*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 380 -

a contenere od a proteggere il cuore ed i grossi vasi che si poi»,

tano ad essa o che ne partono. "i

È sopratutto dall'aspetto della disposizione rispettiva di questi tre^

organi che si può comprendere quanto sieno intime le connessioni*

che uniscono 1' apparecchio circolatorio all' apparecchio della respirazione.

L' organo centrale e principale dell' uno sembra in qualche

modo insinuarsi tra i due organi essenziali dall' altro e scavarsi un

posto a loro spese, e risalire sino al canale aereo che si ramifica

nella loro spessezza, come per trasmettere loro per la via più breve

tutto il sangue che gì' inviano i capillari generali, e ricevere nel più

breve tempo anche tutto quello che emana dai capillari pulmonari.

Queste connessioni anatomiche e fisiologiche hanno per effetto dì

associare i due apparecchi nella maggior parte delle malattie gravi

che possono attaccare ciascuno di essi : è raro che i morbi organici

del cuore, quando raggiungono un certo grado, non reagiscano

sulle funzioni dei polmoni allo stesso modo che le lesioni di questi

reagiscono sulle funzioni del cuore.

Il torace rappresenta una delle tre cavità splancniche dell'economia.

Formando la parte superiore del tronco, si trova situato fra la

cavità cranica, che poggia sulla rachide, e la cavità addominale annessa

alla parte inferiore di questa colonna.

Situando queste tre grandi cavità lungo uno stesso asse, la natura

negli attributi che loro ha stabiliti è passata gradatamente dall'una

all'altra, di modo che quelle che corrispondono all'estremità

di questo asse differiscono notevolmente, mentre che quella che corrisponde

alla sua parte media possiede i caratteri delle due altre.

Se si considerano in effetti nella loro capacità, si vede che, alla

cavità del cranio presa per unità, succede quella del torace molto

più grande, ed a questa la cavità dell'addome più considerevole ancora.

Se si paragonano nella loro solidità, si nota che, la prima possiede

questa proprietà al più alto grado, che la seconda è meno resistente,

e che la terza contrasta con le precedenti per la mollezza e

la fiaccidità delle sue pareti. —Paragonate nella forma, si vede che

la cavità occupata dall'encefalo è fissa e simmetrica, quella occupata

dal cuore e dai polmoni si modifica un poco ad ogni movimento respiratorio,

altera facilmente la sua forma, e resta raramente simmetrica;

quella dell'addome varia nella sua configurazione, secondo lo

stato degli organi che contiene, e sotto l'influenza delle pressioni di

ogni genere alle quali si trova sottoposta.

I caratteri propri a ciascuna di queste tre cavità sono del resto

in armonia con la proporzione delle parti dure e delle parti molli

che le compongono.—Essenzialmente ossea e destinata sopratufto a

compiere 1* ufficio di un inviluppo protettore la cavità del cranio

si distingue per la solidità delle sue pareti e per P invariabilità della

More magazines by this user
Similar magazines