Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow1.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

2-28

cliesia dato, amor chifermamente, per-

uoi semente diuoi eassizo. Ecome neramente

donna edegno, diuen clielor che-

segno, uedeste per senbiansa chio ua-

maiia. esseruir diziaua. elmeo cor co-

nosceste sicomera. di uoi per nostra

canoscesa altera.

Poi certa donna nife canoscensa.

dal meo euostro core, chera damore

diuoi siccome prizo. Fui uostraltero

desinobile essensa. chemidono sentore,

quazi colore di ben diuoi conmizo. Dandomi

quazi ferma intensione, cheuostra

oppenione. persenbiansa uidouesse ama-

re, seruire eonorare, edeo sifo undo

magnallegressa. poi madegnato asseruo

uostraltessa.

Sensalcun quazi par sonon gran

gioia, poi fermaggio uoglensa. seruir

fior di plagensa uostraltura. Negiamai

non credo alcuna noia, pezansa nedo-

glensa. poi lamian tensa inuoi solo di-

mora. Considerando chedogne uertude.

siete usiconchiude. fontana edisauer pre-

gio (89^) orransa. sensalcuna follansa.

regnando inuoi perse ciascuno bene, a-

perfession conuoi tuttor conuene.