Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow1.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

209

nel passo oue conduce cui gouerna.

masio dicesse ciò cliamei neserbo. già

nonserea nullom uerme siacerbo. noi

mouesse pietaffar dime preghi.

LXXXIII.

MESSER TOMAZO DA FAENSA

RINTRONICO.

Amorozo uoler maue commosso, a-

non poter celar lalingiia ilcore. poisi-

gliabbonda proferirlo fore. ciò chel-

lui maginato mirimenbro. Cliemanti son

canloro intenta eposso, messo inmesdir

damore emal retrarne, souerchiamente

isforsan di parlarne, dalor sentensia

parto emmi disenbro. Damore inuanato

fanno iscorpo. propieta diuersa ilnato-

rale. nome che bene potè eppiu uale.

chensua natura già nona molesta, camore

amante trai degne tenpesta. ueder

mai nullo tanto ualor pò.

Per natoral ragione amore nasce.

(85 (Z) naueggia aguiza dibon marinaro,

se troua loco diziozo echiaro, soggiorno

14

More magazines by this user
Similar magazines