31 Maggio

la Festa d’Estate alla

Tenente Marchi e Sabato

6 Giugno al Centro Diurno

Borgo Fortino e Comunità

Alloggio.

LE FESTE D’ESTATE sono un

importante ed atteso appuntamento

della tradizione car- pigiana, ogni festa è ispirata ad un tema che

caratterizza la scelta dello spettacolo.

Quest’anno alla Tenente Marchi i protagonisti sono stati i favolosi anni 50’

con orchestra, scuola di ballo acrobatico e sfi lata di moda il tutto intitolato

“ HAPPY DAYS “.

GIUGNO 09

■ A cura di Vincenzo Malara

incredibile e

tra il mondo

che i nostri

anziani vivevano

un

tempo e

quello di

oggi dove

si ha tutto

e, ancora

una volta,

dimostrano

come

molti nonni

siano

perfettamente

in

grado di “sdopdoppiarsi” tra il ieri i e l’oggi. l’ i E poi i ancora oggi. i “N “Nel l mio i mondo d id ideale l vorrei i non

“una vita dove poter pensare solo a smettere mai di ballare e poterlo fare

mia moglie e a coltivare il mio orto”, anche quando sono vecchio”. “Quando

“un mondo dove i nonni restino sem- ero giovane non c’erano le cure mediche

pre con i propri fi gli e non vengono di oggi e così non avrei perso mia so-

dimenticati”. Tra le tante altre frasi che rella che aveva un brutto male. In una

mi sono segnato ce ne sono due che vita migliore vorrei che tutti potessero

mi sono rimaste impresse in modo essere curati”. Un “Mondo Ideale” che

particolare, parole che commuovono i racconti degli anziani hanno reso

ma che, di nuovo, dimostrano come i meno utopico ma più vero, fatto di

nostri anziani abbiano nostalgia della desideri veri, concreti, nostalgici, forse

loro gioventù ma guardando con ingenui, ma che fanno sentire la vita

invidia alle possibilità che abbiamo ancora più preziosa.

FESTE D’ESTATE 2009 CARPI - SERVIZI PER ANZIANI

■ A cura di Rita Bonardi

Presso Borgo Fortino e Comunità

Alloggio il tema “ C’ERA

UNA VOLTA IL COUNTRY” ha

visto la partecipazione straordinaria

del gruppo musicale

“Colorado Ranch” e spettacolo

di balli country.

In questi splendidi momenti

di incontro non mancano ovviamente

stand gastronomici,

giochi, mostre fotografiche e

mercatini con manufatti realizzati

dagli ospiti, operatori e

volontari.

Molte sono le forze coinvolte per

la realizzazione di queste giornate

compreso le operatrici e gli operatori

che operano quotidianamente

presso i servizi e che contribuiscono

al successo di questi eventi che

negli ultimi anni hanno visto una

partecipazione molto signifi cativa

della cittadinanza.

Venerdì 3 luglio si terrà la festa del ventennale presso il Centro Le Querce

a partire dalle ore 19, appena pronto inoltreremo il volantino.

Saluti

Mariarita Napolitano

LA FLOTTA DI GULLIVER

5

More magazines by this user
Similar magazines