Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

Capitolo VII.

nel i/iia/e si contiene la gmrra co' Ncrvii e con gli Alrcbali

e con (ili Adaaci, e come di tutti Cesare

ebbe vittoria.

11!

Restavano i Nervii , feroce gente e nimici dei

mercatanti , e specialmente che conducess >no vino o

altre delizie : i quali avevano per opinione che gli

animi s' indebolivano per le cose delicate , e che gli

aspri uomini diventavano molli alli esercizii delle bat-

taglie. Eziandio gli pareva che tutti quegli, i quali

cosi leggermente si davano a Cesare, dischiattassono

dalla virtù del paese, e , beffando e riprendendo que-

gli , avevano in animo di non seguirgli , e di non

mandare ambasciadori , né di ascoltare alcuna condi-

zione di pace. E con questi erano gli Atrebati e i

Viromandui oltre il fiume Sabin, che aspettavano Ce-

sare. Ancora gli Aduatici (i quali trovo cosi scritti,

ma credo che si debbano chiamare Aduaci) si studia-

vano giugnersi con quegli. Cesare avea mandato fuori

le spie e oltre a questo centurioni sperti di caval-

leria a pigliare luogo atto a porre il campo. Erano

nientemeno nell' oste de' Romani alcuni Gallici degli

arrenduti a Cesare, i quali contro la fede del sagra-

mento facevano a sapere ai Nervii i costumi e le

deliberazioni dei Romani, e davang'li speranza che,

se gli assalissono arditamente e combattessono forte,

More magazines by this user
Similar magazines