Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow1.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

186

mal cauesse. epoi lomal sentisse loben

uorria.

Sicomomo destritto. chenonpote fug-

gire, conuenelo seguire laltrui uoglia.

Miuene amore affritto, cliemiface ser-

uire. edamando gradire eppiu morgo-

[g]lia. madonna che (81 e) mi spoglia,

dicoraggie difede. mase(lla)uol [a] mer-

zede consentire, tutto lomeo corrotto,

sera gioie dolsero, mapiu lifora onore

sai postutto, mitornasse indisdotto di

bon chore.

Ai plagente persona, cerallegre be-

nigna, di tutte altesse degna edonore.

Ciascunomo ragiona, quella donna di-

sligna. chemercede disdegna eamore.

Dunqua uestro ualore. emercede miua-

glia. cliafoco mitrauaglia che nospegna.

euostra canoscensa uermi damor sin-

flame. eaccio merechiame abenuoglen-

sa. auen dalcor soffrensa chio lame.

Quando fradue amanti, amore igual-

mente. simostran ben uoglente nasce

bene. Diquella more manti, piacerundomo

sente, gioia locor paruente etutto

bene. Masello pur sitene, aduno ellaltro

lasso, quello penando attassa esofferente.

More magazines by this user
Similar magazines