t - Università degli Studi di Torino

unito.it

t - Università degli Studi di Torino

DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

..

BANDO PER LA MOBILITA LLPIERASMUS

NELL'ANNO ACCADEMICO 2010/2011

Scadenza per la presentazione delle domande:

martedì 2 febbraio 2010 alle ore 11.00

Art. 1 - Premesse: organizzazione di questo documento

Il presente bando è stato volutamente scritto cercando di privilegiare la chiarezza espositiva con l'utilizzo di

un linguaggio diretto e di fornire il maggior numero possibile di informazioni anche a scapito della sintesi.

Negli artt. dal n. 2 al n. 9 sono indicati:

Art. 2: finalità della mobilità studentesca;

Art. 3: requisiti per presentare la domanda di candidatura;

Art. 4: durata del periodo all'estero;

Art. 5: attività realizzabili durante l'Erasmus;

Art. 6: caratteristiche generali dei corsi sostenibili all'estero;

Art. 7: "status" di studente Erasmus e servizi fruibili presso gli Atenei stranieri;

Art. 8: possibilità di seguire corsi sulle lingue straniere meno diffuse;

Art. 9: valore e modalità di erogazione dei contributi finanziari.

Negli artt. dal n.IO al n.12 sono riportati i criteri per la partecipazione al bando:

Art. lO: modalità generali per l'inoltro delle domande;

Art. Il: data di scadenza per la loro presentazione;

Art. 12: modalità generali di selezione.

Considerato che ogni Facoltà gode di autonomia didattica, l'art.13 è dedicato alle indicazioni specifiche di

ciascuna stnIttura:

Art. 13: regole specifiche di ogni "struttura didattica" per la presentazione delle domande, i criteri di

selezione dei candidati e altre caratteristiche peculiari.

Per favorire la divulgazione di tutte queste informazioni e fornire risposte dirette a richieste di chiarimento,

saranno organizzati incontri presso le varie Facoltà con la presenza dei docenti di riferimento per le attività

Erasmus e il personale degli uffici amministrativi. L'elenco provvisorio delle date è indicato all' art.14.

Seguono l'art.15 con le informazioni relative alla graduatoria e alle modalità di accettazione della borsa e

l'art. 16 con le prime indicazioni per i vincitori di mobilità Erasmus.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitolt; Fax +39 0112361017; Te!. +39011 6704425; Pagina 1 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Concludono il documento l'art.17, con la normativa di riferimento e le condizioni amministrative tipiche dei

bandi che prevedono l'erogazione di borse, e un allegato con le necessarie informazioni relative alla

privacy.

Si consiglia vivamente di leggere con estrema attenzione TUTTI gli articoli di questo bando e quanto

pubblicato sul sito www.unito.it. "Internazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma

LLP/Erasmus" dove sono disponibili informazioni utili sul tema Erasmus.

L'ufficio di riferimento per il presente bando è il Settore Mobilità Internazionale della Divisione Servizi agli

Studenti.

Per eventuali necessità, è possibile scrivere all' indirizzo relint(à)unito.it, indicando i quesiti e un eventuale

recapito telefonico per essere richiamati per una spiegazione a voce. Le risposte saranno evase entro i

successivi due giorni lavorativi.

Il ricevimento del pubblico, qualora necessario, si effettua solo su appuntamento da concordare sempre via

email.

Art. 2 - Finalità della mobilità studentesca

Nell'ambito del programma europeo LLP/Lifelong Learning Programme, il progetto Erasmus consente agli

studenti universitari di realizzare un periodo di studio ali 'estero presso un altro Ateneo di uno dei Paesi

partecipanti al Programma, che abbia firmato un accordo bilaterale con l'Università di appartenenza.

Partecipano al Progetto LLP/Erasmus le Università degli Stati membri dell'Unione Europea e di altri Paesi

terzi. L'elenco completo dei Paesi aderenti al Programma è il seguente:

- Stati membri dell'Unione Europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia,

Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia,

Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria;

- Paesi dello Spazio Economico Europeo: Islanda, Liechtenstein e Norvegia;

- Turchia (in quanto Paese candidato cui si applica una procedura di preadesione).

A questi Paesi si aggiunge la Svizzera che, pur non rientrando ufficialmente tra i Paesi partecipanti al

Progetto LLP/Erasmus, è meta di mobilità studentesca con caratteristiche equivalenti. Si segnala tuttavia che

la borsa mensile non è erogata dall' Agenzia Nazionale LLP Italia, bensì dalla Confederazione svizzera. Per

ulteriori dettagli è possibile consultare il sito WW\;\/.crus.ch alla voce "Erasmus" (link diretto:

http://www.crus.ch/information-programme/erasmus.html?no cache=1&1 ,=2)

Maggiori informazioni di carattere generale e specifico sul tema della mobilità sono disponibili sul sito

www.unito.it. "Internazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma LLP/Erasmus" e su diversi si ti

istituzionali e di associazioni studentesche, tra cui si segnalano:

• Commissione Europea: http://ec.europa.eu/education/index en.html

• Agenzia Nazionale LLP Italia: http://www.programmallp.it

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 2 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

• Community degli studenti Erasmus: http://www.caffeerasmus.it

• Carta dello studente Erasmus: raggiungibile dal sito dell'Agenzia Nazionale LLP Italia alla voce

"Programma Erasmus", "Pubblicazioni" (Iink diretto:

http://wW\.y.programmallp.it/lkmw file/LLP///erasmus/erasmus sms/EAC ERA CartaStudente

2007.pdf)

Art. 3 - Requisiti per presentare domanda di candidatura

Possono presentare domanda per la mobilità Erasmus, nei termini stabiliti e nel rispetto delle regole indicate

in questo bando, tutti gli studenti dell'Università degli Studi di Torino regolarmente iscritti (anche parttime)

o che al momento di presentazione della domanda siano iscritti "sotto condizione" in quanto prossimi

alla laurea.

NOTA BENE: solo gli studenti regolarmente iscritti all'Università di Torino per l'a.a. 2010/2011 potranno

svolgere un periodo di mobilità all'estero durante tale anno accademico, pertanto al momento della partenza

sarà obbligatorio il pagamento delle tasse universitarie.

Nello specifico, per gli studenti prossimi alla laurea non sarà accettata l'iscrizione sotto condizione, ma sarà

richiesto il pagamento della prima rata delle tasse universitarie.

Per quanto riguarda la cittadinanza, gli studenti devono rientrare in uno dei casi sotto elencati:

• essere cittadini italiani;

• essere cittadini di uno dei seguenti Stati:

- Stati membri dell'Unione Europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia,

Finlandia, Francia, Gennania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi,

Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Siovacchia, SJovenia, Spagna, Svezia

e Ungheria;

- Paesi dello Spazio Economico Europeo: Islanda, Liechtenstein e Norvegia;

- Turchia (in quanto paese candidato cui si applica una procedura di preadesione);

• essere cittadini di Paesi Terzi registrati quali apolidi;

• essere cittadini di Paesi Terzi con lo status di rifugiati politici;

• essere cittadini di Paesi Terzi in possesso, al momento della partenza per il periodo Erasmus, dei

requisiti utili all'ottenimento della carta di soggiorno ora denominata "pennesso di soggiorno CE per

soggiornanti di lungo periodo";

• essere cittadini di Paesi Terzi in possesso, al momento della partenza per il periodo Erasmus, di un

permesso di soggiorno in corso di validità da almeno 5 almi consecutivi.

Ad esempio, in caso di partenza per il giorno 10/09/20 l O, è necessario avere un regolare permesso

di soggiorno almeno dalI 0/09/2005.

NOTA BENE: agli studenti che dovessero raggiungere il quinto anno di validità del permesso di

soggiorno nell'autunno 2010 o nella primavera 2011, si suggerisce di presentare comunque domanda

di partecipazione al bando, scegliendo una destinazione di durata compatibile con il prerequisito dei

5 anni.

Si ricorda che i cittadini elvetici sono ritenuti cittadini di Paesi Terzi.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 3 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Non possono presentare domanda:

• gli studenti che siano già stati in Erasmus negli anni passati. In altri termini, è possibile partecipare

all'Erasmus UNA sola volta nell'intera carriera universitaria. Ad esempio, chi ha svolto l'Erasmus

durante la laurea triennale, NON può presentare domanda durante l'eventuale laurea specialistica e

neanche nell'eventuale dottorato, master o specializzazione. Questo limite vale anche per studenti

che abbiano svolto l'Erasmus in una Università diversa dall'Università di Torino;

• gli studenti iscritti al primo anno delle "lauree specialistiche a ciclo unico": Facoltà di Farmacia,

Facoltà di Giurisprudenza, Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino, Facoltà di Medicina e

Chirurgia "S. Luigi Gonzaga" di Orbassano, Facoltà di Medicina Veterinaria.

L'Università garantisce parità di trattamento tra uomini e donne.

Art. 4 - Durata del periodo all'estero

11 periodo di studio presso l'Università straniera va da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 12 mesi e la

sua durata è stabilita dali 'accordo per il quale lo studente risulta vincitore.

Dopo l'arrivo all'estero, sarà possibile prorogare la permanenza, secondo modalità che saranno rese note

successivamente alla vincita della borsa, a condizione che l'intero soggiorno, comprensivo della proroga,

non superi complessivamente 12 mesi.

La proroga deve essere collegata al periodo iniziale, senza interruzioni. Ad esempio, prorogare di 3 mesi un

soggiorno la cui durata originale è di 6 mesi, significa, nel caso si partisse il 10/09/2010, posticipare il

rientro dal 10/03/20 Il al 10/06/20 Il. Non è possibile utilizzare la proroga, ad esempio, dal 10/04/20 Il al

10/07/2011 interrompendo il periodo di mobilità per un mese.

Le vacanze e i giorni di chiusura dell'Università ospitante non sono da considerarsi interruzioni del periodo

di studio.

L'intero periodo all'estero (durata iniziale sommata all' eventuale proroga) deve assol utamente essere

compreso tra il lO giugno 2010 e il 30 settembre 2011.

Art. 5 - Attività previste e attività vietate durante J'Erasmus

Attività previste:

• frequentare corsi e sostenerne i relativi esami;

• compiere ricerche finalizzate alla stesura della tesi di laurea;

• svolgere un periodo di tirocinio combinato ad un periodo di studio, in base a quanto previsto nel

Learning Agreement (vedere art. 6). In sintesi: il tirocinio deve essere svolto sotto la supervisione

della stessa Università dove lo studente realizzerà il periodo di studio e le due attività devono essere

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 4 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

svolte in maniera consecutiva. La durata complessiva di tale periodo di mobilità combinata è di

minimo 3 mesi e massimo 12 mesi.

Si segnala tuttavia che, qualora il tirocinio sia curricolare (con attribuzione di crediti formativi e

obbligatorietà), è possibile effettuare il tirocinio all'estero nell'ambito del Programma Erasmus per

studio, anche non accompagnato da corsi o seminari, in quanto tale periodo di tirocinio ha a tutti gli

effetti valore di periodo di studio.

Attività vietate:

• seguire corsi e sostenere esami presso l'Università di Torino durante il periodo Erasmus

• laurearsi presso l'Università di Torino durante il periodo Erasmus

Art. 6 - Corsi da sostenere all'estero e accordi bilaterali

[j periodo di studio all'estero costituisce parte integrante del percorso didattico di ogni studente e gode del

pieno riconoscimento accademico.

I corsi da sostenere all'estero devono far parte delle cosiddette "aree disciplinari" - aree identificative delle

attività di studio e/o di insegnamento - stabilite nell'accordo bilaterale fra i due Atenei partner.

Gli accordi bilaterali sono stipulati tra l'Università di Torino e gli altri Atenei partner per regolamentare la

mobilità reciproca degli studenti e definire il numero di posti disponibili e la relativa durata. Ogni accordo

bilaterale ha un docente "referente", cui si possono chiedere informazioni sull'attività didattica dell'Ateneo

straniero.

Le informazioni puntuali sui singoli corsi per l'anno accademico 2010/2011 saranno disponibili sui siti delle

varie Università straniere a partire, indicativamente, dalla primavera 2010. Si segnala, a tal proposito, che

gli Atenei stranieri dal punto di vista organizzativo non necessariamente presentano la suddivisione per

Facoltà tipica delle Università italiane.

l corsi previsti all'estero costituiranno il cosiddetto "Leaming Agreement", il carico didattico per il periodo

Erasmus; per informazioni sulla compilazione, i vincitori potranno consultare la procedura outgoing (per gli

studenti in partenza) sul sito www.unito.it. "Internazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma

LLP/Erasmus".

NOTA BENE: nonostante il numero di posti previsti negli accordi bilaterali e la loro durata siano già

definiti, ogni singola Facoltà potrà valutare, fino alla chiusura definitiva delle graduatorie ed in base a propri

criteri che saranno resi pubblici, di richiedere alle Università partner, qualora disponibili, l'incremento del

numero di borse e/o la variazione della loro durata, per favorire una maggiore partecipazione di studenti.

Questa eventualità, di 11011 facile attuazione, non è un servizio che gli studenti possono richiedere, ma una

opportunità gestita autonomamente e in via esclusiva dalle singole Facoltà. Pertanto, gli studenti devono

basare la loro scelta sulle borse attualmente disponibili per ogni accordo bilaterale.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Te!. +39011 6704425; Pagina 5 di 24

t


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Art. 7 - Equiparazione degli studi e dei servizi

Gli studenti vincitori di un periodo di mobilità godono dello "status" di studente Erasmus beneficiando dei

seguenti diritti:

- presso l'Università di Torino:

• è riconosciuto l'intero periodo di studio svolto all'estero;

• la borsa Erasmus è - in generale - compatibile con altre borse di studio o contributi. Ad esempio,

l'Edisu Piemonte (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) mantiene per i vincitori di

borsa Erasmus i benefici già riconosciuti allo studente e consente la partecipazione ad un proprio

bando per la mobilità internazionale per l'assegnazione di contributi integrativi. In ogni caso lo

studente è tenuto a verificare la possibilità di cumulare più borse/contributi, facendo riferimento a

quanto stabilito dagli enti erogatori di tali benefici.

- presso la sede ospitante:

• esenzione dal pagamento delle tasse di iscrizione (salvo contributi specifici richiesti);

• estensione della copertura assicurativa per infortuni e responsabilità civile, a carico dell'Università

di Torino, prevista per tutti gli studenti regolarmente iscritti all' Ateneo. Maggiori dettagli sono

disponibili sul sito \vww.unito.it, "Internazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Polizze

assicurative".

• fruizione di eventuali servizi gratuiti offerti agli studenti (es: corsi di lingua, supporto nella ricerca

dell'alloggio, tutoraggio).

NOTA BENE: la copertura sanitaria all'estero è un servizio fornito da ogni Paese con modalità differenti.

Per informazioni di dettaglio consultare il sito www.ministerosalute.it alla voce "Assistenza sanitaria

all'estero e stranieri in Italia" (Iink diretto:

http://www.ministerosalute.it/assistenzaSanitaria/paginaIntemaMenuAssistenzaSanitaria.jsp?id=957&menu

=italiani)

Art. 8 - Corsi di lingua per le nazioni con lingue meno diffuse

Gli studenti vincitori di mobilità Erasmus nei Paesi con lingue meno diffuse possono partecipare a corsi di

preparazione linguistica, denominati EILC (Erasmus Intensive Language Courses), della durata di circa un

mese.

A titolo indicativo, nell'anno accademico 2009/2010 i Paesi nei quali è possibile frequentare i corsi EILC

sono: Belgio (comunità fiamminga), Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Islanda,

Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania,

Siovacchia, Siovenia, Svezia, Turchia, Ungheria.

La partecipazione ai corsi è gratuita e non prevede il pagamento di alcuna tassa d'iscrizione; inoltre agli

studenti che frequentano tali corsi sarà erogato un contributo stabilito dall' Agenzia Nazionale LLP Italia.

A titolo indicativo, nell'a.a. 2009/20 IOil valore forfetario del contributo è pari a 500 Euro.

Mobilita Internazionale; e-mail relint@unito il; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 6 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Maggiori informazioni sui corsi sono disponibili sui siti:

della Commissione Europea www.ec.europa.eu ricercando le informazioni sul programma

LLP/Erasmus (Iink diretto:

http://ec.europa.eu/education/programmes/lip/erasmus/eilclindexen.html)

dell'Agenzia Nazionale LLP www.programmallp.it alla voce "Erasmus" (link diretto:

http://www.programmallp.it/index.php?id cnt=275)

Le informazioni di dettaglio per l'anno accademico 2010/2011 saranno disponibili dopo l'assegnazione

delle borse (indicativamente aprile 20 l O).

Art. 9 - Contributo finanziario

Il contributo finanziario che spetta ad ogni studente partecipante al programma LLP/Erasmus si compone di

molteplici voci, così come riportato nella successiva tabella, il cui importo è variabile di anno in anno a

seconda dei fondi stanziati dall'Agenzia Nazionale LLP Italia, dal MIUR (Ministero dell'Istruzione,

dell'Università e della Ricerca) e dall'Università di Torino.

Alla data di pubblicazione di questo bando, i valori che compongono il contributo finanziario non sono

ancora noti; pertanto, nelle colonne "Importi mensili" e "Importi forfetari" sono riportati i valori di anni

accademici precedenti che, considerati gli ultimi scenari a livello nazionale, sono da ritenersi del tutto

indicativi fino alla conferma dello stanziamento dei fondi da parte dei singoli enti.

Ciascuno studente riceverà i contributi mensili per il numero dei mesi previsti dall'accordo per il quale

risulta vincitore.

Tali importi saranno erogati a seguito dell'accettazione delle condizioni previste dal "contratto per la

mobilità LLP/Erasmus", che dovrà essere sottoscritto da tutti gli studenti vincitori della borsa di mobilità

secondo modalità che saranno successivamente comunicate via email e pubblicate sul sito www.unito.it.

"Intemazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma LLP/Erasmus".

I contributi mensili pagati anticipatamente (borsa LLP/Erasmus, contributo per fascia di reddito, contributo

integrativo MIUR, eventuali integrazioni di Facoltà) sono soggetti all'obbligo della restituzione in caso di

riduzione del periodo all'estero (deve essere reso un numero di mensilità corrispondenti al periodo Erasmus

non effettuato o l'intero importo, in caso di soggiorno inferiore al periodo minimo obbligatorio di 3 mesi).

Nell'eventualità in cui, per motivi di forza maggiore, lo studente dovesse rientrare prima dei 3 mesi,

l'Ateneo segnalerà comunque il caso all'Agenzia Nazionale LLP, chiedendo laddove possibile l'erogazione

delle mensilità effettivamente trascorse all'estero (inferiori a 3).

Il contributo per il viaggio non dovrà essere restituito nel caso di rientro anticipato dopo il terzo mese. Nel

caso di rientro entro i primi 3 mesi, l'eventuale restituzione sarà oggetto di valutazione tenuto conto dei

motivi che hanno portato lo studente ad interrompere definitivamente il periodo di mobilità.

Per la proroga del periodo all'estero non sono garantiti ulteriori contributi finanziari. Qualora dovessero

risultare inutilizzate borse Erasmus a causa di rinunce degli assegnatari o di riduzioni del numero di

mensilità effettuate rispetto a quelle previste, i relativi contributi finanziari saranno distribuiti agli studenti

che avranno richiesto ed ottenuto di prolungare il periodo di mobilità.

f

Mobilita Internazionale; e-mai! relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Te! +39011 6704425; Pagina 7 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

La tabella seguente riassume la tipologia del contributo e le tempistiche dei pagamenti.

NOTA BENE: le singole voci saranno pagate come di seguito indicato solamente se gli enti

finanziatori avranno comunicato l'importo dei fondi erogati entro i termini stabiliti.

TIPOLOGIA

BORSA LLPIERASMUS

CONTRIBUTO PER IL

VIAGGIO

(uguale per tutte le

destinazioni)

CONTRIBUTO PER FASCIA

DI REDDITO

(I fascia: 78 Euro

Il fascia: 68 Euro

III fascia: 58 Euro

IV fascia: 48 Euro

V fascia: 38 Euro

VI fascia: 28 Euro

VII fascia: O Euro)

CONTRIBUTO

INTEGRATIVO MIUR

CONTRIBUTO CORSI EILC

(Erasmus Intensive

Language Courses)

CONTRIBUTO AGGIUNTIVO

PER STUDENTI

DIVERSAMENTE ABILI

EVENTUALE

FINANZIAMENTO DELLE

PROROGHE AUTORIZZATE

IMPORTI

MENSILI

[Euro]

230 (valore

dell'a.a.

2009/2010)

da Oa 78

(valore dell'a.a.

2009/2010)

36.77 (valore

dell'a a

2009/2010)

270 (valore

dell'a.a.

2009/2010)

IMPORTI

FORFETARI

[Euro]

310 (valore

dell'a.a.

2009/2010)

500 (valore

dell'a.a.

2009/2010)

200 (valore

dell'a.a.

200812009)

TEMPISTICA

PAGAMENTO

Per tutte e 4 le voci riportate a fianco e

indipendentemente dal mese di partenza

- se la sottoscrizione del contratto avviene

entro il 30106/2010, il pagamento sarà

effettuato entro il 30109/2010;

- se la sottoscrizione del contratto avviene

entro il 30109/2010, il pagamento sarà

effettuato entro il 30/11/2010

Per i corsi che si svolgeranno nella

sessione estiva (luglio-settembre 2010), il

pagamento sarà effettuato entro il

30106/2011.

Per i corsi che si svolgeranno nella

sessione invernale (gennaio-febbraio

2011), il pagamento sarà effettuato entro il

30109/2011.

I finanziamenti sono definiti dall'Agenzia

Nazionale LLP con tempi e modalità non

costanti negli anni. Per l'a.a.2009/2010 il

pagamento è previsto per giugno 2010.

E' probabile che per l'aa. 2010/2011 il

paqamento avverrà verso qiuqno 2011.

Entro il 30/11/2011

Gli importi e le modalità di pagamento sono indicati nell'articolo 13 di questo

EVENTUALI INTEGRAZIONI

bando e/o saranno disponibili presso le singole Facoltà, alle quali lo studente

DI FACOLTA'

deve rivolgersi per le relative informazioni.

f

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Te! +39011 6704425; Pagina 8 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

Art. lO - Come candidarsi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Gli studenti devono preventivamente, seguendo le indicazioni riportate sul sito \vw\v.unito.it,

"lntemazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma LLP/Erasmus", prendere visione delle mobilità

attive, che riportano per ogni destinazione l'area disciplinare dell'accordo, i posti disponibili e il relativo

numero di mesi, il livello di studio previsto durante il soggiorno all'estero ("UG"= undergraduate: laurea l

livello, "PG"=postgraduate: laurea specialistica, "D"=dottorato).

Prima della presentazione delle domande, gli studenti sono tenuti ad informarsi presso i "referenti" degli

scambi in merito all'esistenza di eventuali vincoli da parte delle Università straniere o di particolari criteri

selettivi richiesti dalle Facoltà di appartenenza (test linguistici o altro).

Le domande di candidatura devono essere presentate per una sola destinazione, tenendo conto di eventuali

indicazioni specifiche delle singole Facoltà, consultabili all'art. 13, anche per quanto attiene al livello dei

corsi (UG/PG/D).

Eventuali preferenze per altre destinazioni sono utili solitamente per la cosiddetta fase di riassegnazione

(nota anche come "ripescaggio"), nel caso risultassero posti non assegnati oppure tornati disponibili a

seguito di rinunce dei vincitori. Queste indicazioni devono essere descritte nel campo apposito della

procedura, secondo le regole proprie di ogni Facoltà così come riportato all'art. 13.

Nota fondamentale: nella compilazione della domanda online, per poter presentare la propria

candidatura al bando, lo studente dovrà dichiarare che sarà propria cura prendere visione della

graduatoria e dei documenti pubblicati sul sito e presso l'Infopoint, senza che l'Ateneo gli trasmetta

ulteriori comunicazioni formalmente rilevanti.

Si raccomanda di pone molta attenzione ai passaggi visualizzati nella domanda online, compilando tutte le

fasi previste dalla procedura.

Una volta completata regolarmente la domanda online, il sistema invierà all'indirizzo di posta

elettronica istituzionale dello studente (matricola\a),studenti.unito.it oppure

nome.cognome@studenti.unito.it) una notifica dell'avvenuta presentazione della candidatura.

Qualora non si ricevesse tale notifica, si raccomanda di verificare di aver portato a termine

correttamente la procedura.

La domanda di candidatura è disponibile esclusivamente in forma telematica seguendo le indicazioni

riportate sul sito www.unito.it. "lnternazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma LLP/Erasmus".

Gli studenti che non riuscissero ad accedere alla domanda online per mancanza delle credenziali di Ateneo

e/o difficoltà tecniche, dovranno contattare il Settore Mobilità Internazionale, esclusivamente via email,

scrivendo a relint(Zùunito.it.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 9 di 24

t


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 -10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

NOTA BENE: relativamente al funzionamento del servizio di iscrizione on-Iine:

• la procedura on-Iine è attiva, e presidiata in caso di malfunzionamenti, dalle ore 9.00 alle ore

16.00 di tutti i giorni feriali;

• la procedura on-line è attiva, ma non presidiata in caso di malfunzionamenti, nei restanti orari

feriali e nei giorni festivi. In caso di malfunzionamento durante tale fascia oraria, il servizio sarà

ripristinato nel giorno feriale immediatamente successivo.

Art. Il - Scadenza del bando

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il giorno

martedì 2 febbraio 2010 alle ore 11.00.

NOTA BENE: la scadenza è da ritenersi perentoria, cioè non derogabile per alcun motivo; SI

suggerisce pertanto di redigere la propria domanda evitando gli ultimi giorni utili.

Art. 12 - Selezione delle candidature

Le Commissioni di Facoltà che valutano le domande dei candidati redigono una graduatoria di merito

riferita ad ogni destinazione, attribuendo un punteggio a ciascun studente.

I criteri di selezione di massima adottati dalle Commissioni di Facoltà sono:

• numero crediti previsti e acquisiti per l'anno di corso;

• media dei voti degli esami superati;

• conoscenza della lingua del Paese ospitante o della lingua cosiddetta veicolare (quella utilizzata per

le lezioni);

• motivazione.

Come stabilito dall'Agenzia LLP, gli studenti di cittadinanza di uno dei Paesi partecipanti al programma

Erasmus, temporaneamente residenti in Italia ed iscritti presso l'Università di Torino, possono beneficiare di

una borsa di mobilità presso una Università del loro Paese di origine, ma nel processo di selezione non verrà

data loro priorità. Ciò significa che la domanda sarà presa in considerazione solo se vi saranno ancora posti

disponibili dopo aver soddisfatto le richieste degli altri studenti idonei. Pertanto, si suggerisce agli studenti

che si trovino nella condizione suddetta di valutare attentamente la scelta della destinazione.

Oltre a quelli sopra indicati, numerose Facoltà hanno definito ulteriori criteri di selezione, elencati al

successivo art. 13, in modo da assicurare la massima trasparenza del procedimento di valutazione delle

domande.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitolt; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 10 di 24

t


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Art. 13 - Indicazioni proprie di ogni struttura didattica

Facoltà di Agraria

La graduatoria degli studenti vincitori e degli studenti idonei a coprire eventuali posti non assegnati, sarà

stilata in linea con i criteri generali di Ateneo e sulla base della valutazione dell'intera carriera universitaria

dei candidati. In particolare saranno presi in considerazione i seguenti criteri:

1) Percentuale del numero di CFU superati dallo studente rispetto ai CFU che potrebbe potenzialmente

avere superato, valutati in funzione dell 'anno di corso

2) Voto medio, calcolato in centesimi, su tutti gli esami sostenuti

I punteggi ottenuti ai punti l e 2 saranno sommati consentendo il raggiungi mento di un valore massimo di

200. Saranno inoltre attribuiti punti aggiuntivi (da O a 3) legati alla eventuale dichiarazione di conoscenza

della lingua del Paese ospitante o della lingua veicolare. Il punteggio sarà attribuito secondo il livello di

conoscenza: scarso, medio, buono e ottimo.

Infine il punteggio raggiunto potrà essere ulteriormente incrementato a seguito della valutazione delle

motivazioni fornite dallo studente circa la richiesta di borsa di mobilità: un massimo di 2 punti potrà essere

attribuito in funzione della logica e della completezza dell'informazione fornita.

Facoltà di Economia

Tutti gli studenti della Facoltà di Economia possono partecipare al bando per la Mobilità "Erasmus" per

accedere alle università europee con le quali la Facoltà ha siglato accordi bilaterali.

E' possibile inoltrare domanda per una sola destinazione (la 2a scelta è puramente indicativa). Oli studenti

idonei non vincitori parteciperanno ali 'assegnazione dei posti vacanti in ordine di graduatoria, per area

linguistica, indipendentemente dalla seconda scelta indicata.

AI momento della domanda verrà richiesto il livello del corso di laurea di appm1enenza. E' necessario

indicare quale sarà il proprio livello al momento della partenza per il soggiorno Erasmus (UO: laurea I

livello, PO: laurea specialistica) verificando che tale livello sia previsto dalla sede scelta da.llo studente.

Tutti gli studenti che presentano regolare domanda di candidatura entro il 2 Febbraio 2010 saranno

selezionati secondo i seguenti criteri:

1. crediti previsti e acquisiti per l'anno di corso;

2. media dei voti degli esami registrati entro il 2 Febbraio 20 l O;

3. conoscenza della lingua del paese ospitante/lingua veicolare;

4. motivazione.

Oli studenti sono tenuti ad infonnarsi sulle date e sulle modalità di selezione della Facoltà che verranno

pubblicate sul sito www.econ.unito.it.

Coloro che non si presentano alla prova di lingua straniera o al colloquio motivazionale saranno esclusi

dalla graduatoria.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unlto.it; Fax +39 0112361017; Te!. +39011 6704425; Pagina 11 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Il voto di lingua e del colloquio motivazionale vengono sommati al voto del curriculum per dar luogo alla

votazione totale dei titoli; l'eventuale insufficienza sarà motivo di esclusione dalla graduatoria.

Gli studenti della Facoltà vengono inseriti in un'unica graduatoria di merito che non considera la

suddivisione dei posti in UG ( Undergraduate) e PG (Postgraduate).

I vincitori di mobilità sono tenuti ad informarsi presso il Servizio informativo studenti della Facoltà riguardo

la compilazione dei documenti necessari e la modalità di riconoscimento esami.

Nell'ambito della mobilità Erasmus non è possibile sostenere gli esami del primo anno comuni a tutti i corsi

di laurea:

• Vecchio Ordinamento: Economia aziendale, Diritto pubblico, Diritto privato, Matematica per le

applicazioni economiche e finanziarie, Microeconomia, Statistica.

• Nuovo Ordinamento: Diritto privato, Diritto privato e commerciale, Diritto pubblico dell'economia,

Economia aziendale, Matematica generale, Microeconomia, Statistica.

Compatibilmente con i fondi disponibili, la Facoltà di Economia erogherà un contributo finanziario

integrativo indifferenziato per fascia di reddito. Tale contributo verrà erogato, su specifica richiesta dello

studente, alla fine del soggiorno Erasmus, sulla base dei mesi di effettiva permanenza all'estero, escluso

l'eventuale periodo di prolungamento richiesto dallo studente.

Facoltà di Farmacia

Gli studenti appartenenti al Corso di Laurea triennale in Informazione Scientifica sul Farmaco e al Corso di

Laurea in Tecniche Erboristiche potranno far domanda come UG. Gli studenti del primo, secondo e terzo

anno dei Corsi di Laurea Magistrale in Farmacia e in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche dovranno far

domanda come VG, quelli del quarto e quinto anno come PG. Gli studenti delle scuole di Dottorato e della

Scuola di Specializzazione in Farmacia Ospedaliera dovranno far domanda come D.

Nel caso ci siano, per una specifica sede, più vincitori che posti disponibili, avranno la precedenza i D, poi i

PG ed infine gli UG.

Si invitano i candidati ad esplicitare con chiarezza alla voce "motivazione", l'intenzione di usufruire della

borsa di studio per lo svolgimento di tesi sperimentali, tirocinio e/o frequenza di corsi. Si sottolinea che le

tre opportunità (tesi, tirocinio, corsi) non sono tutte disponibili in tutte le sedi. Si invitano pertanto gli

studenti, prima della compilazione della domanda, a verificare le reali opportunità contattando la

Commissione Erasmus di Facoltà (Profri Balliano, Boschi, Gallarate, Fruttero) o i docenti referenti degli

accordi. Nelle sedi in cui sarà possibile svolgere una tesi sperimentale, questa motivazione sarà requisito

preferenziale nei criteri di selezione.

E' possibile, da palie del candidato, esprimere in fase di candidatura, una seconda ed una terza scelta di

destinazione, non necessariamente appartenenti alla stessa area linguistica, che saranno considerate nella

fase di ripescaggio.

L'area linguistica non è vincolante, in fase di ripescaggio, per la Facoltà di Farmacia.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Te!. +39011 6704425: Pagina 12 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

Facoltà di Giurisprudenza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

I criteri integrativi sono i seguenti:

- Lo studente deve essere iscritto alla Laurea biennale specialistica o almeno al II anno della Laurea

triennale o della Laurea magistrale. In quest'ultimo caso deve aver superato 4 esami del primo anno al

momento della presentazione della domanda;

- Destinazioni: la destinazione PG può essere selezionata solo dagli studenti che abbiano conseguito, prima

della partenza, la Laurea di primo livello. La destinazione UG può essere selezionata da tutti gli studenti.

- Attestazione crediti: nella domanda gli studenti dovranno certificare compiutamente il numero di crediti e

le medie dei voti conseguiti nel corso dell'intera carriera universitaria (triennio/biennio; laurea magistrale);

- Criteri di selezione: non sono adottati criteri di selezione ulteriori rispetto a quanto disposto dali 'art. 12 del

presente Bando. Non saranno presi in considerazione elementi di valutazione che non risultino in modo

univoco da quanto attestato in domanda.

- Numero crediti sostituibili: 30 CFU per soggiorni di un semestre (5/6 mesi), 48 CFU per soggiorni di due

semestri o un anno (9/1 Omesi).

Facoltà di Lettere e Filosofia

È possibile, da pal1e del candidato, esprimere in fase di candidatura una seconda e una terza scelta di

destinazione, non necessariamente appartenenti alla stessa area linguistica, che saranno considerate nella

fase di prima assegnazione o di ripescaggio.

È necessario indicare quale sarà il proprio livello al momento della partenza per il soggiorno Erasmus

(UG:laurea I livello, PG: laurea specialistica), verificando che tale livello sia previsto dalla sede scelta dallo

studente.

Tutti gli studenti che presentino regolare domanda di candidatura entro il termine indicato saranno

selezionati secondo i seguenti criteri:

1) conoscenza della lingua;

2) crediti maturati;

3) media dei voti;

4) motivazioni.

Le conoscenze linguistiche vanno documentate, attraverso l'autocertificazione di:

• eventuale possesso di certificati internazionali,

• periodi di studio/soggiorno all'estero, numero di anni di studio della lingua, ecc.

L'assenza di adeguata documentazione circa le conoscenze linguistiche dichiarate comporterà una

valutazione bassa o nulla del relativo parametro.

I vincitori, che accettano la borsa di mobilità, sono tenuti a informarsi circa le procedure previste per gli

studenti Erasmus in partenza nelI'a.a. 2010/2011.

Per i vincitori, si segnala inoltre che in fase di compilazione del Learning Agreement è obbligatorio indicare

per tutti i corsi l'ambito delle discipline (di base, caratterizzanti e così via): non verranno presi in

considerazione LA privi di indicazione dell'ambito.

Mobilita Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 13 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Per alcune destinazioni è prerequisito indispensabile la conoscenza della lingua del Paese ospite al livello

intermedio, comprovata dal risultato degli esami.

Altre destinazioni sono riservate a programmi specifici, come indicato nelle NOTE della domanda on-line

(es. destinazioni riservate allo studio di lingua e letteratura anglo-americana). Per i requisiti di questi

programmi gli studenti devono rivolgersi direttamente ai docenti referenti.

La Facoltà riconosce solo un esame di Lingua straniera sostenuto all'estero.

Non si può sostenere all' estero l'esame obbligatorio di Letteratura italiana.

L'esame di Lingua Cinese da sostenere all'estero deve essere preventivamente concordato con i docenti.

Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino

Gli studenti che fanno domanda per una delle sedi con cui esistono accordi potranno indicare una prima, una

seconda e una terza preferenza. La graduatoria sarà unica e i posti saranno assegnati in base alla prima

preferenza espressa o, se i posti per quella sede risultano già coperti, in base alla seconda o terza preferenza.

I criteri di ammissibilità alla domanda e quelli con cui sarà stilata la graduatoria sono di seguito elencati.

1) Sono considerati idonei ad essere inseriti nella graduatoria relativa ai posti per borse di studio, rese

disponibili dagli accordi internazionali e bandite ogni anno dall'Università degli Studi di Torino, gli studenti

regolannente iscritti ai Corsi di Laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia, che facciano regolare

domanda per una borsa assegnata al Corso di studio cui sono iscritti a Torino e iscritti (nell'anno in cui

presentano domanda) entro e non oltre il Vanno per il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e il II anno

per le Lauree Sanitarie.

2) La graduatoria di merito sarà stilata sulla base dei seguenti criteri:

media votazioni esami sostenuti

coefficiente di merito (crediti ottenuti/crediti dovuti per gli anni di corso frequentati

precedentemente all' Anno Accademico in corso e ottenuti entro il 30 settembre 2009)

bonus di due punti per ogni anno di corso (2 punti per gli iscritti al III anno di corso, 4 per gli iscritti

al IV, 6 per gli iscritti al V)

3) Gli studenti vincitori di borsa sono tenuti a definire, in accordo tra la Commissione Erasmus di facoltà e

la Commissione delle facoltà ospitanti, un piano di studi di massima a garanzia di una fruttuosa esperienza

didattica e professionale (Learning Agreement).

4) Gli studenti devono necessariamente concordare prima della partenza il Learning Agreement con

responsabili Erasmus di facoltà al fine di verificare:

- la compatibilità dei programmi seguiti all'estero con il programma dei corsi della Facoltà di Torino di cui

si chiederà il riconoscimento

- la compatibilità del numero di crediti ECTS (+/- 20%) da conseguire nel corso frequentato all'estero con

quelli assegnati al corso della facoltà di Torino di cui si chiederà il riconoscimento

5) Gli studenti che si recano all'estero secondo i vigenti scambi internazionali possono sostenere, previo

accordo definito dal Learning Agreement, esami e tirocini, previsti dal piano di studi della sede della

Facoltà di Medicina di Torino cui appartengono, relativi all'anno di corso cui sono iscritti nell'anno

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unltoit; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 14 di 24

i


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

accademico che frequentano all'estero o a quello immediatamente successivo. In nessun caso saranno

ritenuti validi esami sostenuti che siano relativi a corsi già frequentati in Italia negli anni precedenti.

6) Nel caso in cui un corso sia in Italia suddiviso su due anni (idoneità + esame) e sia invece fornito dalla

Università ospitante nella sua totalità durante un unico anno, sarà ad esclusivo giudizio della Commissione

Erasmus di Facoltà, sulla base dei crediti e del programma, fornire il nulla osta attraverso l'accettazione del

Learning Agreement proposto dallo studente.

7) Gli studenti che si recano alrestero secondo le modalità definite dal regolamento sono automaticamente

esonerati dalla frequenza dei corsi previsti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino e potranno

sostenere gli esami relativi previa autorizzazione amministrativa.

8) I tirocini previsti dal piano di studio durante l'anno di corso frequentato all'estero e non svolti all'estero

vanno invece recuperati secondo modalità da definirsi con la Commissione Erasmus di Facoltà e in accordo

con il Centro Didattico.

9) Qualora le Università ospitanti mettano a disposizione dei nostri studenti un numero di posti maggiore

rispetto a quello previsto dalle borse di studio, la Commissione proporrà tali mete agli studenti che abbiano

fatto richiesta di esperienza all'estero attraverso il regolare bando, seguendo rigorosamente la graduatoria; si

intende che spese di viaggio e soggiorno in questo caso potranno essere a carico dello studente. Tali studenti

hanno tutti i diritti e i doveri degli studenti che si recano all'estero con borsa di studio.

Facoltà di Medicina e Chirurgia S. Luigi Gonzaga di Orbassano

Gli studenti che fanno domanda per una delle sedi con cui esistono accordi potranno indicare più

destinazioni in ordine di preferenza. La graduatoria sarà unica e i posti saranno assegnati in base alla prima

preferenza espressa o, se i posti per quella sede risultano già copelii, in base alle preferenze successive. I

criteri di ammissibilità alla domanda e quelli con cui sarà stilata la graduatoria sono di seguito elencati.

1) La graduatoria di merito sarà stilata sulla base dei seguenti criteri:

media votazioni esami sostenuti

coefficiente di merito (crediti ottenuti/crediti dovuti)

bonus di due punti per ogni anno di corso (2 punti per gli iscritti al III anno di corso, 4 per gli iscritti

al IV, 6 per gli iscritti al V).

2) Gli studenti vincitori di borsa sono tenuti a definire, in accordo tra la Commissione Erasmus di Facoltà e

la Commissione delle Facoltà ospitanti, un piano di studi di massima a garanzia di una fruttuosa esperienza

didattica e professionale (Learning Agreement).

3) Gli studenti devono necessariamente concordare prima della partenza il Learning Agreement con

responsabili Erasmus di Facoltà al fine di verificare:

- la compatibilità dei programmi seguiti all'estero con il programma dei corsi della Facoltà "S. Luigi

Gonzaga" di cui si chiederà il riconoscimento

- la compatibilità del numero di crediti ECTS (+/- 20%) da conseguire nel corso frequentato all'estero con

quelli assegnati al corso della Facoltà "S. Luigi Gonzaga" di cui si chiederà il riconoscimento

4) Gli studenti che si recano all'estero secondo i vigenti scambi internazionali possono sostenere, previo

accordo definito dal Learning Agreement, esami e tirocini previsti dal piano di studi della sede della Facoltà

"S. Luigi Gonzaga" cui appartengono relativi ali 'anno di corso cui sono iscritti nell 'anno accademico che

!

Mobilita Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Te!. +39011 6704425; Pagina 15 di 24

l


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

frequentano all'estero o a quello immediatamente successivo. In nessun caso saranno ritenuti validi esami

sostenuti che siano relativi a corsi già frequentati in Italia negli anni precedenti.

5) Nel caso in cui un corso sia in Italia suddiviso su due anni e sia invece fornito dalla Università ospitante

nella sua totalità durante un unico anno sarà ad esclusivo giudizio della Commissione Erasmus di Facoltà

sulla base dei crediti e del programma, fornire il nulla osta attraverso l'accettazione del Learning Agreement

proposto dallo studente.

6) Gli studenti che si recano ali 'estero secondo le modalità definite dal regolamento sono automaticamente

esonerati dalla frequenza dei corsi previsti dalla Facoltà "S. Luigi Gonzaga" e potranno sostenere gli esami

relativi previa autorizzazione amministrativa.

7) r tirocini previsti dal piano di studio durante l'anno di corso frequentato all'estero e non svolti all'estero

vanno invece recuperati secondo modalità da definirsi con la Commissione Erasmus di Facoltà.

8) Qualora le Università ospitanti mettano a disposizione dei nostri studenti un numero di posti maggiore

rispetto a quello previsto dalle borse di studio, la Commissione proporrà tali mete agli studenti che abbiano

fatto richiesta di esperienza all' estero attraverso il regolare bando, seguendo rigorosamente la graduatoria; si

intende che spese di viaggio e soggiorno in questo caso potranno essere a carico dello studente. Tali studenti

hanno tutti i diritti e i doveri degli studenti che si recano ali 'estero con borsa di studio.

Facoltà di Medicina Veterinaria

Nessuna indicazione

Facoltà di Psicologia

l) Numero di destinazioni a cui candidarsi: gli studenti potranno presentare domanda per una sola

destinazione.

Per gli studenti risultati idonei, ma non vincitori di mobilità Erasmus, la riassegnazione degli eventuali posti

disponibili avverrà tramite chiamata pubblica in ordine di graduatoria.

Data e luogo della chiamata pubblica verranno indicati sul sito di Facoltà e comunicati tramitemail agli

studenti idonei dopo l'assegnazione dei posti ai vincitori.

Tutti gli idonei dovranno presentarsi nel giorno, ora e luogo stabiliti e, in base alla graduatoria e ai posti

disponibili, avranno diritto ad esprimere la propria scelta tra le destinazioni Erasmus non assegnate.

E' consentito l'atto di delega in caso di impossibilità a pal1ecipare personalmente alla chiamata pubblica.

Coloro che non risponderanno alla chiamata pubblica saranno considerati a tutti gli effetti rinunciatari e

perderanno il diritto alla riassegnazione.

2) Livello UG/PG: gli studenti devono controllare sul sito di Facoltà (www.psicologia.campusnet.unito.it)

nella sezione Erasmus l'elenco delle sedi convenzionate e verificare che la destinazione di interesse preveda

posti per il livelJo corrispondente al corso di laurea frequentato (UG: laurea triennale, PG: laurea

magistrale).

Attenzione: gli studenti iscritti al terzo anno della laurea triennale che prevedono di laurearsi prima della

partenza e quindi intendono sostenere in mobilità esami della laurea magistrale, devono presentare domanda

per il livello PG.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 16 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

gli studenti iscritti al corso di laurea in "Servizio sociale". E' comunque utile per tutti gli studenti prendere

visione del sito dell'Università ospitante di destinazione per valutare la reale compatibilità del proprio piano

di studi con i percorsi presenti all'estero.

• Gli studenti possono indicare un'eventuale seconda destinazione per i ripescaggi. Questa seconda

destinazione deve essere scelta all'interno dell'area linguistica della prima destinazione indicata.

• Essendo uno dei criteri utili per la selezione quello delle conoscenze linguistiche, esse andranno

documentate attraverso l'autocertificazione di:

- sostenimento dell 'esame di linguistica in facoltà;

- eventuale possesso di certificati internazionali pari al livello B1 del portafoglio linguistico europeo che

siano riconosciuti dalla facoltà (FIRST, TOELF, DELF/DALF, altro) e che non siano stati conseguiti oltre

tre anni prima. Lo studente indicherà la data di conseguimento e la tipologia specifica del diploma;

- periodi di studio/soggiorno all'estero, numero di anni di studio della lingua, ecc.

ATTE ZIONE: Gli studenti che non abbiano sostenuto l'esame di linguistica in facoltà e non siano in

possesso dei suddetti certificati internazionali, dovranno superare un test di accertamento delle conoscenze

linguistiche, la cui calendarizzazione sarà resa nota tramite il sito di facoltà (www.scipol.unito.it al link

"Relazioni internazionali").

Si rinviano tutti gli studenti a visionare il sito di facoltà per ogni informazione supplementare, nonché a

partecipare agli incontri di orientamento previsti. Inoltre, si ricorda che tutte le comunicazioni riguardanti la

procedura di selezione saranno inviate sull'indirizzo elettronico istituzionale dello studente.

Scuola di Amministrazione Aziendale (SAA)

Entro il 29 gennaio 2010 gli interessati all'esperienza all'estero dovranno candidarsi - mediantemail ­

ali 'ufficio competente (cristina.ragionieri@unito.it).

Entro il 2 febbraio 2010 dovranno essere compilate le domande elettroniche. Tale procedura dovrà essere

effettuata alla presenza della Responsabile dell'ufficio Relazioni interuniversitarie o di un delegato. Gli

studenti volti all'esperienza fuori sede sosterranno un test linguistico atto a comprovare il livello di

conoscenza della lingua del paese ospitante. L'esito positivo del colloquio completerà il processo di

selezione rendendo idoneo il candidato al percorso nell'ateneo di interesse.

11 candidato che, per rilevanti motivi, rinuncia temporaneamente all'esperienza all'estero, può "congelare" il

risultato conseguito per l'anno accademico successivo - ben sapendo che tale scelta comporterà un

inevitabile prolungamento del corso di studi.

Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Motorie (SUISM)

I criteri di selezione sono i seguenti:

- numero dei crediti previsti e acquisiti per l'anno di corso;

- media dei voti degli esami superati più numero di esami;

- conoscenza della lingua del paese ospitante.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unitoit; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 18 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Strategiche (SUISS)

Gli studenti possono presentare domanda per uno dei progetti di Mobilità organizzati dalle 4 Facoltà

afferenti (Economia, Giurisprudenza, Scienze M.F.N., Scienze Politiche).

In funzione della Facoltà alla quale farà riferimento il bilateral agreement scelto, saranno applicati i criteri

specifici per detta Facoltà.

Art. 14 - Calendario incontri per l'illustrazione del bando Erasmus

I contenuti del bando Erasmus 2010/2011 (destinazioni, corsi, gestione degli esami, impol1i delle borse di

mobilità, adempimenti amministrativi, accommodation, suggerimenti, ecc.) saranno approfonditi e illustrati

nel corso di incontri specifici presso le Facoltà, con la pal1ecipazione dei docenti coordinatori dei

programmi di scambio, del personale del Settore Mobilità Internazionale e di studenti che hanno già vissuto

in prima persona l'esperienza Erasmus.

La partecipazione agli incontri è libera e non vincolata alla Facoltà di appartenenza; tuttavia in ciascun

incontro saranno presenti i docenti di riferimento delle Facoltà coinvolte e quindi potranno essere analizzati

aspetti più specifici ad esse correlati.

Il calendario degli incontri al momento programmati è il seguente:

Data, ora inizio

(precisa) e ora fine

(indicativa)

lunedì

2311 112009

giovedì

26/1112009

venerdì

2711 112009

lunedì

30/11/2009

martedì

01/12/2009

martedì

0111212009

mercoledì

02112/2009

14.00

16.00

13.00

15.00

10.30

12.30

15.00

17.00

14.00

16.00

12.15

14.15

Il.00

13.00

Luogo FacoltàlStruttura didattica

Sala Lauree - Via Verdi, 10- [orino Facoltà di Psicologia

Aula Magna G. Tappi - Via Pietro Facoltà di Farmacia

Giuria. 9 - Torino

Aula Magna del Rettorato - Via Verdi, Incontro rivolto a tutti gli studenti

8 - Torino

(presenza di docenti rappresentanti di

Facoltà da confermare)

Sala Lauree Facoltà di Lettere - Via S. Facoltà di Lettere e Filosofia

Ottavio, 20 - Torino

Aula 7 Palazzina Einaudi - Lungo Facoltà di Scienze Politiche

Dora Siena, 68 - Torino

Via Ventimiglia, 115 - Torino SAA

Aula 6 - Via Volpiano 46 - Leinì SUISM

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unltolt; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 19 di 24

t


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

Data, ora inizio

(precisa) e ora fine

(indicativa)

giovedì Il.00

03/12/2009 13.00

mercoledì 14.00

09/12/2009 16.00

giovedì 11.00

10/12/2009 13.00

giovedì

10/12/2009

lunedì

14112/2009

martedì

15/12/2009

martedì

15112/2009

mercoledì

16/12/2009

mercoledì

16/12/2009

lunedì

21/12/2009

martedì

12/01/2010

14.00

16.00

11.00

13.00

15.00

17.00

16.00

18.00

12.00

14.00

13.00

14.00

15.30

17.30

14.30

16.30

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Luogo Facoltà/Struttura didattica

Aula A - Via Quarello l1/A - Torino SUISM

Aula Magna di Psichiatria - Via

Cherasco, II - Torino

Aula Magna nuovo polo didattico ­

Corso Unione Sovietica, 220 - Torino

Aula De Filippi del Dipartimento di

Biologia Animale e dell'Uomo - Via

Accademia Albertina, 13 - Torino

Aula Magna del Rettorato - Via Verdi,

8 - Torino

Aula Seminari - lO piano del Centro

Didattico della Facoltà - Regione

Gonzole, lO - Orbassano

Aula 13 di Palazzo Nuovo - Via S.

Ottavio, 20 - Torino

Sala Lauree Facoltà di Lingue - Via

Verdi, IO - Torino

Aula B del Comprensorio Didattico di

Grugliasco - Via Leonardo Da Vinci,

44 - Grugliasco

Aula 3 Dipartimento di Scienze

Giuridiche - Via S. Ottavio, 54 ­

Torino

Aula Magna del Rettorato - Via Verdi,

8 - Torino

Facoltà di Medicina e Chirurgia di

Torino

Facoltà di Economia

- Facoltà di Scienze Matematiche,

Fisiche e Naturali

- Scuola Universitaria Interfacoltà in

Scienze Strategiche

Incontro rivolto a tutti gli studenti

(presenza di docenti rappresentanti di

Facoltà da confermare)

Facoltà di Medicina e Chirurgia

S. Luigi Gonzaga di Orbassano

Facoltà di Scienze della Formazione

Facoltà di Lingue e Letterature

Straniere

- Facoltà di Agraria,

- Facoltà di Medicina Veterinaria

Facoltà di Giurisprudenza

Incontro rìvolto a tutti gli studenti

(presenza di docenti rappresentanti di

Facoltà da confermare)

NOTA BENE: si raccomanda in ogni caso di controllare sul sito wwvv.unito.it, "Internazionalizzazione",

"Mobilità Studenti", "Programma LLPlErasmus" eventuali successive variazioni di luogo, data, orario degli

incontri già programmati ed anche nuove date che potranno ancora essere inserite in calendario.

Art. 15 - Graduatorie e accettazione della borsa Erasmus

Per il presente bando, le graduatorie e TUTTE le comunicazioni saranno pubblicate sul sito weh di

Ateneo all'indirizzo \vw\v.unito.it, "Internazionalizzazione", "Mobilità Studenti", "Programma

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Tel. +39 011 6704425; Pagina 20 di 24


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

LLP/Erasmus" ed esposte In forma cartacea presso l'lnfopoint di via Po 29 a Torino (orario di

apel1ura 9-19 da lunedì a venerdì).

Per favorire la visione della documentazione nei tempi opportuni, l'Ateneo invierà, ESCLUSIVAMENTE

all'indirizzo di posta istituzionale (matricola@studenti.unito.it o nome.cognome@unito.it), gli avvisi

di pubblicazione delle graduatorie. Si ribadisce il carattere meramente informativo di queste

segnalazioni, richiamando l'obbligo dello studente alla verifica autonoma delle pubblicazioni sul sito o

presso l'Infopoint.

La prima graduatoria dei vincitori sarà pubblicata indicativamente nella seconda metà del mese di marzo

2010.

Le singole Facoltà provvederanno inoltre, in base a quanto segnalato da ogni commissione giudicatrice, a

formulare una graduatoria di idonei che sarà utilizzata a copertura di eventuali posti non assegnati in prima

graduatoria. E' possibile che gli studenti idonei siano convocati direttamente per l'attribuzione dei posti

vacanti.

La seconda graduatoria (o graduatoria finale) sarà pubblicata indicativamente nella seconda metà del mese

di aprile 2010.

NOTA BENE: gli studenti vincitori in prima e/o seconda graduatoria dovranno accettare la borsa

oppure rinunciarvi entro un periodo di 7 giorni solari a partire dal giorno successivo alla

pubblicazione della graduatoria stessa, secondo le modalità che saranno rese note contestualmente

alla pubblicazione.

I candidati vincitori, che non sottoscrivono l'accettazione del soggiorno Erasmus entro i termini

stabiliti, saranno automaticamente esclusi dalle graduatorie, quali rinunciatari senza giustificato

motivo, perdendo ogni diritto alla mobilità in corso.

Art. 16 - Studenti vincitori di borsa Erasmus

TUTTE le informazioni e le istruzioni per coloro che avranno accettato la borsa Erasmus, saranno

ESCLUSIVAMENTE pubblicate sul sito web dell'Ateneo www.unito.it. "lnternazionalizzazione",

"Mobilità Studenti", "Programma LLP/Erasmus" ed esposte in forma cartacea presso l'Infopoint di via

Po 29 a Torino (orario di apertura 9-19 da lunedì a venerdì) indicativamente a partire dal mese di

maggio 2010.

Per facilitare gli studenti, l'Ateneo invierà, ESCLUSIVAMENTE all'indirizzo di posta istituzionale

(matricola(il)studenti.unito.it o nome.cognome@unito.it), gli avvisi di pubblicazione delle procedure e le

informazioni utili. Si ribadisce il carattere meramente informativo di queste segnalazioni, richiamando

l'obbligo dello studente alla verifica autonoma delle pubblicazioni sul sito o presso l'Infopoint.

Si precisa che gli adempimenti amministrativi saranno interamente espletati tramite applicazioni online.

Saranno inoltre organizzati incontri informativi rivolti specificamente agli studenti prossimi alla partenza.

secondo un calendario che sarà pubblicato sul sito e presso l'Infopoint con le stesse modalità sopra descritte.

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Tel +39011 6704425; Pagina 21 di 24

/


DIVISIONE SERVIZI AGLI STUDENTI

SETTORE MOBILITA INTERNAZIONALE

Via Po 31 - 10124 Torino

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Dopo il periodo di avvenuto soggiorno di studio all'estero, i dati personali possono essere comunicati

dall'Università a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative volte all'inserimento nel mondo del

lavoro o al!'assegnazione di borse di studio.

5. Il titolare dei dati è l'Università degli Studi di Torino.

Il Responsabile dei dati sopraccitati è il Dirigente della Divisione Servizi agli Studenti.

6. I dati resi anonimi potranno essere utilizzati, anche in forma aggregata, al fine dell'elaborazione di

rapporti statistici.

In ogni momento sarà possibile esercitare i diritti sui propri dati (accesso, rettifica, integrazione, etc.) nei

confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. 196/2003, scrivendo a:

Dirigente della Divisione Servizi agli Studenti, Via Po n. 31 - IO 124 TORINO

e-mail: relint@unito.it - telefono: 011.6704425 - fax: 011.2361017

Per comodità si riporta l'art. 7 del codice.

Art. 7 del D. Lgs. 196/2003 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti)

I. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano,

anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità di trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato al sensI

dell'art. 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che

possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di

responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di

legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i

dati sono stati raccolti e successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per

quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il

caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente

sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché peliinenti allo scopo

della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita

diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

t

Mobilità Internazionale; e-mail relint@unito.it; Fax +39 0112361017; Tel. +39011 6704425; Pagina 24 di 24

More magazines by this user
Similar magazines