*.V *

bore.usp.br

*.V *

— 17 —

due parti, assorbire l'una ed eliminare l'altra, tal'è l'ufficio che compie

nell'economia l'apparecchio della digestione.

Considerato nei suoi attributi, quest'apparecchio ci si presenta come

una specie di laboratorio, che occupa il centro dell'organismo per ricevere

gli alimenti che la natura ci offre allo stato grezzo, e prendere

da questi alimenti dei succhi riparatori che giungono in seguito

per mille diversi canali nel torrente circolatorio, destinato a distribuirli

ad ogni apparecchio, ad ogni organo, ad ogni molecola organica.

Paragonando gli animali ai vegetali, si vede che l'apparecchio della

digestione compie per i primi ciò che le radici per i secondi. Sotto

questo punto di vista si può dire, che l'animale è un vegetale le cui

radici sono, per così dire, rientrate in se stesso, ed il vegetale un animale

le cui radici sporgono al di fuori. — Questo paragone ci mostra

al tempo stesso, la linea di divisione che separa i due regni e l'analogia

che loro serve di unione. Quando un vegetale si trova a confronto

di un animale di una organizzazione un poco complicata pare che un

abisso separi l'uno dall'altro, ma se a lato di questo vegetale poniamo un

animale di un ordine infimo, l'abisso va a colmarsi sino a scomparire.

Nei polipi, l'apparecchio alimentare non attraversa l'animale da

parte a parte, ma consiste in una semplice depressione della superficie

del corpo. In alcuni individui della stessa classe, le idre, ad esempio,

le pareti di questa depressione aderiscono in tutta la loro estensione

alle parti periferiche, in modo che si possono rivoltare a mo'di un

dito di guanto; così rivoltati continuano a vivere, e si avvicinano in

conseguenza ai vegetali, imperocché come questi, assorbono il loro

nutrimento dalla periferia. Nulladimeno la differenza , bisogna riconoscerlo,

è ancora molto pronunziata.

Ma discendiamo ancora di un grado. Al disotto di questi animali

nei quali l'apparecchio digestivo si presenta come una semplice depressione

della superficie esterna , troveremo altri che non offrono

alcuna traccia d'una simile depressione : tali sono gì' infusorii le

spugne, ed alcuni parassiti. Qui la differenza scompare e l'analogia

si mostra in tutta la sua evidenza; da una parte e dall'altra, l'apparecchio

alimentare si trova situato verso la periferia , ed occupa tutta

la superficie del corpo nell'animale, una parte solamente nel vegetale,

disposizione favorevole all'ultimo, e che lo rende superiore all'animale

stesso. Questi fatti c'insegnano :

Che l'apparecchio digerente, benché esista quasi in tutti gli animali,

non si può considerare però come un attributo caratteristico

dell'animalità;

Che nessuna differenza fondamentale distingue in conseguenza il

regno animale dal vegetale;

E che questi due regni non costituiscono in realtà che un solo regno

1* organico.

SAPPKY— Voi. IV. 3

More magazines by this user
Similar magazines