Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow1.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

197

dolse core amaro, tene poi cheprouato.

nente si cela amostrar chedizia. Pero

uorria uifnssapla.irire. meseruendo te-

nere, chessimitrou ereste incor sicuro,

ieal comoro puro, chenonguardando mia

pogha possansa. midonereste gioi difine

amansa.

Prendendo loco parlando talento,

inuoi gentil sourana. ragione porterea

tal conuenensa. Madiuizando temei ua-

limento. cauete uenir piana, mia di-

ziansa simi neon bassensa. Poi (83 e) che

temensa naggio siconforto. che no userà

diporto, tantadunato parte per natura,

for pietate nondura, orgoglo ingentil

cosa siflnita. mal umelta fiata onne con-

pita.

Como risprende ini scura partuta.

cera difoco appriza. simallumato nostra

chiara spera. Cheprimeo maginasse la-

ueduta. delamoroza intiza. nonera quazi

punto più che fera. Ora chenpera meni

amoren core, sento edo ualore. eccio

cheuaglio tegno dallaltura. conplita in-

uoi figura, dangelica senbiansa edimer-

sede. percui lapena gioi lomeo cor crede.

More magazines by this user
Similar magazines