Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

per giunta la fel)l)i'e quartana, e il i)igro rincresci-

mento e il lungo molestare di quella, e 1' odio di

Siila dittatore più pericoloso d'ogni febbre: il quale

vincitore nelle civili battaglie, fatto crudelissimo e

potentissimo , già annoverava Giulio Cesare tra' suoi

avversarli , e parlando di quello spesse volte ammo-

niva Pompeo e i gentiluomini con queste parole :

Guardatevi dal mal cinto giovane. E benché Cesare

andasse molto adorno degli ornamenti del corpo, elio

andava cinto largo , il quale era vituperoso costume

in quella etade ; onde si trova quella parola di Tul-

lio, il quale domandato dietro alle civili battaglie,

perchè elio avesse messo Pompeo innanzi a Cesare,

rispose : Il modo del cingere mi ingannò. Da queste

fatiche infestato Cesare quasi continuamente cercava

luoghi dove elio stesse nascoso, e alcuna volta si ri-

comperava per denari da quelli che il perseguivano,

elio che per innanzi doveva essere signore de' re e

de' regni ; e fu sì lungamente in questo stato , perfi-

nochè Marco Emilio e Aurelio Cotta, nobilissimi uo-

mini e suoi parenti e molto amici di Siila , e ancora

le vergini Vestali, che- in quello tempo avevano gran-

dissima autorità, con molti e grandi preghi doman-

darono perdonanza per lui. Onde avvenne quella pa-

rola degna di ricordanza, che Siila, poiché lungamente

avea contradetto, e che non era modo che il pregare

valesse , finalmente , o eh' elio il dicesse per ispirazione

divina o solamente per discrezione umana

gridò : Abbiatemi vinto , e abbiate questo dono dan-

noso a voi e a tutti i gentiluomini. Ma io vi predico

che costui, il quale voi volete salvare con tanta sol-

lecitudine , sarà ancora la distruzione dello stato dei

5

More magazines by this user
Similar magazines