I Processi Politici di Barletta - Biblioteca del Consiglio Regionale ...

bcr.puglia.it

I Processi Politici di Barletta - Biblioteca del Consiglio Regionale ...

48

alla Gran Corte cli' dichiarare la compete nza corre-

zionale, rinvianclo a piede libero gli arestati al Giudice

competente, giusto I'art. I 42, leggi penali.

Ai Z di luglio, pef mano dello stesso avvocato,

anche il Castagnaro, detenutQ, produsse la stessa

ecceziorre d'incompete nza come i tr3 di sopra. Il

Procuratore Generale, ai g luglio, veduto il processo

a cariqo di Davino Domenico, Rossi Giuseppe, Leone

Gabriele ed altri, imputati, ecc.; veduta la domanda

clei sopra nominati Davino e compagni del z8 gitr-

gno ; visti gli articoli r 4c, I 42, ,r +3 leggi penali,

conformemente all'art , r 42 leggi penali ;

CHIEDE:

Dichiararsi la cornpete nza corre zionale e di rinviare

gl'imputati sotto lo stesso modo di custodia

al Giudice Circondarial-. di Barle tta.

Ai r o suddetto mese il vice-Presidente della

Gran Corte, Vincenzo de Marinis, assistito dal Cancelliere

sostituto Scarpetta, interroga i tre ultinri

arrestati, È intesor pe r primo, Giuseppe Musti fu

Oro nzío, di anni 47 , che si protesta innocente: le

grida, egli dice, furono emesse da ragazzi e giovinastri,

i quali, dopo aver toccato qualche scappellotto,

si allontatìarotlo; al Corpo di Guardia nof vi

fu altro; venne il Sottc-rintenclente e tutto trovQ tran-

49

quillo. Il giro non si allu ngo nell'andare al posto

cli Guardia, rna si batterqno le - solite strade, vi fu-

ron?. 1. trombe perche i tamburi erano a Canosa,.

Si era di carnevale, tempo di chiassi e pazzie,

il . \rino ' a vil prezzo, un grano la carafa, guindi

molti giovani erano alticci e facili ad emeftere grida,

le quali, dql resto, furono di : Viaa il Re / Viua la

Costt,tuzione /

Fu interrogato, pel secondo, Giovanni de Monte

fu Ruggiero, di ann í 4r, il quale, anch'esso, clichiaro

calunniosa I'irnputazione. Ammise le grida di : Viaa

it Re/ Viua la Costituziàae/ [liua I'ffuha'! madovuti

a giqvinastri che disperse davanti al Corpo di -Guar'

dia. Tali grida si ripetettero all'arrivo del Pappa'

lettere, ed egli, che trovavasi allora nel Corpo di

Guardia, uscito fuori, vide di che si trattava e torno

a disperdere i gridatori.

Nel dopo pra1r,o, poi,mentre trovavasi nella

propria ' abitazione, fu invitato ad accorrere correre armato al

.

sotto il palazzo dél Sottointendente, perchè vi'si

enrettevano grida, chiedendo la divisione delle terre

cornunali. A.qorse e con le buone gli riusci ,s'edare

il tumulto: non sa altro. Adduce a testi in sua di-

:,

fesa D. Giuseppe de l,,eotre , f). Saverjo Esperti,

D. Mariaqo, D. Vincen zo, D. Giuseppe e D. Fer-

dinartclo Cafiero,

,

More magazines by this user
Similar magazines