“Le castagne della Valle del Lujo” Istituto Tecnico Agrario Statale ...

valleseriana.bg.it

“Le castagne della Valle del Lujo” Istituto Tecnico Agrario Statale ...

“Le castagne della

Valle del Lujo”

Istituto Tecnico Agrario Statale

di Bergamo

Classe 5 C a.s. a s 2007/2008

Banca Tutor

Banca Popolare di

Bergamo

Credito Varesino


Le castagne della Valle del Lujo

EXECUTIVE SUMMARY

Descrizione del business

• L’iniziativa si propone di riqualificare

gli antichi castagneti da frutto

della Valle Valle del del Lujo, Lujo in provincia

di Bergamo, restituendoli ad una

fruizione sicura e consapevole da

parte della comunità locale, degli

escursionisti e dei turisti.

• Prevede, inoltre, la raccolta e la

trasformazione delle castagne e la

realizzazione di interventi di

educazione ambientale e alimentare

nelle scuole. scuole

2


Obiettivi

Curare il territorio montano fermando il degrado dovuto

all’abbandono delle attività agricole;

riscoprire, valorizzare e tutelare alcuni prodotti alimentari

tradizionali;

educare, d soprattutto i giovani, alla ll conoscenza e al l rispetto

dell’ambiente;

restituire alla memoria collettiva ”saperi saperi e sapori” sapori di ciò che in

passato era definito il “pane dei poveri”.

3


MISSION

• La nostra azienda si prefigge di recuperare a finalità produttive, ricreative e didattiche

gli antichi e ormai da tempo abbandonati boschi di castagno siti in località Valle del

Lujo, comune di Albino, provincia di Bergamo.

• Verranno valorizzate le produzioni tipiche della castanicoltura della valle: biligocc,

castagne secche e bollite. Altri prodotti, più innovativi, verranno sperimentati e

proposti all’attenzione all attenzione dei consumatori anche mediante rivenditori e ristoratori locali:

marmellata di castagne, miele e castagne, dolci ecc.

• Contestualmente verrà realizzato il il sentiero sentiero del del castagno, castagno con lo scopo di favorire la

fruizione dei boschi da parte di escursionisti, scolaresche e gruppi organizzati ai quali

verranno offerti pacchetti di accoglienza comprensivi di attività divulgative, ricreative e

prodotti p in assaggio. gg

4


SEGMENTI DI MERCATO

Nome Scuole Residenti/turisti Ristoranti/negozi

Caratteristiche Puntare sull’educazione dei Vogliamo sviluppare iniziative di

giovani g è una scelta coerente marketing g territoriale che, ,

con la nostra intenzione di partendo dal potenziamento di

coniugare la redditività del risorse locali, riescano a

progetto con un’ampia ricaduta suscitare nuovi interessi sia

sociale. Vogliamo puntare nella popolazione della valle

sull'educazione fin dalla più (giovani e meno giovani) sia nei

giovane età per formare confronti di turisti/escursionisti

futuri, consapevoli

offrendo loro prodotti tipici e

consumatori e fruitori del nuove opportunità per il tempo

tterritorio. it i

lib libero. PPuntiamo ti ad d un

progetto integrato tra

agricoltura, ambiente e

turismo.

Dimensione Medio Medio Medio

Crescita

prevista

Crescente Crescente Crescente

Ristoranti e negozi specializzati

rappresentano pp una risorsa

importante per la distribuzione

di alimenti a prezzi interessanti;

concentriamo la nostra

attenzione verso quegli

operatori che hanno fatto della

qualità e della valorizzazione

dei prodotti locali una strategia

vincente per la loro attività.

TTramite it loro l vogliamo li

valorizzare l'idea di un

prodotto (gia fatta propria dal

movimento Slow Food)

"buono "buono, giusto e pulito". pulito"

5


ELENCO TENDENZE

Segmento Scuole Residenti e turisti Ristoranti e negozi

specializzati

Descrizione Crescente interesse da parte Crescente interesse verso Grande attenzione e

delle scuole verso

percorsi naturalistici interesse per i prodotti legati

l’approfondimento pp

dei temi attrezzati; rinnovata curiosità alla tradizione agricola g del

legati alla tradizione, nei confronti di prodotti territorio. Maggiore richiesta

all’agricoltura (vedi il agricoli tradizionali, specie del binomio prodotto-

successo dell’iniziativa se difficilmente reperibili sul servizio ovvero della

“fattorie didattiche) e

mercato; maggiore

possibilità di abbinare

all’ambiente. propensione ad acquistare all’alimento anche

direttamente presso il informazioni circa le sue

produttore; accresciuta caratteristiche intrinseche

sensibilità verso la

(valori nutrizionali ecc.) ed

provenienza i e la l salubrità l b ità estrinseche ti h ( (provenienza, i

dei prodotti nonché

tecniche di produzione,

sull’impatto ambientale delle abbinamenti ecc.). Importanti

tecniche di

anche i riferimenti alla filiera

produzione/trasformazione

produzione/trasformazione. corta (ristoranti con cibi a "km km

0") e alla sostenibilità

ambientale delle tecniche di

produzione.

Impatto sulla

domanda

dei beni (o servizi)

dell’azienda

Medio Medio Medio

6


ELENCO CONCORRENTI

Nome del prodotto Venditori ambulanti Fattorie didattiche Negozi specializzati

Dimensione Piccolo Piccolo Piccolo

Qualità dei beni/servizi Bassa Bassa Bassa

Immagine concorrente Bassa Intermedia Intermedia

Notorietà concorrente Intermedia Intermedia Intermedia

Disponibilità dei mezzi

finanziari

Intermedia Bassa Bassa

Competenza Bassa Intermedia Intermedia

7


Quota Q di

mercato che

sarà raggiunta in

tre anni

fino al 20%

20 - 40%

40 - 60%

oltre il 60%

Quota Q di

consumatori

soddisfatti che

sarà raggiunta in

tre anni

fino al 20%

20 - 40%

40 - 60%

oltre il 60%

Immagine g

dell'azienda che

sarà conquistata

in tre anni

elevata

media

bassa

Scelta dei segmenti g

obiettivo

Scuole

Residenti/turisti

Ristoranti/negozi

8


ELENCO PRODOTTI

Nome del

prodotto Castagne e derivati Attività formative

Consumer

Insight

• Offerta di un prodotto noto agli

anziani, pressoché sconosciuto ai

giovani g e, comunque, q difficilmente

reperibile. Rivalutazione del “pane dei

poveri” in termini nutrizionali e

culturali.

• Opportunità di associare lezioni in

aula con esperienze in campo.

Benefici • Più facile accesso ad un prodotto • Organizzazione di pacchetti integrati

Offerto

Motivazione

beneficio

• Più facile accesso ad un prodotto

tipico, nutriente e genuino; variazioni

agroalimentari sul tema “La

castagna”.

• Difficoltà di reperimento del

prodotto in zona; pressoché totale

assenza nella ristorazione locale. Il

prezzo sotto riportato è da intendersi

quale prezzo medio (cautelativo) al kg

dei prodotti derivanti dalla lavorazione

delle castagne.

• Organizzazione di pacchetti integrati

di offerta formativa; si vuole offrire alle

scuole un programma completo di

attività didattiche (dalla accoglienza

all'assaggio all assaggio di prodotti tipici).

• Rafforzamento di un'offerta

formativa specializzata per il

territorio montano, l'ecosistema

boschivo boschivo, i prodotti della

castanicoltura. Il prezzo sotto riportato

è in linea con quelli applicati dalle

aziende agricole bergamasche

nell'ambito nell ambito dell dell'iniziativa iniziativa "fattorie fattorie

didattiche".

Prezzo

del prodotto € 3,00/kg € 7,00/persona

9


Nome

del prodotto Castagne e derivati Attività formative

Azioni

Di

Promozione e

comunicazione

Posizionamento di cartellonistica direzionale e

di delimitazione dell’area di produzione p del pprodotto

tipico.

Diffusione di informazioni mediante Web; mailing

list per inviare ai consumatori ogni informazione

necessaria all all'acquisto acquisto e all’utilizzo all utilizzo del prodotto prodotto.

Produzione di materiale divulgativo in grado di

descrivere in termini chiari e accattivanti il prodotto e

i suoi possibili utilizzi in cucina.

Realizzazione di locandine, vetrofanie ed

espositori da distribuire ai ristoratori e ai negozianti

che venderanno i prodotti della Valle del Lujo.

Preparazione di kit di assaggio da distribuire

agli studenti; utilizzare gli studenti per veicolare alle

famiglie il messaggio promozionale. Sarà oggetto di

comunicazione anche il fatto che il materiale a

perdere utilizzato per promuovere (depliant) e

confezionare i prodotti (carta, cesti barattoli ecc)

sarà interamente riciclato (per esempio carta

certificata Ecolabel) o riciclabile (vetro o Materbi per

i contenitori) contenitori).

Posizionamento di cartellonistica direzionale

e di delimitazione dell’area dell area di produzione del

prodotto tipico (castagna della valle del Lujo).

Allestimento del “Sentiero del castagno”.

Distribuzione presso p le scuole di brochure e

volantini informativi che illustrino i pacchetti di

offerta formativa, comprensivi di interventi

didattici in aula, visite al sentiro del castagno

visita alla Museo etnografico di Casale di

Albino, possibilità di acquisto di prodotti tipici

presso "L'angolo del castagno". visita ai frutteti

sperimentali di Colzate e Fiorano al Serio.

WWeb b Marketing; M k ti predisposizione di i i di una

sezione FAQ sul sito internet mediante la quale

interagire con le scuole e rispondere alle

domande più frequenti sul prodotto offerto e

sulle iniziative proposte proposte.

10


Nome

del prodotto Castagne e derivati Attività formative

Scelta

dei canali

distributivi

Studenti delle scuole d'istruzione

primaria e secondaria inferiore;

gestori di negozi di alimentari

specializzati della Valle Seriana e di

Bergamo;

ristoratori e albergatori, anche di

Bergamo città;

realizzazione della “Amici Amici della Valle

del Lujo card” per la raccolta

autorizzata e controllata di castagne

direttamente in una parte del bosco

appositamente i ddestinata i a questo

scopo.

Eventuale vendita on-line.

Scuole elementari e medie inferiori;

associazioni culturali, gruppi g pp organizzati g

(Terza università ecc.)

operatori turistici della valle e di

Bergamo città.

11


BUDGET

Start dal 1° al 5° dal 6°

up anno anno

€ € €

Entrate Prodotti: castagne e derivati 202.910,00 80.190,00 133.650,00

Servizi: attività didattiche 10 10.000,00 000 00 15 15.000,00 000 00

Totale 90.190,00

148.650,00

Uscite Pulizia del bosco 48.200,00 14.000,00 14.000,00

EEssicatoio i t i 125 125.000,00 000 00 66.250,00 250 00 66.250,00 250 00

Essicatoio - quote 6.250,00 6.250,00

Aree di sosta 8.850,00

Aree di sosta - quote 590,00 590,00

Raccolta legna e pulizia del bosco 14.000,00 9.500,00 9.500,00

Lotta 5.500,00 5.500,00 5.500,00

Diradamento, potatura, innesti e raccolta castagne 10.881,00 10.881,00

Apicoltura 1.360,00

Apicoltura - quote 136,00 136,00

Apicoltura - conduzione 4.127,00 4.127,00

Trasformazione castagne 27.057,00 44.595,00

Altre spese 9.019,00 14.865,00

Totale 93 93.310,00 310 00 116 116.694,00 694 00

Risultato dell'anno -

- 3.120,00 31.956,00

12

More magazines by this user
Similar magazines