Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

369

huttaglie ^ Nella vostra brigata al presente ciascuno

fu capitano , e io fui guardatore di trista fortuna e

vano gastigatore di matteria, il quale certamente cerco

sempre ne' miei cavalieri non meno modestia e obbe-

dienza, che fortezza. Non voglio però per questo errore

abbattervi : non spaurire , ma è mia intenzione

riprendervi e gastigarvi. Riparate e fortificate gli a-

nimi. Fallando s' impara. Per K) innanzi sarete all'altre

cose più cauti. Non ò da imputare alla virtù de' ni-

mici quello, che è avvenuto per la malvagità del luogo

e per 1' audacia vostra. Il dì di ieri abbia fatto la for-

tuna a suo senno: per l' innanzi, come io spero, ella

sarà favorevole alla vostra fortezza e alla vostra pru-

denza. Dette queste parde, elio aveva confermati a

sé i cavalieri percossi da vergogna e da tristizia, ed

elio, surgendo da ogni parte guerra, cominciava a di-

sporre di partirsi di quei luoghi. Ma perchè la partita

non paresse fuga, uscì del campo con le schiere ordinate,

acciò che, se i nimici fa^essono alcuna vista, egli lo

trovassino apparecchiato. Vercingetorige, il quale aveva

molto animo ma più forza, vedendo che elio partiva

eziandio discese in piano, e solamente con quegli da

cavallo 3 con leggiera battaglia combatterono , e con

vittoria Cesare tornò nel campo. Il di seguente fu si-

mile battaglia ed ebbe simile fine. Per le quali due

battaglie pensando Cesare assai abbattuta la prosun-

zione de' Gallici e assai fortificata la speranza dei suoi,

acciò che i nimici non credessono che si partisse, e i

suoi credessono che elio si volesse partire da quei pe-

ricoli non meno che andare ad altro luogo, mosse il

campo, e non seguendolo alcuno de' nimici , pigliò la

via ver.so gli Edui , dove in grandissima parte era il

24

More magazines by this user
Similar magazines