Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

551

la navo die gli venne incontro e aUondolla, e com-

battendo pili animosamente con 1' altra, ninno dando-

gli aiutorio, o che egli si fidassono tanto della sua

virtude, che non credessono abbisognare dell' altrui

aiutorio, o che, tenendo quegli la paura, la qual cosa

io credo più presto , vincendo e inseguendo perì , e

queir uno acquistò lode di avere bene fatto e acquistò

la morte. Appresso di Cesare era Tolomeo, giovinetto

di etade , di astuzia e di malignità vecchio , la qual

cosa avviene di alcuni ; e forse elio sperava di avere

meritato 1' amistà di Cesare per la morte di Pompeo.

In quello tempo costui aveva questione con Cleopatra

sua sirocchia e mogliera , la quale alcuni dicono che

allora era in prigione del fratello. Ma, dove che ella

si fosse, è manifesto che ella andò a Cesare, e git-

tossegli ai piedi e pregollo, che elio comandasse che

le fosse restituita la sua parte di ereditaggio, come

era stato disposto per lo testamento del padre. E la

dimandagione era giusta , e perchè eli' era bella ac-.

cendeva l'odio del re, il quale superbamente per la

morte di Pompeo s' era impacciato ne' fatti de' Ro-

mani. La giustizia essendo aiutata da tante cagioni

avendo comandato Cesare che la reina sorella fosse

restituita nel regno, i consiglieri, dai quali ogni di

occultamente erano posti gli agguati a Cesare, udita

la signoria di quello, e temendo insieme Cleopatra e

Cesare, e pensando non essere più tempo da indugiare,

convertiti a manifesta forza la seguente notte lo asse-

diarono nel palazzo reale. E allora sommamente bisognò

la grande virtude, la quale tutta la notte con pochi

sostenesse 1' impeto de' nimici , e tenessegli da lungi

con lo incendio delle case , che gli erano appresso.

More magazines by this user
Similar magazines