Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

Capitolo XVI.

29:ì

nel quale si contiene la ribellione quasi di tutta la Gallia,

e per questo la creazione d' uno re chiamato per

nome Vercingetorìge, e la tornata di Cesare

in Gallia, e le battaglie

con il detto re. " \

Poiché Cesare si parti di Gallia, ecco da ogni parte

nuovi movimenti , nuove ribellioni : in ogni luogo si

faceva parlamento, in ogni luogo consiglio, e non so-

lamente nelle cittadi, ma ne' boschi e in luoghi ascosi.

L' antico odio stimolava alcuni, molti erano impauriti

della morte di Attone , e pensavano che la pena di

colui tornasse sopra loro. Aggiugnevasi a questo la

pietà della patria comune e lo sdegno di Gallia già

gloriosa, e mo soggetta alla signoria de' Romani. Cosi

molte cagioni costringevano gli animi a uno fine. Come

Cesare venne nella Gallia cisalpina, incontanente gli

fu fatto lamontanza della morte di Clodio. Il quale

amico di Cesare, era stato morto da Milone amico di

Marco Tullio, del quale si trova una bella orazione,

che è chiamata Miloniana. Per questa cagione era stato

grande movimento in Roma, e di questo non potè es-

sere che non uscisse la nominanza fuori d' Italia, ed

avea valicato le Alpi. E per questo era stato dato ca-

gione di fìngere nuove storie contro di Cesare. Dice-

vano, e di questo cresceva la novella, che elio per le

More magazines by this user
Similar magazines