*.V *

bore.usp.br

*.V *

239 -

grandi quanto un granello di miglio, ma possono anche essere molto

più piccole. La maggior parte hanno una forma arrotondita, altre una

forma schiacciata o conoide.—Da queste differenze risulta la sporgenza

molto ineguale che determinano. La loro struttura è del resto identica

a quella dei follicoli chiusi agminati.

STORIA DELLE GLANDOLI- VESCICOLARI. -Queste glandoìe sono molto più apparenti

di quelle di Brunner, e molto più sopratutto di quelle di Lieberkùhn :

nono «(tate anche le prime ad essere acoperte.

J'echlin ha indicato la loro esistenza nel 1662 Dopo aver stabilito come principio

che Ogni umore è segregato da glandoìe, quest'autore volle conoscere

r|uell*- che presiedono alla secrezione dei succhi intestinali. Confessa che gli fu

impossibile scoprirle nel cane, .- che una volta solamente vide nel duodeno

di quest'animale alcuni corpi sfilici, corpora quaedam sphaerica, al numero

di »»ei o sette. « Io pentiva, die egli, che fodero un insieme di picole alandole,

ina quando le ho rness'; .. nudo ed isolato, non ho vUto che ve^cii

cole. Però stimolato dalla speranza, ho 'creato nel porco CÌM che non avea

s potuto trovate nel cune, .«1 ho scovarlo allora qua là dei gruppi .li glani

doli- o di vescicole, gìandularum ac vesciettìaruìn agm'ma (li.

A queste linee si riduce tutto .io che dobbiamo a lVto queste glandoìe, che ne hi

fatto menzione, ma non le ha descritte.

Il 27 settembri- 1670 .1. Wepfer sopra un'infanticidi condannata a morte

di cui obbe il cadavere, ha osservato i follicoli chiusi agminati e solitarii

che avea già scoperti su parecchi mammiferi. Il ^uo linguaggio è molto

esplicito « Sullit fine dell'ileo, non ho potuto tio\a-.e il plesso o ammasso di

glandola che li., visto in alcuni quadrupedi, come il lupo, il cane, la volpe.

Ho solamente notato parecchie glandoìe solitarie. Ma nella puf.- >upenoie

dell'intestino, esistevano otto gruppi di glandoìe, gli uni più grondi

e gli altri più piccoli. Su questa medesima porzione del canale intstinale

= 5 esistevano del pari delle glandoìe solitarie Avendo asportata la tunica tnu-

% Molare, i plessi glandolari mi parvoro come incastrati nella tunica nervosa ;

* essi «runo circondati da una rete di capillari sanguigni {-).

Rinultn da questo passo estratto dalle -.ne ricerche sulla cicuta, e da alenili

nitri meno importanti che se Wepfer non ha descritto le ghindile ve-

M'i.-.lari, ne ha almeno molto chiaramente constatata Tesi lenza in parecchi

mammiferi, munire che Pechini non le ha osservate che in uno solo. Ha ani-M

- «il ino predecessore due altri vantaggi: il primo è di aver cun*L.L»lo

istono anche

diillf «olitane: il secondo è d'aver riconosciuto che lo une e le altre -ono cibiate

nella tunica cellulare e sono molto ricche di va*t.

L IVchlin. Jjc pulcini, and. ,>p mi. btblioth aitai. Man,', t. 1, p. \SÓ.

• I. W.-pf.M. Cicuta? (t'itutCwai ffist. lla> : licue 177'.» p Uì»

More magazines by this user
Similar magazines