Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

31

sicché già non sanno essere chiamati Gallici, e, se

egli enno chiamati, se ne sdegnano. Quegli che enno

presso a' Belgi furono gli Elvezii, quasi pari in gloria

ili battaglie e in virtù. I confini di questi disparte

dai Sequani Giura, il quale è uno monte molto alto

verso ponente, e da settentrione il Reno gli disparte

dai Germanici presso al luogo dove elio nasce, ben-

ché eziandio di questi avviene quello che noi dicemmo

de' Belgi , che in processo di tempo enno diventati

Germanici. E così la Germania s' è appropriata grande

parte della Gallia transalpina, come Italia s' è appro-

priata tutta la Gallia cisalpina. Da levante le serra-

glie delle Alpi dispartono gli Elvezii dagl' Italiani con

alte montagne e perpetuale neve. Da mezzodì confina

tra questi e gli Allobrogi il lago Leraanno e il Ro-

dano, il quale passa per mezzo il detto lago. Il paese

de' quali è per lunghezza , secondo che dice Giulio

Celso, dugento quaranta miglia, e per la larghezza

cento ottanta , e nientemeno gli pareva essere rin-

chiusi e ristretti in brevissimo spazio, considerata la

moltitudine degli uomini e la sollecitudine eh' egli

avevano di guerra. Per la premessa descrizione ap-

pare, s' io non m' inganno, alli confini di questi es-

sere stati quelli , i quali noi chiamiamo Borgognoni

dalla parte di mezzodì e dalla parte di tramontana

quella riva del Reno, dove è mo Argentina, Basilea

e Costanza cittadi. Di qua dal Rodano appresso la

sinistra del fiume enno gli Allobrogi, alla riva dei

quali tenea lo estremo cantone appresso gli Elvezii

Geneva, che già fu castello, secondo che dice Giulio

Celso, mo il tiene Gebenna piccola città, la quale è

sopra il lago Lemanno e sopra il Rodano , già fatto

More magazines by this user
Similar magazines