*.V *

bore.usp.br

*.V *

— 005 —

Inferiore del nervo si rovescia da basso in alto, per applicarsi alla

sua parte superiore. Da ciò una gronda, che si continua in avanti « «m

U capsula, e che si presenta sotto le apparenze di una soluzione

di continuo. Questa soluzione apparente di continuità, co-iitui*.•*•

la fessura coroidea, per la quale le cellule del foglietto medio s' introducono

nel globo dell' occhio per formare le diver-e parti che

ne derivano, e nel nervo ottico per presiedere allo sviluppo dell'arteria

centrale (1).

Giunti a contatto, i due emisferi della vescica ottica restano alcun

tempo contigui, in seguito si uniscono, ed ogni traccia della

cavità primitiva sparisce. Avviene lo stesso pel nervo ottico. Dopo

la obliterazione della cavità primitiva della vescica ottica e dopo

la trasformazione di questa in capsula a concavità anteriore

aperta in basso, i due emisferi, aderenti l'uno all'altro, subiscono

una modificazione notevole e molto differente per ciascun di loro.

Il posteriore si trasforma in uno strato di cellule e**.i-..nali, che si

riempiono a poco a poco di granulazi«>ni pigmentari.-, .* costituire il

pigmento della coroide. L'emisfero .anteriore, più spe«s

More magazines by this user
Similar magazines