Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

251

ne uccise molti e disarniogli, e avrebbene morti molti

più , se non gli fosse stato vietato dalle selve e dai

paduli , come è per usanza in quelle terre. Prose-

guendo Cesare il suo cammino, salvo con tutti i suoi

arrivò in quello medesimo di al campo di Cicerone.

E meravigliandosi delle torri , che egli aveano driz-

zate intorno, e degli edifici!, che egli aveano fatti, e

trovando che de' cavalieri di quella legione appena

dieci erano senza ferite, conobbe con quanta virtù

egli s* erano difesi in quel luogo. E con degne lodi

magnificando Cicerone e tutta quella legione, e nomi-

natamente i centurioni e i tribuni, secondocliè meri-

tavano la virtù e il lavoro di ciascuno , il seguente

dì chiamati i suoi a parlamento , confermò gli animi

de' suoi e consologli del danno ricevuto per lo in-

ganno de' ni mici e per la temeritade del suo legato,

mostrando che per la benevolenza degli dei e per la

virtù de' cavalieri 1' allegrezza di quella vittoria ac-

quistata con ria arte non fu lunga; di che segue,

che il dolore de' suoi non sia lungo. La nominanza

di questa vittoria pervenne a Labieno con tanta ve-

locità , che , essendo stato combattuto all' ora nona

del di, innanzi mezza notte cantando fu annunziato

dai Remi alla porta del campo, il quale era di lungi

sessanta miglia, che Cesare aveva vinto. Per la qual

cosa andata più innanzi la novella , Indiciomaro , il

quale aveva deliberato d' assalire il di seguente il

campo di Labieno , con tutti i suoi si partì la notte

e tornò a Treveri. Cesare tornò al campo , e non

stette perciò alcuno dì in ozio, che elio non mandasse

ambasciadori e spie per ogni parte , per i quali elio

sapesse lo stato e la intenzione delle cittadi : tante

More magazines by this user
Similar magazines