Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

353

ch'erano poclii e iu lorte/.za de'ninnci avevano condotto

la cosa in sommo pericolo ; Fabio, il quale era rimaso

legato nel campo . significò a Cesare , come elio era

stato in questo il primo dì , e a questo s' apparec-

chiava per lo Sfoconilo ; e quello messo scontrò Cesare

a mezza notte e a mezzo flella via, per lo quale, stu-

diando il posso, arrivò al campo innanzi il levare del

sole : e gli Edui, uditi i messi di Litavito della morte

de' suoi, convertiti tutti in furore, non aspettando più

e non cercando, se quello, che egli udivano, era vero

o falso , benché non avesse colore di verità ; ma a

modo di gente usata avere per verità ogni cosa eh' ella

ode, già avevano dannati a morte o a servitù i citta-

dini romani, i quali appresso di quegli stavano sicuri,

e avevangli rubati . e usato contro a loro ogni cru-

deltà. L' avarizia, 1' ira, la temerità, le quali enno do-

mestiche pestilenze a quella gente, stimolavano i suoi

animi, e aggiungeva animo al furore Convittolitane,

il quale Cesare aveva promosso al sommo magistrato

degli Edui , il quale era sommo nimico de' Romani e

di Cesare , ed elio era sempre autore e principe di

tutte queste deliberazioni. Costui con sua sollecitudine

e con parole stimolava il popolo , acciò eh' elio gli

conducesse, onde non si potesse tornare a buono con-

siglio. E però , data la iìdanza , a Marco Aristio tri-

buno di milizia e ai mercadanti romani, menati quegli

fuori della terra di Cabiilone contro alla fede gli spo-

gliarono per la via, e ridotti quegli in luogo forte per

difendersi il dì e la notte gli stavano d' intorno , e ,

avendone morti molti dinanzi e di dietro, apparecchia-

vano il giorno veniente di dargli maggiore battaglia.

Ma facendo e apparecchiando egli questo, sopravvenne

23

More magazines by this user
Similar magazines