REGIONE LAZIO

regione.lazio.it

REGIONE LAZIO

Il Piano Territoriale Paesistico della Regione Lazio - PTPR

Seminario didattico

nell’ambito dell’ attività di collaborazione tra gli Ordini e Collegi professionali

e la Regione Lazio per la fase istruttoria delle osservazioni presentate al PTPR

Roma 15 aprile - 4 maggio 2009

REGIONE LAZIO

Assessorato Urbanistica

Direzione Regionale Territorio e Urbanistica

Area Pianificazione Paes istica e Terri toriale


REGIONE LAZIO

Assessorato all’Urbanistica

Vice presidente ed Assessore Esterino Montino

Direzione Regionale Territorio e Urbanistica

(DRTU)

Direttore Daniele Iacovone

Il Procedimento di formazione del PTPR

Il Piano Territoriale Paesaggistico Regionale

(PTPR) è lo strumento di pianificazione

attraverso cui, nel Lazio, la Pubblica

Amministrazione disciplina le modalità di governo

del paesaggio, indicando le relative azioni volte

alla conservazione, valorizzazione, al ripristino o

alla creazione di paesaggi.

Il Piano Territoriale Paesaggistico

Regionale (PTPR) è stato adottato dalla Giunta

Regionale con atti n. 556 del 25 luglio 2007 e n.

1025 del 21 dicembre 2007, ai sensi dell’art. 21,

22, 23 della legge regionale sul paesaggio n.

24/98.

La sua adozione fa seguito ad una

impegnativa fase di redazione effettuata all’interno

dell’Amministrazione Regionale e basata sulla

collaborazione istituzionale tra Regione, Stato ed

Enti locali attraverso le proposizioni approvate

dagli organi rappresentativi e le consultazioni

delle strutture tecniche degli enti pubblici

interessati.

L’articolo 23 della LR 24/98, riguardante le

procedure per l'approvazione e l'adeguamento del

PTPR, prevede infatti che la struttura regionale

competente in materia di pianificazione paesistica

provvede alla redazione del PTPR, sulla base

delle consultazioni con gli enti locali e gli altri enti

pubblici interessati.

il Piano è stato depositato per tre mesi, a

partire dal 14 febbraio 2008, presso tutti i Comuni

del Lazio e le Province per la pubblica visione e

presentazione delle osservazioni da parte di

cittadini, enti e associazioni interessati.

Le procedure approvative prevedono la

raccolta delle osservazioni e l’elaborazione delle

relative controdeduzioni raccolte nella Relazione

istruttoria del PTPR da sottoporre all'approvazione

del Consiglio regionale.

Il Consiglio Regionale esaminata la

Relazione istruttoria approva il PTPR con proprio

atto deliberativo.

I PTPR approvato sostituisce tutti i 29

Piani Territoriali Paesistici (PTP) attualmente

vigenti.

La redazione del Piano Territoriale Paesistico

Regionale è avvenuta all'interno della struttura

organizzativa regionale sotto la direzione e il

coordinamento dell’Area Pianificazione

Paesistica e Territoriale che è la struttura

regionale competente in materia di pianificazione

paesistica.

In particolare il dirigente dell'Area Pianificazione

Paesistica e Territoriale e coordinatore del piano

arch. Daniele Iacovone - ha coordinato il

gruppo di Lavoro di cinque diverse direzioni

regionali. La struttura si è avvalsa inoltre della

collaborazione dell'Università di Roma Tre e del

Ministero per i Beni e le attività Culturali con le

relative Soprintendenze previa sottoscrizione di

uno specifico accordo di collaborazione

interistituzionale (DGR n. 5814 del 3.11.98). È

stato altresì costituito un apposito Comitato

Tecnico Scientifico.

Per la redazione del Piano l'Area

Pianificazione Paesistica e Territoriale si è

avvalsa della collaborazione di personale della

soc. Lazio Service che coadiuva internamente il

personale dell’organico regionale mediante una

sezione specifica del progetto “paesaggio e

territorio”

L'Area Pianificazione Paesistica e

Territoriale ha avviato i lavori connessi all’esame

delle osservazioni al PTPR raccolte dai Comuni e

inviate, unitamente ad una relazione istruttoria

approvata con Delibera di Consiglio Comunale,

alla Direzione medesima.

Le osservazioni computate sono oltre

12.000, con possibili incrementi a seguito di

tardive trasmissioni comunali.

Per fare fronte alla mole delle osservazioni da

esaminare la Direzione Regionale si avvale della

collaborazione del personale tecnico della soc.

Lazio Service e di un Gruppo di lavoro esterno

costituito da giovani professionisti selezionati per

svolgere specifica attività di tirocinio secondo la

Convenzione stipulata tra Regione ed ordini e

collegi professionali approvata con DGR n.39 del

30.1.2009.

1


Le fasi previste per l’istruttoria della

osservazioni sono tre :

1) istruttoria preliminare riguardante

principalmente l’analisi e la

catalogazione delle osservazioni a

cura della struttura Area

Pianificazione Paesaggistica e

Territoriale coadiuvata dai tecnici

della soc. Lazio Service ;

2) istruttoria intermedia riguardante

principalmente la rappresentazione

grafica e testuale delle osservazioni a

cura del Gruppo di lavoro esterno

costituito da professionisti tirocinanti;

3) istruttoria di merito riguardante le

valutazioni e la formulazione di

proposta di controdeduzione a cura

della struttura Area Pianificazione

schema degli elaborati del ptpr

Paesaggistica e Territoriale

coadiuvata dai tecnici della soc. Lazio

Service .

Per quanto attiene le attività concernenti

l’istruttoria è stato elaborato uno specifico

programma informatico con la collaborazione

della soc. Lait. Spa - Lazio Innovazione

Tecnologica.

TAVOLE A (n. 1- 42) - Sistemi ed ambiti di paesaggio

Rappresentano la classificazione tipologica degli ambiti di paesaggio ordinati per rilevanza e

integrita' dei valori paesaggistici ( Codice dei Beni Culturali )

Contengono l’individuazione territoriale degli ambiti di paesaggio, denominati Paesaggi e le fasce

di rispetto dei Beni paesaggistici ricognitivi.

I Paesaggi sono classificati secondo specifiche categorie tipologiche denominate Sistemi

TAVOLE B (n. 1- 42) - Beni paesaggistici

Rappresentano le aree e gli immobili sottoposti a vincolo paesaggistico

Contengono l’individuazione territoriale di quei beni del patrimonio naturale, culturale e del

paesaggio del Lazio che sono sottoposti a vincolo paesaggistico per i quali le norme del Piano

hanno un carattere prescrittivo.

Tale individuazione costituisce la parte fondamentale del Quadro conoscitivo dei beni del

patrimonio naturale, culturale e del paesaggio del Lazio

TAVOLE C (n.1- 42) - Beni del patrimonio naturale e culturale

Rappresentano le aree e gli immobili non interessati dal vincolo paesaggistico.

Contengono l’individuazione territoriale dei beni del patrimonio naturale e culturale del Lazio che

costituisce l’organica e sostanziale integrazione a quelli paesaggistici.

Tale individuazione costituisce la parte complementare del Quadro conoscitivo dei beni del

patrimonio naturale, culturale e del paesaggio del Lazio.

TAVOLE D (n. 1- 42) - Proposte comunali di modifica dei PTP vigenti

Rappresentano le modifiche dei Ptp Vigenti. Contengono le perimetrazioni delle aree oggetto di

proposte comunali

NORME

Contengono le disposizioni generali, la disciplina di tutela e di uso dei beni paesaggistici.

RELAZIONE GENERALE

Contiene la descrizione del procedimento redazionale del PTPR

2


DRTU - PROGETTAZIONE E REDAZIONE DEL PTPR

Coordinatore del gruppo di progettazione e redazione PTPR, coordinamento istituzionale

Daniele Iacovone

Area Pianificazione Territoriale e Paesaggistica (APTP)

Giuliana De Vito dirigente APTP e responsabile pianificazione paesistica Roma e

provincia

Giuseppe Franco responsabile pianificazione paesistica province di Latina e Frosinone

Paolo B. Nocchi responsabile pianificazione paesistica delle province di Rieti e Viterbo

Raffaele Perrone responsabile gestione e amministrazione finanziaria

Marina Ajello dirigente Area Legislativa e Conferenze di servizi

Lazio Service – Progetto Paesaggio

Emiliana Albertario, Alfredo Canali pianificazione paesistica Roma

Andrea Valeri, Giuseppe Crisci,

Luciano Gentili, Federica Sperandio

Vito Cervellini , Valerio Donati

Augusto Pelliccia, Domenico Siracusa

pianificazione paesistica prov. Roma (centro

sud)

pianificazione paesistica prov. Rieti e prov.

Roma (nord)

pianificazione paesistica prov Viterbo

Luigi Bonadonna pianificazione paesistica prov. Latina

Pietro Pannone, Edoardo Sole

Alessia Di Giacobbe, Pietro Feuda ,

Claudio Viola

pianificazione paesistica prov. Frosinone

segreteria organizzativa e Archivi

3


Calendario seminario didattico

Giorno Tema – relatori

15 aprile

Ore 10.00

17 aprile

9.30 - 13,30

22 aprile

9.30 - 13,30

24 aprile

9.30 - 13,30

29 aprile

9.30 - 13,30

4 maggio

9.30 - 13,30

Giornata iniziale - PTPR e istruttoria delle osservazioni

Assessore all’Urbanistica Esterino Montino

arch. Daniele Iacovone:Direttore Regionale Urbanistica e Territorio

arch. Giuliana De Vito: Dirigente Area Pianificazione Paesaggistica

arch. Giuseppe Franco, arch Paolo Benedetto Nocchi: responsabili

Pianificazione Paesaggistica

Redazione del PTPR – Quadro normativo e criteri di base

arch. Daniele Iacovone

Dott.ssa Marina Ajello dirigente Area Legislativa e conferenze di servizi

Arch. Giuliana De Vito

Redazione del PTPR – Quadro conoscitivo. Beni paesaggistici ricognitivi e

normativa d’uso

Arch. arch. Giuliana De Vito, arch. Paolo Benedetto Nocchi, Arch Giuseppe

Franco

Redazione del PTPR – Pianificazione paesaggistica del territorio e

normativa d’uso

Arch. Giuliana De Vito, arch. Paolo Benedetto Nocchi, Arch Giuseppe Franco

Redazione del PTPR – Partecipazione al procedimento di formazione

Arch. Giuliana De Vito, arch. Paolo Benedetto Nocchi, Luigi Bonadonna

Il software per le osservazioni

Arch. Giuseppe Franco

Soc LAit spa e ESRI Italia spa

Arch. Pietro Pannone e arch. Emiliana Albertario

4


Giornata iniziale

arch. Daniele Iacovone

arch. Giuliana De Vito

arch Paolo B Nocchi

arch. Giuseppe Franco

il nuovo PTPR

15 aprile

procedimento di approvazione e fasi organizzative per

l’istruttoria delle osservazioni al PTPR

Formazione tecnici e procedimenti istruttoria

17 aprile

Redazione del PTPR – Criteri di base

arch. Daniele Iacovone Il Ptpr unico piano regionale, struttura redazionale, strategia del

Ptpr, Web Gis – La pianificazione territoriale

Redazione del PTPR - Quadro normativo

Marina Ajello Evoluzione del quadro normativo : dalla 1497/39 al Codice dei

Beni Culturali e del Paesaggio

Giuliana De Vito Evoluzione della Pianificazione paesaggistica e rapporto con altri

strumenti urbanistici

22 aprile

Redazione del PTPR – Quadro conoscitivo

Giuliana De Vito Individuazione dei beni paesaggistici ricognitivi e dichiarativi

Paolo Benedetto Nocchi

Giuseppe Franco

Individuazione dei beni complementari

( Tavole B e C del Piano)

Redazione del PTPR – Beni paesaggistici ricognitivi e normativa d’uso

Giuliana De Vito

Paolo Benedetto Nocchi

I beni paesaggistici ricognitivi della ex Legge Galasso e i beni

paesaggistici ricognitivi ‘tipizzati’ dal Piano

24 aprile

Redazione del PTPR – Pianificazione paesaggistica del territorio e normativa d’uso

Giuliana De Vito

Paolo Benedetto Nocchi

Giuseppe Franco

Metodologia, caratteri geografici del Lazio, classificazione del

piano per ‘ambiti’ di paesaggio e Norme d’uso (Tavole A Piano).

29 aprile

Redazione del PTPR – Partecipazione al procedimento di formazione

Giuliana De Vito

Consultazioni preliminari con gli enti locali, adozione e

Paolo Benedetto Nocchi pubblicazione , osservazioni e controdeduzioni.

Luigi Bonadonna Esperienze della I^ fase istruttoria

4 maggio

Illustrazione del software per le osservazioni

Giuseppe Franco Sistema informativo per la gestione del PTPR

LAitspa e ESRI Italia spa Elaborazione del software

Pietro Pannone Emiliana Albertario Applicazione del web GIS

5

More magazines by this user
Similar magazines