*.V *

bore.usp.br

*.V *

- 690 —

distinguere. Però nell'unione della porzione membranosa con la porzione

spugnosa esiste un fascio più pronunziato, che forma una briglia

semicircolare, descritta da Amussal sotto il nome tli colletto fibroso

del bulbo. Al disopra di questa briglia, più muscolare che; fibrosa, si

vede l'entrata della porzione membranosa; al disotto si vede un leggiero

fondo cieco, più largo, contro il quale può urtare il catetere,

di maniera che di tutti punti del canale questo è quello che si trova

più esposto alle violenze, e quello altresì che diviene più spesse

sede di false strade.

L'involucro del corpo spugnoso è intimamente unito infuori alla

tunica elastica ed indentro alla trama erettile.

Il setto non si estende al di là della parte media del corpo spugnoso.

Appartiene sopratutto alla porzione bulbosa, che esso divide in due

metà simmetriche. La sua estremità posteriore, arrotondita, corrisponde

al solco mediano della base del bulbo. Il suo margine inferiore si

continua con l'involucro muscolare. Il suo apici* si perde insensibilmente

al livello dell' angolo uretrale. Per le sue facce si continua

con le trabecole «Iella trama areolare. Questo setto è formato «la fibiv

muscolari lisce, alle quali si mischiano libre laminose e libre elastiche.

La trama areolare della guaina erettile dell'uretra offre la maggiore

analogia con quella dei corpi cavernosi. Al livello del bulbo, le areole

si aprono largamente le une nelle altre. Sulla parie media della porzione

spugnosa e nel ghiande sono più allungate e più strette, he

trabecole che le costituiscono, incrociate ed unite tra di loro*, si

compongono anche di fibre lisce, di libre laminose e di fibre elastiche,

ma le prime, che predominano nella trama areolare ilei corpi cavernosi,

si mostrano qui meno numerose.

b.— Capillari, arterie, vene, necci del corpo spugnoso.

1 capillari che concorrono a formare il corpo spugnoso dell'uretra

prendono la disposizione che loro è propria in tutte le altre dipeli

tlenze del sistema erettile. Hanno anche per attributi distintivi: il loro

calibro considerevole in rapporto alle dimensioni delle areole, la lore

brevità che ha per misura il «liametro di queste, gli si rozzuiriml i < In

presentano al livello degli orifizii pei quali comunicano fra loro, ha

loro superficie esterna aderisce alle pareti alveolari cho le rinforzano,

la interna è liscia. Essi constano: 1* di una membrana amorfa, ialina,

omogenea: 2° di uno strato epiteliale, composto di un sol pia

no di cellule, allungate ed a contorno irregolare.

Le arterie provengono «lai tronco della pudenda interna, e soie.

due: la bulbosa e la dorsale dell'asta.

L'arteria bulbosa o trasversa del perineo penetra nel bulbo per la

sua parie superiore \o o 1 r» millimetri in avanti della s„ft ba~.. K

More magazines by this user
Similar magazines