*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 126 —

I secondi grossi molari compariscono da 12 a 14 anni. I terzi, o

denti della sapienza, nascono sulla parte terminale delle arcate alveolari,

da 20 a 30 anni per lo più, ed alcune volte anche più tardi.

Spesso restano come seppelliti nella spessezza di queste arcate

per tutta la vita.

La seconda dentizione non si fa sempre così regolarmente come

ho indicato. Alcune volte uno o parecchi denti di latte persistono,

ed i denti permanenti che doveano sostituirli non si sviluppano, od

anche uno di questi si sviluppa e si situa alla parte posteriore ed interna

di quelli. In quest' ultimo caso , esiste un sopradente o due,

molto raramente di più.

Molto frequentemente si modifica l'ordine della eruzione de'denti;

così, il secondo piccolo molare permanente esce alcune volte prima

del canino, la cui eruzione può essere molto tardiva. In alcune condizioni

più rare, questo precede il primo piccolo molare.

I venti denti della seconda dentizione occupano sulle arcate alveolari

uno spazio di lunghezza eguale a quello che occupavano i venti

denti che essi costituiscono? Hunter, pel primo, ha emessa questa quistione.

Per l'illustre fisiologo, la porzione del margine alveolare compresa

tra la linea mediana ed il primo grosso molare resta invariabile.

Delabarre, che l'ha misurata con un filo, prima e dopo la caduta dei

denti temporanei, conchiude nello stesso senso. Benché Blake e Leveillé

abbiano emessa una opinione opposta, l'invariabilità della lunghezza

dell'arco, limitata in dietro dal primo grosso molare, è oggi

generalmente riconosciuta. Essa ci spiega perchè i canini non

escono che dopo i primi piccoli molari; gl'incisivi permanenti essendo

infatti più grossi degl'incisivi provvisorii occupano una parte

«lei posto necessario ai canini; ma come i molari temporanei sono

più voluminosi dei piccoli molari dell'adulto, lasciano un vuoto cadendo,

ed il posto che i canini perdono in avanti, lo ritrovano in dietro,

donde la necessità di aspettare la caduta dei molari temporanei, o ciò

che vale lo stesso . la uscita dei primi piccoli molari permanenti.

Dopo la loro completa eruzioni;, i denti permanenti continuano ad

accrescersi, sia da fuori in dentro a spese della loro cavità, che diminuisce

progressivamente, sia da dentro in fuori, per l'aggiunta di

nuovi strati di cemento sulla loro radice. Nello stesso tempo, i canalini

dell' avorio si restringono ancora, come anche gli osteoplasti

del cemento. Giunge dunque un momento in cui il bulbo e. tutte le

sue dipendenze spariscono , ed in cui i denti non sono più rappresentati

che dalla loro parte calcarea o inorganica.

Kssi divengono allora tanti corpi estranei, che non tardano a vacillare

e che abbandonano il loro alveolo ad uno ad uno, ad epoche

indeterminate, estremamente variabili per ognun di loro e secondo

gl'individui. In generale, a 75 o 80 anni, essi non si mostrano più

More magazines by this user
Similar magazines