Diapositiva 1 - I.T.C. Salvatore Calvino

itccalvinotp.it

Diapositiva 1 - I.T.C. Salvatore Calvino

Tessuto

connettivo


connettivo propriamente detto

epitelio

tessuto

connettivo

propriamente

detto

ghiandole


cellule molto

più pi rade

a differenza degli

epiteli…

abbondante materiale

extracellulare (matrice matrice)

presenza di

vasi sanguigni


Componenti del tessuto

connettivo

1. cellule

2. matrice extracellulare

1. sostanza fondamentale amorfa

2. fibre di natura proteica

1. fibre collagene

2. fibre elastiche


varietà di tessuto connettivo

• si distinguono diversi tipi in base alla

abbondanza relativa e alla disposizione

delle fibre extracellulari

• alle differenze istologiche corrispondono

specifiche proprietà funzionali e quindi

ruoli fisiologici

ecco due esempi estremi…

estremi


tessuto connettivo

lasso

in rosa:

fasci di fibre collagene

di diverso spessore

in bianco (scarsamente colorabile):

abbondante sostanza fondamentale amorfa

in nero:

fibre elastiche


fasci compatti e ordinati

di fibre collagene in sede

extracellulare

tessuto connettivo denso

scarse quantità quantit quantitàdi di sostanza

fondamentale amorfa


specificità funzionale

• lasso:

– permeabile

– facilita gli scambi

metabolici

– sede privilegiata dei

meccanismi di difesa

• denso

– robusto

– notevole resistenza

alle sollecitazioni

meccaniche


in che senso i tessuti connettivi

“connettono”?

• connessione meccanica

– ancorare tessuti fra loro

– sostenere e proteggere organi

• connessione funzionale

– consentire e facilitare il transito di:

• sostanze (nutrizione, metabolismo)

• cellule (difesa immunitaria)


connesione

“meccanica”

connessione

“funzionale”

più pi piùfibre fibre proteiche, che

conferiscono stabilità stabilit stabilitàe e

robustezza

più pi piùsostanza sostanza fondamentale

idratata, che consente la

la

diffusione di di sostanze e la

la

migrazione di di cellule


classificazione dei tessuti

connettivi propriamente detti

• lasso

• denso

– regolare

– irregolare

• altri, fra cui…

– adiposo


varietà di connettivo denso

fasci di fibre collagene

a decorso irregolare fasci di fibre collagene

uniformemente orientati


connettivo

denso irregolare

(per es. derma)

varietà di connettivo denso

connettivo

denso regolare

(per es. tendine)


Cellule del connettivo propr. detto

•Fisse

– Fibroblasti

– Macrofagi fissi

– Adipociti

– Melanociti

• Migranti

– Macrofagi liberi

– Mastociti

– Linfociti

– Microfagi

• Cellule mesenchimali

– Plasmacellule


macrofago


• Anche detto istiocita,

Macrofago fisso

• Fagocitano cellule danneggiate e particelle

estranee, inclusi batteri patogeni

• I materiali ingeriti vengono distrutti da enzimi

lisosomiali

• Reagiscono a stimoli rilasciando sostanze

attivanti del sistema immunitario


Tessuto adiposo


Connettivi a caratteri

“speciali”: Adipocita

• Singola enorme gocciola di grasso

• Nucleo e organelli sono schiacciati

verso la periferia (forma ad anello con

castone)

• Numero variabile a livello di

– Tessuto

– Regione dell’organismo

– Individuo


nello striscio di sangue la matrice

extracellulare (plasma) viene

eliminata e si osservano solo i

cosiddetti elementi figurati,

ovvero cellule o parti di cellule

striscio

gli elementi figurati del sangue

vengono fissati e poi colorati

con il metodo di Romanowski,

cioè con una miscela di

coloranti acidi, basici e neutri


Globuli bianchi o leucociti

sono cellule pre-

poste alla difesa

dell’organismo

dell organismo


Globulo

rosso

aspetto morfologico a

“disco disco biconcavo” biconcavo

la forma del globulo rosso aumenta

l’efficienza efficienza dello scambio di gas

fra citoplasma e plasma ematico

8 µm


diversi tipi di

granulociti

neutrofilo

acidofilo (eosinofilo)

basofilo


Tessuto osseo

• Forma specializzata di connettivo caratterizzata

dalla mineralizzazione della matrice extracellulare

che conferisce al tessuto una notevole resistenza e

durezza

• L’osso è al contempo resistente e leggero

• Non è un tessuto statico:

è invece soggetto a rimodellamento e

rinnovamento per l’intera durata della vita


Funzioni dell’osso

• costituisce l’impalcatura interna del

corpo

• protegge i visceri

• dà inserzione a muscoli e tendini

• accoglie gli elementi emopoietici del

midollo

• è la principale sede di deposito del

calcio


componenti del tessuto osseo

come gli altri connettivi:

• cellule specializzate

(preosteoblasti, osteoblasti, osteociti,

osteoclasti)

• fibre extracellulari

(collagene)

• sostanza o matrice fondamentale

(caratterizzata dal deposito di sali di calcio e

dalla carenza di acqua)


sezione trasversale di osso compatto

osso

compatto

sezione

trasversale


osso compatto

(in sezione

trasversale)

il tessuto appare

suddiviso in settori più

o meno regolari

caratterizzati dalla

presenza di un ampio

canale centrale

sono visibili:

cellule dell’osso (osteociti)

accolte all’interno di lacune

scavate nell’abbondante

matrice extracellulare solida


Organizzazione dell’osso compatto

la presenza di settori di tessuto

organizzati intorno a un canale

centrale, i cosiddetti osteoni, è

più evidente in questo preparato;

gli osteoni si sviluppano in senso

longitudinale in forma di manicotto


Organizzazione dell’osso compatto

il canale centrale, detto “canale

di Havers”, contiene tessuto

connettivo ricco di vasi sanguigni

e di cellule


canale di

Volkmann

canale di

Havers


le piccole aree intensamente

colorate sono lacune ossee,

cavità scavate nella matrice

mineralizzata che ospitano

un singolo osteocita; si

notino i sottili canalicoli che

mettono in comunicazione le

lacune fra loro e con il

canale centrale, detto di

Havers, attraverso cui

passano vasi sanguigni

lacune ossee e canalicoli


cartilagine di

accrescimento

a riposo

in proliferazione

ipertrofica

calcificata


Cartilagine di

coniugazione


ialina 10x

la cartilagine è un tessuto

solido notevolmente resistente

alla compressione;

allo stesso tempo, è dotata di

un certo grado di flessibilità flessibilit flessibilità

ed elasticità

elasticit elasticità


a differenza del connettivo

propriamente detto, si noti

la mancanza di

vascolarizzazione;

gli scambi metabolici con

le cellule della cartilagine

avvengono per diffusione

cosa

attraverso la matrice

manca?

ialina 20x

sono evidenti numerose

cellule immerse in una

abbondante matrice

extracellulare


la matrice cartilaginea,

come quella ossea, è

solida e non consente il

movimento delle cellule

ialina 40x


in questo preparato,

le cellule sono per lo

più pi più isolate le une

rispetto alle altre

ialina 40x

sono anche visibili,

tuttavia, gruppetti

di due o più pi più cellule

strettamente

accollate fra loro

More magazines by this user
Similar magazines