Atti Diversity Management - Università degli Studi di Torino

unito.it

Atti Diversity Management - Università degli Studi di Torino

Responsability per cui, cosa non banale, tutta la popolazione ST, impiegati e operatori, ha fatto un corso

sulla responsabilità sociale in ST. Gli impiegati attraverso e-learning, gli operatori invece in aula perché

non dappertutto c’è l’accesso all’online per gli operatori.

Annualmente la corporate, cioè la funzione della quality education and sustainable development, produce

un report dove ad esempio nel 2008 si ritrovano le tematiche della diversità di genere. C’è questo ente

centrale che monitora quello che avviene in tema di responsabilità sociale ed in maniera specifica di

diversità di genere in tutto il mondo ST e che quindi produce tutta una serie di formazioni/informazioni.

Non è banale il monitoraggio di quello che avviene nel mondo ST, perché parliamo di pezzi di mondo i più

diversi dal punto di vista culturale piuttosto che di normativa, perché mettiamo insieme quelle che sono

le pratiche in Cina con quelle che sono le pratiche in Italia e Francia o negli USA, passando dalla Malesia,

Malta, Marocco ecc. Mantenendo di base il principio che il riconoscimento dell’eguaglianza deve essere

uguale per tutti i siti di ST, è chiaro che si và a livello locale a cercare di gestire le diversità normative che

pure esistono nel mondo ST. In Italia esiste poi una funzione che và un po’ a ricalcare la funzione

corporate, che è total quality e corporate responsability, che si occupa delle tematiche legate alla social

responsability e che anche lì monitora i KPI, Key performance indicator, nell’ambito delle Pari

Opportunità. Quindi di fatto questa funzione si preoccupa di monitorare l’andamento di diversità di genere

nei siti italiani.

Cosa succede a livello Italia?

Premessa: ST è una società tecnologicamente avanzata, fatta per la stragrande maggioranza di tecnici

(90% uomini). Le facoltà di chimica-fisica e ingegneria rappresentano la stragrande maggioranza delle

persone che lavorano in ST. Quindi per tutta una serie di motivi la popolazione è a maggioranza maschile.

Di fatto molto tranquillamente ammettiamo e ce lo diciamo tra colleghi uomini e colleghe donne che ST

ha una matrice maschile molto forte. D’altra parte per essere una società che si connota dal punto di

vista tecnico come società ad elevata innovazione tecnologica, si è sempre detto che però discriminazioni

in linea di massima non ce ne sono, visto che noi realizziamo un prodotto che ha quel tipo di esigenze in

termini di popolazione, cioè una popolazione che proviene per lo più da studi universitari d’ingegneria,

per cui necessariamente la popolazione è maschile. Ci sono delle modificazioni nel corso del tempo però

di fatto è la popolazione è a preponderanza maschile. Un po’ sulla scorta dei principi culturali che

circolano in ST e un po’ perché è anche vero che tutto ciò che contraddistingue il cambiamento culturale

e segnatamente delle aziende nel mondo, ha fatto sì che ci fosse un affermarsi della cultura della

diversità, tutto ciò ha affermato l’esigenza di trattare l’ argomento della diversità di genere. Ciò a partire

dalla Francia dove certe caratteristiche culturali sono sicuramente più marcate. In Italia, in maniera

esclusivamente volontaristica, un gruppo di persone ha affermato quest’istanza nei confronti di quello che

è il responsabile di site di Agrate (persona molto aperta e disponibile da questo punto di vista). Questa

persona ha colto la volontà di introdurre la tematica. Andare a fondo nell’analisi di certi elementi, di certi

dati che riguardano i siti Italia di ST, ha portato a un riconoscimento e alla nascita di questo Comitato

Pari Opportunità, Core Comittee Women @ ST, nato ufficialmente nel gennaio 2008. I compiti principali

che sono stati identificati e sanciti dalla dirigenza ST, sono di:

• esaminare il contesto politico e sociale del mondo nel quale vivono le unità operative di ST Italia,

• effettuare confronti di benchmark con altre aziende che hanno una storia se possibile anche un po’

più consolidata alle spalle per quanto riguarda la gestione delle Pari Opportunità,

• analizzare nello specifico la situazione di tutti i siti italiani, per cui tutti i dati che riguardano la

diversità di genere,

SAA - Scuola di Amministrazione Aziendale - Via Ventimiglia, 115 - 10126 Torino - Tel. +39-011-63991

38

More magazines by this user
Similar magazines