Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

215

tutta r isola, (li propria volontà si orano arrendati a

Cesare. E questi avevano avuto uno re, il quale Ca-

silevano aveva morto. Cesare allegramente accettò

questi, e tolse staticlii e tolse frumento, le quali cose

quegli compirono allegramente e tosto, non doman-

dando altra cosa, se non eh' elio difendesse il figliuolo

del morto re dalla crudeltà dell' occiditore. Nella qual

cosa Cesare non abbisognava di preghi, perchè quello

garzone già dal principio gli era caro, perchè certa-

mente elio era venuto supplichevole a Cesare essendo

elio ancora in Gallia, acciò che elio il campasse delle

mani del suo nimico, e da Cesare era stato ricevuto

in amistade. Cinque altre cittadi seguirono lo esempio

di quegli di Londra , e così si renderono a Cesare.

E da questi elio seppe, in che selva Casilevano avesse

fortificato d' alberi tagliati e di paludi il luogo dove

elio abitava, il quale era sì forte che quasi non vi si

poteva andare , e dov' elio si teneva più sicuro , che

in alcuna altra cittade , e per guida di questi elio

andò a quello luogo. Il quale , quegli che erano a

guardia di quello, alquanto il difesono, e finalmente

fuggendo il lasciarono ; nel quale fuggire molti dei

nimici furono presi e molti morti ; e ivi furono tro-

vate molte bestie; il luogo fu vinto e guasto. Casi-

levano mosso per queste cose mandò ambasciatori a

quattro signori, i quali reggevano le streme parti del-

l' isola , e invitogli a difensione del suo paese, e co-

mandò che con tutto suo sforzo egli assaliscano l' ar-

mata e il campo de' Romani, perchè non è chi il di-

fenda, essendo Cesare partito da quello. Quegli ubbi-

dirono, che egli il facessono per amore che aves-

sono alla patria, o per comandamento del suo supe-

More magazines by this user
Similar magazines