Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

397

mani, i quali non soprastarebbono all' opera con tanta

sollecitudine il dì e la notte , se egli non sentissono

presso la possanza de'niinici. Adunque riprovando l'una

di queste opinioni e lodando 1' altra, ma in parte ri-

fiutandola, disse la sua, cioè che quegli, i quali erano

disutili a combattere de' suoi corpi, pascessino i forti,

e con questi sostenessono la sua vita, infino che egli

fossono soccorsi ; e disse che questo era stato fatto

in un' altra guerra molto dispari da quella, nella quale

innanzi i Cimbri avevano molestati i Gallici , e mo

più prontamente si doveva fare, perchè i Cimbri pas-

sando non domandavano altro che ruberie, ma i Ro-

mani , i quali gli assediavano, volevano la signoria;

e quello si poteva conoscere per li vicini, i quali vinti

da loro, perdute le leggi della patria e perduta la li-

bertà, premuti da grave servitù vivevano sotto immor-

tale miseria; e se quello non fosse stato fatto, nien-

temeno sarebbe da farlo, perchè, come gli esempi della

virtù si debbono torre dai passati, così si debbono dare

a quegli che seguiranno, e ddi forti uomini si deono

cominciare le opere della fortezza. Adunque parve

molto maggiormente da seguire la feroce opinione di

Tritognato, dimostratore certamente di feroce animo,

e imperciò non fu ricevuta, ma indugiata in tempo di

ultima necessità. E ancora per alcuni dì potevano egli

vivere, benché risparmiando e con fame. E nientemeno

al presente fu deliberato, che, chi non fosse atto a

battaglia, come enno femmine o infermi o per l' etade,

fossono cacciati. In primieramente furono cacciati

Mandubii, de' quali era la terra, i quali egli aveano

ricevuti per le mura : apparente ammaestramento, che

niuno non riceva in casa sua forestieri armati ; per-

More magazines by this user
Similar magazines