il primo quadricottero pilotato da uno smartphone o un tablet!

parrotpartners.com

il primo quadricottero pilotato da uno smartphone o un tablet!

Il primo quadricottero pilotato

da uno smartphone o un tablet!

Immaginate di essere il pilota di un velivolo che si libra nell’aria come una libellula e di

poter avere la stessa visuale del pilota, grazie alla telecamera integrata.

Pilotaggio intuitivo

È sufficiente inclinare l’iPod ® touch/iPhone ® /iPad e ora anche qualsiasi smartphone o

tablet con sistema operativo Android 2.2 o superiore per pilotare l’AR.Drone. Inoltre

tornando alla posizione originale il drone si stabilizza immediatamente.

Chiunque può pilotare l’AR.Drone perché è facilissimo da utilizzare.

Pilota automatico

Il pilota automatico dell’AR.Drone semplifica le operazioni di decollo e di atterraggio.

Dopo il decollo, il pilota automatico stabilizza il quadricottero a 80 centimetri di altitudine.

Se si riceve una chiamata mentre si sta pilotando il quadricottero, il pilota automatico

stabilizza il velivolo e lo fa atterrare dopo alcuni secondi.

Feedback video

in diretta sullo schermo

Entra nella cabina di pilotaggio dell’AR.Drone.

Grazie alla connessione Wi-Fi, è possibile il

controllo video in remoto anche a diversi metri di

distanza. Ci sono due telecamere integrate, una

sulla parte anteriore del velivolo e una su quella

inferiore per permettere la visione del suolo.

Uso in interni o in esterni

Parrot AR.Drone è stato progettato per l’uso sia in interni

che in esterni. È possibile adattarlo a qualsiasi situazione

di gioco utilizzando le due protezioni in dotazione.

Struttura leggera in carbonio

e in plastica ad alta resistenza

Utilizzo in ambienti interni

La scocca da interni protegge l’ AR.Drone da

eventuali urti.

Utilizzo in ambienti esterni

La scocca da esterni è aerodinamica, permette

dunque un miglior controllo in ambienti esterni.

L’AR.Drone è stato progettato utilizzando materiali particolarmente leggeri e resistenti. La

struttura principale è costituita da tubi in fibra di carbonio e parti di plastica PA66 a fibra

rinforzata. Le protezioni sono stampate a iniezione con PPE (PoliPropilene Espanso).

More magazines by this user
Similar magazines