Views
5 years ago

Paál, László Paalen, Wolfgang Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it

Paál, László Paalen, Wolfgang Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it

il P fosse una provincia

il P fosse una provincia gotica, ma sottolineare, piuttosto, il suo ruolo di regione di frontiera, di «doppia periferia», di area cioè in cui poterono incontrarsi e interferire – e avverrà fino al Cinquecento – le tradizioni artistiche nordiche e quelle dell’Italia centrale. Questa situazione è ben leggibile nel P occidentale dove dal 1323 al 1326 è attivo a Pinerolo Giorgio dell’Aquila pittore che le fonti dicono originario di Firenze, documentato in P al servizio dei Savoia dal 1314 al 1348, ma di cui non ci è pervenuta nessuna opera. A questo proposito è stato recentemente ipotizzato che la decorazione della tomba di Antonio Borgesio podestà di Torino datata al 1330 (di cui rimangono alcuni frammenti sulle pareti dello Scalone dei morti alla Sacra di San Michele), e soprattutto i piú tardi affreschi della cappella delle Grazie in San Domenico a Torino (1360 ca.) siano da riferire, per il loro debito verso il linguaggio di Assisi, ad artisti influenzati dall’attività del pittore fiorentino, probabile divulgatore nel P occidentale del linguaggio giottesco piú arcaico. Prosegue intanto in zona, negli stessi anni, la fortuna del gotico francese come testimoniano gli affreschi della cappella del Conte presso la parrocchiale di San Giorgio di Susa (1320 ca.), e il Breviario proveniente da San Michele della Chiusa datato al 1315 (Sant’Ambrogio, parrocchiale); simpatie francesi che risultano confermate dalla presenza nel tesoro della Sacra di oreficerie decorate da smalti di origine avignonese (documentate ma perdute), dono nel 1347 dell’abate Rodolfo di Montbel; e dalla collocazione sul Rocciamelone nel 1358 del trittico bronzeo di fattura francese (oggi Susa, Cattedrale) commissionato da Bonifacio Rotario. Né vanno dimenticati, anche se miniati di là delle Alpi, i Libri d’ore appartenuti alle contesse di Savoia (come il Libro d’ore di Bianca di Borgogna, sposa di Amedeo V e quello della figlia Giovanna di Savoia, entrambi risalenti al 1325 ca.) che contribuirono, forse, a diffondere nei territori sabaudi del P occidentale il linguaggio di Jean Pucelle. Ancora in quest’area, la lunetta con la Madonna col Bambino in San Giovanni ai Campi a Piobesi Torinese (1359) mostra di aderire alle novità che vengono dal P orientale e dalla Lombardia, senza però perdere il riferimento ai modelli gotici francesi, come trapela dal forte gusto grafico e decorativo nella resa degli abiti degli angeli musicanti ai lati della Vergine. Nel citato Breviario del 1315 la figura di San Michele che uccide il drago, bidi- Storia dell’arte Einaudi

mensionale e fortemente espressiva nei tratti, ha permesso un significativo confronto con uno dei capisaldi del gotico transalpino nel P orientale, e cioè con il ciclo di affreschi del Maestro dei Radicati nel chiostro di Santa Maria a Vezzolano (1290-1300 ca.) di cui ci sono pervenuti un frammento di Crocifissione, L’incontro dei Tre Vivi e dei Tre Morti, il Cristo benedicente e la Madonna in trono tra santi. Il linguaggio di questi affreschi richiama la miniatura di maître Honoré per le espressioni caricate dei personaggi e i loro gesti nervosi e convulsi, dati che si accompagnano a osservazioni naturalistiche sull’abbigliamento e il mondo animale. Un ventennio piú tardi, la lunetta con la Madonna e il Bambino e due angeli incensanti (nella prima campata del lato nord dello stesso chiostro) mostra di conoscere una versione edulcorata delle novità giottesche in fatto di prospettiva. Le due lastre marmoree aggettanti del trono ricorderebbero, cioè, opere nordiche del tipo dell’antempendium o delle vetrate di Königsfelden (1321-30 ca.), tanto che si è avanzata l’ipotesi che il maestro di questa lunetta abbia appreso da esempi settentrionali, e non italiani, le novità di Giotto. Ancora nel chiostro di Vezzolano, nel 1354 ca., vengono affrescate – verosimilmente dal Maestro di Montiglio – la volta e la parete di fondo del sepolcreto della famiglia Rivalba, e ritroviamo il tema dell’Incontro dei Tre Vivi e dei Tre Morti; in quest’affresco la rappresentazione tridimensionale del sepolcro da cui fuoriescono gli scheletri e soprattutto i tre cavalli impennati a sinistra, di cui due visti di scorcio, insieme alla solidità rotondeggiante dei corpi dei cavalieri, denunciano l’avvenuta assimilazione della cultura giottesca padana. piú complesse la Crocifissione dello stesso maestro (ma di poco anteriore) nella cappella del castello di Montiglio, e le miniature del Codex Malabaila eseguito per Giovanni Visconti, signore di Asti e vescovo di Milano (1370 ca.), in cui il linguaggio lombardo si arricchisce talvolta di accenti francesi riconoscibili, a Montiglio, nella rappresentazione fortemente drammatica delle situazioni psicologiche. Spostandosi piú a est, nell’alessandrino, vanno ricordati gli affreschi della chiesa e della Sala capitolare del convento francescano di Cassine (1330 per la decorazione policroma degli archi e delle volte nella chiesa; 1350 per la Crocifissione nella Sala capitolare), opera di un maestro legato alla cultura assisiate e vicino agli esiti del pittore della tomba Fissiraga in San Francesco a Storia dell’arte Einaudi

  • Page 1 and 2:

    P Paál, László (Zám 1846 - Char

  • Page 3 and 4:

    fresco con la Madonna col Bambino e

  • Page 5 and 6:

    ne è retta dalla corrispondenza tr

  • Page 7 and 8:

    miliano I per due volte quale «sti

  • Page 9 and 10:

    capricciose eleganze, preziosità d

  • Page 11 and 12:

    sbruck, Ferdinandeum), Barbara (col

  • Page 13 and 14:

    Ende der Abbildungstheorie (1930-31

  • Page 15 and 16:

    trattato che riassume le riflession

  • Page 17 and 18:

    gotica della sua arte. Fu il primo

  • Page 19 and 20:

    neare e forte plasticismo, destinat

  • Page 21 and 22:

    i, le Storie di Padova nella Loggia

  • Page 23 and 24:

    dell’enorme vano si divide in due

  • Page 25 and 26:

    per la chiesa degli Eremitani e ora

  • Page 27 and 28:

    pio stagno cinto di alberi disposti

  • Page 29 and 30:

    Stefano da Verona, negli affreschi

  • Page 31 and 32:

    generazione dei pittori fiorentini

  • Page 33 and 34:

    appartenenza dell’essere umano e

  • Page 35 and 36:

    Un altro tipo di p riflette l’eru

  • Page 37 and 38:

    A tali eterei p, infatti, succede,

  • Page 39 and 40:

    cennio, elabora un linguaggio perso

  • Page 41 and 42:

    ale, i modi della rappresentazione

  • Page 43 and 44:

    che ha animato la pittura occidenta

  • Page 45 and 46:

    dossia, rapidamente sclerotizzato n

  • Page 47 and 48:

    costruiti in questa città, edifica

  • Page 49 and 50:

    nella bottega di Santi di Tito e co

  • Page 51 and 52:

    (Nascita della Vergine per il Duomo

  • Page 53 and 54:

    moghul, ricche stoffe ed eleganti r

  • Page 55 and 56:

    no una rigidezza aristocratica e i

  • Page 57 and 58:

    zare le tonalità sorde della notte

  • Page 59 and 60:

    fondono nei bianchi, nei rosa e nei

  • Page 61 and 62:

    dal P nel suo voluminoso Traité co

  • Page 63 and 64:

    La comparsa sugli altari di tavole

  • Page 65 and 66:

    to raggruppa in uno spazio unitario

  • Page 67 and 68:

    todidatta: pur avendo frequentato i

  • Page 69 and 70:

    Palagi, Pelagio (Bologna 1777 - Tor

  • Page 71 and 72:

    stituito da opere a lui trasmesse i

  • Page 73 and 74:

    genheim Museum), a Zurigo, Rio de J

  • Page 75 and 76:

    paleocristiana, pittura Le testimon

  • Page 77 and 78:

    piú antiche (quelle di Garrucci e

  • Page 79 and 80:

    vimento di conversione comincia a t

  • Page 81 and 82:

    ancor oggi sopravvivono grazie ai m

  • Page 83 and 84:

    conclusione (1563). È lui l’este

  • Page 85 and 86:

    individua appunto nella Croce di Ma

  • Page 87 and 88:

    un’ipotesi di F. Bologna, per vol

  • Page 89 and 90:

    dall’altro vengono a coincidere l

  • Page 91 and 92:

    zionerà molte delle sue scelte rea

  • Page 93 and 94:

    accademici e interessi realistici i

  • Page 95 and 96:

    Medioevo e Ottocento, dalla maiolic

  • Page 97 and 98:

    cucite insieme, tecnica che lo port

  • Page 99 and 100:

    antichi inchiostri (in genere a bas

  • Page 101 and 102:

    icamato in oro sul quale si staglia

  • Page 103 and 104:

    1836, frequentò il Reale Istituto

  • Page 105 and 106:

    Pallady, Theodor (Ias¸i 1872 - Buc

  • Page 107 and 108:

    di due vendite nel 1931-32. Ciò ch

  • Page 109 and 110:

    (Llompert, 1978), non consente in g

  • Page 111 and 112:

    e datati al 1599 ora a Palazzo Bian

  • Page 113 and 114:

    idealizzazione della bellezza femmi

  • Page 115 and 116:

    (Forlí, pc). Nel 1493 P collabora

  • Page 117 and 118:

    noto soprattutto come teorico e sto

  • Page 119 and 120:

    dicata dalle fonti intorno al 1460,

  • Page 121 and 122:

    merosi viaggi in Olanda, Belgio, It

  • Page 123 and 124:

    ne, avvenuta nella città natale ne

  • Page 125 and 126:

    qui lavorò per Lionello e Borso d

  • Page 127 and 128:

    Rifugiatosi negli Stati Uniti, dove

  • Page 129 and 130:

    illusionisticamente al dipinto con

  • Page 131 and 132:

    Malgrado la grande diffusione del p

  • Page 133 and 134:

    Panza di Biumo, Giuseppe (Milano 19

  • Page 135 and 136:

    derla compiuta» o, ancora, «non e

  • Page 137 and 138:

    del resto, ad affacciare l’ipotes

  • Page 139 and 140:

    tolomeo in direzione di piú aggior

  • Page 141 and 142:

    ta decorazione emblematica. È prop

  • Page 143 and 144:

    scene iniziali la persistenza di el

  • Page 145 and 146:

    zamento del partito filomediceo ed

  • Page 147 and 148:

    co di un calice (ivi), tutti ossess

  • Page 149 and 150:

    Bologna (che proverebbe un rapporto

  • Page 151 and 152:

    ellissimo effetto decorativo. La de

  • Page 153 and 154:

    maestri spirituali, come Padmasambh

  • Page 155 and 156:

    solto positivamente nella coscienza

  • Page 157 and 158:

    ché vi va piú tempo che a far le

  • Page 159 and 160:

    I prodotti di sintesi hanno ormai s

  • Page 161 and 162:

    ois» (documento del 1770, in Marij

  • Page 163 and 164:

    giorno veneziano, circa il 1490, è

  • Page 165 and 166:

    traverso le esperienze di Braque e

  • Page 167 and 168:

    la rappresentazione caratteristica

  • Page 169 and 170:

    anche ad Anci-le-Frane di Antoine d

  • Page 171 and 172:

    orghesi parigini. È probabile del

  • Page 173 and 174:

    grandi decorazioni del barocco roma

  • Page 175 and 176:

    zia. Federico II fece acquistare mo

  • Page 177 and 178:

    fiamminghe, entrarono quelle scene

  • Page 179 and 180:

    vano commissionati soltanto ai pitt

  • Page 181 and 182:

    Russia soprattutto affluirono alcun

  • Page 183 and 184:

    come alcuni bozzetti di La Fosse, L

  • Page 185 and 186:

    1977 fu impostato secondo un percor

  • Page 187 and 188:

    do di Soissons, i Vangeli di Lotari

  • Page 189 and 190:

    moglie Louise Jay, fondatori dei gr

  • Page 191 and 192:

    una serie di «cassoni». Le scuole

  • Page 193 and 194:

    storia; uno degli ultimi acquisti d

  • Page 195 and 196:

    portanti quadri del xiv, xv e xvi s

  • Page 197 and 198:

    di piante e animali di ogni specie

  • Page 199 and 200:

    te si è voluta rappresentare l’e

  • Page 201 and 202:

    sti che erano stati precedentemente

  • Page 203 and 204:

    peaux). Non manca la grande pittura

  • Page 205 and 206:

    la carica di disegnatore del gabine

  • Page 207 and 208:

    serie di cappelle del Duomo, esegui

  • Page 209 and 210:

    maestro piú anziano, con scelte al

  • Page 211 and 212:

    iente pittorico locale si mostra pe

  • Page 213 and 214:

    spogliazioni e dispersioni dopo l

  • Page 215 and 216:

    sono stabilmente esposte nella resi

  • Page 217 and 218:

    dove espone alla Galleria Stadler.

  • Page 219 and 220:

    insieme con il cugino Girolamo Bedo

  • Page 221 and 222:

    Giovanni Battista (Dresda, gg). Qui

  • Page 223 and 224:

    l’espressione pittorica di caratt

  • Page 225 and 226:

    di Versailles). Espose regolarmente

  • Page 227 and 228:

    missione si dimostra feconda di nuo

  • Page 229 and 230:

    st’ultimo non è piú costruito i

  • Page 231 and 232:

    Giunge a Parigi nel dicembre 1905 d

  • Page 233 and 234:

    sonte tracciato a punti, volto vers

  • Page 235 and 236:

    con l’Italia inviando regolarment

  • Page 237 and 238:

    mostra della Secessione romana (191

  • Page 239 and 240:

    come maestro incisore. Citato a Par

  • Page 241 and 242:

    tica moderna da J. Hess (Leipzig-Wi

  • Page 243 and 244:

    Passignano (Domenico Cresti, detto

  • Page 245 and 246:

    ve il libro donatole dal domenicano

  • Page 247 and 248:

    per la successiva stesura pittorica

  • Page 249 and 250:

    mi diffusori. Celebri sono i suoi s

  • Page 251 and 252:

    destinata al barone Grimm esprime u

  • Page 253 and 254:

    tro con Pinturicchio diede occasion

  • Page 255 and 256:

    ealizzazione di film (Terra animata

  • Page 257 and 258:

    prima a Canterbury e poi al Queen

  • Page 259 and 260:

    stretta a tenere il suo rango piú

  • Page 261 and 262:

    pinti giovanili): la Fuga in Egitto

  • Page 263 and 264:

    merose icone, e la sua ricca biblio

  • Page 265 and 266:

    que, Redon, Rouault, De Chirico, Lh

  • Page 267 and 268:

    come pittore di ghirlande di fiori:

  • Page 269 and 270:

    maggiore di Sant’Epifanio per con

  • Page 271 and 272:

    per una complessa rete di motivazio

  • Page 273 and 274:

    William P (1580-1639) e il nonno di

  • Page 275 and 276:

    te (1801: Torino, Gall. Sabauda), l

  • Page 277 and 278:

    (Testa di pescatore, 1911: Düsseld

  • Page 279 and 280:

    piú morbido gioco di pennello con

  • Page 281 and 282:

    dominante nella Cordova dell’ulti

  • Page 283 and 284:

    cademia reale di belle arti dell’

  • Page 285 and 286:

    des Réalités nouvelles e nel 1964

  • Page 287 and 288:

    noble, Algeri, Neuchâtel, Parigi (

  • Page 289 and 290:

    Pellegrini, Carlo (Carrara 1605 - R

  • Page 291 and 292:

    Greenville (Bob Jones University Mu

  • Page 293 and 294:

    Natura morta con cipolle, Natura mo

  • Page 295 and 296:

    voratori o Quarto Stato. La tela av

  • Page 297 and 298:

    Francia (dal 1924 al 1930 risiede n

  • Page 299 and 300:

    partecipa all’elaborazione dei ca

  • Page 301 and 302:

    presenti nella letteratura artistic

  • Page 303 and 304:

    lennità del gruppo centrale, quasi

  • Page 305 and 306:

    dei Reami nel nuovo palazzo del Bue

  • Page 307 and 308:

    Pereyns, Simon (Anversa 1535 ca. -

  • Page 309 and 310:

    anno di morte). Figlio di Antonio,

  • Page 311 and 312:

    artistica assai meno liberamente in

  • Page 313 and 314:

    posizione (1520 ca.) già in Santa

  • Page 315 and 316:

    e dell’Italia centrale del Trecen

  • Page 317 and 318:

    tes - opera che lo rese famoso -, d

  • Page 319 and 320:

    sua villa. Tornato in Francia, sost

  • Page 321 and 322:

    vera. In alcuni ritratti virili (Ab

  • Page 323 and 324:

    d’arte fosse già presente. Solam

  • Page 325 and 326:

    nel portamanto, il grande movimento

  • Page 327 and 328:

    quest’epoca fu attivo il piú cel

  • Page 329 and 330:

    corte e ambasciatori (fino a 118 ne

  • Page 331 and 332:

    genesi; sono documentati nomi di pi

  • Page 333 and 334:

    ugina, a cui si aggiungerà nel cor

  • Page 335 and 336:

    nuovo stile che ben presto sarà fa

  • Page 337 and 338:

    so i committenti perugini è testim

  • Page 339 and 340:

    Galleria Nazionale dell’Umbria Ha

  • Page 341 and 342:

    Peruzzi, Baldassarre (Siena 1481 -

  • Page 343 and 344:

    dro Magnasco) e spesso legò il suo

  • Page 345 and 346:

    tore Federico III nel 1468 - è cos

  • Page 347 and 348:

    eau e Fénéon lo introdussero nel

  • Page 349 and 350:

    anche dalla richiesta del giovane M

  • Page 351 and 352:

    Sant’Antonio Abate a Lugano, gli

  • Page 353 and 354:

    nel Paleolitico superiore è probab

  • Page 355 and 356: che compaiono sia in gruppo, sia is
  • Page 357 and 358: pronte di piedi, tondi sovrastati d
  • Page 359 and 360: tabrica. La maggior parte dei compl
  • Page 361 and 362: loaragonesi, pericolose per la libe
  • Page 363 and 364: Enea dall’Eneide, mentre il Trion
  • Page 365 and 366: dell’attività di P è evidente l
  • Page 367 and 368: avvio sull’esempio di Morandi (19
  • Page 369 and 370: des Réalités nouvelles di Parigi,
  • Page 371 and 372: il prodotto di una viva sensibilit
  • Page 373 and 374: voluzione l’edificio, detto allor
  • Page 375 and 376: nedetto Marini, Alessandro Tiarini,
  • Page 377 and 378: zia nel 1619 esegue l’ultima sua
  • Page 379 and 380: Piazza da Lodi Famiglia di pittori
  • Page 381 and 382: affresca le Storie di san Rocco e A
  • Page 383 and 384: Picabia, Francis-Marie Martinez (Pa
  • Page 385 and 386: tutti distrutti) e l’anno success
  • Page 387 and 388: stico, che non tarderanno a farsi s
  • Page 389 and 390: 1912 reintrodurranno prima Braque e
  • Page 391 and 392: permanere di richiami classici. Dop
  • Page 393 and 394: confraternita di Le-Puy-Notre-Dame
  • Page 395 and 396: il progetto, costruendo la chiesa,
  • Page 397 and 398: Francesco di Giorgio, Neroccio dei
  • Page 399 and 400: frammenti di pavimentazione a mosai
  • Page 401 and 402: Oleggio (1060 ca.) restituito a mig
  • Page 403 and 404: funzione - alla cultura tardoromani
  • Page 405: daglioni su un fondo decorato a riq
  • Page 409 and 410: che si avvia un fondamentale rinnov
  • Page 411 and 412: Ludovico d’Acaia e in seguito si
  • Page 413 and 414: sale e poi a Savigliano e nel P sud
  • Page 415 and 416: evidente il successo di tale motivo
  • Page 417 and 418: Lanzo nel convento dei Cappuccini l
  • Page 419 and 420: Cuneo, Chieri, Alessandria. L’ard
  • Page 421 and 422: commissione, del 1723 ca., riguarda
  • Page 423 and 424: Milocco e dal 1733 al 1754 Pietro M
  • Page 425 and 426: Antonio Milocco è attivo in Valses
  • Page 427 and 428: cui Carlo Bellosio, che opera anche
  • Page 429 and 430: Vercelli, a Piumati. Alcuni artisti
  • Page 431 and 432: a piemontese e si situa in una cong
  • Page 433 and 434: proponimento di una nuova direzione
  • Page 435 and 436: internazionale (Anselmo, Kirkeby, L
  • Page 437 and 438: Piermatteo da Amelia (notizie dal 1
  • Page 439 and 440: enze l’anno 1438. Una ulteriore,
  • Page 441 and 442: Adamo, riflessi derivanti dalla sta
  • Page 443 and 444: tente del dipinto e alla sua ubicaz
  • Page 445 and 446: zione dei caratteri formali cui s
  • Page 447 and 448: gata proprio a partire dalla fine d
  • Page 449 and 450: Piesen, Robert (Jindfiichuv Hradec
  • Page 451 and 452: Pietro da Cortona (Pietro Berrettin
  • Page 453 and 454: dipinte, vere apparizioni unificate
  • Page 455 and 456: quali il Paleotti avevano in un cer
  • Page 457 and 458:

    dente la fascia adriatica, ove viva

  • Page 459 and 460:

    al corpus giovanile peruginesco, la

  • Page 461 and 462:

    1490 ca.: Monaco, ap). Negli anni 1

  • Page 463 and 464:

    dell’incarico da parte di Giulio

  • Page 465 and 466:

    come la Partenza di sant’Agostino

  • Page 467 and 468:

    frutto d’una laboriosa compilazio

  • Page 469 and 470:

    dell’artista, che, meno ispirato,

  • Page 471 and 472:

    dive. La composizione dei pannelli

  • Page 473 and 474:

    so e pieno di vita, dal tocco ampio

  • Page 475 and 476:

    ture di soggetto mitologico (Ratto

  • Page 477 and 478:

    i suoi doveri d’imperatore - siam

  • Page 479 and 480:

    celebrativo e non artistico. Essa c

  • Page 481 and 482:

    (1755-63) nella residenza reale di

  • Page 483 and 484:

    questo immenso patrimonio gli enti

  • Page 485 and 486:

    Museo d’Orsay (1987) di Parigi. I

  • Page 487 and 488:

    medesimo tema, un pesce, che l’ab

  • Page 489 and 490:

    state recentemente ricondotte alcun

  • Page 491 and 492:

    pittura pubblicato a Venezia nel 15

  • Page 493 and 494:

    te di un Paleotti cercheranno di so

  • Page 495 and 496:

    mano vicino a Campo dei fiori. Dura

  • Page 497 and 498:

    dell’Inverno, 1688), i lavori nel

  • Page 499 and 500:

    dipinta ad alte paste, si dispone a

  • Page 501 and 502:

    data della pubblicazione della Prim

  • Page 503 and 504:

    Panini. Gli forniva un valido suppo

  • Page 505 and 506:

    gruppo di codici, parte di origine

  • Page 507 and 508:

    Museo di San Matteo) verso l’anno

  • Page 509 and 510:

    tempo a Genova, dove ricevette comm

  • Page 511 and 512:

    aristocratica ed ecclesiastica: si

  • Page 513 and 514:

    sco, mentre l’eloquenza accademic

  • Page 515 and 516:

    stituite da dipinti su tavola (Mich

  • Page 517 and 518:

    lizio al maestro marchigiano, al qu

  • Page 519 and 520:

    crepuscolare, un folto repertorio d

  • Page 521 and 522:

    come sempre in P, libero sfogo a un

  • Page 523 and 524:

    messo nel negozio del padre. Deciso

  • Page 525 and 526:

    vari luoghi di Parigi, che egli rap

  • Page 527 and 528:

    operare un coinvolgimento con il pu

  • Page 529 and 530:

    gli anni dello stesso Gigante) e di

  • Page 531 and 532:

    dibattuta dal momento che il gruppo

  • Page 533 and 534:

    viene messo al centro di un’ampia

  • Page 535 and 536:

    iuniscono la sua attività teorica

  • Page 537 and 538:

    Andre, ma i campi monocromi, materi

  • Page 539 and 540:

    tura artigianale o di mestiere che

  • Page 541 and 542:

    alle ideologie e l’oggetto nasce

  • Page 543 and 544:

    zione a Giorgione. Secondo il Ventu

  • Page 545 and 546:

    con spontaneità, un lirismo insosp

  • Page 547 and 548:

    Library, ms Douce 180), per Edoardo

  • Page 549 and 550:

    laboratore tanto che è spesso diff

  • Page 551 and 552:

    noto come pittore di facciate, spec

  • Page 553 and 554:

    strowany «. Nel 1889, nel corso di

  • Page 555 and 556:

    e un raro seguace inglese I. Palmer

  • Page 557 and 558:

    la Resurrezione in San Pietro a Ora

  • Page 559 and 560:

    ichiesto, capace di creare atmosfer

  • Page 561 and 562:

    ti dalla mitologia o dalla storia r

  • Page 563 and 564:

    una grande varietà di toni differe

  • Page 565 and 566:

    Eseguiti fino al Cinquecento inoltr

  • Page 567 and 568:

    Madonna e santi o una Assunzione so

  • Page 569 and 570:

    cerata della protagonista, rimandi

  • Page 571 and 572:

    una certa somiglianzà con il San S

  • Page 573 and 574:

    suoi studi artistici. Trasferitosi

  • Page 575 and 576:

    l’attribuzione al pittore di oper

  • Page 577 and 578:

    altri generi di pittura e l’incis

  • Page 579 and 580:

    sormontato dalla retorica delle glo

  • Page 581 and 582:

    zie ai doni di numerosi artisti eur

  • Page 583 and 584:

    alcuni degli elementi costitutivi d

  • Page 585 and 586:

    1580; nell’Oratorio del Crocifiss

  • Page 587 and 588:

    sentare in mezzo a libri, strumenti

  • Page 589 and 590:

    e dei preparativi per il matrimonio

  • Page 591 and 592:

    con vetrate dallo spirito possente

  • Page 593 and 594:

    vero ma per ricrearli esclusivament

  • Page 595 and 596:

    antitesi al «classicismo» di Fra

  • Page 597 and 598:

    delle ville di Careggi (1535-36, pe

  • Page 599 and 600:

    e Zeno e La Madonna con santa Cater

  • Page 601 and 602:

    ealtà (Bed, 1955; Coca Cola Plan,

  • Page 603 and 604:

    Wayne Thiebaud, si sviluppò con ce

  • Page 605 and 606:

    logo della preziosa collezione del

  • Page 607 and 608:

    Porcellis, Jan (Gand 1584 ca. - Zoe

  • Page 609 and 610:

    guito le portelle dell’organo del

  • Page 611 and 612:

    nel dipingere animali. Il gruppo pi

  • Page 613 and 614:

    Trasferitosi da giovanissimo a Roma

  • Page 615 and 616:

    lizzato dagli uomini del Paleolitic

  • Page 617 and 618:

    mento, cosí da realizzare la piú

  • Page 619 and 620:

    l’antico Museo municipale, costit

  • Page 621 and 622:

    Commento dell’Apocalisse, proveni

  • Page 623 and 624:

    te in P, dove le conseguenze di tal

  • Page 625 and 626:

    vava a Lisbona nel 1551-52 per eseg

  • Page 627 and 628:

    ispirati a una sorta di cristianesi

  • Page 629 and 630:

    Porto, e impegnandosi in situazioni

  • Page 631 and 632:

    Amalfitana, di Sorrento, le isole,

  • Page 633 and 634:

    assai poco; va tuttavia citato il C

  • Page 635 and 636:

    del sec. xviii, del palazzo di Wila

  • Page 637 and 638:

    dulità di san Tommaso), Reni, Mara

  • Page 639 and 640:

    Pougny, Jean → Puni, Ivan Pouldu

  • Page 641 and 642:

    Questo raggruppamento austero e dig

  • Page 643 and 644:

    Poussin, Nicolas (Les Andelys 1594

  • Page 645 and 646:

    della morte e della resurrezione si

  • Page 647 and 648:

    suoi dotti amici romani, e anche lo

  • Page 649 and 650:

    allusioni alle categorie medievali

  • Page 651 and 652:

    ebbe origine col Museo della Societ

  • Page 653 and 654:

    Madonna col Bambino e i santi Anton

  • Page 655 and 656:

    La decorazione di San Francesco Sav

  • Page 657 and 658:

    maestro di Sanchez Cotán a Toledo;

  • Page 659 and 660:

    migianino a Tiziano), virtuosistica

  • Page 661 and 662:

    apostoli unico frammento del ciclo

  • Page 663 and 664:

    freschi della Cattedrale di San Gui

  • Page 665 and 666:

    Stabilitosi in Provenza nel 1952, c

  • Page 667 and 668:

    stiche e raffinate del manierismo,

  • Page 669 and 670:

    la Crocifissione di Giovanni Bellin

  • Page 671 and 672:

    Praz, Mario (Roma 1896-1982). Alla

  • Page 673 and 674:

    tra il barocco e il neoclassicismo

  • Page 675 and 676:

    tali raffigurazioni mostrano partic

  • Page 677 and 678:

    porte, le nicchie e le lastre del p

  • Page 679 and 680:

    le caratteristica comune è l’ass

  • Page 681 and 682:

    glifi e nelle pitture rupestri del

  • Page 683 and 684:

    quella di Chavin, caratterizzata da

  • Page 685 and 686:

    predella Dal longobardo pretil, ass

  • Page 687 and 688:

    la di San Girolamo nella chiesa mil

  • Page 689 and 690:

    all’arte dei popoli cacciatori e

  • Page 691 and 692:

    tazione del cavallo, del bisonte e

  • Page 693 and 694:

    no mancare alcune falangi. L’abat

  • Page 695 and 696:

    i pozzi dovevano svolgere un ruolo

  • Page 697 and 698:

    eseguiti con tale tecnica. La parte

  • Page 699 and 700:

    chette o su blocchi; è poco leggib

  • Page 701 and 702:

    denze: quelle che pongono l’accen

  • Page 703 and 704:

    di un sistema a doppia equivalenza:

  • Page 705 and 706:

    suoi acquerelli piú vivaci (Piazza

  • Page 707 and 708:

    andò poi scartando pergamena e pel

  • Page 709 and 710:

    Preparazione per dipinti a legante

  • Page 711 and 712:

    uno e grigio-bruno, che si rischiar

  • Page 713 and 714:

    Brotherhood) riunisce, dal settembr

  • Page 715 and 716:

    p nella chiave di un realismo simbo

  • Page 717 and 718:

    prattutto negli affreschi della cup

  • Page 719 and 720:

    Martiri in San Floriano (1512-13: A

  • Page 721 and 722:

    Dante Gabiele Rossetti. Esordisce a

  • Page 723 and 724:

    due tele attualmente esposte all’

  • Page 725 and 726:

    Louvre e da copie che ci consentono

  • Page 727 and 728:

    (Toledo, Ohio, am). Il Ratto di Ele

  • Page 729 and 730:

    mente, gli scultori si iscrivevano,

  • Page 731 and 732:

    delle arti indicate, anche ricette

  • Page 733 and 734:

    sa, dalla sua collocazione e forma,

  • Page 735 and 736:

    esercitano in via continuativa la g

  • Page 737 and 738:

    Dapprima la rivalutazione avviene a

  • Page 739 and 740:

    area inglese per i p nel corso dell

  • Page 741 and 742:

    a dello specialista e a raffinare l

  • Page 743 and 744:

    Anche Roberto Longhi, con un’impo

  • Page 745 and 746:

    non può dimenticare che essa raffo

  • Page 747 and 748:

    1307 e il 1309. Un’iscrizione fa

  • Page 749 and 750:

    cennio, spesso composizioni affolla

  • Page 751 and 752:

    testimone della sconfitta di questa

  • Page 753 and 754:

    generale risiede nel privilegio acc

  • Page 755 and 756:

    come apertura in direzione dell’e

  • Page 757 and 758:

    mostrativo di una regola scientific

  • Page 759 and 760:

    fiamminga si affida ai dati cromati

  • Page 761 and 762:

    L’artificio spinto a livelli mass

  • Page 763 and 764:

    il fenomeno della diminuzione della

  • Page 765 and 766:

    mai veduto interamente, ma in succe

  • Page 767 and 768:

    (Vrnjaãka Banja 1922). Laureato in

  • Page 769 and 770:

    versale per il quale P ricevette pa

  • Page 771 and 772:

    frutto di un recupero di soluzioni

  • Page 773 and 774:

    sorprendente scuola bolognese del s

  • Page 775 and 776:

    Pskov Città della Russia sul fiume

  • Page 777 and 778:

    informare e pubblicizzare un’oper

  • Page 779 and 780:

    In Svizzera, invece, con Herbert Ma

  • Page 781 and 782:

    anche una certa fortuna editoriale.

  • Page 783 and 784:

    - sono meno impiegate perché non m

  • Page 785 and 786:

    consentito dalla velocità del suo

  • Page 787 and 788:

    1354 (Washington, ng, forse proveni

  • Page 789 and 790:

    simbolica e non soltanto decorativa

  • Page 791 and 792:

    io di Villalpando, Trionfo di santa

  • Page 793 and 794:

    igore nell’esecuzione dei dettagl

  • Page 795 and 796:

    questi due viaggi esegui il suo dip

  • Page 797 and 798:

    prono il pavimento della navata e d

  • Page 799 and 800:

    ante in uno stretto rapporto di sca

  • Page 801 and 802:

    sempre nella Pinacoteca barese, tra

  • Page 803 and 804:

    di Gaspar Hovic. Pittore mercante f

  • Page 805 and 806:

    do; nella chiesa della Consolazione

  • Page 807 and 808:

    già avevano ospitato, ma con minor

  • Page 809 and 810:

    Pinacoteca la Madonna del Rosario)

  • Page 811 and 812:

    94), Gioacchino Toma (Galatina 1836

  • Page 813 and 814:

    Purgatorio; Marta e Maddalena di fr

  • Page 815 and 816:

    to da un atteggiamento tutt’altro

  • Page 817 and 818:

    posto da una sfera d’acciaio prov

  • Page 819 and 820:

    squisitamente estetiche, usarono in

  • Page 821 and 822:

    Per linee tratteggiate si usava un

  • Page 823 and 824:

    espressiva perché discendeva da co

  • Page 825 and 826:

    e Minardi, l’unica personalità d

  • Page 827 and 828:

    dipinto paesaggi e nature morte, nu

  • Page 829 and 830:

    Quattro Stagioni per la sala da pra

  • Page 831 and 832:

    ancora la semplicità sintetica del

  • Page 833 and 834:

    tribuire a Jan un piccolo gruppo di

  • Page 835 and 836:

    Elenco degli autori e dei collabora

  • Page 837 and 838:

    fgp François-Georges Pariset fh Fr

  • Page 839 and 840:

    mdp Matias Diaz-Padron mfb Marie-Fr

  • Page 841 and 842:

    wj Wladyslawa Jaworska wl Willy Lau

  • Page 843 and 844:

    Escorial Monasterio de San Lorenzo

  • Page 845:

    nm Nationalmuseum, National Museum,

Le chiese, arte e storia (PDF) - Comune di Commezzadura
Scarica la rivista - Associazione Culturale Arte a Livorno
Lendinara tra storia arte e devozione - Itinerari storico artistici
l'arte contemporanea, la “scuola pistoiese” - Agenzia Per il Turismo ...
Storia pittorica della Italia dal risorgimento delle ... - Warburg Institute
Scarica il libretto in versione PDF - Itinerari fra storia ed arte
Scarica il libretto in versione PDF - Itinerari fra storia ed arte
MUSEO E SCUOLA - Musei Civici d'Arte e Storia di Brescia
Programma di sala 15 febbraio - storia, arte, musica
Storia, Arte e Cultura - Nicola Bono
CHIESE A FERRARA TRA STORIA, FEDE E ARTE - Comune di ...
Storia della legislazione sui Beni Culturali - Corso di Storia dell'Arte
Storia pittorica della Italia dal risorgimento delle ... - Warburg Institute
Scarica il libretto in versione PDF - Itinerari fra storia ed arte
L'arte casearia in Anglona tra storia e attualità [file . pdf] - Sardegna ...
rivista arte e cultura di savona e fuori porta - Villa Cambiaso
SACCOLONGO E CRÈOLA: STORIA ED ARTE - Comune di ...
Storia dell'arte Einaudi tabernacolo - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.It
Rabel, Jean Rabiella Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Waagen, Gustav Friedrich Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.It
Kager, Matthias 1 Storia dell'arte Einaudi - Artleo.It
Cabanel, Alexandre Cabaret Voltaire Storia dell'arte Einaudi - Artleo.It
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it
Storia dell'arte Einaudi - Artleo.it