Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

(luaiiU degli altrui denari ; la qual cosa pensando in-

tra sé, venendo la mattina in piazza e baciandolo la

15

madre, disse : Io non tornerò a casa se non pontefice.

E tornò pontefice, avendo vinto due altri famosissimi

cittadini che questa medesima dignità domandavano ,

benché egli di dignità e di tempo fossono più degni.

Dappoi elio fu fatto pretore. Nel quale tempo soprav-

venendo la congiurazione di Catilina, e quegli che con

lui teneano essendo detenuti, e determinando tutto il

senato a quegli l' estremo supplizio , solo elio ardi

confortare che non era mestiero punire quegli con la

morte, ma che, pubblicati i suoi beni, fossono divisi e

serbati in deposito da alcuni ufficiali; e avrebbe forse

confortato che non si vergognassino di interpetrare

la sua sentenza, e piegarla a più pietoso intelletto, la

quale era vergogna mutare (tanta paura e odio già gli

era avuto, se egli avessino morti si fatti cittadini con-

tro la legge Porzia), come fece Decimo Silano, console

designato. E finalmente alcuni, e infra gli altri il fra-

tello di Tullio, presi dalla sua eloquenza si traevano

alla sua sentenza , e gli scelleratissimi cittadini per

r aiutorio di una lingua potevano cessare la pena di

giustissima morte, se Marco Catone, uomo di gran-

dissima gravità , con contraria orazione non avesse

drizzati gli animi piegati in pessima parte. L' ora-

zione dell' uno e dell' altro é appresso di Crispo Sal-

lustio, istoriografo in quello tempo. E non si astenne

da quello eh' elio avea cominciato, perfinoché i cava-

lieri romani armati a difesa del senato con le spade

ignude il minacciarono di uccidere, sicché tutti que-

gli che gli erano appresso per paura della pena fug-

girono, e alcuni tenendolo abbracciato e coperto con

More magazines by this user
Similar magazines