Scarica il catalogo della mostra “Love song” - Galleria d'arte ...

maelstromart.it

Scarica il catalogo della mostra “Love song” - Galleria d'arte ...

FABIO PRESTI

a cura di Rita Marziani

LOVE SONG


SAPER ASCOLTARE.

- E’ una dote. Non comune -

Che si può anche imparare ad esercitare, riconoscendo nel tacitamento del sé la grande

opportunità di accogliere l’altro e l’universo che ci circonda.

Ascoltare richiede pazienza, rispetto, garbo d’avvicinamento.

Con la maestria di un esperto cameraman, Fabio Presti sa sorprendentemente intuire le

modalità giuste di zoom, soffermandosi, se è caso, su perimetri discreti oppure accorciando

sensibilmente le distanze, quando il desiderio di prossimità con la Visione prevale.

E’ con discrezione e rispetto per la loro intimità, che osserva le sue “Dimenticanze” - piccoli

abeti carichi di memorie e vissuto, mentre si appaiano ed iniziano un dialogo sommesso,

confidenziale. Le loro pacate condivisioni restituiscono la vibrazione degli attimi al silenzioso

contesto che li accoglie. E vi portano Anima.

Con sguardo quasi sornione, l’autore rimane a guardarli, in compiaciuto ascolto, conscio che

pochi passi sarebbero sufficienti per farsi appresso, ma consapevole che, a volte, la bellezza

della visione sta proprio nella distanza.

E persino nella sua scomposizione…

Sin dalle sue prime opere, Fabio Presti sceglie infatti di scomporre la tela, spezzettandola o

quadrettandola. Frammentazione che non disturba né confonde la visione d’insieme. Al

contrario, in qualche modo positivamente la delimita, permettendo di ricostruire quei

preziosi parametri di riferimento, che, di fronte ad una tela uniforme dalle più svariate

possibilità espressive, talvolta vengono a mancare, generando un’indecisione e uno

smarrimento, ben noti anche ai grandi scrittori, al cospetto della pagina bianca…


Spezzettamento e ri-geometrizzazione della tela (e degli orizzonti) attribuiscono solidità

anche alle visioni più azzardate di altissimi tralicci e gru, che in tal modo riescono a condurre

l’ambizioso sguardo lontano e verso l’alto, senza farlo incespicare nella vertigine.

- Trasformare la tela da “semplice” supporto a potente strumento di

comunicazione “subliminare” -

Grande intuizione d’Autore, realizzata anche grazie alla calda tattilità dei pigmenti “poveri”

(ruggini, applicazioni ferrose e polveri di marmo), che accendono di vita propria la tela,

preparandola ad accogliere - in un fremito di colore - le emozioni, i silenzi e le visioni che

verranno.

Un sussurrare di tele, che attira gradualmente lo spettatore, per poi d’un tratto sorprenderlo

e definitivamente conquistarlo, con l’incisività delle rappresentazioni.

Forza e pacatezza d’impatto convivono in rara armonia nelle opere di Presti!

Anche nella superba verticalità degli scorci urbani e dei grandi tralicci, che - “Discretamente

nella nostra incuranza” - si ergono maestosi, un grande equilibrio prevale: il rigore non si fa

mai austerità, la fermezza dei tratti mai si confonde con la durezza.

A prevalere, è una Rassicurante Essenzialità, che traduce le più audaci prospettive in visioni

familiari, ricongiungendole all’Uomo, senza sovrastarlo.

L’UOMO…

…Emozionante richiamo, che, nelle opere più recenti di Presti (“Dates” ed “Ops”), ha preteso

e conquistato un ruolo di primo piano: negli anni, l’attitudine dell’autore all’ascolto si è fatta

più marcata. La sua maturità di sentire e la sua affettività sono divenute piene.


- E l’avvicinamento alla Visione ha finalmente avuto inizio -

Dall’alto, a cavi sospesi, Fabio Presti ritrae tenere creature, vive – inequivocabilmente vive!,

cui istintivamente verrebbe di porgere un dito, per aiutarle a scavalcare il bordo della tela, su

cui amorosa mano le ha adagiate…

Pochi tratti gli sono sufficienti per dar loro anima e voce: con sapiente tocco minimalista,

Presti libera la scena dal superfluo, ampliando gli spazi e mettendoli a generosa disposizione

di piccoli uomini e donne, che, talvolta sfrontati talora invece in candida timidezza, colgono

l’opportunità di questo palcoscenico extra-ordinario, per raccontare il proprio vissuto, le loro

“dates” e il loro quotidiano, in un appassionato richiamo all’ascolto, al dialogo e alla

compartecipazione.

In un ensemble di stupori, entusiasmi, disappunti e coraggiose incertezze, le loro voci si

fanno Musica.

Le note fluiscono libere, coinvolgenti, armoniose.

In un possente crescendo di emozioni condivise, le loro anime si Rivelano, con un atto

d’Amore alla cui melodiosa fascinazione è arduo sottrarsi…

…Love Song…

Rita Marziani


Fabio Presti

Alberi n. 1

Tecnica mista, 40X40 cm, 2005


Fabio Presti

Alberi n. 6

Tecnica mista, 40X40 cm, 2006


Fabio Presti

Alberi n. 7

Tecnica mista, 40X40 cm, 2006


Fabio Presti

Di convivenze n. 1

Tecnica mista, 44X44 cm, 2007


Fabio Presti

Di convivenze n. 4

Tecnica mista, 44X44 cm, 2007


Fabio Presti

Di convivenze n. 6

Tecnica mista, 44X44 cm, 2007


Fabio Presti

Sovrasta

Tecnica mista, 100X100 cm, 2006


Fabio Presti

In lontananza

Tecnica mista, 65X70 cm, 2007


Fabio Presti

Osservo

Tecnica mista, 43X48 cm, 2007


Fabio Presti

Eifel

Tecnica mista, 96X96 cm, 2007


Fabio Presti

Di convivenze n. 7

Tecnica mista, 56X56 cm, 2007


Fabio Presti

L’inverno non è per sempre

Tecnica mista, 100X100 cm, 2008


Fabio Presti

Coltivare la meraviglia

Tecnica mista, 46X46 cm, 2009


Fabio Presti

Teen

Tecnica mista, 150X150 cm, 2009


Fabio Presti

Love Song

Tecnica mista, 150X150 cm, 2009


Fabio Presti

Nulla è a caso

Tecnica mista, 80X80 cm, 2009


Fabio Presti

+ di così (trittico)

Tecnica mista, 30X30 cm ciascuna, 2009


Fabio Presti

Welcome Ops!

Tecnica mista, 56X56 cm, 2009


Fabio Presti

Battaglia navale n.1

Tecnica mista, 30X30 cm, 2009


Fabio Presti

Non voglio più il tuo regalo (trittico)

Tecnica mista, 30X30 cm ciascuna, 2009


- FABIO PRESTI -

Fabio Presti nasce a Catania il 20 Maggio 1973. Vive e lavora in Brianza

2007

Dimenticanze - Cinisello Balsamo - Milano

Mostre Personali

2006

Dimenticanze - Paderno d’Adda - Lecco

Dimenticanze - Galleria Vecchio Bastione – Catania

Mostre Collettive

2010

Mirabilia - collettiva per (con)TemporaryArt a cura di Lorenzo Gatti - ROJO®artspace Milano

Arte Laguna - Arsenale – Venezia

Alfabeti - a cura di Claudio Fiorini e Clara Gorno - Galleria San Zenone all’Arco – Brescia

Estro - a cura di Luca Poli e Rita Marziani - Maelström Art Gallery – Milano

Qui già oltre - a cura di Simona Bartolena - Torcera di Villa Arese Lucini - Osnago - Lecco

Qui già oltre - a cura di Simona Bartolena - Cittadella della Cultura, Agrate Brianza - Monza

Brianza

2009

Verso le stelle - a cura di Fausto Moreschi e Carmela Perucchetti - Chiesa di San Giovanni

Evangelista - Brescia

Corpi d’autunno - a cura di Simona Vigo - Galleria Agorarte - Milano


“Fenice et des Artistes” - a cura di Giacomo Pellegrini - “Hotel Fenice et des Artistes” –

Venezia

Collettiva - a cura di Mario Livio - Abbazia Cistercense di Piona - Colico – Lecco

Distanze Brucianti - a cura di Raffaello Talò - Cascina Lodovica - Vimercate - Monza

È lì che ti posso incontrare - a cura di Nora Ciottoli - Fondazione Davide Lajolo – Milano

Passio - a cura di Armando Fettolini e Fausto Moreschi - Chiesa dei Santi Faustino e Giovita –

Brescia

Profilo in contemporanea - a cura di Cristina Ruffo, Milena Gamba, Chiara Gatti - Palazzo

Mezzanotte - Borsa Italiana – Milano

Takulandirani . African soul - a cura di Claudio Fiorini e Clara Gorno - Galleria San Zenone

all’Arco – Brescia

Materia - dalla percezione alla suggestione - a cura di Elena Vezzoli e Alessandro Veneziani -

It’s my* Gallery - Milano

2008

Premio Profilo d’Arte - Museo della Permanente – Milano

Galleria San Fedele – Torino

Palazzo Poncarali – Brescia

Palazzo Sacrati - Reggio Emilia

Palazzo Nagliati - Ferrara

Banca Profilo - Roma

Premio Movimento nelle Segrete di Bocca - SpazioBoccainGalleria

Galleria Vittorio Emanuele II - Milano

2006

Premio Movimento nelle Segrete di Bocca - SpazioBoccainGalleria

Galleria Vittorio Emanuele II - Milano

Premio Pittori a Palazzo - Palazzo Arese Borromeo - Cesano Maderno - Milano

Premio Movimento nelle Segrete di Bocca - Galleria Movimento – Milano


La Ruggine e il Legno - Galleria Pizzartè - Catania

2004

Concorso Internazionale Carnarte - Villa Fornari-Banfi - Carnate - Milano

2002

Il Segno dei 4 - Galleria Spazi per l’Arte - Monza

Riappropriazioni - Sulbiate - Milano

2007

Collaborazioni

Orizzonte scomposto - performance pittorica con Paolo Schiavocampo, Cesare Bonfanti,

Antonella Gerbi e Giuliana Lucchini - Villa Scaccabarozzi - Usmate Velate - Milano

Evol/uzione - realizzazione di 30 opere uniche su tela, applicate e pubblicate su supporto

cartaceo impresso con caratteri a piombo e stampa a torchio - edizioni “PulcinoElefante” di

Alberto Casiraghy

2004

Mosieur Maleontè - realizzazione cover per l’album “Rodeo Massacre” del gruppo francese

Ulan Bator

Premi e Riconoscimenti

2010

Artista finalista - Premio Arte Laguna – Giuria composta da Viviana Siviero, Igor Zanti,

Alessandro Trabucco, Stefano Coletto, Lorenzo Respi, Rossella Bertolazzi.


2009

Artista selezionato - Premio Celeste - Milano - Giuria composta da Gianluca Marziani, Chiara

Canali, Julia Draganovic, Paola Nicita, Cristiana Perella, Ivan Quaroni

Artista invitato - Premio Fenice et des Artistes - a cura di Giacomo Pellegrini - Venezia

2008

Artista finalista - Premio Profilo d’Arte - Museo della Permanente - Milano

Giuria composta da Massimo Zanello (Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della

Regione Lombardia), Rachele Ferrario (critico d’arte), Marco Meneguzzo (critico d’arte),

Chiara Gatti (critico d’arte), Velasco Vitali (artista), Gianpiero Cantoni (collezionista), Sandro

Capotosti (Pr. Banca Profilo), Guido Podestà (Pr. Museo Permanente), Milena Gamba

(curatrice Premio Profilo d’Arte)

Artista finalista - Premio Movimento nelle Segrete di Bocca - SpazioBoccainGalleria

Galleria Vittorio Emanuele II - Milano

Giuria di Qualità composta da Valerio Adami (Artista), Philippe Daverio (Critico d’Arte), Sara

Fontana (Critico d’Arte), Antonio Miniaci (Gallerista), Giovanni Serafini (Collezionista),

Tommaso Trini (Critico d’Arte), Carlo Vanoni (Consulente d’Arte)

Comitato Promotore composto da Aldo Benedetti (Consulente Artistico), Rossana Basaglia

(Gallerista), Ilaria Miniaci (Gallerista), Cristina Muccoli (Critico dell’Arte), Giorgio Lodetti

(Libraio), Alessandro Papetti (Artista), Alessandro Quasimodo (Attore), Cristina Vicamini

(Gallerista)

2006

Artista finalista - 3° Classificato - Premio Movimento nelle Segrete di Bocca

SpazioBoccainGalleria

Galleria Vittorio Emanuele II -.Milano - Giuria di Qualità composta da Philippe Daverio

(Storico dell’Arte) - Adriano Altamira (Storico dell’Arte) - Sergio Angeletti (Giornalista) - Aldo


Benedetti (Consulente Artistico) - Victoria Fernandez (Gallerista) - Alessandro Papetti

(Artista) - Luca Tommasi (Consulente Artistico)

Segnalazione di Merito - Premio Pittori a Palazzo - Palazzo Arese Borromeo

Cesano Maderno - Milano

Artista finalista - 1° Classificato Premio Movimento nelle Segrete di Bocca - Galleria

Movimento - Milano - Comitato Promotore composto da Raphaelle Blanca (Consulente

Artistico) - Antonio D’amico (Storico dell’Arte) - Victoria Fernandez (Gallerista) - Sara Fontana

(Storico dell’Arte) - Giorgio Lodetti (Libraio)

2004

Artista finalista - Concorso Internazionale Carnarte - Villa Fornari-Banfi - Carnate - Milano

Bibliografia

2009

Simona Bartolena - “Qui, Già, Oltre- Brianza: terra d’artisti” pag. 174, 175 - Silvana Editoriale

Elvira Carella - “la mia ispirazione? I paesaggi della Brianza e i colori autunnali” 13 settembre

- Il Giorno Lecco


RINGRAZIAMENTI

FABIO PRESTI RINGRAZIA

Corrado e Federico Galimberti, per il sostegno logistico e aver reso tutto questo possibile;

Andrea Cereda ed Armando Fettolini, per il sostegno artistico e i preziosi consigli;

Marcella Bruno e Yuri Presti fonti d'ispirazione.

More magazines by this user
Similar magazines