Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow1.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

LXXXI.

MONTE ANDREA.

203

Aimizero taupino ora scoperchio.

euoi cernire latine elmezzo elcapo. de-

liuisiosi mali oue lisapo. cheno stia più

nerrore lagente manclia. Per tutta ra-

gion diro non disoperchio. perdifension

qual uol prenda loscudo. troueral colpo

mio ognora ignudo, siccome gente in-

battagla istanca. Ciò comanda ragione

edio nolnegha. chiprendil torto dura

alquanto tempo, ma alafine otardi oper-

tempo. essi paleze che gianona loco,

uenesi consommando appoco appoco,

cosi ogni cosa pur nel fine piegha.

Gente derrore comò alcuno lauda,

louisioso amor cosi nolchiamo. morte

lapello cheldritto ramo, eancor peggio

sepeggio setruoua. Orodi loprincipio

come frauda, brami edizii conuita si-

agra, quando auere credi allor più ma-

gra, troni tuopra queste prima pruoua.

Poi nelmezzo tuttol mal radoppia. quan-

do laditta morte qui ti trappa. prendi

More magazines by this user
Similar magazines