*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 449 -

il -peso assoluto; non lo raddoppia però, come hanno ammesso uià

alcuni osservatori, ma l'aumenta di un terzo circa.

J'Ioucquet, fondandosi su questo fatto, ha cercato dimostrare che,

un paragone tra il peso assoluto dei polmoni ed il peso totale del

corpo poteva condurre il medico legale a riconoscere se un fanciullo

nato morto avesse o no respirato. Ma la medicina legale esige

fatti precisi, ed i due termini di paragone sono variabili, e spesso

anche variano in una forte proporzione: perciò il processo di Ploucquot,

al quale parecchi autori hanno dato il nome di docimasia polmonare

con la bilancia, e poco usato. Da sé solo, merita poca fiducia,

ma, riunito alla prova idrostatica, merita essere conservato.

Il peso assoluto dei due polmoni, nell'adulto, varia da 10u0 a K100

grammi, per ognun di essi da 450 a 700 grammi nello stato di

integrità. Aumenta quando questi organi sono alletti da tubercolosi.

o quando divengono sede d' infiammazione . aumenta egualmente in

seguito di ogni malattia che obbliga ad un decubito dorsale molto prolungato,

poiché il siero s'infiltra a poco a poco nelle loro parti più

declivi. Noi casi di questa natura il peso dei polmoni è giunto a 2,

'.l od anche 4 chilogrammi.

I due polmoni presentano alcune volte un peso eguale. Mu *pes>issiino

differiscono sotto questo rapporto, ed il vantaggio in questi casi

si trova quasi costantemente da parte del polmone d.-stro il cui

volume conio abbiane» visto è piti considerevole : la (inferenza

ascendo in media poi telo a termine a '1 o 4 grammi, e per l'adulto

da 00 a 70.

1». — Colore del polmoni.

II colore del polmoni si modifica secondo l'etA, o tanto notevolmente,

che l'aspetto di questi organi è ile] tatto differente, secondo

che NÌ considerano nel feto, nel fanciullo, nell'adulto o nel vecchio.

Prima della nascita, il colore dei polmoni è rosso-bruno, e crune

casi sono quasi sempre compatti e pesanti come il fegato, il loro

aspetto oflVe una certa annlogin con questo vincere.

Nei bambini appena nati che hanno respirato, e durante i primi anni

della vita, questo colore A d'un bianco roseo molto vivo nello stato

fisiologico, pie pallido dopo la morte, e tanto più pallido per quanto

i polmoni contengono una maggior quantità di aria.

Nell'adulto divengono di un bianco grigiastro o ardesiaco, e la tinta

n»n A egualmente pronunziata in tutti gl'individui e per tutt'i punti

della periferia dei polmoni. — Quando questi organi sono infiammati,

perdono il color rosso della iriuventn o la tinta ardesiaca dell'età

matura ed icquK'ann il color r wso bruno che aveano prima della

na-cii.t, e la loro analoga primitiva col fegato; e per ricordare que

***ri-»T Voi l\ 7

More magazines by this user
Similar magazines