*.V *

bore.usp.br

*.V *

— 132 -

zione nasale. È di 5 centimetri nella porzione boccale, immediatamente

al di sotto del velo del palato , di 4 al livello dell'osso ioide,

di 3 al livello del margine superiore della cartilagine elicoide, e di

2 ì\2 al livello del suo margine inferiore.

Paragonando fra loro le tre porzioni della faringe si vede : 1° che

la media supera di molto le due altre per 1* insieme delle sue dimensioni

; 2° che se essa differisce poco dalla inferiore pel suo diametro

verticale, ne differisce molto pei suoi diametri trasverso ed anteroposteriore

: 3° che queste due ultime porzioni riunite alla parto

verticale della base della lingua, costituiscono un'infundibolo, e elio

un bolo alimentare , dopo aver attraversato senza difficoltà la base

di questa cavità, potrebbe trovarsi soffermato verso la parte inferiore,

molto più stretta. Quest'accidente, di cui gli annali della scienza

ci offrono difatti molti esempi, avrebbero potuto prodursi molto frequentemente,

se la natura, per prevenire la conseguenza ili una simile

conformazione, non avesse ristrette molto notevolmente le dimensioni

dell'istmo delle fauci.

$ 1.° —CONFORMAZIONE DELLA FARINGE.

La faringe ci offre a considerare due superfìcie, l'ima esterna o

muscolare, 1' altra interna o mucosa.

A. SiTERFICIE KSTERNA DELLA FARINOE.—In dietro, ov'ò piana e verticale,

questa superfìcie corrispondi; al corpo delle sei prime vertebre

cervicali, da cui la separano i muscoli prevertobrali e V aponevrosi

prewrtebrale. Kssa non aderisce a quest'aponevrosi che per un tessuto

cellulare estremamente lento, disposizione che permette alla faringe

di spostarsi per scorrimento e prestarsi così a tutte le varietà

di accorciamento e di allungamento richieste dalla parte tanto importante

che prende alla deglutizione, alla parola, al canto, ec. Tutta

questa Taccia è coverta da una rete venosa a larghe maglie e da

una lamella cellulare molto resistente, benché molto sottile.

Sui lati, la superficie esterna della faringe presenta connessioni molto

più numerose e più varie.

Nel suo terzo inferiore, è in rapporto con le carotidi primitive e

più in fuori con le vene giugulari interne.

^ Nel suo terzo medio: 1" con le carotidi interna ed esterna; 2" con

l'origine dell'arteria linguale, tiroidea superiore e faringea inferiore;

3° con la giugulare interna; 1° con molti ganglii linfatici situati hi

avanti ed in fuori di quota vena.

Nel suo terzo superiore, cioè nell'intervallo clic si estende dall'

angolo della mascella alla base del cranio questa stessa superficii-

corrisponde: 1" ad un ganglio linfatico molto voluminoso e costante,

«he le è immediatamente addossato, ed al quale si portano

More magazines by this user
Similar magazines