Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

XIII

elle questi in quell' anno ora appena nel settimo

anno di sua vita ; ed in una più tenera età sa-

rebbe stata inutile cosa affidarlo alle cure di sì

soenziato precettore.

Nel 1393 moriva il Marchese Alberto, e la-

sciava la signoria a Niccolò suo figliuolo che era

di nove anni. Dopoché questi tenne le redini del

governo di Ferrara per quattro anni, Francesco li

di Carrara signore di Padova cavalcò per Ferrara

con quattrocento uomini d' arme e cento soldati,

tolse di carica tutti quelli che formavano il con-

siglio di Ferrara , ed il Marchese Niccolò III

scegliendo altri a quegl' impieghi, elesse Cancel-

liere il suo maestro Donato (1). Coluccio Salutato

che gli fu confortatore dopo la morte del suo fi-

glio Antonio, non lasciò congratularsi secolui in

una lettera citata dal Mehus (2), pel suo inalza-

mento a quel grado : ed in quella esprime chia-

ramente, essere venuto Donato dalla scuola di

Grammatica alla istruzione di Niccolò .III , ed in

età provetta inalzato alla carica di Cancelliere.

Mentre Donato dimorava nella Corte di Fer-

rara , scrisse pel Marchese Niccolò suo discepolo

il volgarizzamento delT opera latina di Boccaccio

de claris mulieribiis. Ecco quel che leggesi in-

torno a ciò alla fine del Codice di Donato esi-

:1) Murat. script, rer. ital. Voi. XVIII, pa^^ 9:-i3.

;2) Vita Amb. Carnai, tom. I, pag-. 262.

,

More magazines by this user
Similar magazines