*.V *

bore.usp.br

*.V *

- tilt» -

glietto viscerale della tunica vaginale che gli comunica l'aspetto levigato

proprio alle membrane sierose : a questo foglietto l'epididimo

deve anche la sua indipendenza.

La tunica albuginea è esclusivamente composta di libre di tessuto

connettivo. I vasi che presenta non fanno che attraversarla : alcuni

rari e gracili rametti solamente penetrano nella sua spessezza.

B. - Tessuto proprio del testicolo.

11 tessuto proprio del testicolo comprende quattro parti ben (listiti

la sostanza glandolare che costituiscaci corpo dell'organo, una ref^ bfc

di canali che occupa il corpo d' Highmoro, i vasi efferenti che stanno

nella testa dell' epididimo, ed infine un lungo canale, eminentemente

ilessuoso, le cui pieghe formano la maggior parte di quest'appendice

a. — Sostanza glandolare.

La sostanza glandolare del testicolo si presenta sotto l'aspetto d'inni

polpa giallastra. Sembra al primo aspetto una massa omogenea «*|l

indivisa, ma penetrando nella sua spessezza , si vede subito che è

segmentata, come la maggior parte delle glandoìe, e che si dividi*

anche in lobi e lobuli.

Questi lobi sono circondati da ogni parte dai setti cellulo-librosi,

che si estendono irradiandosi dalcorpo» d' Highmoro verso i differenti

punti della umica albuginea. Ognuno di essi, in una parola,

posvmde un involucro speciale che non si può mettere in dubbio

benché la sua estrema sottigliezza e la sua perfetta trasparenza ali

bianw portato alcuni autori a metterne in dubbio la esistenz». Al pan

di questi involucri essi hanno una disposizione raggiala, e conto

questi, egualmente, una t'orma conica o piramidale.

Kssi non hanno, de^ resto, tuia indipendenza completa. Si continuano

in parte tra lóro su parecchi punti della loro periferia, particolarmente

al livello della loro base. K perciò che la Hegmeillazioiie

del tessuto proprio si mostra tanto poco pronunziata alla »upertìcie

dell'organo; da ciò anche l'impossibilità di determinale con

precisione il numero dei lobi. Si può solamente valutarlo in un modo

approssimativo a 2T>() o 'M)0. In questa enumerazione bisogna lasciarsi

guidare dal loro apice o dalfà loro [.arto media, che -«.no

più indipendenti della loro base. Ho potuto cosi constatare, che c*-l

sono meno numerosi quando il testicolo è piccolo, più numerosi (piando

e gramle, e che le loro varietà sotto questo rapporto risiano circoscritte

nei limiti precedentemente indicati.

Il volumi- dei lobi e estremamente variabile. Quelli che *i diMiujmono

per le loro dimensioni maggiori m suddividono per la mair-

More magazines by this user
Similar magazines