Determinazione n. 24/07 - Inran

inran.it

Determinazione n. 24/07 - Inran

Istituto Nazionale

di Ricerca per gli Alimenti

e la Nutrizione

Via Ardeatina, 546 - 00178 Roma

Tel. +39 06 51494.1 Fax +39 06 51494550

www.inran.it

partita IVA 02120811001 codice fiscale 80074550585

pag. 2

CONDIVISA l’opportunità di dare pubblicità per estratto e con cadenza triennale,

presso l’Albo Pretorio del Comune di Roma una volta avviato il programma informatico di

che trattasi oltre alla consueta pubblicazione sul sito internet dell’Ente;

SENTITO il funzionario responsabile della procedura suindicata e la commissione

di cui sopra;

DETERMINA

Art. 1

Albo fornitori

Per le considerazioni ed i motivi di cui in premessa, le modalità di iscrizione

all’Albo dei Fornitori di beni e dei prestatori di servizi dell’INRAN sono aggiornate qui di

seguito:

- Sezione I: Fornitori di beni

- Sezione II: Prestatori di Servizi ivi compresi i servizi di progettazione e direzione

dei lavori.

Nell’ambito di ogni Sezione l’Albo è suddiviso in categorie merceologiche ed in

categorie di servizi.

L’iscrizione all’Albo dei Fornitori di beni e dei prestatori di servizi consente la

partecipazione alle procedure per l’acquisizione di servizi e forniture nonché alle

procedure di effettuazione delle spese in economia aventi i medesimi fini e comunque nei

limiti del D.Lgs. n. 163 del 12.4.2006 e ss.mm.ii.

Art 2

Requisiti di iscrizione

Per l’iscrizione all’albo fornitori dell’INRAN i soggetti interessati dovranno essere

in possesso dei seguenti requisiti:

1. non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata o

di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente e non avere in

corso un procedimento per la dichiarazione di una delle suddette situazioni e di non

versare in stato di sospensione dell’attività commerciale;

2. non essere destinatari di alcuna sentenza di condanna passata in giudicato, ovvero

di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura

penale, per qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale o per delitti

finanziari;

3. non aver commesso, nell’esercizio della propria attività professionale, un errore

grave, accertato con qualsiasi mezzo di prova;

4. essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali

ed assistenziali a favore dei lavoratori;

5. essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse;

6. non essersi resi gravemente colpevoli di false dichiarazioni nel fornire informazioni

richieste per la partecipazione alle procedure di gare;

More magazines by this user
Similar magazines