Senza titolo-1 - The Gamers

thegamers.it

Senza titolo-1 - The Gamers

PG: Personaggio Giocante. Un PG è un giocatore, un Sopravvissuto.

PNG: Personaggio Non Giocante. Al contrario del PG, che agisce come meglio crede e gioca al 100 % delle

sue possibilità, un PNG è a tutti gli effetti una comparsa, che ha precisi compiti all’interno della trama.

Lo scopo di un PNG non è mai di vincere per se stesso, ma di far divertire gli altri PG.

Time In: è l’inizio dell’evento. Da questo momento tutti i PG sono in gioco, la caccia è aperta!

Time Out: è la fine dell’evento.

In Game: IG, In Gioco. È’ una definizione che serve a chiarire quando una determinata azione è simulata o

rappresentata in gioco, cioè effettivamente giocata.

Out Game: OG, Fuori Gioco. Serve a definire velocemente qualcosa che è fuori dal gioco,

come ad esempio una comunicazione da parte dello Staff.

PL: Punto Locazionale, il metodo con cui si tiene conto della salute di un PG

(vedi capitolo “Punti Locazionali” per maggiori informazioni).

Definiamo tre grandi insiemi di equipaggiamento:

Equip OG: rappresenta le uniche cose che vengono lasciate al Sopravvissuto prima di entrare nel mondo

di Doom Valley. Al PG è permesso portare un orologio, o il proprio cellulare (da usare solo per funzione sveglia,

vedi paragrafo “Guarigione”). Ad ogni squadra di Sopravvissuti sarà inoltre fornito un fischietto,

da usare solo ed esclusivamente in casi di emergenza Out Game.

Tutto qui!

Equip di partenza: in base al numero di Sopravvissuti della squadra, ogni gruppo riceverà determinati oggetti,

più una busta sigillata ad essi collegata con particolari personalizzati aggiuntivi riguardo ciò che li aspetta.

Equip sul campo: armi da mischia e a distanza, torce e batterie, bussole e radio, cibo e munizioni,

fiammiferi e sigarette, medicinali e protezioni... ogni cosa potrà essere raccolta, usata, scambiata,

riparata e molto altro ancora.

Quando il funzionamento, o i bonus In Game che un oggetto può conferirvi, potrà essere dubbio,

vi saranno allegate istruzioni sulle sue funzioni in un formato facilmente riconoscibile.


Armi da mischia: si tratta di armi di ogni tipo, dalle più comuni come bastoni, utensili, ecc,

a quelle più letali come accette, spade, ecc.

Armi a distanza: sono generalmente pistole e fucili, ma ci si potrebbe imbattere anche in congegni

ùpiù letali come cannoni e altra artiglieria pesante o armi come balestre, cerbottane ed archi,

meno tecnologiche ma egualmente utili allo scopo.

Per simulare la salute fisica, parlando di regole, si ricorre ai Punti Locazionali.

Ogni PG ha il proprio corpo diviso in 5 locazioni:

gamba sinistra, gamba destra, braccio sinistro, braccio destro, torso.

Ogni locazione ha 1 Punto Locazionale e tutte le volte che si viene colpiti con un’arma da mischia,

un’arma a distanza, da un non-morto, o chissà che altro, si subisce 1 Danno nella locazione colpita

(a meno che, ovviamente, il colpo non venga parato).

Quando una locazione è a 0, è considerata inutilizzabile: un braccio a 0 pende inerte e non può portare oggetti,

una gamba a 0 non può essere usata e bisogna zoppicare, mentre se il torso va a 0, il PG diventa Esausto.

Subendo un altro Danno al busto il PG entrerà in Coma e, se non adeguatamente assistito, morirà (o peggio...).

Per ulteriori informazioni, vedi paragrafo “Guarigione”.


Il combattimento è sicuramente un momento adrenalinico e pieno di imprevisti durante un evento di Doom Valley.

Per renderlo divertente e sicuro per tutti, i PG devono attenersi alle seguenti regole:

Tutte le armi, a prescindere che siano da mischia o a distanza, infliggono 1 Danno.

Un’arma da mischia deve essere impugnata e colpire il bersaglio descrivendo un arco minimo di 90°,

mentre per un’arma a distanza è sufficiente che il colpo vada a segno per essere ritenuto valido.

È vietato colpire, con qualsiasi tipo di arma la testa, il volto, il collo, la nuca,

i genitali e il seno per le donne (quando non coperto da protezioni).

È vietato utilizzare in modo non consono qualsiasi tipo di arma o protezione per colpire un avversario

(ad esempio colpire in mischia con un’arma a distanza non imbottita per farlo).

Tutte le armi da mischia sono generalmente costruite solo per colpire di taglio:

è vietato colpire di punta a meno che lo Staff non abbia espressamente specificato il contrario

su quella particolare arma.

I colpi portati a mani e piedi sono ritenuti validi.

La pratica del tapping è vietata, cioè il colpire in maniera eccessivamente veloce un avversario.

Questa regola vale per qualsiasi tipo di arma da mischia, non importa quanto grande o piccola.

I colpi di rimbalzo delle armi a distanza non sono da ritenersi validi.

Se si para il colpo di un’arma da mischia, anche se l’arma entra in contatto con una Locazione,

non provoca comunque danno: il colpo deve essere pulito.

Combattimenti a mani nude, prove di forza e altro tra PG sono vietati.

Prima di ogni cosa, ricordate la sicurezza: non serve colpire con violenza o alla cieca.

Meglio dosare la forza e mirare piuttosto che rischiare di rovinare il gioco a qualcuno.

Comportamenti scorretti saranno sempre puniti dallo Staff.

Sebbene generalmente siano PNG, i non-morti potranno essere anche interpretati dagli sfortunati che

sono stati infettati durante l’evento. La natura di chi impersona uno di essi non cambia però il loro stile

di combattimento, comune a tutti gli infetti: per causare 1 Danno ad una locazione, un non-morto deve

semplicemente toccare tale locazione (è nostra intenzione evitare qualsiasi scontro fisico o contesto di forza).

Ci teniamo a sottolineare che i non-morti si limiteranno (urla a parte) a toccare il malcapitato, non ad afferrarlo,

spingerlo, strattonarlo o altro. Sarà sempre un’azione molto teatrale e recitata, fatta nel rispetto della sicurezza

di chi la fa e di chi la riceve.

Non si deve mai rispondere fisicamente ad un lieve tocco dei non-morti,

ma bensì essere molto onesti e sensibili nell’interpretare questo tipo di attacco.

Ricordate che chi vi sta attaccando, cercando di mangiarvi, non sono altro che PNG,

cioè comparse che sono li per il vostro divertimento!


Nel paragrafo “Punti Locazionali” ci sono le informazioni su come calcolare la propria “riserva di vita” e

cosa succede quando la si perde. Ma cosa fare per recuperare i PL persi?

Innanzitutto chiariamo due status nei quali potrà trovarsi un PG:

Esausto: quando la locazione torso è a 0 PL, il PG è Esausto. Può solo strisciare, parlare a bassa voce e

non può impugnare né tantomeno usare nessuna arma; è in balia degli eventi.

Se in questo stato subisce 1 Danno alla locazione torso, il PG entra in Coma.

Coma: il PG è incosciente, e il suo tempo sta per finire. La lotta tra la vita e la morte dura un’ora,

al termine della quale è definitivamente morto... anche se forse non rimarrà tale.

In gioco sarà possibile rinvenire diversi oggetti che serviranno al PG per questo scopo. Vediamoli in dettaglio:

Morfina: utilizzando questa siringa, riconoscibile dal liquido di colore rosso al suo interno,

il paziente guadagnerà 1 Punto Locazionale in tutte le locazioni ferite.

Adrenalina: al pari della morfina, utilizzando questo siero adrenalinico di colore blu,

il paziente guadagnerà 1 PL in tutte le locazioni ferite, ma l’effetto finirà dopo 1 ora, al termine della quale,

per lo stress a cui si è sottoposto, andrà a 0 nella locazione torso, a prescindere da quale sia stato

il danno iniziale, diventando Esausto.

Si può continuare ad assumere adrenalina ora per ora per prolungare l’effetto.

È importante ai fini delle regole che il PG utilizzi il proprio cellulare per impostare un timer di un’ora:

l’azione è tutti gli effetti da considerarsi In Game, ed è obbligatoria da regolamento.

Benda con soluzione fisiologica: applicando questa benda su una locazione,

si recupererà 1 PL dopo 60 secondi dall’applicazione. Bisogna tenere la benda fino al Time Out,

e sovrapporne più di una nel caso si ricevano più cure sulla stessa Locazione.

Se una benda viene rimossa, accidentalmente o meno, la ferita si riapre riportando a 0 la locazione

(non importa se rimangono altre bende, la ferita è comunque compromessa).

Atropina: contenuta in siringhe dal liquido di colore verde, è un potente antidoto che va iniettato

il prima possibile dopo essere stati contagiati da veleni o altre sostanze tossiche.

Esistono però particolari situazioni in cui un PG ha necessità di “uscire dal gioco”, andare cioè Out Game

(magari per recarsi a fare una telefonata urgente o per una comunicazione importante allo Staff).

In tal caso, il PG deve portare le braccia incrociate sul petto, con le mani libere e chiuse a pugno,

per segnalare a tutti che è Out Game.

Ci teniamo a ricordare che, tranne imprevisti o altre dinamiche particolari,

andare Out Game è altamente sconsigliato sia per le meccaniche di gioco che per

non rovinare l’atmosfera a se stessi ed agli altri.


I PG potranno sottrarsi oggetti lasciati incustoditi o mal riposti: tranne l’equipaggiamento Out Game

(vedi paragrafo “Equipaggiamento”), tutto ciò che un PG porta con se può essere rubato da un altro PG e

portato con sé senza comunicazioni di sorta.

Se si vuole perquisire qualcuno, il PG deve simulare l’azione vistosamente per una durata minima di

60 secondi durante i quali qualsiasi interruzione vanificherà il tentativo.

Dovrà quindi comportarsi come se stesse effettivamente svuotando tasche e cercando dentro scarselle,

borse e quant’altro, ma non necessariamente frugandovi dentro: alcuni PG potrebbero non gradire un contatto

fisico di questa natura, o portare con sé oggetti OG che potrebbero essere smarriti durante l’operazione.

Al termine della procedura, se tutto è stato svolto correttamente, il personaggio perquisito è tenuto a

consegnare tutti gli oggetti IG che porta con sé a chi ha effettuato la perquisizione.

Ovviamente, la vittima della perquisizione deve essere consenziente o impossibilitata ad opporsi.

È permesso prendere oggetti In Game palesemente in vista senza dover simulare la perquisizione.

Per quanto sia possibile una certa libertà di interpretazione e di caratterizzazione del personaggio,

Doom Valley rimane un gioco dal tema survival-horror. Per questo motivo, per evitare una deriva completa

che snaturi l’atmosfera che il gioco vuole mantenere, invitiamo tutti i PG a calarsi a fondo nell’avventura

che si apprestano a vivere: tutti i film, i videogame ed i libri che avete visto possono essere rivissuti,

ma nonostante lo scenario, i PNG e tutto il resto, solo la vostra personale interpretazione renderà tutto più vero!

Inoltre, nel rispetto altrui si devono evitare riferimenti offensivi verso religioni esistenti,

etnie e tendenze politiche, oltre che un turpiloquio eccessivo. Le uniche linee guida che lo Staff indica nel

concepire il personaggio sono, come sempre,il buon senso e la coerenza.

Va ricordato che nel gioco c’è una buona dose di combattimento: c’è sicuramente un’alta percentuale

di colpi ricevuti, ad esempio, da armi da mischia di ogni tipo e proiettili di vario tipo.

Il regolamento vieta di colpire parti come volto e genitali, ma non elimina la possibilità che ciò avvenga,

quindi chiunque si cimenterà in un evento Doom Valley lo farà sempre consapevole del rischio che corre,

assumendosi la responsabilità delle proprie azioni, e sarà pronto a controllarsi nel momento in cui

capiti uno spiacevole incidente. L’azione sulle scenografie non manca, e raccomandiamo ai giocatori la

massima attenzione nel non causare o aggravare situazioni di pericolo per se stessi e per gli altri.

Nell’eventualità che ci sia una situazione di pericolo (un malore, un incendio, ecc.) si seguono le dinamiche

dettate dal buon senso. La sicurezza dei partecipanti all’evento è la priorità assoluta degli organizzatori,

pertanto, è necessario avvertire del pericolo oltre chi è nelle immediate vicinanze, anche e soprattutto lo Staff,

e seguire le istruzioni che verranno date all’occorrenza.

La maniera migliore per segnalare una situazione di reale pericolo è usare il fischietto che

viene consegnato ad ogni gruppo prima del Time In: lo Staff arriverà nel minor tempo

possibile per risolvere il problema.


È per questo che, in casi di scorrettezze, saranno comminate sanzioni in base alla gravità dell’accaduto.

Esistono tre gradi di sanzioni possibili, accanto alle quali abbiamo riportato alcuni esempi (da evitare!):

Richiamo verbale: viene data per azioni errate scaturite da lacune nella conoscenza del regolamento,

o per tentativi di interpretarne le regole a proprio vantaggio. Un giocatore che adotta comportamenti

pericolosi durante il gioco è altresì passibile di sanzione, così come chi eccede in comportamenti

anti-sportivi che ledono il gioco altrui, ecc.

Ammonizione: è un sanzionamento più grave per chi ha ecceduto in una delle dinamiche sopra esposte.

Ad esempio, un giocatore che colpisce con troppa foga e/o intenzionalmente l’avversario

con lo scopo di nuocergli, sarà sicuramente sanzionato in questa maniera,

così come chi infrange le regole in modo reiterato.

Espulsione: viene comminata quando un giocatore adotta comportamenti fortemente pericolosi,

per sé e per gli altri causando o meno, danni. Un giocatore già redarguito per altre infrazioni,

può vedersi sanzionare con una nota di questa gravità.

Le nostre aree di gioco comprendono spesso strutture circondate dalla natura.

Entrambi questi elementi dovranno essere trattati con rispetto e mantenuti puliti dai partecipanti.

Non costa nulla fare un po’ di attenzione con la spazzatura, evitando di spargerla in giro:

è preferibile portarla con sé per evitare che altri Sopravvissuti (o peggio ancora) si accorgano

della vostra presenza; un barattolo vuoto, inoltre, è una risorsa quanto mai utile in certe occasioni...

Insomma, aiutateci a tenere pulito e in buono stato l’ambiente e le strutture in cui giocate.

Similar magazines