Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

i;ì3

a pacilicare gli uomini , e Gallia stanca di guerre

molto era desiderosa di pace, e tanto più quanto elio

sempre per natura benigno, al presente era benignis-

simo , e la condizione di obbedire ai migliori sempre

era tollerabile , al presente pareva desiderabile e mi-

gliore, essendo in fatica la libertà. Elio, compiuto il

tempo del verno appresso i Belgi, già indovinando le

civili battaglie venne in Italia, acciò che elio si fa-

cesse amiche passando tutte le cit.tadi e famose ca-

stella, e che elio fermasse 1' amistade de' popoli della

Gallia cisalpina, dai quali tutti fu ricevuto con più

onore e reverenza che non conviene ad uomo, e da

capo tornò in Gallia transalpina alla sua oste, sospeso

con r animo e aspettando quello , che il senato e la

repubblica determinassono di lui. Queste anno certa-

mente le fatiche di Cesare di molli anni in Gallia,

questi enno gli affanni , questi enno i pericoli molti

e gravi a una grande signoria, non che a uno uomo,

de' quali Svetonio Tranquillo comprese la somma in

queste parole , le quali mi diletta mettere qui per la

grande brevità. Elio fece in nove anni, nei quali durò

la sua signoria, queste cose. Elio ridusse in forma di

provincia quasi tutta la Gallia, la quale è terminata

dai mi)nti Pirenei e dalle Alpi e dal monte Gebenna,

dai fiumi Reno e Rodano , la quale volge in circuito

due e trenta volte centomila passi, oltre alle cittadi

che erano in compagnia e benevolenza, e impose a

quella taglie in ciascheduno anno. Elio primo de' Ro-

mani, facendo uno ponte, assalì i Germanici oltre al

Reno, dov' egli abitano , e gli diede grandi sconfìtte.

Ed assalì gì' Inghiiesi non conosciuti innanzi, e, vinti

quegli , imposegU taglia e statichi. E queste enno le

28

More magazines by this user
Similar magazines