*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 392 -

dietro-cavità delle fosse nasali, cilindrico nella faringe, anulare nella

parte superiore della laringe, prismatico e triangolare al livello della

glottide, e prende «ella trachea la forma di un tubo il cui quarto

posteriore fosse stato asportato e sostituito da un piano muscolo-membranoso.

* **

Le sue dimensioni non sono meno variabili della sua forma. Si

veggono alternativamente aumentare e diminuire : stretto al livello

delle narici, si slarga nelle fosse nasali, e sopratutto nella dietao-cavità

di queste fosse; poi si restringe subitamente al livello dell'orifizio

circoscritto dai pilastri-posteriori del velo pendolo, si slarga dr nuovo

nella faringe e si restringe ancora nell'orifizio glottideo, per slargarsi

un'ultima volta al disotto di questo, conservando in seguito lo stesso

calibro sino all'origine dei bronchi.

Sul cammino della colonna aerea che si porta verso i polmoni o

che ne ritorna, il canale presenta adunque tre restringimenti molto

considerevoli. Attraversando queste parti ristrette, la colonna d'aria

precipita il suo corso , e si rallenta al contrario penetrando nelle

parti slargate: donde rumori diversi, molto varii di tono, d'intensità

e di timbro, che sono stati bene studiati dai patologi.

11 canale aereo si compone di una serie di organi, che, destinati

ognuno ad usi differentissimi, differiscono anche di struttura. Si può

dividere in quattro parti, una superiore o olfattiva, una seconda o

gutturale rappresentata dal velo pendolo e dalla faringe, una terw

o porzione laringea; ed una quarta o porzione tracheale, di cui i bronchi

costituiscono una dipendenza.

I>i queste quattro parti, le due prime ci sono ben note. Non dobbiamo

che studiare la terza e la quarta, cioè la laringe, la trachea

ed i bronchi.

I. - Della Laringe.

La laringe, organo della voce, costituisce la parte fondamentale

dell'apparecchio della fonazione, come i polmoni, organi dell'enfiatosi,

rappresentano la parte essenziale dell'apparecchio respiratorio.

Le vibrazioni, impresse da quest'organo alla colonna d'aria ohe

l'attraversa, non potendo prodursi che al momento in cui questa

ritorna verso l'atmosfera, ogni emissione di voce suppone un movimento

respiratorio completo, cioè un'inspirazione che attira l'aria verso

i polmoni, poi un'espirazione che la spinge in seguito al di fuori. Ha

ciò risulta che, la cavità toracica, il canale aereo ed i polmoni stessi appartengono

all'apparecchio della fonazione al pari Che all'apparecchio

respiratorio. Questi due apparecchi, tanto distinti per gli attributi loro

propri, differiscono dunque appena nella loro composizione organica e

pare che veramente si confondano in un solo. Notiamo che, la parte essenziale

dell'uno non occupa nella costituzione dell'altro che un posto

More magazines by this user
Similar magazines