Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

soliti servirsi in guerra, con uguale sollecitudine pi-

gliano campo ;

1' oste tutto segue i corridori ; e cosi

tutta la gente si mette in petto ai Romani, che erano

per uscire. Ed era certamente il discendere in terra

molto faticoso per I' altezza dell' acqua, senza la quale

le grosse navi non potevano stare né essere regolate :

e se alcuni uscivano delle navi , erano presi o nel

secco lido dove 1' acqua era più bassa, e dove era

faticoso stare, egli erano costretti combattere con pe-

ricolosa battaglia ; onde i Romani spauriti con cagione

e turbati , non sapendo i luoghi e non essendo usati

a combattere a questo modo, combattevano più pigra-

mente che egli non solevano. La qual cosa come Ce-

sare vide, comandò che le galee fossono spartite dal-

l' altra armata , e con i remi elle andassono al lido

e che di quello luogo con ogni generazione di cose

da gittare contro i nimici egli fossono cacciati in-

dietro, i quali per lo aspetto delle navi e la grandezza

e lo romore de' remi, al quale egli non erano usati

si spaurirono. E dappoi che la moltitudine delle saette

e i tuoni delle bombarde caddono contro i nimici, un

poco si cessarono indietro. E ancora i Romani non

arditi di mettersi all' acqua combattavano di su le

navi, infino che lo gonfaloniere della decima legione,

la quale Cesare amava, pregando gli dei ad alta voce,

che bene avvenisse alla sua legione quello che elio

disponeva, volto ai compagni disse : Saltate in acqua,

e voi conestabili mi seguite, i quali non volete che

quest' aquila sia burlata dai nimici. Se voi siete uo-

mini, ogni cosa avverrà prospera ; e se no, io almeno

con buona fede pagherò il mio debito alla repubj|lica

e allo imperio di Roma. E cosi gridando, con mera-

More magazines by this user
Similar magazines