19.06.2013 Views

M - San Marino Annunci

M - San Marino Annunci

M - San Marino Annunci

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

il sommario<br />

la Copertina<br />

Diventa PROTAGONISTA della COPERTINA<br />

di LIFESTYLE MAGAZINE<br />

invia le tue foto a:<br />

lamaison@agenziaten.com<br />

Incontro con...<br />

calzature:<br />

Via Tre Settembre, 101 - Dogana<br />

Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

hair stylist:<br />

Strada del Bargello, 42<br />

Falciano - Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

location:<br />

i partner della copertina di questo numero<br />

make-up:<br />

Via dei Casetti, 9<br />

Borgo Maggiore - Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

Febbraio - Marzo ‘08<br />

Anno 4 n° 23<br />

Chef per 1 giorno<br />

abbigliamento:<br />

Via 5 Febbraio, 82/a, 84/c - Fiorina<br />

Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

Via Ca’ dei Lunghi, 54 - Cailungo<br />

Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

5 LIFESTYLE: Fotomodelli per un giorno<br />

11 LIFESTYLE: Medicina e Dintorni<br />

Il Problema del Mangiare<br />

13 LIFESTYLE: Trendy Style Lifestyle<br />

14 LIFESTYLE: Incontro con... T.M.S.<br />

Telefono senza Fili.<br />

16 LIFESTYLE: L’Idea giusta<br />

Ricorrenze e Cerimonie.<br />

17 LIFESTYLE: Body & Mind & Fitness (Rubrica)<br />

Crescere in Palestra<br />

19 LIFESTYLE: Fashion Man<br />

Del Siena<br />

20 LIFESTYLE: Body Massage Il Massaggio Corevedico<br />

21 LIFESTYLE: Baby Il suo Posto in Auto<br />

22 LIFESTYLE: Single Man L’Uomo Casalingo<br />

23 LIFESTYLE: Chef per un giorno (Rubrica)<br />

Tagliatelle con Zucca e Gamberetti<br />

24 LIFESTYLE: Spazio Donna Il Giorno di <strong>San</strong> Valentino<br />

25 LIFESTYLE: Pot-Pourri Il Giorno di <strong>San</strong> Valentino........<br />

27 LIFESTYLE: Il Dottore degli Animali (Rubrica)<br />

L’Ansia da Separazione<br />

28 LIFESTYLE: I Viaggiatori Fabrizio e Matteo... in Argentina<br />

30 LIFESTYLE: Citazioni d’Amore Buon <strong>San</strong> Valentino<br />

31 LIFESTYLE: Proposte dalla Redazione (Rubrica)<br />

32 LIFESTYLE: Elenco degli Inserzionisti<br />

33 LIFESTYLE: I.M.B. Istituto di Medicina del Benessere<br />

LA MAISON<br />

3


FotomodellI<br />

Modelli: Stefano e Lorenza Gregoretti<br />

Abbigliamento: GIORGIA BOUTIQUE<br />

(Fiorina - R.S.M.)<br />

per 1 giorno<br />

Abbiamo avuto l’occasione di conoscere una coppia splendida:<br />

Lorenza e Stefano, che, sposi e genitori di tre belle bambine,<br />

hanno voluto dedicarsi una giornata e sentirsi protagonisti,<br />

quando considerati gli impegni familiari, normalmente, protagonisti<br />

lo sono per tutt’altre faccende!<br />

Romantici e appassionati, con movenze e gesti tanto naturali<br />

quanto complici, tipici di chi condivide la propria vita con<br />

qualcuno che ama, per noi sono stati due modelli perfetti.<br />

Per la scelta dell’abito, presso la Boutique<br />

di Giorgia, almeno per Lorenza, la decisione<br />

è stata un po’ più complicata, infatti<br />

dopo la prova di quattro abiti, uno più<br />

bello dell’altro, come decidere quale<br />

indossare? Alla fine Lorenza ha optato per<br />

un abito che rispecchiasse anche il suo<br />

modo di essere. Stefano, in sintonia con<br />

la moglie, ha scelto un abito classico con<br />

una camicia bianca, ma che indossata<br />

aperta al collo e senza cravatta trasformava<br />

l’insieme in una versione giovanile<br />

senza nulla togliere all’eleganza.<br />

continua...<br />

ph: Agenzia TEN<br />

LA MAISON LS<br />

5


FotomodellI<br />

6 LA MAISON LS<br />

per 1 giorno<br />

Hair Stylist: LORY ACCONCIATURE<br />

(Dogana - R.S.M.)


Calzature: Lu-KA RIBOLDI<br />

(Dogana - R.S.M.)<br />

Make-up: ESTETICA OSE’<br />

(Borgo Maggiore - R.S.M.)<br />

La tappa successiva<br />

ci ha portato<br />

da Lu-Ka Riboldi,<br />

dove sono state<br />

scelte le scarpe.<br />

Lorenza, al trucco<br />

si è sentita particolarmentecoccolata<br />

dalle cure di Marisa dell’Estetica<br />

Osè, mentre per l’acconciatura, Lory ha<br />

pensato a morbidi e romantici boccoli per<br />

lei e ad un effetto bagnato per lui.<br />

continua...<br />

LA MAISON LS<br />

7


FotomodellI<br />

Location: Fior di Verbena<br />

(Cailungo - R.S.M.)<br />

the end - ore 17,15 pm<br />

Chi saranno i PROTAGONISTI nella prossima Copertina<br />

di La Maison Lifestyle Magazine? Aspettiamo le vostre foto!<br />

inviatele a: lamaison@agenziaten.com<br />

per 1 giorno<br />

Il fiore è sempre stato considerato come<br />

uno delle massime espressioni di gioia, di<br />

vita; con un fiore ci possiamo semplicemente<br />

adornare, sentirci più belle, possiamo<br />

abbellire e profumare la nostra casa, e<br />

quando lo doniamo è per scambiarci amicizia,<br />

riconoscenza, gioia… e quasi sempre<br />

per dire: “TI AMO”.<br />

Fior di Verbena è la romantica location che<br />

ci ha permesso di realizzare la copertina di<br />

questo numero e di trasmettere tutta la passione<br />

di questa bellissima coppia di sposi.<br />

LA MAISON LS<br />

9


Il Problema del Mangiare<br />

La storia di ogni donna affetta da disturbi alimentari rivela<br />

chiaramente che il corpo rappresenta solo l’ultimo anello, il<br />

risultato finale, per così dire, di una lunga catena di comportamenti<br />

e di atteggiamenti che si influenzano a vicenda.<br />

In questa nostra epoca ossessionata dalla magrezza, molte donne hanno problemi con il<br />

proprio corpo. Da ogni parte ci viene detto che sembriamo troppo grasse se assomigliamo<br />

a donne e non ad adolescenti, per cui cerchiamo di mangiare di meno. Forse dimagriamo,<br />

o forse il corpo si adegua e impara a cavarsela con meno calorie.<br />

Qualcosa in noi, tuttavia, ha un’idea assai precisa della nostra struttura corporea oggettiva<br />

e nel tempo tende a ripristinare il peso adeguato. Quasi ogni donna che si è sottoposta<br />

a una dieta avrà fatto, suo malgrado, questa dolorosa constatazione.<br />

La maggior parte delle donne che ha problemi di linea passa inosservata. Si tratta di<br />

donne che, per smaltire il chilo in eccesso messo su durante il fine settimana o durante<br />

le festività natalizie recentemente trascorse, soffrono la fame tutti gli altri giorni. E così<br />

il problema è risolto (!?). Accanto a queste, però, esistono donne ossessionate dal proprio<br />

comportamento alimentare, il cui pensiero, in modo quasi incessante, è rivolto a questo<br />

argomento. Queste donne non riescono a controllare volontariamente quanto mangiano:<br />

l’impulso a mangiare le assale ed esse si trovano alla sua mercè.<br />

La storia di ogni donna affetta da disturbi alimentari rivela chiaramente che il corpo rappresenta<br />

solo l’ultimo anello, il risultato finale, per così dire, di una lunga catena di comportamenti<br />

e di atteggiamenti che si influenzano a vicenda. Ad un esame superficiale<br />

risulta che all’inizio di questa catena c’è un incoercibile impulso a mangiare, che scatena<br />

l’attacco di fame. A seguito di questo cedimento sopraggiungono un senso di vergogna<br />

e di colpa e a seconda dell’intensità del bisogno della donna di ripristinare il controllo su<br />

se stessa, accellererà o meno l’espulsione delle calorie in eccesso.<br />

Dalla riuscita di questa espulsione dipende tra l’altro anche la linea del suo corpo. Fino<br />

a che punto questa linea e la soddisfazione personale della donna corrispondano al peso<br />

raggiunto, è un’altra questione.<br />

Le considerazioni conducono comunque verso un obbiettivo comune: rieducazione alimentare,<br />

fin dall’età scolare e forse anche prima sotto controllo di un medico specialista.<br />

Perchè seriamente, oggi più che mai “siamo quello che mangiamo”. Stop alle diete fai da<br />

te, ai digiuni sconsiderati, ai farmaci, alle mille proposte non sostenute da basi scientificamente<br />

dimostrabili con pubblicazioni e relazioni a congressi.<br />

L’ideale è individuare un medico di fiducia, raccontare ciò che si mangia e costruire insieme,<br />

testando il metabolismo di base e visionando la composizione corporea e gli esami<br />

del sangue, una dieta ipocalorica, se necessaria, ma bilanciata per quello che attiene ai<br />

micro e macro nutrienti… LS<br />

““<br />

md<br />

medicina<br />

& ddiinnttoorrnnii<br />

Rubrica a cura di:<br />

Dott.ssa Simona Casadei<br />

Medico Chirurgo<br />

Specialista in Oncologia<br />

Per Consulti ed<br />

Approfondimenti:<br />

Cell. 335 70.01.167<br />

lamaison@agenziaten.com<br />

Riceve presso: Jodisì<br />

Centro Salute e Benessere<br />

Repubblica <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

LA MAISON LS<br />

11


Ph.: Agenzia TEN<br />

Trendy Style<br />

7 BUONI MOTIVI PER ACQUISTARLI.<br />

“CARILLON”<br />

Carillon in Porcellana dipinta a mano.<br />

Con bambina che suona il violino Euro 69,00<br />

Con bambina che suona il violoncello Euro 67,00<br />

Info: BOMBONIERE CARLA<br />

Rep. <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

Tisanoreica Beauty, l’esclusivo programma di trattamenti<br />

che forniscono la giusta quantità in aminoacidi essenziali<br />

e appagano il gusto imitando magistralmente i sapori di<br />

tanti cibi appetitosi.<br />

21 Snellente e snellente uomo Euro 26,00<br />

02 Depurativo Euro 20,00<br />

12 Anticellulite Euro 20,00<br />

Info: CENTRO NATURA<br />

Rep. <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

“TISANOREICA BEAUTY”<br />

LIFESTYLE<br />

MAGAZINE<br />

“COLLANA<br />

ARTIGIANALE”<br />

Collana artigianale<br />

realizzata con perle di<br />

vetro e legno dipinto.<br />

Euro 68,00<br />

Info: MADREPERLA<br />

Rep. <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

“GUANTI MALIPARMI”<br />

Guanti Patchwork multicolor in camoscio - Maliparmi.<br />

Euro 72,50<br />

Info: MANUZZI CALZATURE<br />

Rep. <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

LA MAISON LS 13


incontro con... Giuseppe Della Balda - Titolare di “TMS”<br />

per info: T.M.S. - Borgo Maggiore - R.S.M.<br />

L’intervista di Lifestyle Magazine:<br />

Telefonia Mobile<br />

Sammarinese<br />

Telefono senza Fili.<br />

TMS nata ormai otto anni fa, rappresenta<br />

una realtà economica del<br />

paese molto importante, e alla sua<br />

guida vi è Giuseppe Della Balda,<br />

figura eminente del panorama<br />

imprenditoriale ed economico di<br />

<strong>San</strong> <strong>Marino</strong>.<br />

“TMS nasce il 15 dicembre del 1999<br />

da una mia idea e l’intuizione vincente<br />

fu quella che oggi ha portato<br />

operatori virtuali, come COOP e<br />

Poste Italiane, ad affacciarsi sul mercato<br />

della telefonia mobile, cioè quella<br />

di appoggiarsi ad una rete di<br />

antenne già esistente sul territorio,<br />

quella di TIM, con un impatto<br />

ambientale pari a zero”.<br />

La profonda conoscenza del territorio<br />

e della sua popolazione ha permesso<br />

a TMS di creare dei piani<br />

tariffari ad hoc per i suoi clienti.<br />

La strategia dell’azienda si sviluppa<br />

attraverso la semplificazione delle<br />

procedure, usando internet, pensando<br />

ad una tariffa senza canone, più<br />

bassa per favorire la comunicazione<br />

all’interno del territorio, così facendo,<br />

la telefonia mobile diventa telefonia<br />

personale.<br />

“La conferma di questa strategia vincente<br />

trova riscontro negli elevati<br />

numeri di chiamate verso altri numeri<br />

TMS o verso i numeri fissi locali. Si<br />

riscontra che il telefono è usato per<br />

brevi messaggi con un uso equilibrato<br />

del tempo per un consumo medio di<br />

circa Euro 30,00 mensili”. Di notevole<br />

importanza è anche la tariffa<br />

per gli imprenditori e per coloro che<br />

ne fanno ampio uso, con un canone<br />

mensile di Euro 5,00 ma con tariffe<br />

agevolate e fasce di sconto che arrivano<br />

al 20%. L’altra parte del successo<br />

di TMS è data dal cliente che<br />

viene posto al centro dell’attenzione<br />

dell’azienda con un’assistenza personalizzata,<br />

che lo porta a sentirsi coccolato<br />

dal suo operatore.<br />

Quali sono i risultati di TMS, in<br />

termini numerici? “La progressione<br />

di espansione dell’azienda è stata<br />

notevole. Abbiamo chiuso il 2007 con<br />

22.000 clienti, più del 68% del mercato”.<br />

Quali sono i concorrenti di<br />

TMS? “Ad oggi sono, la nuova nata<br />

PRIMA e TIM, entrambe concessionarie<br />

in <strong>San</strong> <strong>Marino</strong>. I restanti operatori<br />

esercitano sul territorio abusivamente<br />

non avendo licenza e praticando<br />

una tassazione impropria e<br />

non dovuta”.<br />

Un altro punto di forza di TMS è la<br />

rete commerciale attraverso la sede<br />

di Borgo Maggiore, strategica per<br />

ubicazione, stando sulla Super<br />

Strada è accessibile a tutti, con vendite<br />

dirette dalle 9,00 alle 19,00 per<br />

soddisfare le esigenze di tutti i clienti.<br />

Qual’è la ricaduta economica<br />

di TMS sul territorio? “TMS ha<br />

un impatto economico sul territorio<br />

non indifferente, fattura otto milioni<br />

di Euro all’anno, paga imposte e tasse<br />

per trecentocinquantamila Euro e<br />

produce una ricchezza a vantaggio<br />

del paese pari a tre milioni e mezzo di<br />

Euro”. Quali sono le strategie per il<br />

futuro? “L’offerta attuale non trova<br />

soluzioni per la trasmissione dati<br />

(GPRS, navigazione internet...) e la<br />

Le campagne pubblicitarie di T.M.S. a sostegno dello sport: Motociclismo, Nuoto, Automobilismo, Pallavolo.<br />

14 LA MAISON LS<br />

ph: Agenzia TEN<br />

“ Il cliente viene posto<br />

al centro dell’attenzione<br />

dell’azienda con<br />

un’assistenza<br />

personalizzata,<br />

che lo porta a sentirsi<br />

coccolato dal suo operatore.<br />

Giuseppe Della Balda - titolare di T.M.S.<br />

La sede di T.M.S. a Borgo Maggiore (R.S.M.)<br />


carta ricaricabile, quindi, stiamo<br />

cercando con TIM una soluzione<br />

vantaggiosa per i nostri clienti.<br />

Inoltre lo sviluppo futuro prevede di<br />

concentrarci sulla tecnologia I.P., la<br />

trasmissione di immagini, la TV, la<br />

localizzazione di merci e persone,<br />

quest’ultima utile per l’assistenza ai<br />

malati e la possibilità di monitorare<br />

i propri cari attraverso un congegno<br />

simile ad un cellulare che traccia la<br />

posizione di chi lo possiede.<br />

Dobbiamo puntare sui servizi a valore<br />

aggiunto, in quanto il mercato<br />

delle tariffe voce è maturo e saturo e<br />

il margine di guadagno è quasi irrisorio”.<br />

TMS non è solo un’azienda<br />

dal fatturato importante, ma proprio<br />

grazie a questo sostiene attivamente<br />

il sociale. Ha aderito al<br />

Global Compact, documento varato<br />

dall’ONU che prevede per le aziende<br />

che vi hanno aderito, di non<br />

inquinare, di non creare scontri<br />

sociali, di non sfruttare i lavoratori<br />

e di finanziare associazioni senza<br />

scopo di lucro. A tal proposito è<br />

decisamente rilevante l’entità degli<br />

aiuti che l’azienda da ad organizzazioni<br />

quali Croce Rossa Sammarinese,<br />

Federazione Sammarinese<br />

Sport Speciali, Ricerca Oncologica,<br />

solo per citarne alcune, in perfetta<br />

armonia con i principi del “patto<br />

globale”. Inoltre TMS sostiene da<br />

Preso al Volo<br />

Film Quelli di violenza, mi<br />

rilassano.<br />

Libro Qualsiasi pubblicazione<br />

sulla storia di <strong>San</strong><br />

<strong>Marino</strong> e i saggi di<br />

economia.<br />

Musicista Puccini.<br />

Piatto Tutto il pesce.<br />

Città Parigi.<br />

Fiore Garofano rosso.<br />

Colore Rosso.<br />

Giuseppe Della Balda<br />

di Marco CoppiM A<br />

•<br />

LIFESTYLE<br />

sempre lo sport a trecentosessanta<br />

gradi, con un importo pari a centottantamila<br />

Euro annui senza trascurare<br />

la cultura, l’arte e tutto ciò<br />

che è di rilevanza collettiva.<br />

La famiglia è al centro delle attenzioni<br />

di Giuseppe Della Balda che<br />

è sposato con Bianca dal 1961, la<br />

quale ha allevato amorevolmente i<br />

figli e ha custodito il marito. Da<br />

questo idillio sono nati Antonella,<br />

Andrea e Alessandro, oramai grandi<br />

e tutti con meriti sportivi, plurimedagliati<br />

e ancora attivi nel settore<br />

della pallavolo e del calcio, dove<br />

Andrea è il presidente del Tre<br />

Penne, mentre Alessandro è allenatore<br />

della squadra di pallavolo femminile<br />

di Gabicce, che milita in<br />

serie C. Per quanto riguarda il<br />

tempo libero Giuseppe ama definirsi<br />

“ciapinista”, che è colui che si<br />

diletta nelle piccole riparazioni di<br />

tutto ciò che gli capita a tiro: “Mi<br />

distende, mi rilassa, a casa ho il mio<br />

banco di lavoro e quando vado a trovare<br />

gli amici, mi chiedono sempre se<br />

ho portato gli attrezzi, cercando di<br />

approfittare del mio hobby... e se<br />

posso li aiuto volentieri”.<br />

Giuseppe Della Balda ci congeda<br />

con un invito a fare le cose che più<br />

ci piacciono per poter rispondere<br />

alla classica domanda di rito:<br />

“Come stai? “Stò benissimo”. LS<br />

Viaggio New York.<br />

Pregio Tenace.<br />

Difetto Tenace.<br />

Cosa pensa prima di<br />

addormentarsi A dormire.<br />

... e appena sveglio<br />

Rielaboro il programma della<br />

giornata.<br />

Star bene vuol dire...<br />

Essere certi di non aver fatto del<br />

male a nessuno.<br />

LA MAISON LS 15


BODY&<br />

&<br />

MIND FITNESS<br />

Rubrica a cura di: Antonello Belletti • Direttore Tecnico e Personal Trainer al Dynamic Fitness Center<br />

Strada del Bargello, 111 • Dogana - Rep. <strong>San</strong> <strong>Marino</strong> • Tel. 0549 970490 • bellettiantonello@libero.it<br />

“Crescere” in Palestra<br />

1 2 3 4<br />

Quando guardo mia figlia sono soddisfatto<br />

del mio lavoro! Non parlo di quello di genitore<br />

ma del più agevole istruttore di ginnastica;<br />

perché questo è un articolo sui giovani<br />

“cresciuti” in palestra, come mia figlia,<br />

nel caso. Enormi, infatti, sono i benefici<br />

che una ragazza\o può trarre dall’allenamento<br />

di fitness in palestra (con attrezzi,<br />

pesi, macchine cardio, ecc.) praticato negli<br />

anni della pubertà. E, anche, è indispensabile<br />

sfatare una volta per sempre il luogo<br />

comune che l’allenamento precoce fermi lo<br />

sviluppo, mentre invece è vero il contrario,<br />

poiché lo stimola, favorendo un miglior<br />

utilizzo delle proteine per i muscoli e del<br />

calcio per le ossa, oltre a produrre ormoni<br />

utili all’accrescimento.<br />

L’altezza è una caratteristica esclusivamente<br />

di natura genetico\ereditaria, influenzata al<br />

limite solo da un’alimentazione povera!<br />

Michela, mia figlia, ha iniziato ad allenarsi<br />

molto presto, a 11 anni. Avevo osservato<br />

che in lei si stava sviluppando un marcato<br />

infossamento della gabbia toracica sullo<br />

sterno, probabilmente di carattere ereditario,<br />

con le ultime costole molto all’infuori,<br />

e, anche, scapole alate e spalle curve in<br />

avanti. Decisi di intervenire sui muscoli<br />

deputati a correggere tali difetti. Il programma<br />

fu organizzato per espandere la<br />

gabbia toracica, far rientrare le coste, “tirare”<br />

spalle e scapole all’indietro. Già che<br />

c’eravamo ho inserito gli “affondi”, il<br />

miglior movimento per glutei e gambe,<br />

visto che, si sa, le ragazze ci tengono.<br />

In tutto15\20 minuti, due volte a settimana<br />

con pochi, mirati, buoni esercizi che ci<br />

garantissero il risultato. Oggi Michi ha 14<br />

anni, un fisico atletico, una postura corretta.<br />

Andrea si iscrisse in palestra a 15 anni.<br />

Era un ragazzino gracile e magro. Come<br />

molti della sua età desiderava migliorare il<br />

suo fisico, e così, probabilmente, anche la<br />

propria autostima. E’ cresciuto qui, al<br />

Dynamic, come tanti altri. Niente di speciale,<br />

solo esercizi “giusti” per la sua età, la<br />

sua, indispensabile, costanza e volontà,<br />

istruttori consapevoli. Ora, 20 anni, è vestito<br />

di muscoli scolpiti e guizzanti, zero grasso,<br />

il portamento sicuro. Michela e Andrea<br />

sono solo due fra le decine di giovani che<br />

ho visto trasformarsi da bimbetti incerti in<br />

ragazzi sani, forti e belli.<br />

Così, invito Voi genitori a dare una “preco-<br />

ce occhiata” ai vostri figli per vedere se<br />

qualcosa non và, e voi giovani a credere e<br />

praticare l’allenamento in palestra il prima<br />

possibile, per ritrovarvi tra amici, per divertirvi<br />

e migliorarvi in un ambiente sano di<br />

sport e cura della persona. LS<br />

5<br />

“<br />

“Enormi sono i benefici che una ragazza\o può trarre dall’allenamento di fitness in<br />

palestra (con attrezzi, pesi, macchine cardio, ecc.) praticato negli anni della pubertà.<br />

1) Spalle: Andrea allena<br />

le spalle.<br />

2) Affondi: il miglior<br />

esercizio per glutei e<br />

gambe.<br />

3) Aperture su panca:<br />

apre la gabbia toracica.<br />

4) Pulley: Rinforzando i<br />

muscoli della schiena<br />

migliora il portamento e<br />

raddrizza le spalle.<br />

5) Michela:<br />

Michela ha ottenuto il risultato<br />

prefissato.<br />

LA MAISON LS 17


Ph.: Agenzia TEN<br />

idea regalo<br />

per info: Bomboniere Carla - Domagnano - R.S.M.<br />

L’Idea giusta<br />

Ricorrenze e Cerimonie.<br />

“Bomboniere Carla” è<br />

un’attività trentennale<br />

che opera nel settore<br />

delle bomboniere ed<br />

articoli da regalo.<br />

Entrando in negozio, vi<br />

troverete in un ambiente<br />

semplice e solare e<br />

sarete accolti da Stefania,<br />

la titolare; una<br />

giovane e dinamica<br />

ragazza, la quale vi<br />

accompagnerà e consiglierà<br />

nella scelta dell’oggetto<br />

che desiderate<br />

regalare a voi stessi o<br />

donare ad altri.<br />

Se siete in procinto di<br />

sposarvi, per la vostra<br />

cerimonia potrete trovare<br />

oltre ad una vasta scelta di bomboniere,<br />

segnaposto e partecipazioni,<br />

tutto ciò che è richiesto per fare del<br />

vostro matrimonio un giorno perfetto<br />

e indimenticabile.<br />

Tanto per citare una simpatica novità<br />

al riguardo, da “Bomboniere<br />

Carla” potrete trovare anche “riso<br />

allegro”, sia bianco che colorato, ma<br />

che ha la particolarità di non<br />

imbiancare, soprattutto, l’abito<br />

dello sposo al momento della tradizionale<br />

uscita dalla chiesa.<br />

Inoltre, tra gli eventi piacevoli della<br />

vita, come non festeggiare la nascita<br />

di un bambino ??!!<br />

E quale modo migliore potrebbe<br />

esserci se non regalare un oggetto<br />

che rievochi per sempre un giorno<br />

tanto bello ??!! Bomboniere simpatiche<br />

e particolari per il giorno del<br />

Battesimo come per il giorno della<br />

Prima Comunione e della Cresima,<br />

tutto per ricordare i momenti<br />

importanti della vita dei vostri<br />

figli. E ancora per festeggiare il giorno<br />

del: “La proclamo Dottore”, chiaramente<br />

riconducibile al giorno<br />

della Laurea,“Bomboniere Carla”,<br />

anche per questa particolare<br />

occasione offre altrettante simpatiche<br />

e divertenti idee.<br />

Come dimenticare poi, le Nozze<br />

d’Argento o addirittura quelle<br />

d’Oro? Alcuni vorranno personalizzare<br />

la bomboniera o l’oggetto scelto<br />

per rendere l’evento che stanno<br />

18 LA MAISON LS<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

M<br />

vivendo ancor più particolare, altri<br />

chiederanno l’occorrente per la<br />

bomboniera “fai da te”, “Bomboniere<br />

Carla” sarà in grado di<br />

soddisfare tutte le esigenze, e naturalmente<br />

non mancheranno i confetti<br />

di ogni tipo, sia bianchi che<br />

colorati, ma quel che è molto<br />

importante è che Stefania saprà<br />

darvi sempre il consiglio giusto ed<br />

un valido aiuto anche qualora decidiate<br />

di confezionare da soli le<br />

vostre bomboniere.<br />

Non dimentichiamo che il negozio<br />

è anche assortito di articoli da regalo<br />

di vario genere e che potrete scegliere<br />

tra oggetti d’argento, porcellane,<br />

album e carillon, mosaici,<br />

pizzi artigianali e tanto altro.<br />

Beh ci sono tanti buoni motivi per<br />

visitare il negozio di “Bomboniere<br />

Carla”, non vi pare ?!?! LS<br />

ph: Agenzia TEN


fashion men<br />

per info: Giorgia Boutique - Fiorina - R.S.M.<br />

La passione e l’impegno, l’esperienza<br />

ed il legame anche per la<br />

seconda generazione, con la tra-<br />

dizione familiare, hanno reso<br />

possibile, l’ambizioso progetto<br />

di diventare un’azienda leader<br />

nella produzione di camicie per<br />

l’uomo.<br />

L’Azienda, fondata dai fratelli<br />

<strong>Marino</strong> e Milena Del Siena,<br />

nasce nel 1953 e precisamente<br />

il 14 Febbraio a <strong>San</strong>sepolcro.<br />

Del Siena è una famiglia che<br />

ama le cose belle e che ha lavorato<br />

per realizzare un’azienda<br />

agile ed efficiente, mantenendone<br />

però l’impronta sartoriale,<br />

elegante e raffinata.<br />

Una forte personalità, l’acquisita<br />

esperienza di chi vi lavora<br />

da oltre cinquant’anni e insieme<br />

l’affidabilità della gestione,<br />

hanno reso possibile uno sviluppo<br />

commerciale che consente<br />

oggi all’azienda di soddisfare<br />

qualsiasi richiesta di mercato<br />

e di essere in grado di<br />

offrire un servizio attento e<br />

personalizzato, rispondendo ad<br />

un progetto di qualità rivolto<br />

non solo al prodotto ma<br />

soprattutto al cliente. Le collezioni<br />

traggono ispirazione dal<br />

continuo evolversi della moda<br />

e da un’attenta ricerca stilistica.<br />

Ricerca, scelta di tessuti dalle<br />

strutture ricche e di alto livello<br />

qualitativo, accurata<br />

manifattura: tutto ciò dà vita<br />

ad un prodotto che racchiude<br />

in sé spirito sartoriale, eleganza<br />

e ricercatezza.<br />

E’ questa la filosofia che ha<br />

spinto l’azienda a proporre un pacchetto<br />

di tessuti esclusivi, comprensivo<br />

di bastoncini e “pied de poule”<br />

rielaborati in chiave moderna, grazie<br />

a variazioni dalle disegnature<br />

classiche e grazie all’accostamento<br />

di colori moda. Altra proposta è<br />

quella di presentare una sezione<br />

della collezione interamente dedicata<br />

a tessuti pregiati: questa collezione<br />

soddisfa i desideri dei più esigenti<br />

con proposte in misto e pura<br />

seta, nelle tinte unite, nelle versioni<br />

armaturate e nelle righe fantasia.<br />

Grigi, blu notte, marroni, verdi<br />

scuri, prugna, rossi scuri, nero.<br />

Questi sono i colori proposti in<br />

modo più consistente rispetto alle<br />

ultime stagioni, a volte resi lucenti<br />

grazie ad effetti di righe raso, altre<br />

volte più formali data la gessatura o<br />

più particolari grazie ai micro dise-<br />

“ “<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

M<br />

Del<br />

Siena<br />

Unica<br />

su Misura.<br />

gni creati dalla struttura del tessuto<br />

stesso. Giorgia Boutique dedica<br />

grande spazio alla personalizzazione;<br />

dalle iniziali ricamate, alle asole<br />

in contrasto con il colore del tessuto,<br />

così pure come il colore del filo<br />

dei bottoni, ed anche il collo bianco<br />

su camicia variegata od il taglio<br />

dei polsini, fino alla tasca stondata<br />

o rettangolare. Del Siena è<br />

un’azienda capace di fornire prodotti<br />

di qualità superiore e a prezzi<br />

competitivi. L’azienda, nel creare le<br />

collezioni, non solo dedica particolare<br />

attenzione all’evoluzione delle<br />

tendenze della moda, ma attraverso<br />

la realizzazione sartoriale e la produzione<br />

su misura, garantisce<br />

forme e vestibiltà perfette e personalizzate<br />

e con l’utilizzo solo di tessuti<br />

di prim’ordine ne assicura<br />

anche la qualità costante nel tempo.<br />

LS<br />

LA MAISON LS<br />

19


ody massage<br />

per info: Centro Natura - Dogana - R.S.M.<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

M<br />

Il Massaggio Corevedico<br />

Il Massaggio Corevedico<br />

influisce direttamente e<br />

simultaneamente su 3<br />

sistemi: vascolare, nervoso,<br />

linfatico. Stimola l’attività<br />

dei vasi e migliora la circolazione<br />

delle sostanze<br />

nutritive che devono arrivare<br />

fino agli organi correlati.<br />

Il sistema linfatico<br />

riporta agli spazi intercellulari<br />

le proteine perse dai<br />

capillari e trasferisce alla<br />

circolazione sanguigna i<br />

grassi e i fluidi assorbiti<br />

dall’intestino.<br />

Il sangue prende ossigeno dai polmoni,<br />

riceve sostanze nutrienti dal<br />

tratto gastrointestinale e ormoni<br />

dalle ghiandole endocrine, trasporta<br />

queste sostanze a tutti i tessuti<br />

del corpo e per mezzo dei<br />

capillari le diffonde nel fluido dei<br />

tessuti. Una volta arrivate ai fluidi<br />

tessutali, le sostanze nutrienti<br />

passano alle cellule dei vari apparati<br />

scambiandosi con le sostanze<br />

di rifiuto. La linfa, poi, prende<br />

queste sostanze dal fluido tessutale,<br />

le ripulisce dai batteri e le restituisce<br />

al flusso sanguigno.<br />

Il sistema linfatico con il suo esercito<br />

di linfociti, fagociti ed anticorpi,<br />

crea uno sbarramento a<br />

difesa dell’organismo.<br />

Stimolando il flusso linfatico con<br />

il Massaggio Corevedico si può<br />

migliorare la chimica del sangue e<br />

aiutare il corpo a ripulirsi eliminando<br />

le tossine attraverso il sudore<br />

e le urine.<br />

Il massaggio, quindi, può essere<br />

un modo per tenere sotto controllo<br />

il livello di tossine del corpo.<br />

Per ciò che riguarda il tessuto<br />

muscolare, negli sport di endurance,<br />

non è tanto la produzione di<br />

acido lattico, che è minima, ma<br />

quanto la comparsa di microtraumi<br />

a livello delle miofibrille<br />

muscolari, con relativa produzione<br />

di cataboliti altamente tossici<br />

per le nostre cellule, a determinare<br />

un calo di prestazioni e il bisogno<br />

di recuperi sempre più lunghi per<br />

poter ripristinare il migliore<br />

potenziale muscolare.<br />

Con il Massaggio Corevedico<br />

20 LA MAISON LS<br />

l’atleta può migliorare le proprie<br />

prestazioni, diminuire i tempi di<br />

recupero e prevenire eventuali<br />

patologie a carico di tendini, legamenti,<br />

articolazioni e muscoli.<br />

Il CORSO verterà sull’insegnamento<br />

pratico di tecniche manuali<br />

sia a secco che con oli ed essenze.<br />

PROGRAMMA DEL CORSO<br />

• Allineamento della persona e riequilibrio<br />

respiratorio.<br />

• Tecniche di massaggio con oli ed<br />

essenze sugli arti inferiori.<br />

• Tecnica Forlucci per le donne dal<br />

settimo al nono mese di gravidanza.<br />

• Manualità sulle spalle, collo e viso<br />

in posizione supina.<br />

• Tecniche a secco con olio sul collo<br />

e dorso da seduti.<br />

• Tecniche di massaggio con oli ed<br />

essenze su addome, torace, dorso e<br />

braccia.<br />

PRINCIPALI APPLICAZIONI<br />

• Stimolazione del circolo sanguigno<br />

e linfatico.<br />

• Drenaggio dei liquidi extracellulari.<br />

• Aumento della mobilità articolare.<br />

• Nutrimento di muscoli, connettivo<br />

e pelle.<br />

• Rallentamento della senescenza.<br />

• Miglioramento della funzionalità<br />

organica.<br />

• Rimozioni di traumi emozionali<br />

(depressione, ansia, insonnia e<br />

stress). LS


aby<br />

per info: Chiccolandia - Domagnano - R.S.M.<br />

Il suo Posto in Auto<br />

Con la nascita di un bambino,<br />

uscire di casa e in particolare<br />

viaggiare in auto, richiede un po’<br />

più d’attenzione ma soprattutto<br />

una maggiore organizzazione.<br />

Il peso è, in ogni caso, l’unico<br />

parametro di valutazione con il<br />

quale selezionare il prodotto idoneo,<br />

in quanto i seggiolini sono<br />

progettati, realizzati e testati per<br />

sopportare, secondo<br />

i modelli<br />

e le fasce d’omologazione,<br />

un determinato<br />

peso, mentre<br />

non è un dato<br />

attendibile quello<br />

dell’età.<br />

Molto importante<br />

è quindi<br />

avere sempre un<br />

seggiolino su<br />

misura che permette<br />

il trasporto<br />

in auto in<br />

tutta sicurezza e<br />

a qualsiasi età<br />

del bambino.<br />

In termini di<br />

sicurezza con i<br />

bambini piccoli<br />

da 0 a 13 Kg, le<br />

soluzioni di trasporto<br />

sono 2:<br />

la navicella o il<br />

seggiolino.<br />

Entrambi i dispositivi<br />

devono<br />

essere fissati con cura al sedile<br />

posteriore dell’auto attraverso le<br />

cinture di sicurezza.<br />

E’ bene ricordare che i bambini<br />

fino a 13 Kg. devono viaggiare in<br />

senso inverso rispetto al senso di<br />

marcia e mai in presenza di airbag<br />

attivato, o comunque non<br />

disattivabile.<br />

La carrozzina o navicella, permette<br />

di trasportare il bambino<br />

in posizione orizzontale, che è<br />

anche la più corretta e naturale<br />

per un neonato, e si fissa alle cinture<br />

di sicurezza dei sedili posteriori<br />

grazie al “Kit Trio Car” di<br />

Chicco che è composto anche da<br />

un fascione addominale che trattiene<br />

il bambino.<br />

Il primo seggiolino che si usa<br />

M<br />

Viaggiare in piena sicurezza.<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

dopo la carrozzina (solitamente è<br />

compreso nel Trio) si chiama<br />

“Ovetto” ed è omologato fino a<br />

13 Kg. e come abbiamo già detto<br />

va posizionato in senso inverso<br />

rispetto al senso di marcia.<br />

Le successive poltroncine viaggiano<br />

in senso di marcia e vanno<br />

usate fino a quando il bambino<br />

raggiunge il peso di 36 Kg.<br />

I modelli più<br />

indicati sono la<br />

“Vector”, che<br />

può essere utilizzata<br />

fino a 9<br />

Kg. come “Ovetto”<br />

e dai 9 ai<br />

18 Kg. come<br />

poltroncina vera<br />

e propria.<br />

Infine l’ultimo<br />

passaggio è la<br />

“Max-3 S”, un<br />

seggiolino che<br />

utilizza come<br />

fissaggio le cinture<br />

di sicurezza<br />

dell’auto e permette<br />

al bambino<br />

di viaggiare<br />

comodo e sicuro,<br />

in massima<br />

libertà.<br />

Tutti i prodotti<br />

Chicco per l’auto<br />

sono omologati<br />

secondo la<br />

normativa europea<br />

ECE R44 e<br />

rispettano gli obblighi di legge<br />

(Art. 172 cod. stradale).<br />

Per soddisfare queste esigenze la<br />

Chicco ha ritenuto fondamentale<br />

adeguare alla rapidità della<br />

crescita del bambino, la progettazione<br />

e la realizzazione di prodotti<br />

regolabili, capaci non solo<br />

di adeguarsi alla sua crescita ma<br />

anche in grado di garantire sempre<br />

i massimi livelli di sicurezza.<br />

A questo punto, i vostri piccoli<br />

viaggiatori dovranno essere solo<br />

sistemati in modo sicuro e gradevole...<br />

poi l’avventura può iniziare,<br />

ricordando inoltre, che la<br />

sicurezza del vostro bambino<br />

dipende molto dalla vostra guida<br />

e dai vostri comportamenti.<br />

LA MAISON LS<br />

LS<br />

21


single man M<br />

Dato per assodato che sicuramente<br />

l’uomo casalingo è lontano<br />

dalla conquista di quella sensibilità<br />

tipicamente femminile nel percepire<br />

ogni aspetto della realtà<br />

domestica, (quei preziosi dettagli<br />

capaci di rendere la casa accogliente<br />

e confortevole), siamo sicure<br />

che si possa comunque imparare.<br />

Anche per questo infatti<br />

l’Associazione, nata nel 2002, dà<br />

voce a più di 4.300 iscritti, che un<br />

pò per necessità un pò per scelta<br />

hanno frequentato veri e propri<br />

master indetti dall’Associazione<br />

Uomini Casalinghi per imparare<br />

l’abc dei lavori domestici. C’è da<br />

dire, che per molti si tratta sicuramente<br />

di una vera esigenza: non<br />

solo i single ma soprattutto i<br />

divorziati, i quali per avere l’affidamento<br />

dei figli si vedono<br />

costretti ad imparare a pulire<br />

e a tener in ordine la<br />

casa. Chissà che non sia<br />

arrivato il momento, per<br />

inaugurare una nuova era,<br />

trasmettendo ai figli l’abitudine<br />

ad occuparsi di sé e<br />

della casa, sin da piccini.<br />

Tra l’altro l’Associazione<br />

promuove vacanze, campeggi<br />

e soggiorni in cui<br />

vivere secondo lo stile dell’-<br />

A.S.U.C. che è ecologico e<br />

pacifico. Lo scopo è<br />

comunque quello di far scoprire<br />

la dimensione casalinga quale<br />

modo d’essere che appartiene ad<br />

ogni uomo: manager, professionista,<br />

operaio, impiegato, sportivo,<br />

ecc. Smessi i panni professionali,<br />

tutti gli uomini sono anche<br />

casalinghi, svolgendo all’interno<br />

della casa qualsiasi faccenda domestica<br />

e investendo attenzioni ed<br />

energie nella cura dei propri figli.<br />

22 LA MAISON LS<br />

a cura della Redazione<br />

A<br />

•<br />

LIFESTYLE<br />

L’Uomo Casalingo<br />

Se state sentendo sempre più spesso parlare di<br />

A.S.U.C., sappiate che è una delle associazioni più<br />

attive e fertili presenti nel territorio Italiano,“colpevole”<br />

di aver fatto scoprire all’uomo la propria indole<br />

domestica.<br />

La soppressione<br />

di un mito<br />

patriarcale.<br />

Il modello di maschio che promuove<br />

l’A.S.U.C. è quello del<br />

bravo casalingo, che si dedica alle<br />

attività domestiche e ha qualche<br />

lavoretto che gli consenta di coltivare<br />

i suoi interessi: un uomo che<br />

abbandoni l’idea del “guerriero” e<br />

coltivi la sfera della cura, dei sentimenti,<br />

delle relazioni sociali.<br />

Finalmente l’uomo casalingo<br />

non riterrà più tale lavoro in nessun<br />

modo svilente né contrario a<br />

quella che è sempre stata considerata<br />

la “virilità” maschile.<br />

Un uomo che non si vergogni più<br />

dell’attributo di casalingo, né in<br />

senso concettuale né pratico, né<br />

giuridico, quale professione da<br />

dichiarare sulla carta d’identità.<br />

Desideroso, oltretutto, degli stessi<br />

riconoscimenti pensionistici delle<br />

donne casalinghe, favorisce e<br />

sostiene l’espletamento di ruoli<br />

sociali da parte delle donne, sottraendosi<br />

al mito patriarcale della<br />

corsa al successo in campo lavorativo<br />

e sociale. Queste e tante altre<br />

le informazioni che troverete sul<br />

sito dell’associazione, all’indirizzo<br />

www.asuc.it, nel caso anche voi<br />

aspiriate a diventare uomini casalinghi…<br />

o se siate semplicemente<br />

sopraffatti dalla curiosità, così<br />

come lo siamo stati noi! LS<br />

Una lettura consigliata<br />

dalla Redazione:<br />

“MANUALE DELL’UOMO DOMESTICO”<br />

di Beppe Severgnini


Ph. e grafica: Agenzia TEN<br />

Ingredienti per 4 persone:<br />

300 gr di tagliatelle<br />

150 gr di purea di zucca gialla<br />

500 gr di gamberetti<br />

2 cucchiai di panna<br />

1 scalogno<br />

1 bicchiere di brodo vegetale<br />

prezzemolo<br />

olio, sale, quanto basta.<br />

Preparazione e cottura: 40 min.<br />

Sei un buongustaio/a ?<br />

Ti piace inventare nuove<br />

ricette ? Potrai essere tu ...<br />

“Lo Chef per un Giorno!”<br />

Telefona, oppure invia una<br />

e-mail alla Redazione.<br />

Ti aspettiamo !<br />

Tel. : 0549 960.557<br />

lamaison@agenziaten.com<br />

A tutti i nostri Chef,<br />

in Omaggio il grembiule<br />

firmato La Maison Lifestyle !<br />

Tagliatelle con Zucca<br />

e Gamberetti<br />

La ricetta dello Chef: Nadia Casadei<br />

“La Maison & Lifestyle Magazine” entra nella cucina della Sig.ra Nadia<br />

Casadei, giovane mamma di due splendidi bambini, per farci assaggiare un meraviglioso<br />

piatto di pasta fatta in casa. Brava mamma e brava cuoca: ottima combinazione<br />

in una donna.<br />

Preparazione<br />

Amalgamare 150 gr di purea di zucca gialla con 1 bicchiere di brodo vegetale<br />

fino a far diventare il composto “liquido”. Scaldare qualche minuto a fuoco<br />

moderato. Tritare lo scalogno, metterlo in padella con l’olio e far appassire.<br />

Aggiungere i gamberetti sgusciati e cuocere per 5 minuti. (lasciare 5-6 gamberetti<br />

interi per la guarnizione del piatto). Aggiungere la crema di zucca, la<br />

panna e il prezzemolo tritato. Cuocere altri 5 minuti. Nel frattempo cuocere le<br />

tagliatelle in abbondante acqua salata. Scolare le tagliatelle e saltarle in padella<br />

insieme al composto di zucca e gamberetti. Buon appetito !<br />

Cos’è la Zucca Gialla ?<br />

Nome comune di piante del genere Cucurbita, famiglia delle cucurbitacee<br />

originarie dell’America centrale. Le varietà più popolari in Italia sono la<br />

“Gialla d’Italia”, la “Turbante” e la “Piena di Napoli”. Le zucche contengono:<br />

il 96% di acqua e il 2,2% di carboidrati; basso il contenuto<br />

di proteine (0,6%) e lipidi (0,2%). Il loro consumo apporta una<br />

buona quantità di sali minerali, in particolare potassio e calcio;<br />

rappresentano anche una buona fonte di vitamina A e vitamina C<br />

dott. Marco Podeschi<br />

LA MAISON LS<br />

23


Noi donne siamo attratte da cose semplici,<br />

a volte sciocche. Tipo gli uomini.<br />

La maggior parte di loro, infatti, ritengono<br />

i monosillabi “si” e “no”, risposte<br />

perfettamente adeguate a praticamente<br />

tutte le domande. Inoltre, quasi all’unanimità,<br />

vedono in 16 colori, come le<br />

impostazioni base di windows, e non si<br />

sognerebbero mai di associare le parole<br />

“pesca” e “salmone” a delle tonalità:<br />

secondo il loro sofisticato sistema di<br />

decodifica, il primo è un frutto ed il<br />

secondo è un pesce, punto. (“Malva”,<br />

invece, non hanno la più pallida idea di<br />

cosa sia). Di conseguenza, sarebbe ingenuo<br />

aspettarsi che riescano ad interpretare<br />

i nostri desideri, attraverso l’uso di<br />

sottili, forti od ovvie allusioni: meglio<br />

parlar chiaro ed andare dritte al sodo.<br />

nella<br />

correttezza di<br />

questa logica deduzione, mi avvicino<br />

al mio ragazzo con fare suadente<br />

e, circondandogli il collo con le<br />

mie braccia, azzardo: “Amore…,<br />

stavo pensando…, perché per <strong>San</strong><br />

Valentino non mi regali un solitario?”.L’espressione<br />

sbalordita (anzi,<br />

forse è meglio dire “agghiacciata”)<br />

che mi viene restituita, lascia intuire<br />

quanto segue:<br />

“ “Confidando<br />

spazio donna<br />

di Romina Marzi<br />

a) si sta mentalmente maledicendo<br />

per non essersi ricordato dell’approssimarsi<br />

di questa insulsa, e quantomeno scomoda,<br />

ricorrenza, in modo da potersi procurare,<br />

per tempo, un impegno inderogabile<br />

(non avrebbe disdegnato nemmeno una<br />

provvidenziale spedizione su Marte, alla<br />

ricerca di nuove forme di vita);<br />

b) spera che la fine del mondo sia<br />

vicina o che una voragine si apra sotto i<br />

suoi piedi, inghiottendolo, per poter evitare<br />

di rispondere a questa domanda. In<br />

alternativa, si augura, senza troppa convinzione,<br />

che “solitario” sia un gioco da<br />

fare con un mazzo di carte;<br />

c) si chiede quale insano procedimento<br />

mentale abbia dato origine a quest’assurda<br />

pretesa, dato che una convivenza<br />

di quasi quattro anni avrebbe dovuto,<br />

a suo avviso, smantellare qualsiasi velleità<br />

romantica.<br />

Come da copione, parte la dissacrazione<br />

della festa di <strong>San</strong> Valentino, ormai<br />

ridotta ad una “triste trovata commerciale<br />

di negozi e ristoranti, sfruttata per far<br />

soldi sulla pelle della povera gente come<br />

lui”. (Viene da chiedersi come mai questa<br />

perla di saggezza non esca mai dalle<br />

sue labbra in altre occasioni, pur essendo<br />

una brillante analisi economicofinanziaria,<br />

perfettamente adattabile a<br />

qualsiasi evento sportivo o motociclisti-<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

M<br />

Il Giorno di <strong>San</strong> Valentino<br />

24 LA MAISON LS<br />

co…). Rilevando, dalla mia espressione<br />

annoiata, la totale inefficacia delle sue<br />

considerazioni, decide di cambiare tattica.<br />

Finge di assecondarmi, promettendomi<br />

una serata epocale in un ristorante<br />

di lusso (pur ribadendo la sua contrarietà<br />

ad incrementare questa usanza<br />

consumistica) e mi assicura che “prenderà<br />

informazioni” sull’oggetto dei miei<br />

desideri.<br />

Seguono due settimane di messaggi<br />

subliminali, aventi lo scopo di scoraggiare<br />

le mie aspirazioni: magicamente,<br />

la casa si riempie di riviste lasciate<br />

casualmente aperte su articoli di cronaca,<br />

relativi allo sfruttamento ed alle pessime<br />

condizioni lavorative dei minatori,<br />

nonché alle guerre intraprese nei paesi<br />

africani per garantirsi il controllo dei<br />

giacimenti di diamanti. L’opera di persuasione<br />

viene completata da un’incursione<br />

su siti internet, corredati da meravigliose<br />

immagini di gioielli con quotazioni<br />

stratosferiche: la mia dolce metà<br />

rincara la dose, facendomi notare che<br />

con la cifra spesa per un anello, anche di<br />

caratura modesta, potremmo saldare<br />

ben otto rate del mutuo stipulato sulla<br />

casa. Conclude: “…non è un caso se<br />

dicono che un diamante è per sempre:<br />

infatti, impiegherai il resto della tua vita<br />

per finire di pagarlo…”. Così, facendo<br />

leva sul mio senso di colpa ed alludendo<br />

alle mie responsabilità, riesce a convincermi:<br />

la giornata di <strong>San</strong> Valentino<br />

si risolve con una romantica serata in<br />

un localino elegante ed una borsa<br />

nuova. (La borsa è bella, non mi lamento<br />

di certo…, ma se facciamo il paragone<br />

con un solitario…). La beffa è scoprire<br />

che a sua sorella il diamante l’hanno<br />

regalato davvero. Mentre lo mostra<br />

orgogliosa, l’accurata indagine in internet<br />

mi permette di stimare immediatamente<br />

un peso non inferiore ai cinque<br />

carati; sta per partire la gomitata al mio<br />

ragazzo, seguita dalla celeberrima frase:<br />

“vedi come si fa?!”, quando mi accorgo<br />

che è sbiancato. Si capisce che ha rapidamente<br />

calcolato il costo dell’anello,<br />

pari a quello di un monolocale in pieno<br />

centro, dal fatto che ha temporaneamente<br />

smesso di respirare.<br />

Mi affretto a procurarmi dei sali, prima<br />

che l’apnea abbia conseguenze letali.<br />

Più tardi, in auto, previene la mia intenzione<br />

di infierire, commentando:<br />

“Tranquilla. Appena mia sorella si<br />

distrae, gliene frego una scheggia; così<br />

anche tu potrai avere il tuo diamante…”.<br />

E’ proprio vero. Dietro ogni uomo, c’è<br />

sempre una donna che alza gli occhi al<br />

cielo… LS


pot-ppoouurrrrii<br />

di Ettore Mularoni<br />

Premetto che ritengo il giorno di <strong>San</strong><br />

Valentino solo un business per commercianti<br />

e ristoratori, ma è un rituale che a<br />

noi maschi tocca seguire per evitare di<br />

sentirci rinfacciare per anni di non avere<br />

festeggiato a dovere quella ricorrenza.<br />

giorno in cui per noi<br />

uomini<br />

si celebra un qualcosa che si<br />

è già ottenuto, seppur con<br />

molti sforzi in certi casi.Ma tu,<br />

maschio, ti devi arrovellare ““Un<br />

il<br />

cervello per trovare qualcosa<br />

di assolutamente originale e<br />

stupefacente per lei.<br />

Prenoti in un ristorante tiratissimo che<br />

per l’occasione ha decuplicato i prezzi del<br />

menù. Vai dal gioielliere a cui chiedi la<br />

cosa più costosa che ha. Solitamente a<br />

questa richiesta lui ti guarda con sospetto<br />

perché uno che va in giro con la maglia<br />

regalata dalla gazzetta dello sport durante<br />

l’ultimo giro d’Italia e le scarpe della<br />

Mike, versione cinese della Nike, non da<br />

l’idea di uno con molto denaro da spendere.<br />

Allora gli mostri il contratto di vendita<br />

di un rene stipulato poco prima. In<br />

quel momento vedi il commerciante sussultare<br />

in uno spasmo orgasmico. Stende<br />

un tappeto rosso che ti conduce verso la<br />

porta del caveau dove tiene le cose più<br />

preziose. Dopo un paio d’ore in cui ti ha<br />

fatto fare anche due bracciate in una<br />

vasca piena di brillanti per provarne la<br />

leggerezza, esci barcollando con in mano<br />

una scatola apparentemente piccola, ma<br />

dal valore inestimabile che ti costringerà<br />

a cibarti di pane ed acqua per qualche<br />

anno per estinguere il mutuo che hai<br />

contratto. Arriva la sera fatidica. Ti lavi e<br />

cambi le mutande per l’occasione, che<br />

non si sa mai. Ti vesti di tutto punto e la<br />

vai a prendere a casa. Lei scende dopo<br />

una quarantina di minuti che aspetti. Per<br />

l’occasione sfoggia una capigliatura ideata<br />

da Renzo Piano, in grado di convogliare<br />

la luce delle stelle verso i suoi occhi.<br />

Già i suoi occhi. Mi hanno fatto innamorare<br />

e troppo spesso la routine mi fa<br />

dimenticare quanto sia bella la donna che<br />

amo. Ti riprendi dall’espressione da varano<br />

in calore che avevi assunto durante<br />

questo pensiero, quando lei con la dolcezza<br />

che la contraddistingue ti dice “dai<br />

muoviti che siamo in ritardo!”. Arrivati<br />

al ristorante dove hai fatto riservare il<br />

posto più carino della sala, parola del<br />

gestore, poi ti accorgi che sono tutti<br />

uguali perché ovviamente non siete l’unica<br />

coppia al ristorante.<br />

A<br />

• LIFESTYLE<br />

M<br />

Il Giorno di <strong>San</strong> Valentino<br />

Quando ti tocca fingere di essere spontaneo.<br />

I camerieri hanno tutti una spudorata<br />

espressione sorridente, preludio ad una<br />

lauta mancia che dovrai elargire.<br />

Ogni pietanza consiste in un piatto delle<br />

dimensioni di quello da pizza, con in<br />

mezzo una roba dai colori spesso inguardabili,<br />

che in due forchettate finisci. Sto<br />

cazzo di novelle cousine! Ti butti sul vino<br />

che costa come il platino, ma almeno ti<br />

ovatta il cervello e ti toglie l’imbarazzo<br />

indotto da quel posto fighetto. Poi, ad<br />

uno ad uno, tutti i tavoli vicini arrivano<br />

al momento fatidico in cui lui consegna a<br />

lei il regalo. Prima dell’apertura del pacco<br />

dono c’è uno sguardo di timore dell’uomo,<br />

teso come una corda di violino, che<br />

cerca invano conforto negli occhi dei suoi<br />

compari. Poi quando lei apre la scatola ed<br />

emette un urlo di gioia simile al sibilo del<br />

pavone, vedi lui che si rilassa e guarda i<br />

suoi simili compiaciuto e un po’ sbruffone.<br />

Contestualmente le altre donne commentano<br />

acidamente sull’atteggiamento<br />

un po’ grezzo di lei. Critiche che nel giro<br />

di pochi istanti si estendono alla capigliatura<br />

e all’abbigliamento, disintegrando la<br />

malcapitata che viene fatta passare per<br />

una mentecatta mai uscita di casa e che<br />

per la prima volta ha visto un gioiello da<br />

due soldi. Tu in quel momento capisci<br />

che il tuo dono la deve stupire e dimostrare<br />

alle altre che il suo è il più bello.<br />

L’effetto del vino cessa d’improvviso e tu<br />

con la mano tremolante allunghi verso lei<br />

quella confezione che ora ti sembra tremendamente<br />

piccola. Gli altri tuoi compari<br />

sogghignano perché non puoi avere<br />

fatto meglio di loro con una scatolina<br />

simile. Le altre donne sono concentratissime<br />

nell’osservare quel dono, perché<br />

sanno che in certi casi le dimensioni non<br />

contano. La tua lei apre la scatola. Resta<br />

immobile per qualche istante ad osservare<br />

il contenuto. Nel ristorante cala il<br />

silenzio. Poi lei alza lo sguardo verso di te<br />

e comincia a piangere, si alza in piedi e ti<br />

viene ad abbracciare e baciare. Gli altri<br />

uomini ai tavoli si alzano ed applaudono<br />

guardati in cagnesco dalle loro partner<br />

che al grido di “guarda come si fa” gli<br />

promettono una serata in bianco. Uscite<br />

dal ristorante dopo avere fatto godere il<br />

ristoratore come un riccio, con un conto<br />

degno di quello di un matrimonio da<br />

150 invitati. Durante il viaggio di ritorno<br />

a casa lei non dice nulla, ma continua a<br />

specchiarsi nel gioiello che le hai donato.<br />

Che gioia vedere la propria amata così<br />

felice e soddisfatta. E pensare che è bastato<br />

così poco. Speri solo che il rene che ti<br />

è rimasto duri il più possibile. LS<br />

LA MAISON LS<br />

25


Ph.: Agenzia TEN<br />

Ph.: Agenzia TEEN<br />

cuccioli di uomo M<br />

“ “<br />

26 LA MAISON LS<br />

a cura della Redazione<br />

A<br />

•<br />

LIFESTYLE<br />

Favole... Fiabe<br />

e Filastrocche<br />

La Fiaba è un tipo di<br />

narrazione i cui protagonisti<br />

non sono quasi<br />

mai animali, ma creature<br />

umane, coinvolte<br />

in straordinarie avventure<br />

con personaggi dai<br />

poteri magici come fate,<br />

orchi, giganti ecc.<br />

Sono state tramandate<br />

oralmente e sono sempre<br />

appartenute alla tradizione<br />

popolare, ma c’è chi le<br />

ha raccolte e trascritte<br />

come C. Perrault in<br />

Francia, i fratelli Grimm<br />

in Germania e, ai nostri<br />

tempi, Italo Calvino in<br />

Italia. Gli inventori di<br />

fiabe sono invece il danese<br />

H. C. Andersen e tra i<br />

suoi componimenti ricordiamo:<br />

“La Piccola<br />

Fiammiferaia”, “La Sirenetta”,<br />

“Il Brutto Anatroccolo”,<br />

“La Principessa<br />

sul Pisello”, in essi dà vita<br />

magica non solo ai personaggi<br />

ma anche agli oggetti, alle<br />

piante e agli animali della quotidianità:<br />

è così che protagonisti<br />

diventano soldatini di stagno e<br />

bambole di porcellana, fiori, cicogne<br />

ecc.<br />

Ma anche l’italiano Collodi, scrive<br />

il suo capolavoro con “Le<br />

Avventure di Pinocchio”, e l’inglese<br />

J. M. Barrie ci lascia il suo<br />

“Peter Pan”. Le Fiabe, da sempre<br />

considerate patrimonio della letteratura<br />

per l’infanzia, sono state<br />

attualmente rivalutate dalla scienza<br />

antropologica, attraverso lo<br />

studio delle tradizioni dei vari<br />

popoli e delle culture orali.<br />

La Favola è un componimento<br />

scritto con intendimenti morali<br />

ed ha quasi sempre come protagonisti<br />

animali, intesi come simboli<br />

dei vizi e delle virtù degli<br />

uomini. Tra gli autori principali<br />

ricordiamo Jean de La Fontane le<br />

cui favole hanno sempre avuto<br />

contenuti originali e appassionati,<br />

spesso rielaborazioni della tradizione<br />

popolare o inventate, e raccontate<br />

dai nonni ai nipoti come:<br />

“La Cicala e la Formica”.<br />

Fedro, che è stato un favolista latino<br />

del I secolo d.C., ci ha lasciato<br />

favole come quella del “Lupo e<br />

l’agnello” o “La volpe e il corvo”<br />

che sono ancor oggi molto note.<br />

Fedro stesso afferma che lo scopo<br />

delle sue opere è quello di stimolare<br />

il sorriso e dare ammaestramenti<br />

morali.<br />

Anche le favole del greco Esopo,<br />

brevi e piacevoli, antichissime ma<br />

sempre attuali, sono state scritte<br />

per divertire ma anche per far<br />

riflettere. Tra gli autori contemporanei<br />

italiani come dimenticare<br />

Gianni Rodari e le sue “Favole al<br />

Telefono” o “Filastrocche in Cielo e<br />

in Terra”. LS


Per Consulti ed Approfondimenti: Ambulatorio Veterinario di Dogana - Repubblica di <strong>San</strong> <strong>Marino</strong><br />

L’Ansia da<br />

separazione<br />

Questo disturbo comportamentale si<br />

sviluppa parallelamente ad un eccessivo<br />

attaccamento fra l’animale e il suo<br />

proprietario.<br />

L’ansia da separazione è una condizione<br />

in cui l’animale (prevalentemente<br />

cani) mostra sintomi di ansia<br />

o eccessivo stress se lasciato solo.<br />

Questo disturbo comportamentale<br />

si sviluppa spesso parallelamente a<br />

un eccessivo attaccamento fra l’animale<br />

e il suo proprietario, che spesso<br />

si traduce in una continua ricerca<br />

di attenzioni e di contatto da<br />

parte dell’animale rivolto al suo<br />

coinquilino umano.<br />

Ma anche tutto ciò che si interpone<br />

fisicamente a questa ricerca di contatto,<br />

mi riferisco per esempio ad<br />

una porta chiusa, provocano accanimento<br />

con conseguente distruzione<br />

della barriera.<br />

I sintomi più frequenti e visibili<br />

sono: eccessiva vocalizzazione-eliminazione<br />

di feci e urine in vari luoghi<br />

della casa (compresi divani-lettitappeti),<br />

distruzione di mobili e<br />

oggetti vari, tentativi di fuga con<br />

graffi alle pareti... tutti sintomi che<br />

possono essere attribuiti all’ansia da<br />

separazione e che si verificano solo<br />

quando l’animale viene lasciato da<br />

solo. Normalmente al rientro del<br />

proprietario il cane si presenta<br />

molto agitato e carico di entusiasmo<br />

nel rivederlo, come se non lo vedesse<br />

da anni. Bisogna considerare che<br />

il cane è un abitudinario, quindi è<br />

importante che si cerchi di mantenere<br />

il più possibile una routine<br />

quotidiana che, nel caso di soggetto<br />

ansioso, serve a mantenere uno<br />

stato di certezze.<br />

Anche la storia, ovvero l’anamnesi<br />

del soggetto, è importante; spesso si<br />

tratta di animali che vengono da<br />

situazioni di abbandono con tempi<br />

di sosta presso canili... questo comporta<br />

un attaccamento morboso<br />

verso l’adottante con conseguente<br />

possibile sviluppo di sindromi come<br />

l’ansia da separazione.<br />

Il trattamento deve essere impostato<br />

verso la soluzione del problema.<br />

Spesso questo comporta l’uso di farmaci<br />

che non insegnano nulla<br />

all’animale, ma ci aiuta a reimpostare<br />

l’intervento dei proprietari.<br />

Il farmaco serve in definitiva solo a<br />

diminuire lo stato d’ansia, ma ci<br />

mantiene l’animale attento e vigile e<br />

soprattutto percettivo nei confronti<br />

del proprietario. Per quanto riguarda<br />

le modificazioni comportamentali,<br />

si raccomanda ai proprietari di<br />

assumere un atteggiamento distaccato<br />

ad ogni stato d’ansia e di agitazione<br />

manifestato dall’animale, al<br />

contrario fornirgli dei premi ogni<br />

volta che si presenta tranquillo.<br />

Ignorarlo tutte le volte che ci segue<br />

per casa, non salutarlo ogni volta<br />

che si esce, anche solo per gettare la<br />

spazzatura, e non riempirlo di attenzioni<br />

ogni volta che si rientra...<br />

eviteremo così di far vivere al nostro<br />

amico la situazione di abbandono e<br />

ritrovo. Un piccolo espediente che<br />

tenti di modificare l’atteggiamento<br />

ansioso del nostro amico a 4 zampe<br />

è: insegnargli a stare seduto.<br />

Prima di un pasto o di portarlo<br />

fuori al guinzaglio o di dargli un<br />

biscotto come premio, la posizione<br />

seduta è più rilassante rispetto alla<br />

stazione quadrupedale.<br />

Certo è che spesso è il nostro comportamento<br />

a generare questi stati<br />

di ansia e risolverli senza prima<br />

cambiare il nostro stato di ansia<br />

verso il nostro cane... non aiuta !!!<br />

Confrontarsi, interloquire e soprattutto<br />

rispettarsi reciprocamente<br />

sono le regole sane per vivere un<br />

rapporto sereno e costruttivo con<br />

un animale, che altro non chiede<br />

che potervi amare in modo incondizionato.<br />

LS<br />

Il Dottore<br />

degli<br />

Animali<br />

Rubrica a cura di:<br />

Nicolò Dott. Nunziatini<br />

Medico Veterinario<br />

LA MAISON LS<br />

27


ph: Fabrizio e Matteo<br />

La nostra avventura inizia il 6<br />

dicembre a Buenos Aires, gigantesca<br />

metropoli, divisa in una moltitudine<br />

di quartieri caratteristici:<br />

Boca, con le sue abitazioni dai<br />

colori sgargianti; <strong>San</strong> Telmo, con<br />

il suo fascino coloniale; Palermo,<br />

ricca di mercatini poliedrici e<br />

rumorosi; Recoleta, con i suoi<br />

negozi esclusivi ed alla moda;<br />

Puerto Madero, l’antico porto, i<br />

cui edifici sono stati trasformati in<br />

eleganti locali e ristoranti. E’ qui<br />

che abbiamo partecipato alla<br />

nostra prima, e purtroppo ultima,<br />

lezione di tango argentino, danza<br />

sensuale e passionale. Ma una<br />

delle cose che ci ha maggiormente<br />

colpito in questo viaggio è la cordialità<br />

e la generosità delle persone<br />

incontrate. In particolar modo,<br />

dei sammarinesi residenti in<br />

Argentina (conosciuti grazie<br />

all’intercessione della Console<br />

Gennari Viviana), che ci hanno<br />

accolti nelle loro case a braccia<br />

aperte, avidi di notizie del nostro<br />

paese. E’ presso queste famiglie<br />

che abbiamo avuto un primo<br />

approccio con la squisita cucina<br />

locale, di cui l’asado (vari tipi di<br />

carne cotta alla brace) è uno dei<br />

28 LA MAISON LS<br />

Fabrizio e Matteo...<br />

Argentina<br />

La passionalità del tango, l’ospitalità della<br />

gente, la spettacolarità dei paesaggi, l’appetitosa<br />

cucina. Parola di Fabrizio e Matteo.<br />

piatti principali. Salutiamo i<br />

nostri nuovi amici per dirigerci,<br />

con un volo interno, alle cascate<br />

di Iguazù: lo spettacolare panorama<br />

cambia notevolmente dal versante<br />

argentino a quello brasiliano,<br />

ma entrambi sono imperdibili.<br />

Proseguiamo in autobus alla<br />

volta di Cordoba: infatti, considerando<br />

le incredibili distanze esistenti<br />

fra una città e l’altra, viaggiare<br />

di notte su questi mezzi è<br />

sicuramente il modo più economico,<br />

pratico e confortevole di<br />

spostarsi, visto che si possono scegliere<br />

pullman dotati di ogni<br />

comodità (compresi spaziosi sedili<br />

reclinabili).<br />

A Cordoba visitiamo l’antica<br />

Chiesa e la biblioteca dei Gesuiti e,<br />

nei dintorni, il museo del Ché; la<br />

casa in cui trascorse la maggior<br />

parte della sua infanzia e in cui è<br />

conservata “la poderosa”, la famosa<br />

moto, citata nel suo libro<br />

“Sudamericana”. Partiamo per<br />

Salta: questa bellissima città, con<br />

i suoi edifici bassi in stile coloniale,<br />

non a caso è detta “Salta la<br />

linda” (la bella), merita di essere<br />

vista. A Salta gustiamo anche le<br />

migliori Empanadas del paese ed<br />

ottimi vini, dall’elevato contenuto<br />

alcolico (dai 13 – 15 gradi!).<br />

Ma questo luogo ci riserva altre<br />

sorprese: acquistiamo un escursione<br />

in autobus e ci ritroviamo ad<br />

attraversare incredibili paesaggi<br />

della Quebrada de Cafayate<br />

(montagne rocciose, deserti e<br />

verdi vallate) che ci danno la sensazione<br />

di avere “appena assaggiato”<br />

le meraviglie di questi affascinanti<br />

luoghi.<br />

Scopriamo, a malincuore, che il<br />

famoso “trenino delle nuvole”, che<br />

da Salta raggiunge il Cile passando<br />

per le Ande (aggiudicandosi il titolo<br />

di treno più alto del mondo),<br />

non sarà in funzione fino a<br />

Marzo. Ripieghiamo su un’escursione<br />

in pullman che segue la stessa<br />

pista fino a <strong>San</strong>t’Antonio de<br />

Los Cobres (a 3.375 metri, è il<br />

centro urbano più elevato di tutta<br />

l’Argentina) e raggiungiamo<br />

Salinas Grande. Un’immenso<br />

lago di sale ci accoglie: il sole è<br />

accecante e il potere riflettente di<br />

questa bianca distesa, unito alla<br />

considerevole altitudine (c.a.<br />

4.000 mt) costringe gli uomini<br />

che ci lavorano a coprirsi completamente,<br />

e ad indossare passa-<br />

America Meridionale<br />

montagna ed occhiali.<br />

Il viaggio continua per Pumamarca,<br />

dove la montagna dei<br />

sette colori offre uno spettacolo<br />

fantastico: i numerosi strati di<br />

minerali, infatti, assumono colorazioni<br />

diverse grazie ai raggi del<br />

sole (specialmente al mattino),<br />

componendo un autentico arcobaleno.<br />

L’ultima tappa è Jujuy;<br />

nella sua provincia visitiamo<br />

l’azienda agricola della famiglia<br />

della signora Yolanda (sammarinese<br />

anche lei), che ci mostra<br />

orgogliosa le sue coltivazioni di<br />

tabacco, canna da zucchero e<br />

mais. Purtroppo il viaggio volge al<br />

termine: torniamo a Buenos Aires<br />

per prendere il volo per l’Italia.<br />

Conserviamo però il ricordo di<br />

questa terra straordinaria, con la<br />

sua gente calorosa e gentile, e con<br />

il progetto di tornare ad esplorarla;<br />

magari la prossima volta ci<br />

dedicheremo anche al sud di questo<br />

paese, consapevoli che non<br />

potrà che regalarci ulteriori emozioni.<br />

Desideriamo ringraziare ancora<br />

una volta Viviana, Gustavo,<br />

Guglielmo, Camilla, Giulietta,<br />

Pamela, Alessandra e Ines. LS


L’ARGENTINA IN CUCINA<br />

La cucina argentina risente delle<br />

influenze gastronomiche proprie della<br />

Spagna e dell’Italia pur conservando le<br />

sue origini creole, quindi indigene. È il<br />

Paese conosciuto in tutto il mondo per<br />

la qualità delle sue carni e per la sempre<br />

più rinomata produzione di vini, in<br />

particolare dei vini rossi. I cibi largamente<br />

consumati sono principalmente<br />

l’“arroz” (riso) utilizzato come contorno<br />

per quasi tutti i piatti, la carne di<br />

pollo di maiale o di bovino cucinata<br />

alla griglia (churrascos), alla brace<br />

(braseros), bollita (puncheros) oppure<br />

allo spiedo (assados). I legumi maggiormente<br />

cucinati sono i fagioli, la<br />

manioca, la patata ed il mais. La cucina<br />

argentina non è particolarmente<br />

ricca di spezie, ma conosciuta per la<br />

sua abbondanza. L’Argentina è un<br />

paese nel quale anche i pasti vengono<br />

regolati fondamentalmente dalle temperature;<br />

si inizia, infatti, al mattino<br />

con una ricca “desayuno” (colazione)<br />

costituita da un unico ma abbondante<br />

piatto: formaggio, uova, pane da<br />

accompagnare a caffè, succhi di frutta<br />

e frutti di stagione. La colazione è tale<br />

da consentire solo un leggero spuntino<br />

per l’ora del pranzo in attesa delle<br />

sempre abbondanti cene. Una nota<br />

particolare della cena in Argentina…<br />

non ci si siede a tavola prima delle<br />

23.00 !!!<br />

... I Viaggiatori in Argentina<br />

L’Argentina è una Repubblica federale<br />

composta da 23 province, più la Capitale<br />

Federale. Il potere esecutivo spetta al<br />

presidente della Repubblica, eletto ogni 4<br />

anni a suffragio universale; il potere legislativo<br />

è esercitato dal Congresso<br />

Nazionale “Congreso Nacional” che si<br />

compone da due camere: il Senato (72<br />

seggi) e la Camera dei Deputati (257<br />

seggi).<br />

CLIMA<br />

Come tutti i Paesi dell’America Latina che<br />

si trovano sotto la linea dell’Equatore,<br />

l’Argentina presenta le stagioni invertite<br />

rispetto al nostro emisfero settentrionale,<br />

ovvero al nostro inverno corrisponde<br />

l’estate australe. L'inverno va da giugno<br />

ad agosto, l’estate comincia a dicembre e<br />

i mesi di gennaio e febbraio sono i più<br />

caldi dell’anno. La notevole estensione del<br />

paese nel senso della latitudine (da 22° a<br />

55° sud) e la differente altitudine fa si che<br />

le condizioni variano sensibilmente da<br />

nord a sud, passando da un clima tropicale<br />

o subtropicale nella “Mesopotamia” e<br />

nel Chaco, con estati caldi ed inverni miti,<br />

a un clima di tipo oceanico freddo nella<br />

Patagonia.<br />

DOCUMENTI<br />

Per soggiorni turistici inferiori a tre mesi è<br />

sufficiente il Passaporto in corso di validità<br />

con scadenza non inferiore a 6 mesi<br />

dalla data di arrivo in Argentina; il visto<br />

non è necessario. I visitatori provenienti<br />

dai Paesi non limitrofi sono esenti dal<br />

pagamento delle tasse su oggetti di viaggio<br />

e gli articoli nuovi di valore non superiore<br />

a USD 300, ed altri USD 300 se<br />

acquistati a free shops esistenti nel territorio<br />

argentino.<br />

FESTE<br />

L’Argentina è un Paese molto festaiolo basti pensare che<br />

ogni mese dell’anno si celebra una festa. Si inizia a<br />

gennaio con il “Folklore Festival” una festa popolare<br />

ricca di balli e musiche tradizionali; a febbraio si assiste<br />

al coloratissimo carnevale lungo le strade. La primavera<br />

e l’estate sono rallegrate dal “Festival de la<br />

Nuestra Snhora del Valle” (marzo), festa di tipo religioso,<br />

e dal “Poncho Week” (luglio), una sorta di fiera dell’artigianato<br />

locale. Ad agosto si assiste ad una delle<br />

feste più particolari e caratteristiche dell’Argentina: lo<br />

“Snow Festival”: una vera e propria festa sulla neve…<br />

in estate! In autunno si riparte con il festeggiare le origini<br />

latino americane con balli e musiche nelle strade e<br />

nei locali, per terminare a novembre con il “Tradizion<br />

Week” e a dicembre con il conosciutissimo “GayPride”.<br />

Per Info: Eurosprint - Dogana R.S.M.<br />

LA MAISON LS<br />

29<br />

EUROSPRINT PROPONE<br />

VIAGGI DI VALORE !!!<br />

PROPOSTE DA PRENDE AL<br />

VOLOOOOOOOO !!!<br />

CUBA - Camaguey<br />

Partenza 15/02/08<br />

Villaggio All Inclusive<br />

da EURO 1.220,00 (9 gg. / 7 notti)<br />

MALDIVE - Atollo di Ari<br />

Partenza 16/02/08<br />

Resort pensione completa<br />

da EURO 1.900,00 (9 gg. / 7 notti)<br />

ARGENTINA<br />

Tour Buenos Aires - Iguazu - Lago<br />

Argentino - Ushuaia<br />

Partenza 17/02/08<br />

Trattamento di colazione e pernott. in<br />

camera doppia<br />

da EURO 2.770,00 (12 gg. / 9 notti)<br />

MARSA ALAM - Blue Lagoon<br />

Partenza 23/02/08<br />

Villaggio All Inclusive<br />

da EURO 650,00 (9 gg. / 7 notti)<br />

SANTO DOMINGO - Bayahibe<br />

Partenza 23/03/08 (Pasqua)<br />

Villaggio All Inclusive<br />

da EURO 1.250,00 (9 gg. / 7 notti)<br />

Speciale viaggi di nozze…..<br />

Vi sposate??? Venite in agenzia<br />

…tante novità sono in arrivo per i<br />

novelli sposi… viaggi strepitosi, liste<br />

nozze personalizzate e tanto altro…<br />

Vi aspettiamo!!!<br />

* Riceviamo anche su appuntamento.


citazioni d’amore M<br />

Dicono che il vero amore non ha<br />

bisogno di parole, ma vive di<br />

sguardi. Eppure, niente può scaldare<br />

il cuore della persona che<br />

amate, come un romantico<br />

biglietto d’auguri. Non preoccupatevi<br />

se siete a corto di idee:<br />

eccovi una selezione delle frasi<br />

più belle da poter utilizzare.<br />

• Paul Geraldy: Bisogna somigliarsi<br />

un pò per comprendersi,<br />

ma bisogna essere un pò differenti<br />

per amarsi.<br />

• Kahlil Gibran: Il miglior modo<br />

d’amare qualcuno è pensare che<br />

potremmo perderlo.<br />

• Anonimo: Senza di te il sole tramonta<br />

lo stesso; senza di te l’acqua<br />

del fiume scorre ugualmente;<br />

senza di te piove come sempre, ma<br />

con te è tutto più bello.<br />

• Mohandas Karamchand<br />

Gandhi: Tu ed io non siamo che<br />

una cosa sola. Non posso farti del<br />

male senza ferirmi.<br />

• William Shakespeare: Se non<br />

ricordi che l’amore t’abbia mai<br />

fatto commettere la più piccola<br />

follia, allora non hai mai amato.<br />

• William Shakespeare: Una goccia<br />

del tuo profumo basta a riempire<br />

la mia stanza... un pò del tuo<br />

amore basta a colmare la mia vita.<br />

• Francois de La Rouchefoucauld:<br />

Il vero amore è come i fantasmi;<br />

tutti ne parlano, ma sono<br />

pochi quelli che lo hanno visto<br />

davvero.<br />

• Anonimo: L’amore inizia con un<br />

sorriso, cresce con un bacio, finisce<br />

con una lacrima.<br />

• Stendhal: L’amore è come una<br />

febbre, nasce e muore senza che la<br />

volontà ne abbia una minima<br />

parte.<br />

a cura della Redazione<br />

A<br />

•<br />

LIFESTYLE<br />

Buon <strong>San</strong> Valentino<br />

30 LA MAISON LS<br />

Frasi e citazioni famose<br />

per i vostri auguri.<br />

• Browning: Ti amo non tanto<br />

per ciò che sei, bensì per ciò che io<br />

sono quando sono con te.<br />

• Anonimo: L’amore detta, il<br />

bacio scrive i segreti del cuore.<br />

• Jim Morrison: Se dovessi scegliere<br />

tra il tuo amore e la mia vita,<br />

sceglierei il tuo amore, perché è la<br />

mia vita.<br />

• Jim Morrison: Un giorno ho<br />

preso una margherita ed ho fatto<br />

“m’ama o non m’ama”... la prima<br />

volta è venuto m’ama, allora mi<br />

ama, ma la seconda è venuto non<br />

m’ama, ma non mi sono preoccupato...<br />

anche le margherite possono<br />

mentire!<br />

• Jim Morrison: Se ami qualcuno<br />

lascialo andare via, solo se torna<br />

sarà veramente tuo.<br />

• George <strong>San</strong>d: Non ti amo più,<br />

ma ti adoro sempre. Non voglio<br />

più saperne di te, ma non posso<br />

fare a meno di te.<br />

• David Frost: Amore è stare sveglio<br />

tutta la notte con un bambino<br />

ammalato. O con un adulto molto<br />

in salute. LS<br />

Selezionato<br />

dalla<br />

Redazione<br />

Smetterò di amarti<br />

solo quando un pittore<br />

sordo riuscirà a<br />

dipingere il rumore<br />

di un petalo di rosa<br />

cadere su un<br />

pavimento di cristallo<br />

di un castello<br />

mai esistito.<br />

Jim Morrison


Grafica: Agenzia TEN<br />

Novità in Libreria<br />

LIBRI<br />

Mille splendidi<br />

soli<br />

di: Khaled Hosseini<br />

Sconvolgente come uno tsunami<br />

di un impatto emotivo travolgente<br />

e disturbante a livello<br />

profondo. La storia di Mariam<br />

e Laila le due mogli di un<br />

“innominabile” nell’Afghanistan<br />

di pochi anni fa sotto le<br />

bombe sovietiche prima e quelle<br />

dei mujahidin e dei talebani<br />

dopo. Un romanzo che prende<br />

al cuore, la pancia e l’anima. La<br />

fantasia in questo romanzo, che<br />

così si presenta, è l’unica cosa<br />

che non si trova, perchè dentro<br />

ciascuno di noi, sappiamo che<br />

tutto è vero. Come può essere<br />

solo il coraggio di alcune<br />

donne che sanno amare di un<br />

amore senza confini, senza vergogna,<br />

senza pudore e senza<br />

memoria. Un romanzo da non<br />

dimenticare. Un romanzo<br />

“sociale” che apre la finestra<br />

lanciando il lettore come un missile nell’impossibile della sopportazione<br />

umana. Una storia da raccontare e un monito per tutti a non voltare lo<br />

sguardo quando la realtà, anche se è atroce, è confortante pensarla lontana<br />

come lo è l’Afghanistan per noi europei. Dopo “Il cacciatore di aquiloni”,<br />

famoso ormai in tutto il mondo, in “Mille splendidi soli” l’autore<br />

supera sé stesso e pone il lettore di fronte a “mille orrende nuvole”.<br />

Il Classico<br />

Il giovane Holden<br />

di: J. D. Salinger<br />

Sono passati cinquant'anni da quando è stato<br />

scritto, ma nelle librerie si trova sempre. Holden<br />

Caufield, con quell'aria scocciata e un pò snob,<br />

insofferente all’ipocrisie e al conformismo, lui e la<br />

sua "infanzia schifa" e le "cose da matti che gli<br />

sono capitate sotto Natale", dal giorno in cui<br />

lasciò l'Istituto Pencey con una bocciatura in tasca<br />

e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. La trama è<br />

tutta qui, narrata da quella voce spiccia e senza<br />

fronzoli. Ma sono i suoi pensieri, il suo umore<br />

rabbioso, ad andare in scena. Perché è arrabbiato<br />

Holden? Poiché non lo si sa con precisione, ognuno ha potuto leggervi la<br />

propria rabbia. Riguardo a questo romanzo, molte sono le opinioni e<br />

soprattutto molto contrastanti tra loro. Ci sono gli innamorati e c’è chi<br />

dice che è un libro sopravalutato. Bisognerebbe leggerlo due volte forse; a<br />

18 e a 30 anni.<br />

La Parola per Voi<br />

Trend-setter<br />

(o trend setter o trendsetter) 1999<br />

ambito d'uso : Linguaggio della moda e del commercio. Definizione:<br />

chi “lancia” nuove mode o tendenze. Il termine - usato nel linguaggio<br />

comune per indicare una persona, un luogo o un evento che creano una<br />

“tendenza” (in inglese trend), una moda - assume anche un'accezione<br />

più ampia per designare ciò che modifica un qualsiasi andamento di<br />

lungo periodo: ad esempio, in Borsa, l'andamento di un singolo titolo<br />

può fare da trendsetter per tutto un portafoglio di titoli.<br />

Rimini Label<br />

Musica<br />

Vista dall’alto la riviera<br />

non è più solo un tappeto<br />

di luci e suoni ma, se si<br />

guarda con attenzione, si<br />

può scorgere un segno,<br />

sembra un bersaglio, è<br />

quello di “Interno 4<br />

Records”, non più libreria,<br />

non più libreria itinerante<br />

ma, una nuova realtà che<br />

oltre a distribuire sapere,<br />

ora lo produce. Una etichetta<br />

musicale orientata<br />

al mercato locale che, per<br />

iniziare, ha prodotto due chansonier autoctoni, Giuseppe Righini e<br />

Daniele Maggioli. Il primo è già uscito con l’album Spettri Sospetti, il<br />

secondo, a breve, uscirà con un prodotto complesso che assocerà alla musica<br />

un libro di racconti e farà parte della collana “East Side”. In realtà “Interno<br />

4 Records” è frutto di una fusione di menti e realtà già esistenti come Interno<br />

4 che può contare su 21 librerie dislocate sulla penisola, Nda (Nuova distribuzione<br />

associati), il primo gruppo di distribuzione italiano, specializzato in<br />

piccola e media editoria, la casa editrice Nda Press e l’Associazione Culturale<br />

Assalti al Cuore. Proprio da un evento all’interno dell’edizione 2006 di<br />

Assalti al Cuore nasce il progetto<br />

solista di Giuseppe<br />

Righini, che ha visto la luce,<br />

dopo una lunga e travagliata<br />

genesi, il 29 novembre 2007<br />

con un concerto-spettacolo al<br />

Teatro degli Atti di Rimini.<br />

In quell’occasione a supportare<br />

il gruppo ci furono Elena<br />

Bucci e Ivano Marescotti che<br />

hanno fuso la loro maestria<br />

con le canzoni, dando vita ad<br />

alcuni brani di Giuseppe.<br />

Spettri Sospetti è un disco che<br />

suona come un vinile, caldo e<br />

fascinoso, le storie di Giuseppe<br />

paiono uscire da un vicolo<br />

buio e fumoso, o pronte a salpare<br />

da un porto nebbioso<br />

cariche di ovattata inquietudine.<br />

La banda suona precisa e<br />

accordata, Massimo Marches alle chitarre, Diego Sapignoli alla batteria e<br />

percussioni metalliche, Andrea Alessi al contrabbasso e Marco Mantovani al<br />

pianoforte e programmazioni. La registrazione è avvenuta presso il Teatro<br />

Dimora di Mondaino per mano dell’ingegnere del suono, Paolo Zavaglia,<br />

che si è occupato anche del missaggio. Molto importante e strategica è la collaborazione<br />

con la casa di distribuzione Goodfellas che opera su tutto il territorio<br />

nazionale. Per essere alla loro prima produzione, i ragazzi di “Interno<br />

4 Records” non scherzano e vogliono apporre il loro sigillo ad una scena<br />

musicale che, per troppo tempo, si è suonata addosso.<br />

di: Marco Coppi<br />

foto: Fabiana Rossi<br />

LA MAISON LS<br />

31


Ph.: Agenzia TTEN<br />

Indice degli Inserzionisti<br />

La prima ed unica rivista di CASA della repubblica di san marino La prima ed unica rivista che ti rende protagonista<br />

A<br />

ALI PARQUET pag. 26<br />

ARTEFUOCO pag. 18<br />

B<br />

BARTOLINI DESIGN pag. 37<br />

BIAGETTI ALVARO pag. 17<br />

C<br />

CARISP pag. 2<br />

C.M.S. pag. 22<br />

CREDITO SAMMARINESE pag. 44<br />

COLOMBINI pag. 42<br />

E<br />

EDIL COSTRUZIONI pag. 41<br />

EDIL SAN MARINO pag. 6<br />

EDILSETTE pag. 12-13<br />

EUROMOBILI MONTEMAGGI pag. 31<br />

F<br />

FALEGNAMERIA TEODORANI pag. 30<br />

I<br />

I.S.E.A pag. 10<br />

IL PRISMA pag. 32<br />

INTERNI COLLEZIONI pag. 4<br />

IST. INVEST. IMMOBILIARI pag. 40<br />

M<br />

MATERICA pag. 20<br />

N<br />

NATURAE pag. 42<br />

NATURA & AMBIENTE pag. 29<br />

P<br />

PIPA pag. 34<br />

PRIMA CASA pag. 11<br />

S<br />

S.M. ASSICURATORI pag. 46<br />

SANPATRIGNANO pag. 7<br />

SERRAMENTI DEL TITANO pag. 40<br />

SERRAMENTI SAMMARINESI pag. 11<br />

SMOLL pag. 38<br />

TRASLOCASA pag. 8<br />

32 LA MAISON LS<br />

T<br />

A<br />

ACCONCIATURE LORY pag. 6<br />

C<br />

CARLA BOMBONIERE pag. 16<br />

CASADEI DOTT.SSA SIMONA pag. 11<br />

CENTRO DINAMICA ESTETICA pag. 16<br />

CENTRO NATURA pag. 20<br />

CHICCOLANDIA pag. 21<br />

CONSORZIO VINI pag. 12<br />

D<br />

DYNAMIC pag. 17<br />

E<br />

ESTETICA OSE' pag. 8<br />

EUROSPRINT pag. 29<br />

F<br />

FIGURELLA pag. 10<br />

G<br />

GIORGIA BOUTIQUE pag. 19<br />

H<br />

HOTEL LUNGOMARE pag. 25<br />

I<br />

IST. MED. DEL BENESSERE pag. 33<br />

J<br />

JUNIOR pag. 32<br />

L<br />

LU-KA RIBOLDI pag. 4<br />

M<br />

MADREPERLA pag. 15<br />

MAGICHE SORPRESE pag. 26<br />

MANUZZI CALZATURE pag. 30<br />

P<br />

PELLETTERIA CINZIA pag. 24<br />

S<br />

SCUBIDU' pag. 26<br />

T<br />

T.M.S. pag. 15<br />

TIME & BLING pag. 32<br />

W<br />

WEARING STORE pag. 22


34 LA MAISON LS


LA MAISON LS<br />

35

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!