Le Vite degli uomini illustri;

booksnow1.scholarsportal.info

Le Vite degli uomini illustri;

641

mandò, che con somma sollecitudine cercassono que-

gli , che piegassono a lui, e quegli che piegassono a

Cesare. La qual cosa come gli fu rapportata, settan-

taquattro di quegli , che erano chiamati favorevoli a

Cesare elio fece ammazzare*, con^e se fosse grande

peccato amare Cesare , gli altri serrò nella terra

de' quali , ingannate le guardie, centoventi fuggirono

a Cesare. Molte cose ancora in quegli medesimi dì

furono fatte crudelmente da quegli di Pompeo, quasi

come egli indovinassono essere presso il di della

nioi'fo, e mandare innanzi per la morte altrui la sua

purgazione, la quale copa è crudele costume. Pompeo

in quello tempo mostrava con gli amici la sua ma-

gnanimità, e simulava che Cesare temesse. E fu tro-

vato per sue lettere che Cesare non ardiva mettere

la sua gente a campo non fidandosi de' suoi nuovi

uomini di cavalleria ; il quale se conducesse alcuna

volta la battaglia in luogo piano , per la opinione di

ogni uomo elio tosto spaccerebbe la cosa , e questo

elio sperava e aspettava. In quello mezzo elio andava

cercando la Spagna, e, secondo che elio diceva, con-

servando le cittadi della sua parte. E perciò elio venne

a Ispali, e pose il campo in petto alla terra in uno

olivete, poi andò ad altre ed altre terre, e finalmente

si fermò a Monda, la quale per 1' altrui fortuna elio

aveva eletta per ultima distruzione, A quello luogo

andò Cesare, e pose il campo in petto a lui. Pompeo

aveva scritto a Fausto , il quale , per quello che si

può sapere , era dentro della terra , che Cesare non

voleva scendere a mezzo la valle, perchè grande parte

della sua oste erano novelli cavalieri, le quali lettere

per meravigliosi modi confortavano gli animi di que-

41

More magazines by this user
Similar magazines